Apri il menu principale
Daniele Moruzzi
Daniele.Moruzzi.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Jolly
Ritirato 1932
Carriera
Giovanili
 ????-1913 Pro Manin
1913-1919 Spes Genova
Squadre di club1
1919-1921 Spes Genova 7+ (0)
1921-1927 Genoa 100 (24)
1927-1929 La Dominante 38 (1)
1929-1930 Genova 1893 18 (1)
1930-1931 Syracusae 12 (4)
1931-1932 Sestrese ? (?)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Daniele Moruzzi (Genova, 22 marzo 1900Genova, 24 dicembre 1989) è stato un calciatore italiano.

«Al momento di sbucare sul terreno di gioco assistemmo a una scena indimenticabile: migliaia di marinai genovesi e liguri, provenienti da ogni parte, assiepati sulla gradinata dell'Appiani, tutti insieme come ad un segnale convenuto, pronti a lanciare in aria il loro bianco berretto, trasformato così in uno stuolo simbolico di bianche colombe preannuncio di trionfo, come trionfo fu…»

(Daniele Moruzzi, riguardo alla semifinale scudetto 1923 a Padova)

Caratteristiche tecnicheModifica

Moruzzi rappresentò un eccezionale jolly per il Grifone: ricoprì ben 7 ruoli diversi. In attacco segnò complessivamente 22 reti, giocava anche in porta, dato che allora non erano ammesse sostituzioni dei portieri, ma il ruolo che ricopriva meglio era quello sulla fascia, sinistra e destra, sia da terzino che da centrocampista.

CarrieraModifica

GiovaniliModifica

La sua prima esperienza calcistica fu nella Pro Manin; successivamente, nel 1913 passò allo SPES Genova, piccola società che contò nelle sue file giocatori come Giovanni De Prà. Alla fine del campionato 1920-21 Moruzzi viene chiamato a giocare nella Genoa, squadra della quale era tifoso.

La maturità calcisticaModifica

La prima partita col Genoa fu a Pisa nel 1921, e assieme a lui esordirono in rossoblu nientemeno che De Prà e Burlando. Fino al 1927 giocò in rossoblu, diventando un vero protagonista della squadra, con la quale vinse 2 scudetti memorabili, nelle stagioni 1922-23 e 1923-24. Dal 1927 al 1929 passa all'altra squadra cittadina, La Dominante.
Nella stagione 1929-30 tornò al Genova 1893 per il suo ultimo anno con i rossoblu.

Passò le ultime stagioni della sua carriera al Siracusa dove arriva insieme all'altro genovese Luigi Derchi. Fu capitano della squadra[1] e giocò come mezza-ala destra[2], per finire nella Sestrese.[3]

NoteModifica

  1. ^ [1] Littoriale, II 1930, f.260
  2. ^ [2] Littoriale, II 1930, f. 280
  3. ^ Elenco dei calciatori italiani autorizzati a cambiare società nella prossima stagione, da «Il Littoriale», 23 luglio 1932, pp. 4-5

BibliografiaModifica

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, Genova, De Ferrari, 2008, ISBN 978-88-6405-011-9.

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Daniele Moruzzi, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.