Apri il menu principale
David Ermini
David Ermini daticamera 2018.jpg

Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura
In carica
Inizio mandato 27 settembre 2018
Presidente Sergio Mattarella
Predecessore Giovanni Legnini

Componente del Consiglio Superiore della Magistratura
In carica
Inizio mandato 19 luglio 2018

Deputato della Repubblica Italiana
Durata mandato 15 marzo 2013 –
25 settembre 2018
Legislature XVII, XVIII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione Toscana
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico (dal 2007), autosospeso
Precedenti:
DC (fino al 1994)
PPI (1994-2002)
DL (2002-2007)
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Università Università degli Studi di Firenze
Professione Avvocato

David Ermini (Figline Valdarno, 1º novembre 1959) è un politico e avvocato italiano.

BiografiaModifica

In gioventù è giornalista pubblicista e scrive su giornali parrocchiali.[1] È sposato e ha due figli.[2]

Si diploma al liceo classico di Figline Valdarno[3]. Dopo la laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Firenze, con una tesi sul diritto di voto dei cittadini italiani residenti all'estero[3], esercita la professione di avvocato penalista[2], con uno studio situato a Figline Valdarno[4]. Ha anche svolto funzioni di magistrato onorario presso il tribunale di Firenze e ha fatto il giudice sportivo per la Federazione italiana gioco calcio[2].

È stato consigliere comunale a Figline Valdarno tra il 1980 ed il 1985 e tra il 2001 e il 2006[3].

È stato capogruppo della Margherita in Provincia a Firenze durante la presidenza di Matteo Renzi[2] tra il 2004 e il 2009[3].

È stato presidente del consiglio provinciale di Firenze tra il 2009 e il 2013[3].

Elezione a deputatoModifica

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto deputato della XVII legislatura della Repubblica Italiana nella circoscrizione XII Toscana per il Partito Democratico.

Il 16 settembre 2014 viene nominato Responsabile nazionale del PD con delega alla Giustizia nella seconda Segreteria di Matteo Renzi.

Dal 31 luglio 2015 è Commissario regionale del PD Liguria con il compito di svolgere le funzioni proprie del Segretario regionale sino all'elezione del nuovo Segretario.[5][6] Il 18 marzo 2017 lascia il posto al nuovo eletto Vito Vattuone.

Alle elezioni politiche del 2018 viene rieletto deputato.

Vicepresidente del CSMModifica

Il 19 luglio 2018 viene eletto dal Parlamento in seduta comune membro laico del Consiglio Superiore della Magistratura;[7] per tale motivo il 25 settembre 2018 si dimette per incompatibilità dalla carica di deputato, gli subentra Umberto Buratti.[8]

Il 27 settembre viene eletto vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura e si autosospende dal Partito Democratico.

NoteModifica

  1. ^ Dichiarazione di Ermini nella trasmissione Virus - Il contagio delle idee su Raidue del 5 maggio 2016
  2. ^ a b c d David Ermini | Partito Democratico, su partitodemocratico.it. URL consultato il 15 settembre 2016.
  3. ^ a b c d e Ermini | PD - Gruppo della Camera, su www.deputatipd.it. URL consultato il 15 settembre 2016.
  4. ^ David Ermini, su http://avvocati.professionistifirenze.com/. URL consultato il 5 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 giugno 2016).
  5. ^ Renzi sceglie David Ermini per commissariare il Pd ligure, su Repubblica.it. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  6. ^ Pd, ora è ufficiale: Ermini commissario ligure, su Repubblica.it. URL consultato il 19 ottobre 2015.
  7. ^ David Ermini vola al Csm al suo posto alla Camera Umberto Buratti - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 23 settembre 2018.
  8. ^ David Ermini vola al Csm al suo posto alla Camera Umberto Buratti - la Repubblica.it, in Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 25 settembre 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica