Apri il menu principale

Dajana Jastrems'ka

tennista ucraina
Dajana Jastrems'ka
Даяна Ястремська
Yastremska WMQ18 (25) (42646514205).jpg
Dajana Jastrems'ka nel 2018
Nazionalità Ucraina Ucraina
Altezza 175 cm
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 131 – 72 (64,53%)
Titoli vinti 3 WTA, 3 ITF
Miglior ranking 22ª (28 ottobre 2019)
Ranking attuale 22ª (28 ottobre 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2019)
Francia Roland Garros 1T (2019)
Regno Unito Wimbledon 4T (2019)
Stati Uniti US Open 3T (2019)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 30 – 18 (62,50%)
Titoli vinti 0 WTA, 3 ITF
Miglior ranking 84ª (14 ottobre 2019)
Ranking attuale 85ª (21 ottobre 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2019)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon 1T (2019)
Stati Uniti US Open 1T (2019)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 28 ottobre 2019

Dajana Oleksandrivna Jastrems'ka, nota anche con la traslitterazione anglosassone Dayana Yastremska (in ucraino: Даяна Олександрівна Ястремська?; Odessa, 15 maggio 2000), è una tennista ucraina.

Nella sua giovane carriera si è aggiudicata tre tornei WTA in singolare, mentre in doppio ha raggiunto una finale a Pechino 2019, la più prestigiosa fino ad ora. Nei tornei del Grande Slam, vanta un ottavo di finale disputato a Wimbledon 2019.

Nel luglio del 2018 entra nella top 100, diventando la prima tennista nata nel nuovo millennio a centrare tale traguardo. Invece, nel mese di ottobre del 2019 si è spinta fino alla posizione numero ventidue del ranking mondiale, suo miglior piazzamento.

CarrieraModifica

A livello juniores ha raggiunto in singolare la finale a Wimbledon nel 2016 perdendola contro la russa Anastasija Potapova.

Nel circuito ITF ha vinto in totale sei titoli, tre in singolo e tre in doppio.

2016-2017Modifica

Inizia l'anno come tennista numero 1103 e, tra i vari tornei ITF, disputa anche quache torneo WTA. Uno di questi è l'Istanbul Open, dove viene sconfitta in rimonta da Nao Hibino con il punteggio di 6-2 4-6 3-6. A Tashkent viene sconfitta nel primo turno da Kurumi Nara per 5-7 2-6. Non fa meglio nel torneo WTA minore, il WTA 125s di Limoges, venendo estromessa da Mandy Minella in due sets. Chiude l'anno alla posizione n° 342 in singolare, mentre in doppio alla n° 603.

Nel 2017 continua a disputare i tornei ITF, ma partecipa al torneo di Copa Colsanitas, dove viene rimontata da Montserrat González per 7-5 2-6 6-7. A Istanbul supera per la prima volta il primo turno. Qui elimina Andrea Petković per 3-6 6-0 6-3 e Anna Kalinskaja per 6-1 6-4, prima di venire sconfitta da Jana Čepelová nei quarti di finale (6-2 6-7 4-6). Partecipa alle qualificazioni per il torneo di Strasburgo, ma non va oltre il primo turno venendo eliminata da Camila Giorgi in un match molto complesso terminato: 7-6 2-6 5-7. Nel torneo di Nottingham supera le qualificazioni, per poi venire nettamente sconfitta da Magdaléna Rybáriková, la quale le lascia solamente tre games; mentre a Birmingham non va oltre le qualificazioni. Disputa le qualificazioni a Mosca, al Kremlin Cup, senza esiti positivi. Termina l'anno alla posizione n° 189 in singolare, mentre in doppio alla n° 229.

2018: primo titolo WTA e Top 70Modifica

Inizia la stagione venendo sconfitta nel terzo turno di qualificazione nel torneo di Brisbane. Agli Australian Open e a San Pietroburgo non supera le qualificazioni, venendo sconfitta nel secondo turno rispettivamente da Alexandra Dulgheru e Misaki Doi. Tuttavia, ad Acapulco va oltre, ma è costretta al ritiro nel match d'esordio contro Mónica Puig sul punteggio di 6-2 4-6 0-5 in favore alla portoricana.

Non fa meglio a Charleston, uscendo di scena per mano di Bernarda Pera per 64-7 6-1 4-6. Nel torneo di Stoccarda viene eliminata nel secondo turno di qualificazioni da Kaia Kanepi. Prima di disputare Wimbledon, partecipa a quattro tornei ITF arrivando due volte in finale, ma senza riuscire a vincere perdendo contro Rebecca Peterson e Tereza Smitková.

Successivamente, a Londra non supera le qualificazioni. Il 16 luglio 2018 entra per la prima volta nelle prime 100 giocatrici mondiali, classificandosi proprio alla 100ª posizione, diventando la prima giocatrice nata negli anni 2000 a riuscirci nell'impresa. Si aggiudica il terzo torneo ITF in Italia battendo in finale Anastasija Potapova, infliggendole un severo 6-1 6-0.

Nel torneo di New Haven supera le qualificazioni ed estromette Danielle Collins per 6-0 6-3, prima di cedere in tre set a Julia Görges. Agli US Open viene inserita per la prima volta nel tabellone principale di un Grande Spam, ma esce di scena subito nel primo turno contro Karolína Muchová, che si impone per 4-6 2-6. Nel torneo minore (WTA 125s) di Chicago raggiuge i quarti di finale imponendosi su Pauline Parmentier e su Kristie Ahn, prima di essere fermata da Mona Barthel per 2-6 6-7. Tuttavia, in coppia con Evgenija Rodina, raggiunge la semifinale. Nel torneo di Québec non va oltre il primo turno perdendo per mano di Christina McHale per 6-2 2-6 61-7. Oltrepassate le qualificazioni a Pechino, viene eliminata da Zheng Saisai per 4-6 3-6.

Il 14 ottobre 2018, all'Hong Kong Open conquista il primo titolo WTA della carriera, battendo nettamente in finale la sesta testa di serie, la cinese Wang Qiang con il punteggio di 6-2 6-1[1], diventando la seconda tennista nata nel nuovo millennio a conquistare un titolo nel circuito maggiore (prima di lei solo Olga Danilović), raggiungendo anche il best ranking alla 66ª posizione mondiale. Inoltre, entrando tra le Top 70, diventa la tennista più giovane presente in classifica.

Si presenta a Lussemburgo dove, dopo aver eliminato nel primo turno Varvara Lepchenko con il risultato di 6-2 610-7 7-65, si impone a sorpresa sull'ex numero uno del mondo e due volte campionessa Slam, Garbiñe Muguruza, per 6-2 6-3[2]. Raggiunge così i quarti di finale dove è opposta a Margarita Gasparjan, contro la quale vince per 6-1 6-4. Tuttavia, in semifinale si arrende a Belinda Bencic, che si impone con il punteggio di 2-6 6-3 65-7. Grazie a questo risultato, scala altre sei posizioni e si colloca sessantesima nel ranking.

2019: due titoli WTA stagionali e Top 30Modifica

Inizia la stagione a Brisbane dove, dopo aver eliminato nel primo turno di qualificazioni Varvara Lepchenko per 3-6 6-1 6-4, è costretta al ritiro nel secondo turno contro Karolína Muchová sul punteggio di 2-6 1-5. Disputa il torneo di Hobart raggiungendo i quarti di finale, dove viene sconfitta da Belinda Bencic per 62-7 3-6. Agli Australian Open raggiunge per la prima volta il terzo turno di uno Slam eliminando Samantha Stosur per 7-5 6-2 e Carla Suárez Navarro per 6-3 3-6 6-1; cede a Serena Williams, che le lascia solo tre giochi. In Thailandia si aggiudica il secondo titolo WTA in carriera imponendosi su: Arantxa Rus per 6-0 6-3; Peng Shuai per 6-1 6-4; Garbiñe Muguruza, numero quindici del mondo, per 7-65 6-1; Magda Linette per 6-4 6-3. In finale è opposta a Ajla Tomljanović,[3] contro la quale ha la meglio vincendo con il punteggio di 6-2, 2-6, 7-63. Parallelamente perfeziona il suo best ranking raggiungendo la 34ª posizione.

Successivamente, viene sconfitta all'esordio sia a Dubai che a Indian Wells per mano di Garbiñe Muguruza (6-4 3-6 3-6) e Dar'ja Gavrilova (2-6 7-5 2-6), mentre a Miami cede in due sets ad Ashleigh Barty al secondo turno.

Sulla terra rossa di Istanbul non va oltre il primo turno, sconfitta da Kristina Mladenovic, che si impone con il punteggio di 6-3 6-4. Non fa meglio nemmeno nei Premier di Madrid e Roma, tornei nei quali cede in tre sets a Karolína Plíšková e Carla Suárez Navarro. Nonostante questi scoraggianti risultati, si spinge fino alla finale a Strasburgo avendo la meglio su: Pauline Parmentier per 6-2 6-4; Samantha Stosur per 6-0 6-2; Fiona Ferro per 6-1 6-3 ed Aryna Sabalenka, giocatrice top ten, con un doppio 6-4. In seguito, nell'ultimo atto si aggiudica il braccio di ferro contro Caroline Garcia, in quanto, dopo quasi tre ore di match, si impone con il punteggio di 6-4 5-7 7-63.[4] Tuttavia, al Roland Garros cede al primo turno in rimonta nuovamente alla Suárez Navarro, stavolta con il punteggio di 2-6 7-60 6-0.

Nella stagione sull'erba non ottiene particolari successi, eccetto il quarto turno a Wimbledon. A Birmingham e ad Eastbourne esce di scena già all'esordio per mano di Julia Görges (6-3 4-6 3-6) e Johanna Konta (2-6 4-6). In doppio, invece, raggiunge i quarti di finale in entrambi i tornei, rispettivamente in coppia con Wang Qiang e Aryna Sabalenka. A Londra disputa il suo primo ottavo di finale Slam in carriera. Qui, si sbarazza di Camila Giorgi con un doppio 6-3, Sofia Kenin (27a testa di serie) per 7-5 4-6 6-3 e Viktorija Golubic per 7-5 6-3; viene fermata a sorpresa da Zhang Shuai, che si impone con il punteggio di 6-4 1-6 6-2. Partecipa anche nel doppio, ma cede al primo turno in coppia con Anastasija Potapova.

Ritorna sul cemento americano, dove si spinge fino al terzo turno a Toronto vendicandosi sulla Konta (6-3 6-2) ed eliminando la veterana Viktoryja Azaranka con un doppio 7-5, per poi perdere nettamente contro la Kenin. Sul campo di Cincinnati estromette la pluricampionessa Caroline Wozniacki, per poi subire la rimonta di Svetlana Kuznecova, futura finalista, che la spunta per 4-6 7-67 6-2. Disputa un altro terzo turno, stavolta agli US Open in seguito alle vittorie su Monica Niculescu e Rebecca Peterson, prima di raccogliere appena due games contro la connazionale e numero cinque del mondo Elina Svitolina, futura semifinalista.

In Asia esce di scena all'esordio a Tokyo contro Anastasija Pavljučenkova, mentre a Wuhan raggiunge sorprendentemente i quarti di finale eliminando tra le altre Karolína Plíšková, numero due del ranking.[5] Tuttavia, viene poi sconfitta da un'altra ceca, Petra Kvitová, numero sette della classifica mondiale. A Pechino supera con un doppio 6-1 Caroline Garcia, prima di cedere in due sets alla top 10 Kiki Bertens. In coppia con Jeļena Ostapenko, invece, raggiunge sorprendentemente la finale, eliminando tra le altre le teste di serie Strýcová/Su-wei, dove verranno poi sconfitte dalla coppia americana Mattek-Sands/Kenin (3-6 7-65 [7-10]).

Si presenta a Tianjin come terza favorita, imponendosi in scioltezza sulle cinesi Zhu Lin e Peng Shuai, per poi venire facilmente sconfitta a sua volta da Veronika Kudermetova. Disputa il torneo di Mosca, dove si sbarazza della campionessa in carica, Dar'ja Kasatkina, per 6-1 6-4, prima di venire fermata a sorpresa in tre sets da Kirsten Flipkens. Chiude la stagione partecipando al torneo secondario alle Finals, l'Elite Trophy, grazie ai ritiri di Serena Williams, Johanna Konta, Markéta Vondroušová, Angelique Kerber, Amanda Anisimova e Sloane Stephens, tenniste che la precedono in classifica. Viene inserita nel girone "Azalea" insieme a Donna Vekić e Kiki Bertens, riuscendo ad aggiudicarsi il match contro la croata per 7-66 6-2, salvando due set points, prima di perdere il giorno seguente contro la numero dieci del mondo, che si impone in due comodi sets (4-6 3-6).[6] Grazie ai 105 punti ottenuti, sale alla posizione n° 22.

Statistiche WTAModifica

SingolareModifica

Vittorie (3)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Ori Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (0)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (3)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 14 ottobre 2018   Hong Kong Open, Hong Kong Cemento   Wang Qiang 6-2, 6-1
2. 3 febbraio 2019   Thailand Open, Hua Hin Cemento   Ajla Tomljanović 6-2, 2-6, 7-6(3)
3. 25 maggio 2019   Internationaux de Strasbourg, Strasburgo Terra rossa   Caroline Garcia 6-4, 5-7, 7-6(3)

DoppioModifica

Sconfitte (1)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
Argenti Olimpici (0)
WTA Finals (0)
Premier Mandatory (1)
Premier 5 (0)
Premier (0)
International (0)
WTA 125s (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 6 ottobre 2019   China Open, Pechino Cemento   Jeļena Ostapenko   Sofia Kenin
  Bethanie Mattek-Sands
3-6, 7-6(5), [7-10]

Statistiche ITFModifica

SingolareModifica

Vittorie (3)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $60.000 (2)
Torneo $25.000 (1)
Torneo $15.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 6 marzo 2017   Circuito Feminino Future de Tênis, Campinas Terra rossa   Alizé Lim 6-4, 6-4
2. 3 settembre 2017   Ladies Open Dunakeszi, Dunakeszi Terra rossa   Katarina Zavatska 6-0, 6-1
3. 8 luglio 2018   Torneo Internazionale Femminile Antico Tiro a Volo, Roma Terra rossa   Anastasija Potapova 6-1, 6-0

Sconfitte (3)Modifica

Torneo $100.000 (3)
Torneo $80.000 (0)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $25.000 (0)
Torneo $15.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 23 settembre 2017   Kivenappa Ladies Cup, San Pietroburgo Cemento (i)   Belinda Bencic 2-6, 3-6
2. 13 maggio 2018   Open GDF SUEZ de Cagnes-sur-Mer Alpes-Maritimes, Cagnes-sur-Mer Terra rossa   Rebecca Peterson 4-6, 5-7
3. 24 giugno 2018   Ilkley Trophy, Ilkley Erba   Tereza Smitková 6(2)-7, 6-3, 6(4)-7

DoppioModifica

Vittorie (3)Modifica

Torneo $100.000 (0)
Torneo $80.000 (1)
Torneo $60.000 (0)
Torneo $25.000 (2)
Torneo $15.000 (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversarie in finale Punteggio
1. 26 febbraio 2017   Winter Moscow Open, Mosca Cemento (i)   Vera Lapko   Bibiane Schoofs
  Ekaterina Jašina
7-5, 6-3
2. 26 marzo 2017   Forte Village International Tournament, Santa Margherita di Pula Terra rossa   Olesja Pervušina   Tara Moore
  Conny Perrin
6-4, 6-4
3. 29 luglio 2017   Advantage Cars Praga Open, Praga Terra rossa   Anastasija Potapova   Mihaela Buzărnescu
  Al'ona Fomina
6-2, 6-2

Grand Slam JuniorModifica

SingolareModifica

Sconfitte (1)Modifica

Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (1)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Avversaria in finale Punteggio
1. 9 luglio 2016   Torneo di Wimbledon, Londra Cemento   Anastasija Potapova 4-6, 3-6

DoppioModifica

Sconfitte (1)Modifica

Tornei del Grande Slam
Australian Open (1)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (0)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Compagna Avversaria in finale Punteggio
1. 30 gennaio 2016   Australian Open, Melbourne Cemento   Anastasija Zaryc'ka   Anna Kalinskaja
  Tereza Mihalíková
1-6, 1-6

Risultati in progressioneModifica

Legenda
 V   F  SF QF #T RR Q#  A  Z# PO  O   F-A  SF-B ND

(V) Torneo vinto; raggiunto (F) finale, (SF) semifinale, (QF) quarti di finale, (#T) turni 4, 3, 2, 1; (RR) round - robin; (Q#) Turno di qualificazione; (A) assente dal torneo; (Z#) Zona gruppo Coppa Davis/Fed Cup (con indicazione numero); (PO) play-off Coppa Davis o Fed Cup; vinto un (O) oro, (F-A) argento o (SF-B) bronzo ai Giochi Olimpici; (ND) torneo non disputato.

SingolareModifica

Aggiornato a fine Wuhan Open 2019

Torneo 2016 2017 2018 2019 Titoli V–S
Tornei del Grande Slam
  Australian Open A A Q2 3T 0 / 1 2–1
  Open di Francia A A A 1T 0 / 1 0–1
  Wimbledon A A Q2 4T 0 / 1 3–1
  US Open A A 1T 3T 0 / 2 2–2
V–S 0–0 0–0 0–1 7–4 0 / 5 7–5
Giochi olimpici
  Giochi olimpici A Non disputati 0 / 0 0–0
Tornei di fine anno
  WTA Finals Non qualificata 0 / 0 0–0
  WTA Elite Trophy Non qualificata RR 0 / 1 1-1
WTA Premier Mandatory
  Indian Wells A A A 1T 0 / 1 0–1
  Miami A A A 2T 0 / 1 1–1
  Madrid A A A 1T 0 / 1 0–1
  Pechino A A 1T 2T 0 / 2 1-2
WTA Premier 5
  Doha /   Dubai[1] A A A 1T 0 / 1 0–1
  Roma A A A 1T 0 / 1 0–1
  Montréal / Toronto A A A 3T 0 / 1 2–1
  Cincinnati A A A 2T 0 / 1 1–1
  Wuhan A A A QF 0 / 1 3-1
Carriera
Tornei giocati 2 2 8 21 33
Titoli 0 0 1 2 3
Finali 0 0 1 2 3
Totale V–S 0–2 2–2 9–8 30–19 3 / 33 37–31
Vittorie% 0% 50% 53% 61% 54.41%
Ranking di fine anno 342 189 60 $ 1.242.106

Note

Vittorie contro giocatrici Top 10Modifica

Stagione 2019 Totale
Vittorie 1 1
# Giocatrice Ranking Evento Superficie Turno Punteggio
2019
1.   Karolína Plíšková 2   Wuhan Open, Wuhan Cemento 3T 6-1, 6-4

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica