Darkman

film del 1990 diretto da Sam Raimi
Darkman
Darkman.png
Darkman in una scena del film
Titolo originaleDarkman
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1990
Durata96 min
RapportoWidescreen
Generefantascienza, thriller, azione
RegiaSam Raimi
SoggettoSam Raimi
SceneggiaturaSam Raimi, Chuck Pfarrer, Ivan Raimi, Daniel Goldin, Joshua Goldin
ProduttoreRobert G. Tapert
FotografiaBill Pope
MontaggioBud S. Smith, Scott Smith, David Stiven
Effetti specialiMatte World Digital, Introvision International, 4-Ward Productions
MusicheDanny Elfman
ScenografiaRandy Ser, Phil Dagort, Julie Kaye Fanton
CostumiGrania Preston
TruccoTony Gardner, Larry Hamlin, Deborah K. Larsen
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Darkman è un film del 1990 scritto e diretto da Sam Raimi e interpretato da Liam Neeson.

TramaModifica

A Los Angeles lo scienziato Peyton Westlake sta compiendo esperimenti su un nuovo tipo di pelle artificiale per aiutare persone con la pelle rovinata da ustioni, ma una volta modellata la pelle ha una durata massima di 99 minuti, dopodiché si liquefà. La sua compagna, l'avvocato Julie Hastings, rinviene il memorandum di Bellasarious, un documento che prova che il costruttore Louis Strack ha accordi con la malavita della città. Difatti Strack è in affari con Robert G. Durant, un boss del crimine nonché pericoloso serial killer che dopo aver ucciso le sue vittime taglia loro un dito come firma del suo passaggio. Durant con la sua banda di criminali sta ripulendo i magazzini in riva al fiume affinché Strack rada a suolo il posto per costruirci un moderno complesso di grattacieli.

Peyton e il suo assistente Yakitito scoprono che la pelle artificiale può durare oltre i 99 minuti se rimane al buio, comprendendo quindi che la pelle è fotosensibile. La loro gioia è di poca durata quando Durant e la sua banda assalgono il laboratorio e uccidono Yakatito. Dopo aver trovato il memorandum, la banda di Durant brucia le mani di Peyton e lo sfigura immergendogli il volto in una vasca di acido, dopodiché Durant apre una bombola di gas e fa saltare in aria il laboratorio proprio quando Julie, appena arrivata, si trova dal marciapiede di fronte al laboratorio da cui vede Peyton in fiamme precipitare nel fiume.

In realtà Peyton è sopravvissuto e il suo corpo ustionato viene recuperato per essere sottoposto a esperimenti in un istituto medico. Qui i dottori sottopongono Peyton alla tecnica Renger-Veritz, che consiste nel recidere i nervi del tratto spinotalamico per impedire che egli soffra il dolore che proverebbe con tutte le ustioni del suo corpo. L'effetto collaterale è che il livello di adrenalina aumenta, provocando la crescita della forza fisica e disturbi psicologici. Difatti non appena Peyton si risveglia viene colto da un raptus, fugge dall'istituto medico e ritorna nelle rovine devastate del suo laboratorio, dove inizia a ricostruirsi il volto digitalizzando una sua fotografia.

Dopo aver ucciso brutalmente uno degli scagnozzi di Durant e aver derubato il criminale dei suoi soldi fa ricadere la colpa su uno dei membri della banda dello stesso Durant che in seguito il criminale uccide. Peyton riesce a derubarlo dei soldi in una seconda occasione spacciandosi per Durant grazie all'utilizzo di maschere in pelle sintetica da lui create, Peyton riesce inoltre a creare una maschera identica al suo volto e così si ricongiunge con Julie, che però in breve scopre la verità sul suo aspetto mostruoso. Più avanti Julie dice a Strack che non può più andare a trovarlo e dopo aver trovato il memorandum di Bellasarious apprende che Strack è in affari con Durant. Strack contatta Durant e gli ordina di rapire Julie ed eliminare Peyton. La banda di Durant rapisce la donna e la porta da Strack, ma Peyton reagisce uccidendo i criminali. Dopo aver compiuto la sua vendetta, Peyton va da Strack fingendosi Durant (in realtà morto con i suoi uomini) e ingaggia con lui uno scontro finale al vertice di un palazzo in costruzione. Al termine di una violenta lotta Peyton uccide Strack facendolo precipitare nel vuoto.

Quando scendono dalla struttura, Julie lo supplica di tornare a vivere con lei, fiduciosa che lui riuscirà a completare la formula per le maschere e ripetendogli che, nonostante tutto, lei lo ama ancora, ma egli rifiuta. Le vicende accadute negli ultimi giorni gli hanno fatto capire il Peyton che lei conosceva non esiste più: l'incidente non lo ha solo sfigurato, ma lo ha reso una persona diversa, capace di non provare rimorso per gli omicidi che compie, e sa che lei non può e non deve vivere accanto a una persona simile.

Peyton quindi, autonominatosi Darkman, assume le sembianze di un uomo sconosciuto e fugge da Julie mischiandosi tra la folla.

ProduzioneModifica

DistribuzioneModifica

RiconoscimentiModifica

SequelModifica

Il film ha avuto due sequel prodotti per la televisione: Darkman II - Il ritorno di Durant del 1994 e Darkman III - Darkman morirai del 1996.

Collegamenti ad altre opereModifica

Darkman ha molti parallelismi con un film del 1966 chiamato The face of another. In entrambe le pellicole il protagonista ha il viso sfigurato a seguito di un incidente e deciderà prima di fasciarsi completamente il volto e poi di ricorrere all'uso di una faccia artificiale per iniziare una nuova vita. Anche l'abbigliamento dei due personaggi è molto simile, entrambi indossano un cappello di feltro e un trench scuro.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN305909652 · BNF (FRcb164742657 (data)