Apri il menu principale
David Pizarro
David Pizarro Footballteam of Chile - Spain vs. Chile, 10th September 2013 (cropped).jpg
Pizarro con la maglia del Cile nel 2013.
Nazionalità Cile Cile
Altezza 168 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2 dicembre 2018 - giocatore
Carriera
Giovanili
199?-1997 Santiago Wanderers
Squadre di club1
1997-1999Santiago Wanderers41 (3)
1999-2001Udinese9 (0)
2001Universidad de Chile6 (1)
2001-2005Udinese117 (14)
2005-2006Inter24 (1)
2006-2012Roma148 (9)
2012Manchester City5 (0)
2012-2015Fiorentina83 (4)
2015-2016Santiago Wanderers9 (0)
2017-2018Universidad de Chile23 (2)
Nazionale
1999Cile Cile U-20? (?)
1999-2015 Cile Cile 46 (2)
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Oro Cile 2015
Olympic flag.svg Olimpiadi
Bronzo Sydney 2000
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 gennaio 2017

David Marcelo Pizarro Cortés (Valparaíso, 11 settembre 1979) è un ex calciatore cileno, di ruolo centrocampista.

È soprannominato El Pek, diminutivo del termine spagnolo pequeño (in italiano piccolo).[1]

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

Era un regista davanti alla difesa, dotato di una ottima tecnica individuale, esperto in lanci di lunga-media distanza, controllo e difesa della palla, era dotato di un fisico possente nonostante l'altezza.[2] Era ostinato nella gestione della palla, caratteristica che talvolta lo portava a rischiare il possesso anche in zone del campo "pericolose", era solito attendere il diretto avversario per poi eluderlo con un dribbling in modo da creare la superiorità numerica per l'avanzata centrale palla al piede o il lancio lungo. Calciatore dall'intelligenza e visione di gioco superiore alla media.

CarrieraModifica

ClubModifica

Gli esordi in Cile e l'arrivo all'UdineseModifica

Cresciuto in patria, arriva in Italia nella stagione 1999-2000, la prima con la maglia dell'Udinese, esordendo in Serie A il 29 agosto 1999 alla prima giornata in Venezia-Udinese 1-1 subentrando all'80' al posto di Andrea Sottil. Pur nascendo come trequartista viene "reinventato" regista . Finirà la stagione con un totale di 5 presenze.

Nella successiva stagione collezionerà solo altre 4 presenze in Serie A ma, dopo un breve ritorno in patria all'Universidad de Chile, sarà la stagione 2001-02 a consacrare El Pek. Alla fine conterà ben 31 presenze corredate da 2 gol, il primo dei quali, quello assoluto in Serie A, il 23 settembre 2001 contro il Perugia al Renato Curi, dove mette a segno il gol della vittoria per 2-1. Nelle successive stagioni avrà modo, con la maglia dei Friulani, di mettersi in mostra anche sotto la guida di Luciano Spalletti.

InterModifica

Nel luglio 2005, dopo sei stagioni in bianconero, passa all'Inter per 12 milioni di € più la metà del cartellino di Goran Pandev. Nella sua unica stagione in nerazzurro vincerà la Supercoppa di lega, la Coppa Italia e lo scudetto, assegnato alla società milanese dopo i fatti di Calciopoli. Con l'Inter ha segnato tre gol: in campionato il 18 dicembre 2005 nella partita vinta 4-0 contro la Reggina, in UEFA Champions League contro i Rangers Glasgow e in Coppa Italia contro l'Udinese.

RomaModifica

Il 19 agosto 2006 accetta il trasferimento in comproprietà alla Roma per la cifra di 6,5 milioni di euro,[3] dove ritrova in panchina il suo vecchio mister Luciano Spalletti. Il suo primo gol in giallorosso risale al 17 settembre 2006, seconda giornata di campionato, contro il Siena. Nella sua prima stagione tra le file dei giallorossi, contribuisce al percorso della Roma in Champions League che, dopo 23 anni, riesce a raggiungere i quarti di finale, dove viene sconfitta nel doppio confronto contro il Manchester United (2-1) e (1-7). Nello stesso anno vince la Coppa Italia battendo in finale l'Inter. Alla fine della stagione 2006-2007 la Roma riscatta per altri 5,75 milioni di euro[4] la metà del cartellino ancora di proprietà dell'Inter. Alla sua seconda stagione, il 19 agosto 2007 vince la Supercoppa Italiana, battendo ancora l'Inter, sempre a San Siro, per 1-0. In Champions League, dopo aver superato il girone eliminatorio con un secondo posto alle spalle del Manchester United, la Roma riesce nell'impresa di eliminare agli ottavi il Real Madrid vincendo in Spagna nello stadio delle "merengues": il Santiago Bernabéu. David contribuisce al passaggio del turno siglando il gol del pareggio nella partita di andata a Roma, terminata poi col punteggio di 2-1. In campionato, dopo una fase di appannamento, dovuto ad un infortunio durante la preparazione estiva, riesce a recuperare una buona brillantezza fisica che lo porta a riprendersi la regia del centrocampo romanista, dispensando ottime prestazioni coronate da importantissimi assist per i compagni. Il 1º febbraio 2009, in occasione della gara Reggina-Roma (2-2), realizza la sua prima doppietta in maglia giallorossa.[5] Il 29 ottobre 2009 prolunga il proprio contratto con la Roma fino al 30 giugno 2013, per un compenso lordo di 3,2 milioni di euro a stagione.[6] Il 6 febbraio 2011 sigla il gol del 2-1 al Via del Mare di Lecce.

Manchester CityModifica

 
Pizarro con la maglia del Manchester City

Il 31 gennaio 2012 passa al Manchester City del suo ex allenatore ai tempi dell'Inter Roberto Mancini, con la formula del prestito secco.[7][8] Segna il suo primo gol con gli inglesi, nel match dei sedicesimi di Europa League del 22 febbraio contro il Porto, partita che finirà 4-0 sancendo il passaggio del turno della sua squadra.[9] Il 13 maggio,[10] grazie alla vittoria per 3-2 contro il Queens Park Rangers, si aggiudica con la sua squadra il titolo di Premier League.[11]

FiorentinaModifica

Dopo aver rescisso il contratto con la Roma,[12] il 9 agosto 2012 si trasferisce alla Fiorentina,[13] con cui firma un contratto biennale[14] a 750.000 euro all'anno. Esordisce in maglia viola il 18 agosto nella gara di Coppa Italia Fiorentina-Novara 2-0.[15]. Segna il suo primo gol in maglia viola il 16 dicembre nella gara di campionato Fiorentina-Siena 4-1, realizzando un calcio di rigore e dedicandolo alla sorella morta pochi giorni prima.[16] Il 7 aprile va a segno regalando il pareggio nella partita contro il Milan. Inizia la nuova stagione 2013-2014 al meglio, segnando nella prima giornata il gol del definitivo 2-1 al Franchi contro il Catania. Dopo una lunga trattativa per il rinnovo ed essere rimasto svincolato per alcuni giorni,[17][18] a luglio decide di rinnovare per un altro anno con la Fiorentina.[19]

Ritorno in Cile e ritiroModifica

Il 21 luglio 2015 firma un contratto annuale con i cileni dei Santiago Wanderers, facendo così ritorno in patria dopo 16 anni.[20] La prima stagione è costellata da infortuni e si rivela la peggiore della sua carriera giocando solo 9 partite; rinnova quindi il contratto per un solo semestre ma durante la seconda stagione resta a sorpresa svincolato e torna invano in Italia cercando un nuovo contratto come calciatore.[21]

Dopo sei mesi torna in patria e nel gennaio 2017 viene annunciato il suo ingaggio da parte dell'Universidad de Chile, altro club dove aveva già giocato, con cui si laurea per la prima volta campione del Cile vincendo il Torneo de Clausura della Primera División 2016-2017.[22]

Il 30 novembre 2018 annuncia il ritiro dal calcio giocato all'età di 39 anni due giorni prima della sua ultima partita contro il Curicò.[23]

NazionaleModifica

Conta 46 presenze e 2 reti nella Nazionale cilena. Debutta in nazionale il 17 febbraio 1999 nell'amichevole contro il Guatemala, con la formazione olimpica ha vinto una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Sydney 2000. Si è inizialmente ritirato dalla Nazionale nell'ottobre 2005, dopo la mancata qualificazione del Cile ai Mondiali 2006.[24]

Nel giugno 2013 viene convocato nuovamente in Nazionale a distanza di quasi otto anni, per gli incontri di qualificazione ai mondiali 2014 di giugno.[25]

Il 5 luglio 2015 vince la Coppa America.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 18 gennaio 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1997   Santiago Wanderers PD 18 0 - - - - - - - - - 18 0
1998 PD 23 3 - - - - - - - - - 23 3
1999 PD 0 0 - - - - - - - - - 0 0
1999-2000   Udinese A 5 0 CI 2 0 CU - - - - - 7 0
2000-2001 A 4 0 CI 1 0 CU - - - - - 5 0
2001   Universidad de Chile PD 6 1 - - - CL 2 2 - - - 8 3
2001-2002   Udinese A 31 2 CI 4 1 - - - - - - 35 3
2002-2003 A 33 7 CI 1 1 CU - - - - - 34 8
2003-2004 A 19 3 CI 1 0 CU 2 0 - - - 22 3
2004-2005 A 34 2 CI 4 0 CU 2 0 - - - 40 2
Totale Udinese 126 14 13 2 4 0 143 16
2005-2006   Inter A 24 1 CI 7 1 UCL 8 1 SI 1 0 40 3
2006-2007   Roma A 32 1 CI 7 3 UCL 7 1 SI 0 0 46 5
2007-2008 A 31 3 CI 5 0 UCL 10 2 SI 0 0 46 5
2008-2009 A 25 2 CI 1 0 UCL 7 0 SI 1 0 34 2
2009-2010 A 31 2 CI 4 0 UEL 11 1 - - 46 3
2010-2011 A 22 1 CI 2 0 UCL 5 0 SI 1 0 30 1
2011-gen. 2012 A 7 0 CI 0 0 UEL 0 0 - - - 7 0
Totale Roma 148 9 19 3 40 4 2 0 209 16
gen.-giu. 2012   Manchester City PL 5 0 FACup+CdL - - UEL 2 1 - - - 7 1
2012-2013   Fiorentina A 29 3 CI 2 0 - - - - - - 31 3
2013-2014 A 28 1 CI 6 0 UEL 9 0 - - - 43 1
2014-2015 A 26 0 CI 1 0 UEL 10 0 - - - 37 0
Totale Fiorentina 83 4 9 0 19 0 - - 111 4
2015-2016   Santiago Wanderers PD 9 0 - - - - - - - - - 9 0
Totale Santiago Wanderers 50 3 50 3
Totale carriera 442 32 48 6 75 8 3 0 568 46

Cronologia presenze e reti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Cile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
17-2-1999 Città del Guatemala Guatemala   1 – 1   Cile Amichevole -   30’
21-2-1999 Fort Lauderdale Stati Uniti   2 – 1   Cile Amichevole -
28-4-1999 Cochabamba Bolivia   1 – 1   Cile Amichevole 1   68’
29-5-1999 Concepción Cile   3 – 0   Costa Rica Amichevole -   80’
20-6-1999 Santiago del Cile Cile   1 – 0   Bolivia Amichevole -   56’
23-6-1999 Santiago del Cile Cile   0 – 0   Ecuador Amichevole -   68’
30-6-1999 Ciudad del Este Cile   1 – 0   Messico Coppa America 1999 - 1º turno -   65’
11-7-1999 Luque Cile   3 – 2   Colombia Coppa America 1999 - Quarti di Finale -   65’
13-7-1999 Asunción Uruguay   1 – 1 dts
(5-3 dcr)
  Cile Coppa America 1999 - Semifinale -   73’
12-2-2000 Valparaíso Cile   3 – 2   Bulgaria Amichevole -   63’
15-2-2000 Valparaíso Cile   0 – 2   Slovacchia Amichevole -   30’   55’
22-3-2000 Santiago del Cile Cile   5 – 2   Honduras Amichevole 1   58’
29-3-2000 Buenos Aires Argentina   4 – 1   Cile Qual. Mondiali 2002 -   70’
26-4-2000 Santiago del Cile Cile   1 – 1   Perù Qual. Mondiali 2002 -   58’
29-6-2000 Santiago del Cile Cile   3 – 1   Paraguay Qual. Mondiali 2002 -   68’
19-7-2000 La Paz Bolivia   1 – 0   Cile Qual. Mondiali 2002 -   72’
25-7-2000 San Cristóbal Venezuela   0 – 2   Cile Qual. Mondiali 2002 -   66’
15-8-2000 Santiago del Cile Cile   3 – 0   Brasile Qual. Mondiali 2002 -   13’
8-10-2000 Quito Ecuador   1 – 0   Cile Qual. Mondiali 2002 -   82’
15-11-2000 Santiago del Cile Cile   0 – 2   Argentina Qual. Mondiali 2002 -   30’
7-10-2001 Curitiba Brasile   2 – 0   Cile Qual. Mondiali 2002 -   83’
30-3-2003 Santiago del Cile Cile   2 – 0   Perù Amichevole -   71’
9-9-2003 Santiago del Cile Cile   2 – 1   Perù Qual. Mondiali 2006 -   46’
18-11-2003 Santiago del Cile Cile   0 – 1   Paraguay Qual. Mondiali 2006 -
1-6-2004 San Cristóbal Venezuela   0 – 1   Cile Qual. Mondiali 2006 -   79’
6-6-2004 Santiago del Cile Cile   1 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2006 -
5-9-2004 Santiago del Cile Cile   0 – 0   Colombia Qual. Mondiali 2006 -   59’
18-11-2004 Lima Perù   2 – 1   Cile Qual. Mondiali 2006 -
9-2-2005 Viña del Mar Cile   3 – 0   Ecuador Amichevole -
26-3-2005 Santiago del Cile Cile   1 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 2006 -
30-3-2005 Asunción Paraguay   2 – 1   Cile Qual. Mondiali 2006 -   53’
4-6-2005 Santiago del Cile Cile   3 – 1   Bolivia Amichevole -
8-6-2005 Santiago del Cile Cile   2 – 1   Venezuela Qual. Mondiali 2006 -   88’
4-9-2005 Brasilia Brasile   5 – 0   Cile Qual. Mondiali 2006 -
8-10-2005 Barranquilla Colombia   1 – 1   Cile Qual. Mondiali 2006 -
12-10-2005 Santiago del Cile Cile   0 – 0   Ecuador Qual. Mondiali 2006 -
11-6-2013 Santiago del Cile Cile   3 – 1   Bolivia Qual. Mondiali 2014 -
14-8-2013 Brøndby Cile   6 – 0   Iraq Amichevole -   68’
6-9-2013 Santiago del Cile Cile   3 – 0   Venezuela Qual. Mondiali 2014 -   57’  93’
10-9-2013 Ginevra Spagna   2 – 2   Cile Amichevole -   46’
26-3-2015 Sankt Pölten Iran   2 – 0   Cile Amichevole -   63’
5-6-2015 Viña del Mar Cile   1 – 0   El Salvador Amichevole -   46’
11-6-2015 Santiago del Cile Cile   2 – 0   Ecuador Coppa America 2015 - 1º turno -   83’
19-6-2015 Santiago del Cile Cile   5 – 0   Bolivia Coppa America 2015 - 1º Turno -   69’
24-6-2015 Santiago del Cile Cile   1 – 0   Uruguay Coppa America 2015 - Quarti di finale -   85’
29-6-2015 Santiago del Cile Cile   2 – 1   Perù Coppa America 2015 - Semifinale -   46’
Totale Presenze 46 Reti 2

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Pizarro, Roma poi Cile: il Pek tra calcio e sociale asromalive.com
  2. ^ Pizarro così piccolo, così immenso, su laroma24.it.
  3. ^ Comunicato ufficiale A.S. Roma S.p.A. - Acquisizione a titolo definito con accordi di partecipazione del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Pizarro Cortes David Marcelo (PDF), asroma.it, 19 agosto 2006.
  4. ^ Comunicato ufficiale A.S. Roma S.p.A. - Risoluzione consensuale a favore di A.S. Roma dell'accordo di partecipazione relativo al calciatore Pizarro Cortes David Marcelo (PDF), asroma.it, 20 giugno 2007.
  5. ^ Super Pizarro non basta alla Roma, repubblica.it, 1º febbraio 2009.
  6. ^ Comunicato ufficiale A.S. Roma S.p.A. - Prolungato il contratto economico per le prestazioni sportive del calciatore David Marcelo Pizarro Cortes (PDF)[collegamento interrotto], asroma.it, 29 ottobre 2009.
  7. ^ Pizarro joins City on loan from Roma, mcfc.co.uk/, 31 gennaio 2012.
  8. ^ Operazioni di mercato del 31 gennaio (PDF), asroma.it, 31 gennaio 2012. URL consultato il 6 febbraio 2012.
  9. ^ Europa League: Manchester City-Porto 4-0, ansa.it, 23 febbraio 2012.
  10. ^ Mancini vince la Premier su assist di Balotelli.
  11. ^ Pazzesco Manchester City:Campione con un gol al 94'!, in Gazzetta.it, 13 aprile 2012. URL consultato il 17 maggio 2012.
  12. ^ Pizarro è pronto a vestire la maglia viola: rescisso il contratto con la Roma, a breve le visite mediche con la Fiorentina goal.com
  13. ^ DAVID PIZARRO È UN GIOCATORE DELLA FIORENTINA violachannel.tv
  14. ^ Ufficiale, per David Pizarro sono due gli anni di contratto in viola fiorentina.it
  15. ^ Coppa Italia / Fiorentina - Novara Archiviato il 19 aprile 2013 in Archive.is. violachannel.tv
  16. ^ Stagione 2012-13 - 17ª Giornata legaseriea.it
  17. ^ Mercato Milan – Nel mirino Vargas e Pizarro della Fiorentina: si svincolano a giugno
  18. ^ Pizarro sicuro: "Voglio giocare ancora in Italia. Poi..."
  19. ^ UFFICIALE - Pizarro rinnova con la Viola goal.com
  20. ^ (ES) Vuelve la Magia: David Pizarro firmò con Santiago Wanderers, in santiagowanderers.cl, 21 luglio 2015. URL consultato il 22 luglio 2015.
  21. ^ Calciomercato Pescara, no di Pizarro. Si torna su Gnoukouri. URL consultato il 15 dicembre 2017.
  22. ^ (ES) Llegó la 18: la 'U' superó a San Luis y se titula como campeón del torneo de Clausura, su biobiochile.cl.
  23. ^ David Pizarro annuncia ritiro dal calcio: in Italia con Roma e Inter, su sport.sky.it.
  24. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 27 (2010-2011), Panini, 5 novembre 2012, p. 105.
  25. ^ Pizarro torna in nazionale. Convocato dal Cile insieme a Mati Fernandez fiorentina.it

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica