Apri il menu principale
Dario Valori
Dario Valori 1951.jpg
Oratore ad un incontro della Gioventù Socialista nel 1951

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature III e IV legislatura
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Italiano fino al 21 gennaio 1964, poi Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria
Circoscrizione Umbria
Collegio Perugia
Sito istituzionale

Segretario del Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria
Durata mandato ottobre 1971 –
luglio 1972
Predecessore Tullio Vecchietti
Successore partito confluito nel PCI

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature V, VI, VII, VIII e IX legislatura
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria, Comunista
Circoscrizione Umbria
Collegio Perugia II, Città di Castello, Orvieto
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PSI, PSIUP
Titolo di studio Laurea in lettere
Professione giornalista

Dario Valori (Milano, 6 luglio 1925Roma, 20 marzo 1984) è stato un giornalista e politico italiano.

BiografiaModifica

Proveniente dalla gioventù socialista, verso la fine del 1947 è eletto nella segreteria di Alleanza Giovanile, la formazione politica costituita da giovani comunisti, socialisti e indipendenti che si rispecchierà poi nel cartello elettorale del Fronte Democratico alle elezioni politiche del 1948. Dal 1948 al 1953 dirige, insieme a Gillo Pontecorvo prima, e a Ugo Pecchioli poi, il settimanale social-comunista Pattuglia.

Già nella corrente di sinistra del PSI, nel giugno 1963 entra nell'esecutivo del partito.

Nel gennaio 1964 aderisce al Partito Socialista Italiano di Unità Proletaria entrando nel comitato centrale, e diventandone segretario da ottobre 1971 a luglio 1972, succedendo a Tullio Vecchietti. Dopo lo scioglimento del PSIUP, conseguente alla sconfitta nelle elezioni politiche del 1972, Valori confluisce nel Partito Comunista Italiano.

È stato deputato nella III e nella IV legislatura, e senatore nella V, VI, VII, VIII e IX legislatura.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica