Damian Priest

wrestler portoricano
Damian Priest
Punishment Martinez 2017 crop.jpg
Punishment Martinez nel 2017
NomeLuis Martínez
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaNew York
26 settembre 1982 (38 anni)
Ring nameDamian Martínez
Damian Priest
Luis Martínez
Punisher Martínez
Punishment Martínez
Altezza dichiarata196 cm
Peso dichiarato113 kg
AllenatoreDanny Cage
Monster Factory Pro Wrestling
Performance Center
Debutto2004
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

Luis Martínez, meglio conosciuto con il ring name Damian Priest (New York, 26 settembre 1982), è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw.

Ha detenuto una volta l'NXT North American Championship.

StoriaModifica

Luis Martínez è stato allenato dalla Monster Factory Pro-Wrestling e nel 2014 ha iniziato a lottare nella Ring of Honor (ROH).

Carriera nel wrestlingModifica

Ring of Honor (2014–2018)Modifica

La prima apparizione di Martinez in Ring of Honor è stata nel 2014 con il suo vero nome Luis Martinez, dove ha gareggiato in due dark match, perdendo il primo in The Romantic Touch e vincendo il secondo al fianco di Shaheem Ali contro Hellcat e Mattick. Martinez ha fatto il suo ritorno in Ring of Honor, come Punisher Martinez, al ROH Top Prospect Tournament dove ha sconfitto Colby Corino nel primo round. Martinez ha perso con Lio Rush in semifinale; tuttavia, nonostante la sconfitta, Martinez è stato messo sotto contratto dalla Ring of Honor. Successivamente si alleò con BJ Whitmer e Kevin Sullivan, entrando in una rivalità con il loro avversario Steve Corino. Il 16 settembre 2016, Martinez ha preso parte all'Honor Rumble del 2016, dove ha avuto un risultato impressionante prima di essere eliminato. All'inizio di novembre ha partecipato alla Survival of the Fittest 2016, dove è stato eliminato nella finale di Six Man Mayhem. Martinez e Whitmer hanno continuato a litigare con gli ex-ROH World Tag Team Champion, i War Machine (Hanson e Raymond Rowe), sconfiggendoli. Attraverso il rapporto di collaborazione della ROH con la New Japan Pro-Wrestling (NJPW), Martinez è apparso nell'evento Honor Rising: Japan 2017 di due giorni. La prima sera, Martinez ha collaborato con i Los Ingobernables de Japon (Hiromu Takahashi e Tetsuya Naito) per sconfiggere Dalton Castle, Hiroshi Tanahashi e Ryusuke Taguchi, con Martinez che ha ottenuto la vittoria per la sua squadra. La seconda sera, Martinez ha sfidato senza successo Hirooki Goto per il NEVER Openweight Championship. Usando il nome Damian Martinez, è tornato in ROH per gareggiare senza successo in una Battle Royal di Manhattan Mayhem per determinare il contendente nº1 al ROH World Championship. Martinez è anche entrato in un Battle Royal per il contendente nº1 al ROH World Television Championship, che ha anche perso. L'11 febbraio Martinez e B.J. Whitmer hanno sconfitto i War Machine. Martinez ha vinto il suo primo titolo in ROH il 16 giugno 2018, sconfiggendo Silas Young per il ROH World Television Champion durante la notte due dell'evento "State of the Art" della promozione a Dallas, in Texas. Martinez si era qualificato per un'opportunità titolata in precedenza, quella stessa sera, sconfiggendo Cheeseburger in un match a sei uomini. A Death Before Dishonor XVI, ha difeso con successo il titolo contro Chris Sabin. Dopo la partita, ha attaccato Sabin, fino a quando Jeff Cobb non è intervenuto in favore di Sabin. Il 29 settembre è scaduto il suo contratto con la Ring of Honor e ha rinunciato ad una nuova di contratto.

WWE (2018–presente)Modifica

NXT (2018–2021)Modifica

Il 12 ottobre 2018 Martinez ha firmato un contratto con la WWE. Il debutto di Martinez è avvenuto nel territorio di sviluppo di NXT nella puntata del 28 novembre perdendo contro Matt Riddle. Il 15 aprile 2019 Martinez ha cambiato nome in Damian Priest, pur continuando a lottare come Punishment Martinez nei live event. Il debutto ufficiale di Priest è avvenuto nella puntata di NXT del 10 luglio dove ha sconfitto il jobber Blanco Loco. Nella puntata di NXT del 21 agosto Priest ha sconfitto Mansoor. Nella puntata di NXT dell'11 settembre Priest ha sconfitto Boa. Nella puntata di NXT del 16 ottobre Priest ha sconfitto Pete Dunne. Nella puntata di NXT del 6 novembre Priest è stato sconfitto da Pete Dunne e, poco dopo, entrambi sono stati brutalmente attaccati da Killian Dain. Il 23 novembre, a NXT TakeOver: WarGames III, Priest ha partecipato ad un Triple Threat match che comprendeva anche Killian Dain e Pete Dunne per determinare il contendente n°1 all'NXT Championship di Adam Cole per Survivor Series ma il match è stato vinto da Dunne. Il 24 novembre, a Survivor Series, Priest ha partecipato al tradizionale 5-on-5-on-5 Survivor Series Elimination match contro il Team Raw e il Team SmackDown ma è stato eliminato da Randy Orton. Nella puntata di NXT del 18 dicembre Priest ha sconfitto Killian Dain. Nella puntata di NXT del 25 dicembre Priest e Tony Nese sono stati sconfitti da Keith Lee e Lio Rush. Nella puntata di NXT dell'8 gennaio 2020 Priest ha partecipato ad un Fatal 4-Way match per determinare il contendente n°1 all'NXT North American Championship di Roderick Strong che comprendeva anche Cameron Grimes, Dominik Dijakovic e Keith Lee ma il match è stato vinto da quest'ultimo. Nella puntata di NXT del 29 gennaio Priest è stato sconfitto da Dominik Dijakovic. Nella puntata di NXT del 1º aprile Priest ha partecipato ad un Triple Threat match per l'NXT North American Championship che comprendeva anche il campione Keith Lee e Dominik Dijakovic ma il match è stato vinto da Lee. Nella puntata di NXT del 29 aprile Priest ha affrontato Keith Lee per l'NXT North American Championship ma è stato sconfitto. Il 7 giugno, a NXT TakeOver: In Your House 2020, Priest è stato sconfitto da Finn Bálor. Dopo aver effettuato contestualmente un turn face, nella puntata di NXT del 17 giugno Priest ha sconfitto Killian Dain. Nella puntata di NXT del 24 giugno Priest è stato sconfitto da Cameron Grimes. Nella puntata di NXT del 15 luglio Priest ha sconfitto Grimes nella rivincita tra i due. Nella puntata di NXT del 5 agosto Priest ha sconfitto Oney Lorcan e Ridge Holland, qualificandosi ad un Ladder match per il vacante NXT North American Championship. Nella puntata di NXT del 13 agosto Priest è stato sconfitto da Bronson Reed. Il 22 agosto, a NXT TakeOver: XXX, Priest ha sconfitto Bronson Reed, Cameron Grimes, Johnny Gargano e Velveteen Dream in un Ladder match conquistando il vacante NXT North American Championship per la prima volta. Nella puntata di NXT del 16 agosto Priest ha difeso con successo il titolo contro Timothy Thatcher. Nella puntata di NXT del 23 settembre Priest ha sconfitto Austin Theory in un match non titolato, ma al termine dell'incontro è stato brutalmente attaccato da Johnny Gargano. Nella puntata di NXT del 30 settembre Priest e la NXT Women's Champion Io Shirai sono stati sconfitti da Johnny Gargano e Candice LeRae in un Mixed Tag Team match. Il 4 ottobre, a NXT TakeOver: 31, Priest ha difeso con successo il titolo contro Johnny Gargano. Nella puntata di NXT del 14 ottobre Priest ha difeso con successo il titolo contro Dexter Lumis grazie all'intervento di Cameron Grimes. Nella puntata speciale NXT Halloween Havoc Priest ha perso il titolo contro Johnny Gargano in un Devil's Playground match dopo 67 giorni di regno. Nella puntata di NXT del 2 dicembre Priest e l'NXT North American Champion Leon Ruff hanno sconfitto Raul Mendoza e l'NXT Cruiserweight Champion Santos Escobar. Il 6 dicembre, a NXT TakeOver: WarGames IV, Priest ha partecipato ad un Triple Threat match per l'NXT North American Championship che comprendeva anche il campione Leon Ruff e Johnny Gargano ma il match è stato vinto da quest'ultimo. Nella puntata speciale NXT New Year's Evil del 6 gennaio 2021 Priest è stato sconfitto dal rientrante Karrion Kross.

Raw (2021–presente)Modifica

Il 31 gennaio 2021, alla Royal Rumble, Priest partecipò all'omonimo incontro entrando col numero 14 ed eliminando ben quattro wrestler ma venne eliminato da Bobby Lashley. Nella puntata di Raw del 1º febbraio Priest fece il suo debutto sconfiggendo The Miz. Successivamente, Priest affiancò il rapper Bad Bunny, divenendone la "guardia del corpo", e nella puntata di Raw del 22 febbraio Priest sconfisse nuovamente Angel Garza. Il 10 aprile, nella prima serata di WrestleMania 37, Priest e Bad Bunny sconfissero John Morrison e The Miz. In seguito, Priest sconfisse The Miz in un Lumberjack match il 16 maggio a WrestleMania Backlash. Nella puntata di Raw del 28 giugno Priest partecipò ad un Battle Royal per conquistare un posto per un Triple Threat match di qualificazione al Money in the Bank Ladder match ma venne eliminato per ultimo da Riddle.

PersonaggioModifica

Mosse finaliModifica

ManagerModifica

SoprannomiModifica

  • "The Archer of Infamy"
  • "Punisher"
  • "The Punishment"

Musiche d'ingressoModifica

  • Infamy dei CFO$ (WWE; 10 luglio 2019–presente)

Titoli e riconoscimentiModifica

  • Keystone Pro-Wrestling
  • Monster Factory Pro-Wrestling
    • MFPW Heavyweight Championship (3)
    • MFPW Tag Team Championship (2) – con Brolly (1) e QT Marshall (1)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica