DJI (azienda)

azienda produttrice di aeromodelli radiocomandati
SZ DJI Technology Co., Ltd.
Logo
DJI Phantom 4Pro 04-2017 img3 in flight.jpg
StatoCina Cina
Fondazione2006
Fondata daFrank Wang
Sede principaleShenzhen e Pechino
Settore
  • Tecnologia
  • Elettronica di consumo
  • registrazioni
  • Fotografia
Prodotti
  • Veicoli aerei senza pilota
  • videocamere
  • Stabilizzatori
  • Piattaforme di volo
  • Gimbal
  • Controller per volo
  • Sistema di propulsione
Dipendenticirca 6000 (2017)
Sito webwww.dji.com/

SZ DJI Technology Co., Ltd.[1], nota commercialmente come DJI, acronimo di Dà-Jiāng Innovations (cinese: 大疆创新, “grande innovazione di frontiera"), o DJI Sciences and Technologies Ltd. (cinese: 大疆创新科技有限公司),[2] è una società tecnologica cinese con sede a Shenzhen, nel Guangdong. Comprende stabilimenti in tutto il mondo ed è leader mondiale nella produzione di veicoli aerei senza pilota commerciali (comunemente noti come droni) per la fotografia aerea e videografia. Progetta e produce anche sospensioni cardaniche, telecamere sportive, stabilizzatori per telecamere, piattaforme di volo, sistemi di propulsione e sistemi di controllo del volo.

DJI è il leader di mercato dominante nel settore dei droni civili, con oltre il 70 percento del mercato mondiale dei droni.[3] La sua tecnologia è stata utilizzata a livello globale per l'industria musicale, televisiva e cinematografica, compresi i video musicali e le serie di produzioni televisive nominate agli Emmy Award come The Amazing Race, American Ninja Warrior, Better Call Saul e Game of Thrones .[4][5][6][7][8][9]

Nel 2017, DJI ha vinto un Emmy Award per la tecnologia e l'ingegneria nel settore della tecnologia dei droni con telecamera, che è stata riconosciuta per l'eccellenza nella creatività ingegneristica, fornendo ai registi e cineasti una piattaforma economica e accessibile per creare immagini aeree a bassa quota, aprendo possibilità creative e facilitando l'aspetto distinto di alcuni programmi TV.[8]

Dal 2015 DJI sponsorizza anche il concorso di robotica RoboMaster (Chinese:机甲大师赛), un torneo annuale di combattimento robotizzato presso il centro sportivo della baia di Shenzhen che coinvolge squadre di studenti di meccatronica provenienti da college di tutto il mondo, con un montepremi totale fino a $ 600.000. Il team vincitore porterà a casa $ 75.000 (al lordo delle imposte) con potenziali offerte di lavoro da parte della DJI per i suoi membri.[10][11]

StoriaModifica

 
Negozio DJI a Shenzhen, Guangdong, Cina

La società è stata fondata nel 2006 da Frank Wang (Wāng Tāo, 汪滔 ). Wang andò a Hong Kong nel 2003 dopo essersi iscritto a un corso di laurea presso l'Università di Scienza e Tecnologia di Hong Kong (HKUST), faceva parte del team HKUST che partecipava ad ABU Robocon e vinse il terzo premio. Gli è stato quindi concesso HK $18.000 (US $ 2.300) dall'università per condurre ricerche e sviluppare droni nel 2005, e ha fondato la compagnia DJI nel 2006 dal suo dormitorio presso HKUST vendendo moduli di controllo di volo al mercato di nicchia degli appassionati di droni. DJI S800 è stato il primo prodotto drone DJI rilasciato nel 2015. Le stime del settore hanno suggerito nel 2019 che DJI deteneva una quota di mercato del 70% sul mercato globale dei droni.[12]

ProdottiModifica

Sistemi di voloModifica

ControllerModifica

DJI sviluppa controller di volo destinati al controllo di stabilizzazione multi-rotore di varie piattaforme o carichi utili pesanti nella fotografia aerea. Il controller A2 include le funzioni di orientamento, atterraggio e ritorno a casa. I prodotti includono ricevitori bussola GPS, indicatori LED e connettività Bluetooth .[13][14]

Modello A2 Naza V2 Wookong-M Naza-M Lite
Numero di motori supportati 4-8 4-8 4-8 4-6
Ha un ricevitore integrato sì (2.4   GHz) no no no
Precisione in bilico (m) verticale: ± 0,5 m / orizzontale: ± 1,5 m verticale: ± 0,8 m / orizzontale: ± 2,5 m verticale: ± 0,5 m / orizzontale: ± 2 m verticale: ± 0,8 m / orizzontale: ± 2,5 m
Configurazione motore-rotore quad-rotore: + 4, X4; esagonale: + 6, X6, Y6, Rev Y6; ottorotore: + 8, X8, V8 quad-rotore: I4, X4; esagonale: I6, X6, IY6, Y6; ottorotore: I8 , V8 , X8 quad-rotore: + 4, X4; esagonale: + 6, X6, Y6, Rev Y6; ottorotore: + 8, X8, V8 quad-rotore I4, X4; rotore esagonale I6, X6, IY6, Y6

piattaformeModifica

RoninModifica

 
Habib Wahid utilizza DJI Ronin

Ronin (如 影) è una piattaforma di telecamere a terra standalone sviluppata per la cinematografia e il cinema aereo in ambienti professionali. È costruito per la videografia professionale e la fotografia e si rivolge all'industria cinematografica. Usando tre singoli motori, Ronin si stabilizza quando si muove con forza.[15] I modelli successivi del Ronin includono Ronin-M, Ronin 2, Ronin-S e Ronin-SC

Ronin-SModifica

Ronin-S è un gimbal a fattore di forma a una mano progettato per l'uso con fotocamere mirrorless e DSLR fino a 3,6   kg di peso.[16]

Ronin-SCModifica

Il Ronin-SC, lanciato il 17 luglio 2019, è una versione ancora più leggera del gimbal Ronin-S. Ha una durata della batteria simile ma è del 41% più leggero dell'originale. Ronin-SC è progettato per scattare fotocamere mirrorless con un fattore di forma ridotto.[17]

Ronin-RS-2Modifica

Il Ronin RS-2, lanciato il 15 ottobre 2020, è attualmente la versione più leggera. Progettato per scattare con fotocamere mirrorless e cineprese più pesanti, come l'Arri Alexa mini, ha una capacità di carico fino a 4,5 kg.[18]

moduliModifica

DJI offre diversi moduli aggiuntivi per i loro prodotti di base come gestione dell'alimentazione e moduli video.

Modulo Lightbridge PMU (A2, Wookong, Naza V2, Naza Lite) iOSD MARK II iOSD mini BTU
Tipo (scopo) Downlink video Gestione energetica Sullo schermo Sullo schermo Collegamento Bluetooth
Lavora con A2, Wookong-M, Naza V2 A2, Wookong-M, Naza V2, Naza-M Lite A2, Wookong-M, Naza V2 A2, Wookong-M, Naza V2 Naza V2
Interfaccia CAN Bus CAN Bus, collegamento batteria CAN Bus CAN Bus CAN Bus
Requisiti della batteria 4S-6S Lipo Lipo 4S-12S Alimentazione 4S Lipo e controller di volo condiviso Potenza Lipo 2S e controller di volo condiviso Potenza del controller di volo condiviso

UAVModifica

Flame WheelModifica

Le serie Flame Wheel (风火轮) sono piattaforme multirotore per la fotografia aerea. A partire dal 2016, comprende l'esacottero F550 e i quadricotteri F330 e F450. Il più recente è il kit ARF.[19][20]

Modello Flame Wheel F330 Flame Wheel F450 Flame Wheel F550
Interasse diagonale (cm) 33 45 69
Peso del telaio (g) 156 282 478
Peso al decollo (g) 600 - 1200 800 - 1600 1200 - 2400

PhantomModifica

 
Un DJI Phantom 2 Vision + V3.0

La serie Phantom (精灵) è attualmente il prodotto più popolare e dal suo lancio si è evoluta fino alla programmazione di volo integrata con una videocamera, la connettività Wi-Fi o Lightbridge e il dispositivo mobile del pilota.[21] I Phantom sono realizzati per applicazioni di cinematografia aerea e fotografia[22] ma sono anche usati in ambito ricreativo.[23]

Sono ormai quattro le generazioni della linea di prodotti, ognuna sempre più capace.[24][25] Il più recente è il Phantom 4 RTK, annunciato il 15 ottobre 2018.[26]

Model Phantom 1 Phantom 2 Phantom 2 Vision Phantom 2 Vision+ Phantom FC40 Phantom 3 Standard Phantom 3 4K Phantom 3 Advanced Phantom 3 Professional Phantom 3 SE Phantom 4 Phantom 4 Pro Phantom 4 Advanced Phantom 4 Pro v2.0
Interasse diagonale (mm) 350 350 350 350 350 350 350 350 350 350 350 350 350 350
Altezza(m) 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19 0.19
Consumo di energia

(W)

3.12 3.12
Peso al decollo (g) < 1200 < 1300 1180 1284 1200 1216 1280 1280 1280 1280 1380 1388 1368 1375
Velocità massima (m/s) 10 15 15 15 10 16 16 16 16 16 20 20 20 20
Durata (min) 25 25 25 10 25 25 23 23 25 28 30 30 30
Velocità di salita / discesa (m/s) 6 6/2 6/2 6/2 6 5/3 5/3 5/3 5/3 5/3 6/4 6/4 6/4 6/4
Temperatura di utilizzo (°C) da - 10 a 50 da - 10 a50 da - 10 a 50 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40 da 0 a 40
Altitudine massima (m) 6000 6000 6000 6000 6000 6000 6000 6000 6000
Raggio massimo (m) 1000 4000 5000 7000 7000 7000
 
Mavic 2 Pro aperto

La serie Mavic (御) comprende attualmente Mavic Pro, Mavic Pro Platinum, Mavic Air, Mavic Air 2, Mavic 2 Pro, Mavic 2 zoom e il più piccolo e leggero drone DJI, il Mavic Mini. Il Mavic 2 è uno dei droni consumer di punta di DJI, rilasciato il 23 agosto 2018; è dotato di sensori ridondanti a 360 gradi ed è in grado di evitare gli ostacoli per prevenire incidenti. Il Mavic Mini è il prodotto più recente (uscito nel novembre 2019) e tra i più innovativi, unico nel suo genere con appena 249 grammi di peso (199 grammi nella versione per il Giappone, grazie a batterie più leggere per rispettare regolamentazioni più stringenti), che lo rende pilotabile senza il patentino richiesto da ENAV dal luglio 2020 per droni con peso minimo di 250 grammi. Tutti hanno un design pieghevole che consente ai droni di essere trasportati con più facilità.

Modello Mavic Pro Mavic Air Mavic 2 Pro Zoom Mavic 2 Mavic Mini
Velocità massima (modalità Sport, senza vento) 40 MPH / 65   km / h / 18.0   m/s 42,5 MPH / 68,4   km / h / 19.0   m/s 45 MPH / 72   km / h / 20   m/s 45 MPH / 72   km / h / 20   m/s 29 MPH / 46.8   km / h / 13   m/s
Velocità massima (modalità P) 22 MPH / 35   km / h / 9.7   m/s 15,5 MPH / 25   km / h / 6.9   m/s 30 MPH / 48   km / h / 13.4   m/s 30 MPH / 48   km / h / 13.4   m/s 17,9 MPH / 28,8   km / h / 8   m/s
Velocità massima (WiFi) 8.7 MPH / 14   km / h / 3.9   m/s - - - 8.9 MPH / 14.4   km / h / 4   m/s
Peso a vuoto (grammi) 734 (senza coperchio del gimbal) / 743 (con coperchio del gimbal) 430 (senza coperchio del gimbal) 907 (peso massimo al decollo) 905 (peso massimo al decollo) 249 (impostazione predefinita) / 199 (Giappone)
Tempo di volo ~ 27 minuti ~ 21 minuti ~ 31 minuti ~ 31 minuti ~ 30 minuti
Tempo di volo realistico ~ 21 minuti ~ 16 minuti ~ 29 minuti ~ 29 minuti ~ 27 minuti
Temperatura di funzionamento (°C) Da 32 ° a 104   °F (da 0 ° a 40   °C) Da 32 ° a 104   °F (da 0 ° a 40   °C) 14 ° a 104   °F (da -10 ° a 40   °C) 14 ° a 104   °F (da -10 ° a 40   °C) Da 32 ° a 104   °F (da 0 ° a 40   °C)
Distanza (dal controller) 7 miglia / 7 miglia   km, 3,5 miglia   km con controllore CE 4 chilometri, 2 chilometri con controller CE 5 miglia / 8   km 5 miglia / 8   km 4 chilometri, 2 chilometri con controller CE
Distanza (WiFi) 80 metri - - - -
 
DJI Mavic Air in volo

Il Mavic Air è stato annunciato il 23 gennaio 2018, per essere rilasciato il 28 gennaio. È commercializzato come un drone di dimensioni smartphone che può stare in una tasca della giacca.

È dotato di una fotocamera HDR 4K da 12 MP, montata su un gimbal a 3 assi e ha una nuova modalità panoramica, che unisce 25 foto in otto secondi per creare un "Panorama Sfera". A causa delle antenne montate sul carrello di atterraggio, il drone ha un tempo di volo di 21 minuti e un raggio di 2,5 miglia. Come Spark, anche Air dispone della modalità "Smart Capture", in cui il drone può essere controllato con gesti delle mani.

Spreading WingsModifica

 
DJI Spreading Wings S800 hexacopter

Le serie Spreading Wings (筋斗 云) sono principalmente UAV industriali per la fotografia aerea professionale, la mappatura 3D ad alta definizione, la ricerca e il salvataggio ultraleggeri e la sorveglianza, ecc. Basati sull'attrezzatura fotografica a bordo. Nel 2013 sono stati rilasciati due modelli: S800 Regular ed EVO.[27]

Modello Ali di diffusione S800 Ali di diffusione S800 EVO Ali di diffusione S900 Ali di diffusione S1000
Interasse diagonale (cm) 80 80 90 104.5
Peso a vuoto (kg) 2.6 3.7 3.3 4.2
Peso al decollo (kg) 5 - 7 6 - 8 4.7 - 8.2 6 - 11
Resistenza (min) 16 20 18 15
Temperatura di funzionamento (°C) - - da - 10 a 40 da - 10 a 40

InspireModifica

 
DJI Inspire 2

La serie Inspire (悟) è una serie professionale di quadricotteri per fotocamere simile alla linea Phantom, ma include funzionalità più sofisticate e professionali tra cui un corpo in alluminio-magnesio con bracci in fibra di carbonio e parti staccabili su Inspire 2. Il quadricottero Inspire 2 è stato presentato per la prima volta in Italia nel 2017 Pdal team italiano Dron-e, durante drone film festival. Può essere dotato di una fotocamera 6K in grado di catturare fino a 30 FPS .[28] O una fotocamera 4K in grado di catturare 120 fps come rallentatore.

Specifiche[29]

Modello Inspire 1 Inspire 1 Pro Inspire 2[30]
Peso 2935 g (batteria inclusa) 3400 g (batteria, eliche e Zenmuse X5 inclusi) 3440 g (batteria, eliche e videocamera integrata)
Peso al decollo 3400 g 3500 g 4000 g
Precisione in bilico

Modalità GPS

verticale: 0,5 m; orizzontale: 2,5 m verticale: 0,5 m; orizzontale: 2,5 m verticale: 0,5 m; orizzontale: 1,5 m
Velocità angolare massima passo: 300 ° / s ; imbardata: 150 ° / s passo: 300 ° / s ; imbardata: 150 ° / s passo: 300 ° / s ; imbardata: 150 ° / s
Angolo di inclinazione massimo 35 ° 35 ° 35 °
Velocità massima di salita / discesa 5/4   m/s 5/4   m/s 5/4   m/s
massima velocità 22   m / s (modalità ATTI, senza vento) 18   m / s (modalità ATTI, senza vento) 24   m / s (modalità ATTI, senza vento)
Altitudine di volo massima 4500 m 4500 m 4500 m
Max resistenza alla velocità del vento 10   m/s 10   m/s 10   m/s
Intervallo operativo di temperatura -10 ° -40   °C -10 ° -40   °C -20 ° -40   °C
Tempo di volo massimo circa 18 minuti circa 15 minuti circa 27 minuti
Librarsi all'interno Abilitato per impostazione predefinita Abilitato per impostazione predefinita Abilitato per impostazione predefinita
Data di rilascio 13 novembre 2014 5 gennaio 2016 16 novembre 2016

MatriceModifica

 
DJI Matrice 200 Series, utilizzata da Deutsche Bahn

Le serie Matrice (经纬) sono progettate per applicazioni industriali.

Il Matrice 600pro rilasciato a novembre 2016, è un drone industriale che eredita tutto dall'M600 con l'aggiunta di migliori prestazioni di volo e una migliore capacità di carico. L'M600 è ora dotato di bracci e antenne preinstallati per ridurre i tempi di installazione. Questo è forse il più grande miglioramento rispetto al vecchio M600. Con un carico utile massimo di 6 kg il Matrice 600pro può trasportare tutti i tipi di carichi utili compreso LiDAR.

 
LiDARUSA Sistema Snoopy 120 LiDAR montato su un DJI M600pro

Il Matrice 100 è un drone completamente programmabile e personalizzabile, lanciato il 6 luglio 2015.[31] Dispone di alloggiamento di espansione e porte di comunicazione, che consente agli sviluppatori inserire componenti aggiuntivi per diversi scopi.[32]

La serie Matrice 200 è una gamma di quadricotteri resistenti alle intemperie di DJI annunciati a febbraio 2017.

Sono progettati per applicazioni industriali, tra cui rilevamento, ispezione, ricerca e salvataggio e lotta antincendio.[33]

La più alta spec della serie è la Matrice 210 RTK, che dispone della tecnologia Real Time Kinematic, consentendo precisa Geotagging delle immagini catturate dal quadcopter.[34]

Matrice 200 supporta solo una telecamera singola, montata sotto o sopra il drone.

I Matrice 210 e 210 RTK aggiungono la capacità di montare due telecamere al drone, consentendo l'utilizzo simultaneo di più sensori.[35]

A dicembre 2018, un deposito FCC rivela il DJI Matrice 200 V2, Matrice 210 V2 e Matrice 210 RTK V2.[36]

Ultimo nato in casa DJI è il DJI Matrice 300, messo in commercio nel 2020 è la piattaforma aerea più versatile della sua categoria (MTOM <25kg). Il Matrice 300 è caratterizzato dalla possibilità di montare più sensori (sia DJI che di terze parti).

SparkModifica

 
Una DJI Spark con il suo controller e una batteria aggiuntiva

Rilasciato a Maggio 2017, Spark (晓) è stato progettato per essere un drone di consumo accessibile ma in grado di produrre immagini e video di alta qualità. Questo drone è il DJI più economico fino ad oggi e presenta una fotocamera da 12 megapixel in grado di girare video 1080p a 30 fps. La telecamera è stabilizzata meccanicamente da un gimbal a 2 assi. Spark ha anche una fotocamera 3D a infrarossi avanzata che aiuta il drone a rilevare ostacoli davanti a sé, oltre a facilitare il controllo dei gesti delle mani, una caratteristica che era, fino al rilascio di Mavic Air a gennaio 2018, unica per Spark . Oltre a un'app per smartphone con controller virtuale, è anche possibile acquistare un controller fisico, estendendo l'autonomia del drone fino a 1,2 miglia (2   km). L'aereo ha una durata di volo fino a 16 minuti, ma la sua batteria scarica può essere facilmente sostituita con una batteria carica per prolungare il tempo di volo.[37]

Ci sono state molte lamentele sul fatto che il drone potrebbe spegnersi e cadere durante il volo.[38] DJI ha risposto a questo rilasciando un aggiornamento obbligatorio del firmware della batteria nell'agosto 2017.[39]

A novembre 2019 è stato rilasciato il Mavic Mini, che ha sostituito Spark nella gamma di consumatori di DJI.

VideocamereModifica

OsmoModifica

Osmo (灵 眸) è una videocamera sviluppata da DJI. La fotocamera utilizza uno smartphone per visualizzare le riprese della fotocamera e può registrare 4K e scattare foto da 12–16 MP. La fotocamera è intercambiabile, con zimbali Zenmuse X3, X3 Zoom, X5 e X5R compatibili e utilizza il microfono FM-15 Flexi.

Osmo MobileModifica

Simile a Osmo, si affida invece allo smartphone dell'utente come fotocamera. La maggior parte degli smartphone è accettata nel gimbal con una gamma di larghezza di 2,31-3,34 pollici (58,6-84,8   mm). L'originale Osmo Mobile ha raggiunto la fine del suo ciclo di vita ed è stato sostituito con una seconda generazione.[40]

Osmo Mobile 2Modifica

Annunciato dopo il CES, DJI Osmo Mobile 2 è il successore dell'originale Osmo Mobile. Facendo ancora affidamento su una fotocamera per smartphone, Osmo Mobile 2 è stato un perfezionamento aggiungendo più modalità di scatto e aumentando la durata della batteria a 15 ore. Con l'ascesa di Instagram Stories, Osmo Mobile consente anche di posizionare il gimbal in modalità verticale.[41][42]

Osmo PocketModifica

Il 28 novembre 2018, DJI ha presentato la sua ultima versione di Osmo quando ha presentato Osmo Pocket. Progettato per essere abbastanza piccolo da stare in una tasca o in una borsa, Osmo Pocket è in grado di girare video 4K a 60 fotogrammi al secondo. Ha anche funzionalità come ActiveTrack, Motionlapse e Panorama 3x3.[43]

Osmo ActionModifica

Annunciato il 15 maggio 2019, Osmo Action è il primo prodotto di DJI nel mercato delle action cam . È un concorrente diretto della linea di action cam GoPro con specifiche tra cui un sensore per fotocamera da 12 MP, video 4K, video HDR, modalità timelapse e uno schermo a colori frontale.[44][45][46] La fotocamera ha anche presentato la più recente tecnologia di stabilizzazione elettronica dell'immagine di DJI.[47]

Osmo Action ha un CMOS 1 / 2.3 "12M con un FOV di 145   ° F / 2.8, un intervallo ISO per le foto tra 100-3200 e per il video è tra 100-3200. La fotocamera è nativamente impermeabile fino a 11 metri e può resistere a una caduta di 1 metro. Può registrare fino a 4K (16: 9) a 60 fps e può essere caricato dalla porta USB-C interna. Questo è il prodotto 5 gen.

Osmo Mobile 3Modifica

Annunciato il 13 agosto 2019, Osmo Mobile 3 è il terzo stabilizzatore per smartphone della famiglia di prodotti Osmo. Il nuovo Osmo Mobile 3 presenta il ritorno del grilletto frontale che mancava alla generazione precedente.[48][49] Il grande miglioramento del design è il telaio pieghevole che aumenta la portabilità. Un'altra caratteristica di DJI è la capacità del gimbal di caricare gli smartphone dalla batteria integrata. È più economico dei suoi predecessori ed è progettato per la folla dei social media.[49]

Osmo Mobile 4Modifica

Annunciato il 27 agosto 2020, Osmo Mobile 4 è il quarto stabilizzatore per smartphone della famiglia. Il nuovo Osmo Mobile 4 è dotato di sistema magnetico che consente di abbinare lo smartphone in maniera rapida. L'utente può scegliere di agganciare il dispositivo allo smartphone sia con la classica pinza presente nella confezione, sia tramite attacco magnetico. In questa nuova versione, la pinza è anche rimovibile, così da lasciarla inserita sullo smartphone senza doverla inserire a ogni utilizzo.

GogglesModifica

 
Occhiali DJI

La serie DJI FPV[50] sono display montati sulla testa progettati per volare con droni FPV . Ci sono due diverse linee di prodotti nella serie FPV: la DJI Goggles e il Digital FPV System . DJI Goggles è progettato per interfacciarsi con i droni con marchio DJI, combinando due schermi LCD, connettività wireless e controllo diretto di acquisizione di foto e video in un paio di occhiali . Nel novembre 2017, DJI ha anche rilasciato DJI Goggles RE ("Racing Edition"), che presentava un nuovo involucro nero opaco metallico più robusto e la compatibilità con i quadricotteri da corsa .[51] Il sistema di FPV DJI digitale è un sistema standalone progettato per non DJI marchi o custom-built droni, che consiste in una macchina fotografica di azione, un occhiali FPV (che funziona solo con la propria macchina fotografica, non le telecamere su altri droni DJI), un volo modulo di controllo / trasmissione del segnale e un telecomando .[52]

RoboMaster S1Modifica

L'11 giugno 2019, DJI ha svelato il RoboMaster S1 (机甲 大师 S1), il suo primo drone terrestre di consumo, chiamato dopo l'annuale competizione di combattimento con robot RoboMaster di DJI,[53] di cui ora è una mascotte non ufficiale. S1 (che significa "Passaggio 1") è un rover simile a un serbatoio controllato a distanza tramite Wi-Fi e app su dispositivi mobili Microsoft Windows, Apple iOS e Google Android, con funzionalità come la sospensione anteriore dell'assale del fascio ammortizzata a molla, quattro omnidirezionali 12 - ruote a rulli Mecanum che consentono un agile reggiatura, una telecamera FVP 1080p montata all'interno di una torretta gimbal a 2 assi e la capacità di "combattere" altre unità S1 tramite un illuminatore a raggi infrarossi (che "tagga" altri oggetti come nel tag laser ) o una pistola blaster gel coassiale (che spara perle di idrogel con illuminazione a LED verde per effetti traccianti). Progettato per essere un prodotto in serie versione dei robot fanteria utilizzati in concorso, la S1 ha un totale di sei sensori pannelli - quattro sensori ibrida / suono infrarosso su quattro lati dello chassis, e due infrarossi solo sensore laterale lati della torretta), che registrano i punti ferita per il punteggio della partita.

Progettato per essere un "robot educativo avanzato", l'utente deve assemblare S1 da parti sciolte fuori dalla scatola e imparare a programmare la sua funzionalità AI . Sia Scratch che Python sono linguaggi di programmazione utilizzati da DJI insieme a moduli di apprendimento delle app per insegnare all'utente finale come programmare .[54]

DJI StudioModifica

DJI Studio (大 疆 传媒) è una filiale media di DJI, con sede nel distretto di Chaoyang, Pechino . Ha il compito di fornire ai clienti globali soluzioni tecniche per quanto riguarda il cinema, la pubblicità, i documentari e la trasmissione di partite, nonché il servizio di videografia aerea professionale personalizzato, affermando di essere uno dei principali promotori della cultura della videografia dei droni e delle proprietà intellettuali amatoriali.[55]

ControversieModifica

Nel mese di Gennaio 2015, un Phantom 3 si è schiantato nella Casa Bianca prato sud s', in Washington, DC, USA.[56] DJI ha in seguito installato un Geo-system no-fly in base allo spazio aereo proibito e ha costretto tutti i droni ad aggiornare il firmware. Il nuovo sistema proibirà ai droni di avvicinarsi o decollare in zone riservate facendo affidamento alla posizione GPS.[57]

Nel 2016, l'ISIS ha usato i droni DJI come dispositivi esplosivi in Iraq .[58][59] DJI in seguito ha proibito i voli su quasi tutto l'Iraq e la Siria .[60]

Diverse organizzazioni militari utilizzano anche prodotti DJI per la missione di fotografia aerea, incluso l'esercito americano, i droni DJI erano il sistema aereo commerciale senza pilota più utilizzato dall'esercito americano. Tuttavia, nell'agosto 2017, l'esercito degli Stati Uniti ha pubblicato una guida interna riguardante il divieto di utilizzare droni e componenti con marchio DJI nell'esercito per motivi di sicurezza. Il responsabile delle relazioni pubbliche dell’azienda, Michael Perry, ha espresso sorpresa e delusione dopo il rilascio del memo. Un portavoce dell'esercito americano ha risposto alle richieste dei media sostenendo che la guida è ancora in fase di revisione[61] e sebbene l'esercito americano abbia smesso di usare i prodotti DJI, altre filiali di quest’ultimo, come i Marines statunitensi, stanno ancora adoperando i prodotti DJI come piattaforma di fotografia commerciale.[62] Nel 2019, la US Air Force e la Navy acquisiscono ancora prodotti DJI per le loro forze speciali con speciali esenzioni concesse dal Pentagono nonostante le precedenti preoccupazioni di sicurezza.[63]

Il 17 novembre 2017, Ars Technica ha segnalato una violazione della sicurezza dei dati dei clienti privati presso DJI.[64] Ciò nonostante l'amministrazione nazionale oceanica e atmosferica degli Stati Uniti non ha trovato prove di tentativi di droni DJI di trasferire dati dall'aeromobile.[65] Nel 2017, DJI ha annunciato la modalità dati locali per i droni, in base alla quale la piattaforma aerea trasferisce i dati di volo su Internet. Brendan Schulman del Vice President of Policy and Legal Affairs di DJI nega la relazione di Ars Technica, affermando che "DJI si impegna a proteggere la privacy delle foto, dei video e dei registri dei voli dei suoi clienti". DJI ha anche sottolineato che il suo drone non è mai stato commercializzato per applicazioni militari.[66][67]

Il 30 marzo 2018, le forze di difesa israeliane hanno utilizzato il drone Matrice 600 di DJI per far cadere i gas lacrimogeni dall'alto causando lesioni, panico e morte durante le proteste di Gaza e della Cisgiordania .[68][69]

Il 5 giugno 2018, il corpo della polizia e il produttore di Taser Axon hanno annunciato di stare collaborando con DJI per vendere droni di sorveglianza ai dipartimenti di polizia statunitensi, l'annuncio che ha suscitato serie preoccupazioni tra i difensori dei diritti civili e della privacy.[70][71] Nel 2018, il più grande dipartimento di polizia municipale degli Stati Uniti, il NYPD afferma che 14 droni DJI saranno utilizzati per la ricerca e il salvataggio o scene del crimine inaccessibili e promettono di non spiare le persone o di adoperarli come arma.[72][73]

Il 4 agosto 2018, due droni Matrice 600 hanno fatto esplodere esplosivi nei pressi di Avenida Bolívar, Caracas, dove Nicolás Maduro, il presidente del Venezuela, si stava rivolgendo alla Guardia Nazionale Bolivariana di fronte alle Torri del Centro Simón Bolívar e al Palacio de Justicia de Caracas .[74][75][76] Il governo venezuelano afferma che l'evento è stato un tentativo mirato di assassinio di Maduro, anche se si discute della causa e dell'intenzione delle esplosioni.[77][78] Altri hanno suggerito che l'incidente è stato un'operazione di falsa bandiera progettata dal governo per giustificare la repressione dell'opposizione in Venezuela.[79][80][81]

Il 21 gennaio 2019, DJI ha annunciato che un'indagine interna ha scoperto frodi "estese" da parte di determinati dipendenti che "hanno gonfiato i costi di parti e materiali per determinati prodotti per un guadagno finanziario personale".[82] DJI ha stimato il costo della frode "fino a 1 miliardo di RMB" (147 milioni di dollari), ma ha sostenuto che la società "non ha subito una perdita per l'intero anno nel 2018".[83]

NoteModifica

  1. ^ Company Overview of SZ DJI Technology Co., Ltd., su bloomberg.com. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  2. ^ 10 Things You Probably Didn’t Know About DJI, su Uplift Drones, 20 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2018).
  3. ^ World's top drone seller made $2.7 billion, 3 gennaio 2018.
  4. ^ Up: A Chinese firm has taken the lead in a promising market, in The Economist, 11 aprile 2015. URL consultato il 19 aprile 2015.
  5. ^ DJI, Qianxun partnership to promote the BeiDou system - Business - Chinadaily.com.cn, in www.chinadaily.com.cn.
  6. ^ SlashGear’s Best of IFA 2017, in SlashGear, 1º settembre 2017.
  7. ^ DJI & K-Pop Powerhouse Zanybros Form Strategic Partnership, in AsiaOne.
  8. ^ a b Frank Schroth, DJI Wins 2017 Emmy for Technology and Engineering, in DRONELIFE, 31 agosto 2017.
  9. ^ Alex Fitzpatrick, The DJI Spark Is The First Drone I Actually Want To Buy, in Time.
  10. ^ RoboMaster Robotics Competition, su robomaster.com.
  11. ^ Ben Popper, Rise of the RoboMasters, su theverge.com.
  12. ^ Stephen Chen, Chinese scientists create ‘game-changer’ methanol battery that keeps drone in the air for 12 hours, su scmp.com. URL consultato il 22 dicembre 2019.
  13. ^ The A2 model, su dji.com, DJI Technology. URL consultato il 2 marzo 2015.
  14. ^ DJI Naza-H Helicopter Gyro System w/ GPS, su helipal.com, Helipal. URL consultato il 2 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 7 marzo 2015).
  15. ^ The A2 model, su dji.com, OXM HOFFMAN 360. URL consultato il 2 marzo 2015.
  16. ^ DJI Ronin-S, su Heliguy, Heliguy, 18 gennaio 2018. URL consultato il 30 agosto 2019.
  17. ^ DJI Ronin-SC Announced, su Heliguy, Heliguy, 17 luglio 2019. URL consultato il 30 agosto 2019.
  18. ^ Ronin: la serie di gimbal si aggiorna con DJI RS 2 e DJI RSC 2, su fotografidigitali.it, Fotografi Digitali, 17 ottobre 2020. URL consultato il 5 settembre 2021.
  19. ^ Flame Wheel ARF Kit, su dji.com, DJI Technology. URL consultato il 2 marzo 2015.
  20. ^ FYFT M5 series blimps, su dji.com, DJI Technology. URL consultato il 2 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2013).
  21. ^ Personal Tech, An Eye in the Sky, Accessible to the Hobbyist: A Teardown of the Phantom 2 Vision Plus Drone from DJI, su nytimes.com, The New York Times, 10 settembre 2014. URL consultato il 2 marzo 2015.
  22. ^ DJI Phantom Released, su hobbytech.com.au. URL consultato il 2 marzo 2015.
  23. ^ (EN) 2016 DJI Phantom 3 Standard Review | New Lower Price, su What Are The Best Drones?. URL consultato il 19 aprile 2016.
  24. ^ Chase Sutton, DJI Phantom 2 Vision+ Review and Manual, su dronelifestyle.com, DroneLifestyle. URL consultato il 2 marzo 2015.
  25. ^ DJI Phantom 3 vs Phantom 2 comparison, su dronesden.com, Drones Den, 15 giugno 2015. URL consultato il 19 giugno 2015.
  26. ^ DJI Phantom 4 RTK, su dji.com, DJI Enterprises, Oct 15, 2018. URL consultato il Nov 1, 2018 (archiviato dall'url originale il 15 dicembre 2018).
  27. ^ Spreading-Wings s1000 Plus, su dji.com, DJI Technology. URL consultato il 2 marzo 2015.
  28. ^ Malek Murison, DJI Has Decided That The Inspire 2 is Too Fast, su dron life. URL consultato l'8 maggio 2017.
  29. ^ (EN) DJI Inspire 1 & Inspire 1 Pro Specifications, in HoverShotz Aerial Drone Photography, Video and Inspections Cumbria, 16 gennaio 2017. URL consultato il 16 maggio 2017.
  30. ^ Drone Best, su dji.com. URL consultato il 30 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2017).
  31. ^ Matrice 100 release history DJI
  32. ^ MATRICE 100: an advanced quadcopter for developers, su mydronelab.com, My Drone Lab. URL consultato il 20 marzo 2018.
  33. ^ DJI Matrice 200 Series, su heliguy.com, Heliguy. URL consultato il 12 settembre 2017.
  34. ^ DJI Matrice 210 RTK, su heliguy.com, Heliguy. URL consultato il 12 settembre 2017.
  35. ^ DJI Matrice 200 Series Payload Options, su dji.com, DJI. URL consultato il 12 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 settembre 2017).
  36. ^ (EN) Haye Kesteloo, DJI Matrice 200 V2, 210 V2 and 210 RTK V2 show in FCC filing, su DroneDJ, 27 dicembre 2018. URL consultato il 27 dicembre 2018.
  37. ^ (EN) DJI Spark is a Selfie Drone for the Masses, in News Ledge, 24 maggio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  38. ^ People are complaining that their new DJI Spark drones are falling out of the sky — Quartz
  39. ^ DJI Spark Firmware Update Enhances Flight Safety, su DJI Official. URL consultato il 30 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2019).
  40. ^ Osmo Mobile Specs, su DJI (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2016).
  41. ^ DJI Osmo Mobile 2 – Smartphone Gimbal – DJI, su DJI Official. URL consultato il 10 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2019).
  42. ^ (EN) Shutter Release: How to Choose the Best Vlogging Cameras of 2018, in News Ledge, 8 giugno 2017. URL consultato il 10 settembre 2018.
  43. ^ DJI Osmo Pocket – 3-Axis Stabilized Handheld Camera – DJI, su DJI Official. URL consultato il 28 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2019).
  44. ^ Osmo Action – Unleash Your Other Side – DJI, su DJI Official. URL consultato il 16 maggio 2019 (archiviato dall'url originale l'11 agosto 2019).
  45. ^ (EN) Joshua Goldman, DJI Osmo Action cam has two big features your GoPro doesn't, su CNET. URL consultato il 16 maggio 2019.
  46. ^ (EN) Marcus Chavers·GearPhotography·May 16, How Does the DJI Osmo Action Stack Up Against the GoPro Hero7?, su News Ledge, 16 maggio 2019. URL consultato il 16 maggio 2019.
  47. ^ https://www.youtube.com/watch?v=XQVvDSE-YRw.
  48. ^ (EN) Marcus Chavers·GearPhotography·August 13, DJI Osmo Mobile 3 Goes For Quality of Life With Caveats, su News Ledge, 13 agosto 2019. URL consultato il 16 agosto 2019.
  49. ^ a b Osmo Mobile 3 - Foldable Mobile Gimbal-DJI, su DJI Official. URL consultato il 16 agosto 2019 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2019).
  50. ^ DJI Goggles, su DJI (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2017).
  51. ^ DJI Racing Edition Goggles, su Drone Addicts (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2019).
  52. ^ DJI Digital FPV System, su dji.com. URL consultato il 28 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 19 dicembre 2019).
  53. ^ The RoboMaster S1 – Intelligent Educational Robot – DJI, su DJI Official. URL consultato il 23 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2019).
  54. ^ Sean O'Kane, DJI’s newest drone is a $499 tank meant to teach kids how to code, su The Verge, 11 giugno 2019. URL consultato il 23 giugno 2019.
  55. ^ DJI Studio - About Us, su studio.dji.com.
  56. ^ (EN) Drone maker DJI bans Washington flights after White House crash, su BBC. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  57. ^ (EN) FLY SAFEGEO-ZONE MAP, su DJI. URL consultato il 24 gennaio 2018 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2018).
  58. ^ (EN) Isis use of hobby drones as weapons tests Chinese makers, su Financial Times, 10 dicembre 2017. URL consultato il 12 novembre 2019.
  59. ^ (EN) Pentagon Confronts a New Threat From ISIS: Exploding Drones, su The New York Times, 12 ottobre 2016. URL consultato il 12 novembre 2019.
  60. ^ (EN) Drone maker DJI quietly made large chunks of Iraq, Syria no-fly zones, su The Register, 26 aprile 2017. URL consultato il 12 novembre 2019.
  61. ^ US Army calls for units to discontinue use of DJI equipment - sUAS News. 4 August 2017
  62. ^ The U.S. Military Shouldn’t Use Commercial Drones Slate. August 2017
  63. ^ (EN) US Military Still Buying Chinese-Made Drones Despite Spying Concerns, su VOA. URL consultato il 18 settembre 2019.
  64. ^ DJI left private keys for SSL, cloud storage in public view and exposed customers, su arstechnica.com.
  65. ^ A government study found DJI drone, banned by US Army, kept data safe, su theverge.com, 7 Aug 2017.
  66. ^ DJI Launches Privacy Mode For Drone Operators To Fly Without Internet Data Transfer, su dji.com. URL consultato il 28 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2019).
  67. ^ DJI adds an offline mode to its drones for clients with ‘sensitive operations’ - techcrunch. 14 August 2017
  68. ^ (EN) Waves of Gazans vs. Israeli Tear Gas and Bullets: Deadliest Mayhem in Years, su The New York Times, 14 maggio 2018. URL consultato il 28 novembre 2019.
  69. ^ (EN) First ISIS, then Iraq, now Israel: IDF Use of Commercial Drones, su Bellingcat, 18 giugno 2018. URL consultato il 28 novembre 2019.
  70. ^ (EN) The Next Frontier of Police Surveillance Is Drones, su Slate, 7 giugno 2018. URL consultato il 10 dicembre 2019.
  71. ^ These Police Drones are Watching You, in Project On Government Oversight, 25 settembre 2018. URL consultato il 10 dicembre 2019.
  72. ^ NYPD Unveils New Unmanned Aircraft System Program, in NYPD, 4 dicembre 2018. URL consultato il 10 dicembre 2019.
  73. ^ NYPD powers up drone squad and promises not to spy on people, in CNET, 5 dicembre 2018. URL consultato il 10 dicembre 2019.
  74. ^ VIDEO: Se registran dos explosiones en pleno discurso de Nicolás Maduro en Venezuela, su actualidad.rt.com, 31 luglio 2018. URL consultato il 5 agosto 2018.
  75. ^ Joe Parkin Daniels, Venezuela's Nicolás Maduro survives apparent assassination attempt, su The Guardian, 5 agosto 2018. URL consultato il 5 agosto 2018.
  76. ^ Martinez, Alexander, Maduro says he escaped drone 'assassination' attempt, blames Colombia, su yahoo.com, 5 ottobre 2016. URL consultato il 5 agosto 2018.
  77. ^ Rachelle Krygier, Maduro speech interrupted by explosions in what Venezuelan government calls a 'failed attack', su The Washington Post, 4 agosto 2018. URL consultato il 5 agosto 2018.
  78. ^ Venezuelan President Unharmed After Assassination Attempt By Explosive Drones, su msn.com, 19 aprile 2017. URL consultato il 5 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2018).
  79. ^ (PT) Sandra Cohen, Por que há tanta desconfiança em torno da suposta tentativa de atentado contra Maduro?, in G1, 6 agosto 2018. URL consultato il 6 agosto 2018.
  80. ^ (EN) Venezuela, ¿vórtice de inestabilidad en el Caribe?, in El Nuevo Herald, 6 agosto 2018. URL consultato il 6 agosto 2018.
  81. ^ (ES) Mirko Lauer, Maduro bajo fuego, in La República, 6 agosto 2018. URL consultato il 6 agosto 2018.
  82. ^ Joshua Berlinger, Chinese drone maker DJI uncovers fraud that could cost it $150 million, su CNN. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  83. ^ (EN) Josh Horwitz, China drone maker DJI says $150 million scam involved staff padding..., su Reuters, 22 gennaio 2019. URL consultato il 23 gennaio 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3323150264373805860003 · GND (DE1113297131 · WorldCat Identities (ENviaf-3323150264373805860003