Apri il menu principale

David Bret

scrittore e giornalista francese

BiografiaModifica

Nato a Parigi, in Francia, nel 1954, David Bret è stato adottato da una coppia inglese e cresciuto a Wath-upon-Dearne, South Yorkshire. Ha lavorato per diversi anni nel commercio al dettaglio, poi come amministratore con il NHS e come cantante. Ha poi iniziato a scrivere le biografie per cui è maggiormente conosciuto. Sposò Jeanne Elliss nell'ottobre 1972, dalla quale ebbe un figlio, Marleau, nato nell'ottobre 1973. Vive nello West Yorkshire, Inghilterra. Bret ha anche scritto articoli per molti giornali e riviste ed ha insegnato presso l'Università di Chicago.

OpereModifica

  • The Piaf Legend (1988)
  • The Mistinguett Legend (1990)
  • Maurice Chevalier: Up on Top of a Rainbow (1992)
  • Marlene My Friend: An Intimate Biography (1993)
  • Morrissey: Landscapes of the Mind (1994)
  • Gracie Fields: The Authorized Biography (1995, reprinted 2010)
  • Freddie Mercury Story: Living on the Edge (1996)
  • Tallulah Bankhead: A Scandalous Life (1996)
  • Maria Callas: The Tigress and the Lamb (1998)
  • Piaf: A Passionate Life (1999)
  • George Formby: A Troubled Genius (1999)[1]
  • Valentino: A Dream of Desire (1998)
  • Barbra Streisand (2000)
  • Errol Flynn: Satan's Angel (2000)
  • Elvis: The Hollywood Years (2002)
  • Rock Hudson (2004)
  • Morrissey: Scandal and Passion (2004)
  • Joan Crawford: Hollywood Martyr (2006)
  • Clark Gable: Tormented Star (2007)
  • Doris Day: Reluctant Star (2008)
  • Jean Harlow: Tarnished Angel (2009)
  • Trailblazers: Gram Parsons, Nick Drake & Jeff Buckley (2009)
  • Diana Dors: Hurricane in Mink (2010)

NoteModifica

  1. ^ Book review: George Formby by David Bret, The Guardian, 24 novembre 2001.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Sito ufficiale, su davidbret.co.uk. URL consultato il 25 maggio 2011 (archiviato dall'url originale il 14 maggio 2011).
  • (EN) David Bret su Futermanrose.co.uk
  • (EN) David Bret[collegamento interrotto] su Bookrags.com
Controllo di autoritàVIAF (EN69091785 · ISNI (EN0000 0001 1768 7900 · LCCN (ENnr88012270 · GND (DE1112092366 · BNF (FRcb13534871r (data) · WorldCat Identities (ENnr88-012270