Dahab
località
Dahab – Veduta
Il lungomare
Localizzazione
StatoEgitto Egitto
GovernatoratoSinai del Sud
Regione
Territorio
Coordinate28°29′35″N 34°30′17″E / 28.493056°N 34.504722°E28.493056; 34.504722 (Dahab)Coordinate: 28°29′35″N 34°30′17″E / 28.493056°N 34.504722°E28.493056; 34.504722 (Dahab)
Altitudine21 m s.l.m.
Abitanti1 300
Altre informazioni
Cod. postale46617
Fuso orarioUTC+2
Cartografia
Mappa di localizzazione: Egitto
Dahab
Dahab

Dahab (arabo egiziano: دهب‎  [ˈdæhæb]) è una cittadina egiziana affacciata sul Mar Rosso sulla costa sud-orientale della penisola del Sinai, nel Governatorato del Sinai del Sud.

Posizione geografica di Dahab
La vecchia insegna all'ingresso di Dahab - poi il volto di Mubarak è stato cancellato da tutte le insegne del territorio egiziano dopo la rivoluzione 2011

Situato circa 100km a nord-est di Sharm el-Sheikh, l'originario villaggio di pescatori a partire dall'inizio del XXI secolo si è sviluppato fino a divenire un frequentato centro turistico e balneare.

Origine del nomeModifica

Il nome Dahab in lingua araba significa oro. Il riferimento è probabilmente legato al tipico colore della sabbia e delle pietre del deserto che fanno da scenario naturale al piccolo centro.

GeografiaModifica

Lungo la costa si estende la barriera corallina, che partendo dall'estremità meridionale del Sinai (Parco nazionale di Ras Muhammad) arriva fino a Ras Abu Galum.

EconomiaModifica

Lungo la costa sorgono importanti complessi alberghieri così come alberghi a gestione familiare, camping e ristorantini sul mare che hanno mantenuto tutto lo stile arabo e l'ambiente beduino originario.

È una meta turistica frequentata dagli amanti del windsurf (la zona è particolarmente ventosa), delle immersioni e dello snorkeling. A differenza che in altre località del Sinai, le immersioni si effettuano prevalentemente da terra.

Dahab è inoltre meta di passaggio delle escursioni turistiche che da Sharm el Sheikh portano al monte Sinai, al Monastero di Santa Caterina e al parco naturale Ras Abu Galum.

Attacchi terroristici del 24 aprile 2006 e ripresa della località turistica di DahabModifica

Il 24 aprile 2006, alle ore 19:15 (ora locale), è stato compiuto un attacco terroristico nell'area turistica di Dahab. Tre esplosioni, provocate da altrettanti kamikaze si sono rapidamente succedute vicino al supermercato (Ghazala supermarket)[1] ed a entrambe le estremità del ponticello. Negli attentati sono morte 18 persone e oltre 70 sono rimaste ferite. Le bombe erano rudimentali e fabbricate manualmente, per questo si esclude il coinvolgimento di grosse organizzazioni. Le versioni riguardo al possibile mandante divergono tra Europa e Paesi Arabi.

NoteModifica

  1. ^ Dahab, tre bombe, strage tra i turisti Trenta morti, italiani coinvolti, 26 aprile 2006. URL consultato il 22 settembre 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica