Danny Ongais

pilota automobilistico statunitense (1942-2022)
Daniel "Danny" Ongais
Ongais, Danny (1984).jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1, Champ Car, USAC, Indy Racing League, Campionato internazionale sportprototipi, Campionato del mondo sportprototipi
Ruolo Pilota
Termine carriera 10 novembre 2002
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 2 ottobre 1977
Stagioni 1977-1978
Scuderie Stati Uniti Interscope Racing 1977
Regno Unito Team Tissot Ensign 1978
Stati Uniti Interscope Racing 1978
GP disputati 6 (4 partenze)
Carriera in Campionato del mondo sportprototipi
Esordio 10 gennaio 1971
Stagioni 1971, 1977-1982, 1986, 1988
Scuderie Stati Uniti Ed Matthews 1971
Stati Uniti Interscope Racing 1977-1980
Germania Ovest Porsche Kremer Racing 1980
Stati Uniti Interscope Racing 1980-1981
Germania Ovest Porsche Kremer Racing 1982
Germania Ovest Blaupunkt Joest Racing 1986
Giappone Italya Sport 1988
Giappone Team Le Mans Co. 1988
Miglior risultato finale 70º (1986)
GP disputati 17 (16 partenze)
GP vinti 1
Podi 2
Punti ottenuti 2
Carriera nella Champ Car
Esordio 11 marzo 1979
Stagioni 1979-1980, 1983-1987
Scuderie Stati Uniti Interscope Racing 1979-1983
Stati Uniti Patrick Racing 1983
Stati Uniti Interscope Racing 1984-1985
Regno Unito March Engineering 1986
Stati Uniti Interscope Racing 1987
Miglior risultato finale 6º (1979)
GP disputati 57 (52 partenze)
Podi 2
Punti ottenuti 2155
Statistiche aggiornate al 3 Ore di Daytona 2002

Daniel "Danny" Ongais (Kahului, 21 maggio 1942Anaheim Hills, 26 febbraio 2022[1]) è stato un pilota automobilistico statunitense.

Era soprannominato Danny "On the gas" per il suo coraggio al volante delle auto da corsa.

CarrieraModifica

Le formule minoriModifica

Inizia la sua avventura con i Dragster americani dove ottiene molti successi ma, stufo della categoria, decide di passare alle corse in circuito nel 1968 a Indianapolis. Debutta subito con un incidente e l'anno dopo corre nella Formula 5000 dove conosce Ted Field che rimane affascinato dal suo stile di guida e lo ingaggia nella sua scuderia. Il binomio continua e nel 1978 Ongais vince 5 gare della Formula Indy dopo aver segnato 8 pole position ed esser stato al comando di tutte le gare contro piloti quali Andretti, Foyt, i fratelli Unser e Sneva ma non riesce a vincere il campionato a causa della fragilità tecnica della sua monoposto che spesso lo costringe a ritirarsi.

Formula 1Modifica

In Formula 1 debutta nel 1977 con una Penske schierata dal team Interscope. Prende il via alle gare di Watkins Glen e Mosport, nella prima si ritira dopo una buona rimonta mentre nella seconda gara, in Canada, arriva 7º a 2 giri. Nel 1978 disputa due corse con una Ensign dove però non ottiene particolari risultati così prova a passare nel team Shadow ma lì addirittura non riesce nemmeno a qualificarsi per la gara. "On the gas" chiude la sua carriera in Formula 1 per concentrarsi sulla Indycar.

Il ritorno negli Stati UnitiModifica

Nel 1981 sul famoso catino dell'Indiana ottiene il 3º tempo in prova e prende quasi subito la testa della gara per poi rimescolarsi nel gruppo degli inseguitori per risparmiare il mezzo meccanico in attesa di sferrare l'attacco finale, ma la sua vettura accusa un problema tecnico. Danny compie uno degli incidenti più spettacolari e pericolosi della storia, ne uscirà vivo ma con una gamba più corta di 5 centimetri.

Dopo essersi rimesso fisicamente, nel 1982 partecipa con una Lola del team Interscope alla serie IMSA. Vince 2 gare con il suo boss Ted Field. Chiude con le corse fino al 1987 dove si presenta ad Indianapolis all'età di 45 anni con il team Penske. Sbatte, rimane in coma e viene sostituito da Al Unser che vince la gara.

Ci riprova ancora dopo nove anni sostituendo Brayton rimasto ucciso nelle prove. Alla terza curva è già in testacoda ma rimonta e segna il giro più veloce.

La fine della carrieraModifica

All'età di 56 l'ultima chance di Danny. Sbatte in prova e si procura una commozione cerebrale. Chiude la carriera nella Indycar.

L'ultima sua apparizione al volante di una vettura da competizione risale al 2002 alla guida di una Norma, sul tracciato di Daytona sul quale vinse nel 1979 con una Porsche del team Interscope e con Ted Field come compagno di abitacolo.

È stato il primo pilota nativo Hawaiano al volante di una monoposto nella storia della F1.

RisultatiModifica

Formula 1Modifica

1977 Scuderia Vettura                                   Punti Pos.
Interscope Racing Penske PC4 Rit 7 0
1978 Scuderia Vettura                                 Punti Pos.
Team Tissot Ensign
Interscope Racing[2]
Ensign MN177
Shadow DN9
Rit Rit NPQ NPQ 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

Campionato internazionale sportprototipiModifica

1971 Scuderia Vettura                      
Ed Matthews Ford Mustang Rit

Campionato del mondo sportprototipiModifica

Fino al 1982 il Campionato del mondo sportprototipi non prevedeva la classifica piloti.

1977 Scuderia Vettura                                   Punti Pos.
Interscope Racing Porsche 911 Carrera RSR Turbo
Porsche 934[3]
53 5 - -
1978 Scuderia Vettura                           Punti Pos.
Interscope Racing Porsche 935/77A 56 Rit - -
1979 Scuderia Vettura                                   Punti Pos.
Interscope Racing Porsche 935/79
Porsche 935/77A[4]
1 Rit Rit - -
1980 Scuderia Vettura                                 Punti Pos.
Interscope Racing Porsche 935/77
Porsche 935 K3/80[5]
NP Rit 3 - -
Porsche Kremer Racing Porsche 935 K3 Rit
1981 Scuderia Vettura                               Punti Pos.
Interscope Racing Porsche 935 K3/80 Rit Rit Rit - -
1982 Scuderia Vettura                 Punti Pos.
Porsche Kremer Racing Porsche-Kremer CK5 Rit 0 NC
1986 Scuderia Vettura                   Punti Pos.
Blaupunkt Joest Racing Porsche 962 9 2 70º
1988 Scuderia Vettura                       Punti Pos.
Italya Sport
Team Le Mans Co.
March 88S Rit 0 NC


24 Ore di Le MansModifica

Anno Classe Gomme Vettura Squadra Co-piloti Giri Pos.
Assol.
Pos. di
Classe
1980 Gr.5
+2.0
41 D Porsche 935 K3
Porsche 3.0L Turbo Boxer-6
  Porsche Kremer Racing   Frederick "Ted" Field
  Jean-Louis Lafosse
89 DNF DNF
1982 C 5 G Porsche-Kremer CK5
Porsche Type-935 2.3L Turbo Flat-6
  Porsche Kremer Racing   Frederick "Ted" Field
  Bill Whittington
25 DNF DNF
1988 C1 85 Y March 88S
Nissan VG30ET 3.2L Turbo V6
  Italiya Sport
  Giappone Team Le Mans Co.
  Michel Trollé
  Toshio Suzuki
74 DNF DNF

12 Ore di SebringModifica

Anno Scuderia Costruttore Vettura Numero Categoria Classe Co-Pilota Giri Risultato
di classe
Risultato
assoluto
1977   Vasek Polak Interscope Racing Porsche Porsche 934/5 0 Gran Turismo GTO   Frederick "Ted" Field
  Hurley Haywood
218
1979   Interscope Racing Porsche Porsche 935/77A 00 Gran Turismo GTX   Frederick "Ted" Field 120 Rit Rit
1980   Interscope Racing Porsche Porsche 935K3/80 0 Gran Turismo GTX   Frederick "Ted" Field 250
1981   Interscope Racing Porsche Porsche 935 K3/80 0 Gran Turismo GTX   Frederick "Ted" Field 117 Rit Rit
1982   Interscope Racing Porsche Porsche 935 K3/80 00 Gran Turismo GTP   Frederick "Ted" Field 187 Rit Rit
1987   Joest Racing Porsche Porsche 962 0 Gran Turismo GTP   Sarel van der Merwe
  Louis Krages
281
Legenda

USAC Championship CarModifica

Anno Squadra Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 24 25 26 27 28 29 Punti Pos.
1968 Mickey Thompson Thompson Chevy HAN
NQ
LVS PHX
NQ
TRE 0 NC
City of Long Beach - - INDY
NQ
MIL MOS MOS LAN PPR CDR NAZ IRP IRP LAN LAN MTR MTR ILL MIL DUQ INF TRE SAC MCH HAN PHX RSD
1971 Shelby Performance RAF RAF PHX
NQ
TRE INDY MIL POC MCH MIL ONT TRE PHX 0 NC
1976 Interscope Racing Parnelli Cosworth PHX TRE INDY MIL TRE MCH TWS TRE MIL ONT
28
MCH TWS PHX 0 NC
1977 Parnelli VPJ6B ONT
7
PHX
5
TWS
13
TRE INDY
20
MIL
17
POC
23
MOS
15
MCH
1
TWS
13
MIL
21
ONT
8
MCH
17
PHX
12
935 12º
1978 PHX
12
ONT
1
TWS
1
TRE
4
INDY
18
MOS
1
MIL
16
POC
19
MCH
6
ATL
21
TWS
NP
MIL
1
ONT
12
MCH
1
TRE
15
SIL
15
BRH
9
PHX
4
2662
1979 ONT TWS INDY
4
MIL POC
12
TWS MIL 0 NC
1981-82 Interscope 022 INDY
27
POC ILL DUQ ISF INDY
22
0 NC

CARTModifica

Anno Squadra Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Punti Pos.
1979 Interscope Racing Parnelli VPJ6B Cosworth PHX
15
ATL
14
ATL
6
INDY
4
TRE
7
TRE
6
MCH
18
MCH
12
WGL
4
TRE
13
ONT
6
MCH
NP
ATL
15
PHX
17
1473
1980 ONT INDY
7
MIL
24
POC
18
MDO
21
MCH
21
WGL
3
MIL ONT
19
MCH
11
MEX
24
PHX 601 15º
1983 March 83C ATL INDY
21
14 20º
Patrick Racing Wildcat Mk9 MIL
12
CLE
28
MCH
23
ROA
18
POC
24
RIV
10
MDO
5
MCH CPL LAG PHX
1984 Interscope Racing March 84C LBH
NQ
PHX
5
INDY
9
MIL
10
POR
11
MEA
18
CLE
28
MCH
24
ROA POC
5
MDO SAN
23
MCH
3
PHX
5
LAG
21
CPL
17
53 10º
1985 March 85C LBH
NQ
INDY
17
MIL POR MEA CLE MCH
20
ROA POC
22
MDO SAN MCH
7
LAG PHX
14
MIA
6
14 24º
1986 March Engineering March 86C Buick PHX LBH INDY
23
MIL POR MEA CLE TOR MCH POC MDO SAN MCH ROA LAG PHX MIA 0 NC
1987 Interscope Racing Penske PC16 Chevrolet LBH PHX INDY
INF
MIL POR MEA CLE TOR 0 42º
March 87C Cosworth MCH
17
POC ROA MDO NAZ
NQ
LAG MIA
27

IndyCarModifica

Anno Squadra Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 Punti Posizione
1996 Team Menard Lola T95/00 Menard WDW PHX INDY
7
28 29º
1996-1997 Chitwood Motorsports Dallara IR7 Oldsmobile NHM LVS WDW
13
PHX
NQ
INDY TXS PPI CLT NHM LVS 22 42º
1998 Team Pelfrey Dallara IR8 Oldsmobile WDW PHX INDY
NQ
TXS NHM DOV CLT PPIR ATL TXS LVS 0 NC

500 Miglia di IndianapolisModifica

Anno N° auto Partito Media qualifica Finito Giri Giri in testa Causa ritiro
1977 25 193.040 20º 90 0 Intestazione
1978 25 27º 200.122 145 71 Pistone
1979 25 188.009 18º 199 0 /
1980 25 16º 186.606 199 0 /
1981 25 21º 197.694 27º 64 4 Incidente
1982 25 199.148 22º 62 1 Incidente
1983 25 21º 202.320 21º 101 0 Manipolazione
1984 25 11º 203.978 193 3 /
1985 25 17º 207.220 17º 141 0 Motore
1986 25 16º 209.158 23º 136 0 Accensione
1987 25 NP - NP - - /
1996 32 33º 233.718 197 0 /
1998 32 NQ - NQ - - /
Totale 1527 79

NoteModifica

  1. ^ (EN) Paul Kelly, Popular Indianapolis 500 Veteran Ongais Dies at 79, su Indianapolis Motor Speedway, 28 febbraio 2022. URL consultato il 28 febbraio 2022.
  2. ^ Ai GP di Stati Uniti-Ovest e Olanda.
  3. ^ Alla 6 Ore di Watkins Glen 1977.
  4. ^ Alla 12 Ore di Sebring 1979.
  5. ^ Dalla 6 Ore di Watkins Glen 1980.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN952155044718472520007 · LCCN (ENno2019019267