Apri il menu principale

Darko Kovačević

dirigente sportivo ed ex calciatore serbo
Darko Kovačević
Darko Kovačević (cropped).jpg
Kovačević con la maglia dell'Olympiakos nel 2008.
Nazionalità Jugoslavia Jugoslavia
Serbia Serbia
Altezza 187 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 2009
Carriera
Squadre di club1
1992-1994Proleter Zrenjanin63 (25)
1994-1996Stella Rossa47 (37)
1996Sheffield Weds16 (4)
1996-1999Real Sociedad98 (41)
1999-2001Juventus47 (11)
2001-2002Lazio7 (0)
2002-2007Real Sociedad163 (51)
2007-2009Olympiakos41 (21)
Nazionale
1994-2002Jugoslavia Jugoslavia51 (9)
2003-2004Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro8 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Darko Kovačević (in serbo Дарко Ковачевић?, pron. serba ['dârko koʋât͡ʃeʋit͡ɕ]; Kovin, 18 novembre 1973) è un dirigente sportivo ed ex calciatore serbo, di ruolo attaccante.

Assieme a Jesús María Satrústegui, è primatista di reti con la Real Sociedad (10) nelle competizioni UEFA per club.[1]

Caratteristiche tecnicheModifica

Centravanti non particolarmente prolifico, tuttavia si sacrificava molto per la squadra ed era molto abile nel gioco aereo.[2]

CarrieraModifica

ClubModifica

Ha iniziato la carriera con il Proleter Zrenjanin, poi ha giocato con Stella Rossa, Sheffield Wednesday e Real Sociedad, passando poi nel 1999 alla Juventus per la cifra di 37 miliardi di lire.[3] In bianconero partirà inizialmente come rincalzo dei più quotati Inzaghi e Del Piero, per poi trovare comunque abbastanza spazio nei suoi due anni bianconeri in cui metterà a segno 26 reti. In bianconero vince inoltre la classifica dei marcatori della Coppa UEFA 1999-2000, con 10 reti.[4]

Nel 2001 viene ceduto dai bianconeri alla Lazio nell'ambito dell'affare che porta Marcelo Salas a Torino[5]; la sua esperienza nella Capitale è però deludente e dopo soli 6 mesi, trascorsi scendendo poche volte in campo, viene ceduto alla Real Sociedad,[6] facendo così ritorno al club di San Sebastián. Con la squadra basca ha formato una coppia d'attacco micidiale con Nihat Kahveci.[7]

Nell'estate 2007 si trasferisce all'Olympiakos, che grazie al suo contributo riesce a qualificarsi agli ottavi di Champions League, essendosi piazzata seconda in un girone difficile con squadre del calibro di Real Madrid, Werder Brema e Lazio. Proprio contro i laziali segna all'Olimpico il 28 novembre 2007 il goal dell'ex (avendo così la propria vendetta sportiva) e del decisivo 2-1 che ha consentito ai greci di passare agli ottavi[8][9] dove sono stati eliminati dal Chelsea futuro finalista.[10]

Nel gennaio 2009 si è ritirato dall'attività agonistica per problemi cardiaci.[11]

NazionaleModifica

Nazionale jugoslavo prima e serbomontenegrino poi, conta 59 presenze e 10 gol con la sua rappresentativa. Ha partecipato alla Coppa del Mondo del 1998 e agli Europei del 2000, senza riuscire segnare in nessuna delle 2 competizioni.

Dopo il ritiroModifica

Dopo il ritiro dal calcio giocato Kovacevic rimane nel calcio e nella sua ultima squadra da calciatore, l'Olympiakos in veste di dirigente.[12]

StatisticheModifica

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

RF JugoslaviaModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Jugoslavia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-12-1994 Buenos Aires Argentina   1 – 0   Jugoslavia Amichevole -   74’
31-1-1995 Hong Kong Hong Kong   1 – 3   Jugoslavia Amichevole -   63’
4-2-1995 Hong Kong Corea del Sud   0 – 1   Jugoslavia Amichevole 1     79’
31-3-1995 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Uruguay Amichevole -
31-5-1995 Belgrado Jugoslavia   1 – 2   Russia Amichevole -   54’
12-11-1995 San Salvador El Salvador   1 – 4   Jugoslavia Amichevole -   64’
15-11-1995 Monterrey Messico   1 – 4   Jugoslavia Amichevole 2   76’
27-3-1996 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Romania Amichevole -   87’
23-5-1996 Shizuoka Messico   0 – 0   Jugoslavia Amichevole -   82’
26-5-1996 Tokyo Giappone   1 – 0   Jugoslavia Amichevole -   79’
2-6-1996 Belgrado Jugoslavia   6 – 0   Malta Qual. Mondiali 1998 -   24’  
12-3-1997 Belgrado Jugoslavia   0 – 0   Russia Amichevole -   89’
12-6-1997 Seoul Ghana   1 – 3   Jugoslavia Amichevole -  
14-6-1997 Suwon Egitto   0 – 0   Jugoslavia Amichevole -
16-6-1997 Seoul Corea del Sud   1 – 1   Jugoslavia Amichevole -
28-1-1998 Tunisi Tunisia   0 – 3   Jugoslavia Amichevole -   61’
22-4-1998 Belgrado Jugoslavia   3 – 1   Corea del Sud Amichevole -   46’
29-5-1998 Belgrado Jugoslavia   3 – 0   Nigeria Amichevole 1   46’  
3-6-1998 Losanna Jugoslavia   1 – 0   Giappone Amichevole -   55’
6-6-1998 Basilea Svizzera   1 – 1   Jugoslavia Amichevole -   46’
14-6-1998 Saint-Étienne Jugoslavia   1 – 0   Iran Mondiali 1998 - 1º turno -   68’
21-6-1998 Lens Germania   2 – 2   Jugoslavia Mondiali 1998 - 1º turno -   57’
2-9-1998 Niš Jugoslavia   1 – 1   Svizzera Amichevole -   46’
23-9-1998 São Luís Brasile   1 – 1   Jugoslavia Amichevole -   56’
18-11-1998 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Irlanda Qual. Euro 2000 -   46’
23-12-1998 Ramat Gan Israele   2 – 0   Jugoslavia Amichevole -     62’, 64’
10-2-1999 Ta' Qali Malta   0 – 3   Jugoslavia Qual. Euro 2000 -   70’
8-6-1999 Salonicco Jugoslavia   4 – 1   Malta Qual. Euro 2000 1
18-8-1999 Belgrado Jugoslavia   0 – 0   Croazia Qual. Euro 2000 -   62’
1-9-1999 Dublino Irlanda   2 – 1   Jugoslavia Qual. Euro 2000 -   76’
5-9-1999 Belgrado Jugoslavia   3 – 1   Macedonia Qual. Euro 2000 -   82’   90’
8-9-1999 Skopje Macedonia   2 – 4   Jugoslavia Qual. Euro 2000 -   82’
23-2-2000 Skopje Macedonia   1 – 2   Jugoslavia Amichevole -
28-3-2000 Belgrado Jugoslavia   1 – 0   Cina Amichevole -   46’
25-5-2000 Pechino Cina   0 – 2   Jugoslavia Amichevole 1   46’   57’
28-5-2000 Seul Corea del Sud   0 – 0   Jugoslavia Amichevole -   22’   46’
30-5-2000 Seongnam Corea del Sud   0 – 0   Jugoslavia Amichevole -   46’
13-6-2000 Charleroi Jugoslavia   3 – 3   Slovenia Euro 2000 - 1º turno -   52’
25-6-2000 Rotterdam Paesi Bassi   6 – 1   Jugoslavia Euro 2000 - Quarti di finale -   70’
3-9-2000 Lussemburgo Lussemburgo   0 – 2   Jugoslavia Qual. Mondiali 2002 -   70’
24-3-2001 Belgrado Jugoslavia   1 – 1   Svizzera Qual. Mondiali 2002 -   65’
15-8-2001 Belgrado Jugoslavia   2 – 0   Fær Øer Qual. Mondiali 2002 -   46’
1-9-2001 Basilea Svizzera   1 – 2   Jugoslavia Qual. Mondiali 2002 -   69’
5-9-2001 Belgrado Jugoslavia   1 – 1   Slovenia Qual. Mondiali 2002 -   77’
17-5-2002 Mosca Ucraina   2 – 0   Jugoslavia Amichevole -   46’   90+1’
19-5-2002 Mosca Russia   1 – 1
(5 – 6 dcr)
  Jugoslavia Amichevole 1   75’
21-8-2002 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina   0 – 2   Jugoslavia Amichevole 1   75’
6-9-2002 Praga Rep. Ceca   5 – 0   Jugoslavia Amichevole -   81’
12-10-2002 Napoli Italia   1 – 1   Jugoslavia Qual. Euro 2004 -   72’   73’
16-10-2002 Belgrado Jugoslavia   2 – 0   Finlandia Qual. Euro 2004 1   40’   46’
20-11-2002 Saint-Denis Francia   3 – 0   Jugoslavia Amichevole - cap.   46’
Totale Presenze 51 Reti 9

Serbia e MontenegroModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Serbia e Montenegro
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-3-2003 Kruševac Serbia e Montenegro   1 – 2   Bulgaria Amichevole 1
3-6-2003 Leicester Inghilterra   2 – 1   Serbia e Montenegro Amichevole -   82’
7-6-2003 Tampere Finlandia   3 – 0   Serbia e Montenegro Qual. Euro 2004 -   80’
11-6-2003 Baku Azerbaigian   2 – 1   Serbia e Montenegro Qual. Euro 2004 -
20-8-2003 Belgrado Serbia e Montenegro   1 – 0   Galles Qual. Euro 2004 - cap.
11-10-2003 Cardiff Galles   2 – 3   Serbia e Montenegro Qual. Euro 2004 - cap.   79’   79’
16-11-2003 Płock Polonia   4 – 3   Serbia e Montenegro Amichevole -   84’
31-3-2004 Belgrado Serbia e Montenegro   0 – 1   Norvegia Amichevole - cap.   60’
Totale Presenze 8 Reti 1

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Stella Rossa Belgrado: 1994-1995
Stella Rossa Belgrado: 1994-1995
Olympiakos: 2007-2008, 2008-2009

Competizioni internazionaliModifica

Juventus: 1999

IndividualeModifica

Juventus: 1999-2000 (10 gol)

NoteModifica

  1. ^ (EN) Real Sociedad de Fútbol - Club record in UEFA competitions, su uefa.com. URL consultato il 12 gennaio 2018.
  2. ^ Lodovico Maradei, Juve, ci pensa Kovacevic, in La Gazzetta dello Sport, 10 aprile 2000.
  3. ^ La nuova Serie A, in Calcio 2000, supplemento al n. 22, agosto 1999, p. 41.
  4. ^ Tanti auguri a...Darko Kovacevic!, su Calciomercato.com | Tutte le news sul calcio in tempo reale. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  5. ^ M. Guidi, Il Topone Moreno e mr. 90 miliardi Mendieta. Ma Sorondo... Il peggio del mercato 2001-'02, in La Gazzetta dello Sport, 18 luglio 2019. URL consultato il 19 luglio 2019.
  6. ^ La Lazio vende Kovacevic al Real Sociedad - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  7. ^ Giuseppe Mazza, Juventus, ti ricordi Darko Kovacevic?, su CalcioWeb, 20 febbraio 2013. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  8. ^ La Lazio s'arrende sul più bello vince l'Olympiacos, e con merito - Serie B - Calcio - Sport - Repubblica.it, su www.repubblica.it. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  9. ^ UEFA.com, UEFA Champions League - Lazio-Olympiacos, su UEFA.com. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  10. ^ (EN) Chelsea 3-0 Olympiakos (agg 3-0), 5 marzo 2008. URL consultato l'11 gennaio 2019.
  11. ^ Kovacevic operato al cuore, su it.eurosport.com, 13 gennaio 2009.
  12. ^ Raimondo De Magistris, Olympiakos, missione spagnola per Kovacevic: Bravo è l'obiettivo, su tuttomercatoweb.com, 20 ottobre 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica