Daniele Arrigoni

allenatore di calcio ed ex calciatore italiano
Daniele Arrigoni
Daniele Arrigoni.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Squadra Italia Italia Lega Pro
Ritirato 1993 - giocatore
Carriera
Giovanili
Cesena
Squadre di club1
1977-1979 Cesena 25 (2)
1979-1980 Udinese 3 (0)
1980-1984 Cesena 74 (3)
1984-1986 Ancona 51 (3)
1986-1988 San Marino 30 (7)
1988-1989 Forlì 32 (2)
1989-1991 Siena 63 (4)
1991-1992 Monopoli 32 (2)
1992-1993 Triestina 24 (1)
Carriera da allenatore
1994-1996 Castel San Pietro
1997-1998 Castel San Pietro
1998-1999 Montevarchi
1999-2001 Vis Pesaro
2001-2002 Messina
2002-2003 Palermo
2003-2004 Frosinone
2004-2005 Cagliari
2005 Torino
2005 Cagliari
2006-2007 Livorno
2007-2008 Bologna
2010 Triestina
2010 Sassuolo
2011-2012 Cesena
2014-2015 Forlì D.T.
2015- Italia Italia Lega Pro
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 5 agosto 2015

Daniele Arrigoni (Cesena, 28 agosto 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore, commissario tecnico delle rappresentative di Lega Pro.

Anche suo figlio Leonardo è un calciatore.[1]

Indice

CarrieraModifica

Dopo una carriera discreta come calciatore (ha infatti giocato anche in Serie A con il Cesena e con l'Udinese), dal 1994 al 1996 è stato l'allenatore del Castel San Pietro Terme Calcio con il quale vince il campionato e si laurea anche Serie D, vincendo in finale contro il Mantova, dopo aver battuto in semifinale la Nuova Nardò Calcio. Nel 2000, alla guida della Vis Pesaro, ottiene la promozione dalla C2 alla serie C1. Si ripete nel 2004 con il Frosinone con la promozione, dopo le esperienze in Serie B 2001-2002 con Messina e 2002-2003 con Palermo.

Nel 2004-2005 esordisce in Serie A alla guida del Cagliari, ottenendo un 10º posto finale. Lascia la panchina alla fine della stagione, passando al Torino, che però fallisce dopo pochi giorni di ritiro, lasciandolo disoccupato. Viene poi richiamato dal Cagliari alla seconda giornata dell'annata seguente. Viene esonerato subito dopo la sua prima partita, l'incontro casalingo contro la Lazio alla seconda giornata.

Nel maggio 2006 diventa l'allenatore del Livorno per la stagione 2006-2007. Dopo la sconfitta 5-1 contro l'Atalanta, nell'ultima giornata del girone di andata, è esonerato verbalmente dal presidente Aldo Spinelli, il quale, accettando le volontà di alcuni senatori amaranto, decide alcuni giorni dopo di rinnovargli la fiducia, reintegrandolo nel ruolo di tecnico della prima squadra. Il 20 marzo 2007 Arrigoni viene poi esonerato dopo una sconfitta per 4-0 in trasferta contro l'Udinese.

L'11 giugno 2007, Arrigoni diventa l'allenatore del Bologna in Serie B portandolo alla promozione in Serie A il 1º giugno 2008. Il presidente felsineo Alfredo Cazzola conferma che, nella stagione di Serie A 2008-2009, l'allenatore del Bologna sarà ancora Arrigoni. Ma la classifica del Bologna diventa molto critica e dopo la sconfitta sul campo del Cagliari per 5-1, il 3 novembre 2008 l'allenatore viene esonerato. Dal 10 febbraio fino al termine della stagione è stato il tecnico della Triestina nel 2009-2010, subentrando all'esonerato Mario Somma.

Il 26 giugno 2010, per la stagione 2010-2011 diventa il nuovo allenatore del Sassuolo, in sostituzione del partente Stefano Pioli, accasatosi al Chievo.[2] L'esperienza si conclude con un esonero il 3 ottobre a causa di una serie di sconfitte; gli subentra Angelo Gregucci.[3] Il 1º novembre 2011 diviene l'allenatore del Cesena per il 2011-2012,[4] subentrando all'esonerato Marco Giampaolo; il contratto è annuale.[5] Debutta sulla panchina bianconera il 6 novembre, perdendo la partita casalinga contro il Lecce (1-0). Il 20 febbraio 2012, dopo la sconfitta casalinga contro il Milan per 3-1, rescinde consensualmente il contratto con la società.[6]

Dopo un anno trascorso come direttore tecnico del Forlì, nell'agosto 2015 assume la guida delle rappresentative di Lega Pro[7].

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

San Marino: 1987-1988
Siena: 1989-1990

Competizioni internazionaliModifica

Udinese: 1979-1980

AllenatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Castel San Pietro: 1995-1996
Frosinone: 2003-2004

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica