Apri il menu principale

David Villa

calciatore e dirigente sportivo spagnolo
David Villa
Spain-Tahiti, Confederations Cup 2013 (02) (Villa crop).jpg
David Villa con la nazionale spagnola nel 2013
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 175[1] cm
Peso 78[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Vissel Kobe
Carriera
Giovanili
1991-1999Langreo
Squadre di club1
1999-2002Sporting Gijón B66 (26)
2000-2003Sporting Gijón80 (38)
2003-2005Real Saragozza73 (32)
2005-2010Valencia166 (108)
2010-2013Barcellona77 (33)
2013-2014Atlético Madrid36 (13)
2014Melbourne City4 (2)
2014-2018New York City117 (77)[2]
2018-Vissel Kobe23 (12)
Nazionale
2000-2003Spagna Spagna U-2117 (11)
2005-2017Spagna Spagna98 (59)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Sudafrica 2010
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Oro Austria-Svizzera 2008
Transparent.png Confederations Cup
Bronzo Sudafrica 2009
Argento Brasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 2 novembre 2019

David Villa Sánchez (Langreo, 3 dicembre 1981) è un calciatore spagnolo, di ruolo attaccante.

Durante la sua carriera, ha vinto 3 campionati spagnoli (2011, 2013 e 2014), 3 Coppe di Spagna (2004, 2008 e 2012), 3 Supercoppe spagnole (2004, 2010 e 2011), 1 Champions League (2011), 1 Supercoppa UEFA (2011) e 1 Mondiale per club (2011).

Soprannominato El Guaje (in asturiano "il bambino"),[3] con la maglia della nazionale spagnola si è laureato prima campione d'Europa nel 2008 e poi campione del mondo nel 2010. È stato il capocannoniere dell'Europeo 2008 con 4 gol e ai Mondiali del 2010 ha vinto la Scarpa d'argento (5 gol) e il Pallone di bronzo. È inoltre il miglior marcatore di sempre della Nazionale spagnola[4] con 59 reti. Con la Roja è stato inserito anche nel migliore undici di Euro 2008 e del Mondiale 2010.

Ha vinto per ben quattro volte il Trofeo Zarra, tutti ai tempi in cui vestiva la maglia del Valencia (nella stagione 2005-2006, quando realizzò 25 gol, nel 2006-2007 quando segnò 16 gol, nella stagione 2008-2009 con 28 gol e nel 2009-2010 con 21 gol). È primatista di reti con la maglia del Valencia (17)[5] nelle competizioni UEFA per club.

Caratteristiche tecnicheModifica

Ricopre spesso il ruolo di prima o seconda punta, ma può essere utilizzato anche come ala.

Emilio Butragueño ha detto di lui: «Villa è un giocatore completissimo: può giocare sia da prima che da seconda punta, è in possesso di visione di gioco, di tecnica, e in area è distruttivo. È veloce, ma fisicamente non è un portento».[6] Secondo Santillana, altro ex attaccante del Real, Villa non è un centravanti in senso classico, ma un attaccante «straordinario tecnicamente, molto veloce e mobile».[6]

CarrieraModifica

ClubModifica

IniziModifica

Comincia la carriera professionistica nella sua terra, nelle file dello Sporting Gijon, squadra della seconda divisione spagnola. Nella stagione 2000-2001 scende in campo una sola volta, mentre l'anno successivo totalizza 40 presenze e realizza 18 reti. Nel 2003 segna 20 gol in 39 partite e successivamente passa al Saragozza in Primera División.

Nelle due successive stagioni conquista una Coppa del Re, con 38 partite e 17 gol nel 2004 e 35 partite e 15 gol nel 2005.

ValenciaModifica

 
David Villa batte un calcio di rigore.

Il 22 giugno 2005 il Valencia lo mette sotto contratto per la stagione 2005-2006 pagando al Zaragoza i 12 milioni di euro più IVA della clausola rescissoria.[7] Alla prima stagione realizza 25 reti in 35 partite[8] (6 su calcio di rigore) e arriva ad un passo dal titolo di Pichichi, vinto da Samuel Eto'o. Segna la sua prima tripletta con il Valencia il 23 aprile 2006 contro l'Athletic Bilbao (dall'80' all'85'). Nella stagione successiva realizza 15 gol in 36 presenze di campionato,[9] mettendo a segno al contempo 5 reti in Champions League (turni preliminari compresi), compresa quella da calcio di punizione nell'andata degli ottavi di finale contro l'Inter.

Alla sua centesima presenza con il Valencia, l'11 maggio 2008, realizza una tripletta contro il Levante (rispettivamente 54º, 55º e 56º gol per il club).[10] Chiuderà la stagione 2007-2008 con 18 reti all'attivo in 28 gare giocate.[11]

Nella Liga 2008-2009 stabilisce il proprio record personale realizzando 28 reti in 33 gare piazzandosi solo terzo nella classifica marcatori, superato da Diego Forlán, autore di 32 reti, e da Samuel Eto'o, a quota 30.[6] Con le 28 reti eguaglia anche il record fatto registrare da Mario Kempes nel 1977-1978 quale miglior realizzatore in una stagione della Liga con la maglia del Valencia.

BarcellonaModifica

 
David Villa alla presentazione con la maglia del Barcellona.

Il 19 maggio 2010 viene ufficializzato il passaggio di Villa dal Valencia al Barcellona per circa 40 milioni di euro.[12] Fa la sua prima apparizione ufficiale stagionale con i blaugrana nella partita di ritorno della finale della Supercoppa di Spagna al Camp Nou contro il Siviglia dove la squadra catalana ribalta la situazione di svantaggio di 3-1 con un 4-0.[13]

Il 29 agosto 2010 gioca la sua prima partita nella Liga col Barcellona contro il Racing Santander, mettendo a segno il gol del definitivo 3-0.[14] Il 14 settembre debutta in Champions League segnando un gol contro il Panathinaikos[15] Segna una doppietta il 31 ottobre contro il Siviglia contribuendo alla vittoria finale per 5-0. Il 27 dicembre viene eletto "Atleta maschile dell'anno" dalla United States Sports Academy superando Rafael Nadal e il precedente vincitore Manny Pacquiao.[16] Il 28 maggio segna il terzo gol nella finale di UEFA Champions League contro il Manchester United finita 3-1 per i catalani.[17] Finisce la stagione con 24 gol segnati in 52 partite (secondo marcatore del Barcellona dopo Lionel Messi), vincendo la sua prima Liga, la sua prima UEFA Champions League e la seconda Supercoppa di Spagna.

Il 14 agosto 2011 segna la sua prima rete della nuova stagione al Bernabéu nella finale d'andata della Supercoppa di Spagna, finita 2-2. Vincendo 3-2 la partita di ritorno, la Supercoppa va al Barcellona.[18] Il 26 agosto vince la Supercoppa UEFA contro il Porto (2-0).[19] Il 17 settembre realizza una doppietta in campionato nell'8-0 casalingo contro l'Osasuna;[20] con questi due gol subiti la squadra di Pamplona diventa il bersaglio preferito di Villa nel campionato spagnolo, avendo incassato da lui 13 gol.[21] Il 15 dicembre, durante il primo tempo della semifinale del Mondiale per Club contro l'Al-Sadd, riporta la frattura della tibia della gamba sinistra[22] che lo costringerà a saltare la restante parte della stagione e gli impedirà di prendere parte ai Campionato europeo di calcio 2012 in Polonia e Ucraina.[23]

Il 19 agosto 2012, dopo un'inattività di circa sette mesi, torna in campo nella prima giornata della Liga 2012-2013 subentrando al 74' a Pedro nel match d'esordio del Barcellona contro la Real Sociedad e realizzando la rete del definitivo 5-1.[24]

Atletico MadridModifica

 
David Villa esulta dopo un gol segnato con la maglia dell'Atlético Madrid.

L'8 luglio del 2013 passa all'Atlético Madrid per circa 5 milioni di euro, oltre al versamento nelle casse del Barcellona del 50% del ricavo ottenuto dall'eventuale vendita del giocatore; firma un contratto triennale da 5 milioni a stagione.[25] Realizza la sua prima rete in biancorosso il 21 agosto seguente, nell'andata di Supercoppa spagnola, segnando il gol del momentaneo 1-1, proprio contro i Blaugrana, grazie a un tiro di destro al volo.[26] Segna la sua prima marcatura in campionato con la nuova maglia nell'incontro esterno vinto per 1-2 contro la Real Sociedad,[27] per poi ripetersi, la settimana successiva, al Calderón, ai danni dell'Almeria.[28] Sarà autore della prima doppietta stagionale il 27 ottobre nell'incontro casalingo vinto 5-2 contro il Betis. Il 17 maggio 2014 vince per la terza volta in carriera la Liga, grazie all'1-1 rimediato nello scontro diretto al Camp Nou di Barcellona, che vedrà, di conseguenza, i Colchoneros campioni di Spagna dopo diciotto anni.[29][30]

Termina la stagione, dunque, con 36 presenze e 13 gol realizzati in campionato, di cui gli ultimi datati 8 marzo 2014, nello 0-2 di Vigo. In Champions League raggiungerà con i biancorossi la finale, da cui ne uscirà sconfitto, per merito del Real Madrid.[31]

New York City e prestito al Melbourne CityModifica

Il 2 giugno 2014 viene ufficializzato il suo passaggio a parametro zero al New York City, neonata formazione statunitense che dal 2015 giocherà nella Major League Soccer, con cui firma un contratto triennale.[32]

Il 5 giugno viene annunciato che, per mantenere la condizione in attesa dell'esordio in MLS nel 2015, dal 1º ottobre fino al 31 dicembre verrà girato in prestito alla squadra australiana del Melbourne City.[33][34] Con la squadra australiana disputa solo 4 partite (con due gol all'attivo) invece delle 10 previste al momento del prestito e, dopo il match contro l'Adelaide United del 31 ottobre, torna a New York per partecipare ad alcune campagne pubblicitarie in vista dell'esordio della squadra in MLS.[35][36]

Fa il suo esordio con la maglia del New York City l'8 marzo 2015, nel pareggio per 1-1 sul campo dell'Orlando City.[37] Il 15 aprile seguente realizza la sua prima rete in MLS nella partita vinta per 2-0 contro i New England Revolution.[38] È stato il primo giocatore del club a segnare un gol in gare ufficiali, il primo storico capitano, il primo a segnare allo Yankee Stadium e con 80 gol segnati in quattro stagioni di MLS è il miglior marcatore di sempre nella storia dei New York. Il 28 novembre 2018 decide di lasciare il club.[39]

Vissel KobeModifica

Il 1º dicembre 2018 il Vissel Kobe, club giapponese, annuncia di aver ingaggiato David Villa che conferma a sua volta il trasferimento, con un annuncio sulle sue reti sociali.[40] Il 13 novembre 2019 annuncia il suo ritiro dal calcio giocato al termine della stagione.[41]

NazionaleModifica

2005-2010Modifica

Debutta in nazionale il 9 febbraio 2005 in una partita vinta per 5-0 contro San Marino ad Almería, subentrando al 46° del secondo tempo. Convocato per il campionato del mondo 2006, nel torneo segna 3 reti, con doppietta all'Ucraina e un gol su calcio di rigore contro la Francia risultato inutile, poiché la Spagna perde 3-1 e si ferma agli ottavi di finale.

 
David Villa con la maglia della Spagna segna al Portogallo ai Mondiali del 2010.

Nelle qualificazioni al campionato d'Europa 2008 realizza sette reti, contribuendo al raggiungimento della fase finale della competizione. Nel giugno 2008 la squadra prende parte al torneo in Austria e Svizzera; all'esordio Villa mette subito a referto una tripletta per il 4-1 finale con cui gli iberici superano la Russia.[42] Nel secondo match, contro la Svezia, Villa segna il gol del definitivo 2-1 al 93' minuto, rete che consente alla squadra di accedere alla fase a eliminazione diretta;[43] nel quarto di finale contro l'Italia è il primo a presentarsi sul dischetto in occasione dei tiri di rigore, segnando.[44] Nella semifinale contro la Russia, infortunatosi, viene sostituito da Cesc Fàbregas[45] ed è costretto, poi, a saltare la finale del torneo, Spagna-Germania 1-0; si laurea ugualmente capocannoniere dell'Europeo con 4 reti.[46]

Viene inserito nella lista dei 23 per i Mondiali in Sudafrica. Segna tre gol nella fase a gironi e si rivela decisivo anche negli ottavi e nei quarti di finale del torneo: è infatti autore delle reti spagnole nei match giocati rispettivamente contro Portogallo e Paraguay e conclusisi entrambi sull'1-0. L'11 luglio si laurea campione del mondo con la sua nazionale. Con cinque reti realizzate si è classificato primo tra i marcatori ex aequo con Thomas Müller, Diego Forlán e Wesley Sneijder, ma la FIFA ha decretato il solo Müller capocanonniere in quanto autore del maggior numero di assist (3).

2010-2017Modifica

Il 26 marzo 2011, segnando una doppietta alla Rep. Ceca, supera Raúl e diventa il miglior realizzatore nella storia della nazionale spagnola. Il 6 settembre 2011 mette a segno un'altra doppietta nel 6-0 della Spagna contro il Liechtenstein che vale alle furie rosse la qualificazione matematica per Euro 2012.[47] In seguito all'infortunio del 15 dicembre subito con la maglia del Barcellona in semifinale del Mondiale per Club contro l'Al-Sadd, non può prendere parte all'europeo in Polonia e Ucraina.[23]

 
David Villa (in piedi), al termine della finale della Confederations Cup 2013 persa 3-0 contro il Brasile.

Viene convocato da del Bosque per la Confederations Cup edizione 2013, che si svolge in Brasile. Il 20 giugno, nella seconda gara del girone, segna una tripletta nella storica vittoria della Roja per 10-0 contro Tahiti, che è anche la vittoria più larga nella storia della nazionale iberica.[48][49][50] Impiegato a singhiozzo, salta la semifinale con l'Italia e subentra nella finale del 30 giugno al Maracanà, in cui la Spagna si arrende al Brasile perdendo 3-0.

Convocato anche per il Mondiale 2014, annuncia di volersi ritirare dalla nazionale al termine della manifestazione.[51] Gioca solo la terza partita del torneo, ormai inutile ai fini del passaggio del turno, contro l'Australia, aprendo le marcature nel 3-0 contro i Socceroos con un colpo di tacco.[52]

Viene richiamato in nazionale oltre tre anni dopo la sua ultima presenza per disputare le due partite di qualificazione al mondiale di Russia 2018, contro Italia e Liechtenstein del 2 e 5 settembre 2017.

StatisticheModifica

David Villa, tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili, ha segnato 457 gol in 892 partite con una media di 0,51 gol/partita.[53]

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 2 novembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1999-2000   Sporting Gijón B SDB 30 12 - - - - - - - - - 30 12
2000-2001 SDB 35 13 - - - - - - - - - 35 13
2001-2002 SDB 1 1 - - - - - - - - - 1 1
Totale Sporting Gijón B 66 26 - - - - - - 66 26
2000-2001   Sporting Gijón SD 1 0 - - - - - - - - - 1 0
2001-2002 SD 40 18 CR 4 2 - - - - - - 44 20
2002-2003 SD 39 20 CR 1 1 - - - - - - 40 21
Totale Sporting Gijón 80 38 5 3 - - - - 85 41
2003-2004   Real Zaragoza PD 38 17 CR 8 4 - - - - - - 46 21
2004-2005 PD 35 15 CR 1 0 CU 10 3 SS 2 0 48 18
Totale Real Saragozza 73 32 9 4 10 3 2 0 94 39
2005-2006   Valencia PD 37 25 CR 4 2 Int 6 1 - - - 47 28
2006-2007 PD 36 16 CR 2 0 UCL 11 5 - - - 49 21
2007-2008 PD 28 18 CR 6 1 UCL 7 3 - - - 41 22
2008-2009 PD 33 28 CR 3 1 CU 5 1 SS 2 1 43 31
2009-2010 PD 32 21 CR 2 0 UEL 11 7 - - - 45 28
Totale Valencia 166 108 17 4 40 17 2 1 225 130
2010-2011   Barcellona PD 34 18 CR 5 1 UCL 12 4 SS 1 0 52 23
2011-2012 PD 15 5 CR 1 0 UCL 4 3 SS+SU+Cmc 2+1+1 1+0+0 24 9
2012-2013 PD 28 10 CR 5 5 UCL 10 1 SS 0 0 43 16
Totale Barcellona 77 33 11 6 26 8 5 1 119 48
2013-2014   Atlético Madrid PD 36 13 CR 2 1 UCL 7 0 SS 2 1 47 15
2014   Melbourne City AL 4 2 FFACup - - - - - - - - 4 2
2015   New York City MLS 30 18 USOC 0 0 - - - - - - 30 18
2016 MLS 33+2[54] 23+0[54] USOC 0 0 - - - - - - 35 23
2017 MLS 31+2[54] 22+2[54] USOC 1 0 - - - - - - 34 24
2018 MLS 23+2[54] 14+1[54] USOC 1 0 - - - - - - 26 15
Totale New York City 123 80 2 0 - - - - 125 80
2019   Vissel Kobe J1 23 12 - - - - - - - - - 23 12
Totale carriera 648 342 46 18 83 28 11 3 788 393

Cronologia presenze e reti in nazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Spagna
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-2-2005 Almería Spagna   5 – 0   San Marino Qual. Mondiali 2006 -   46’
8-10-2005 Bruxelles Belgio   0 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2006 -   55’
13-10-2005 Serravalle San Marino   0 – 6   Spagna Qual. Mondiali 2006 -   58’
16-11-2005 Bratislava Slovacchia   1 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2006 1   61’
1-3-2006 Valladolid Spagna   3 – 2   Costa d'Avorio Amichevole 1
27-5-2006 Albacete Spagna   0 – 0   Russia Amichevole -   61’
3-6-2006 Elche Spagna   2 – 0   Egitto Amichevole -   46’
7-6-2006 Ginevra Spagna   2 – 1   Croazia Amichevole -   62’
14-6-2006 Lipsia Spagna   4 – 0   Ucraina Mondiali 2006 - 1º turno 2   55’
19-6-2006 Stoccarda Spagna   3 – 1   Tunisia Mondiali 2006 - 1º turno -   57’
23-6-2006 Kaiserslautern Arabia Saudita   0 – 1   Spagna Mondiali 2006 - 1º turno -   46’
27-6-2006 Hannover Spagna   1 – 3   Francia Mondiali 2006 - Ottavi di finale 1   54’
15-8-2006 Reykjavík Islanda   0 – 0   Spagna Amichevole -
2-9-2006 Badajoz Spagna   4 – 0   Liechtenstein Qual. Euro 2008 2   41’ -   62’
6-9-2006 Belfast Irlanda del Nord   3 – 2   Spagna Qual. Euro 2008 1
7-10-2006 Solna Svezia   2 – 0   Spagna Qual. Euro 2008 -
11-10-2006 Murcia Spagna   2 – 1   Argentina Amichevole 1   90’
15-11-2006 Cadice Spagna   0 – 1   Romania Amichevole -
7-2-2007 Manchester Inghilterra   0 – 1   Spagna Amichevole -   75’
24-3-2007 Madrid Spagna   2 – 1   Danimarca Qual. Euro 2008 1   76’
28-3-2007 Palma di Maiorca Spagna   1 – 0   Islanda Qual. Euro 2008 -
2-6-2007 Riga Lettonia   0 – 2   Spagna Qual. Euro 2008 -
6-6-2007 Vaduz Liechtenstein   0 – 2   Spagna Qual. Euro 2008 2
22-8-2007 Salonicco Grecia   2 – 3   Spagna Amichevole -   76’
8-9-2007 Reykjavík Islanda   1 – 1   Spagna Qual. Euro 2008 -
12-9-2007 Oviedo Spagna   2 – 0   Lettonia Qual. Euro 2008 -   48’
17-11-2007 Madrid Spagna   3 – 0   Svezia Qual. Euro 2008 -   52’
21-11-2007 Las Palmas Spagna   1 – 0   Irlanda del Nord Qual. Euro 2008 -   67’
6-2-2008 Málaga Spagna   1 – 0   Francia Amichevole -   46’
26-3-2008 Elche Spagna   1 – 0   Italia Amichevole 1   46’ -   54’
31-5-2008 Huelva Spagna   2 – 1   Perù Amichevole 1   76’
10-6-2008 Innsbruck Spagna   4 – 1   Russia Euro 2008 - 1º turno 3
14-6-2008 Innsbruck Svezia   1 – 2   Spagna Euro 2008 - 1º turno 1
22-6-2008 Vienna Spagna   0 – 0 dts
(4 – 2 dcr)
  Italia Euro 2008 - Quarti di finale -   72’
26-6-2008 Vienna Russia   0 – 3   Spagna Euro 2008 - Semifinale -   34’
20-8-2008 Copenaghen Danimarca   0 – 3   Spagna Amichevole -   46’
6-9-2008 Murcia Spagna   1 – 0   Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2010 1   84’
10-9-2008 Albacete Spagna   4 – 0   Armenia Qual. Mondiali 2010 2
11-10-2008 Tallinn Estonia   0 – 3   Spagna Qual. Mondiali 2010 1   70’
15-10-2008 Bruxelles Belgio   1 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2010 1   88’
19-11-2008 Vila-real Spagna   3 – 0   Cile Amichevole 1   53’ -   57’
11-2-2009 Siviglia Spagna   2 – 0   Inghilterra Amichevole 1   56’
28-3-2009 Madrid Spagna   1 – 0   Turchia Qual. Mondiali 2010 -   63’
9-6-2009 Baku Azerbaigian   0 – 6   Spagna Amichevole 3   46’
14-6-2009 Rustenburg Nuova Zelanda   0 – 5   Spagna Conf. Cup 2009 - 1º turno 1
17-6-2009 Bloemfontein Spagna   1 – 0   Iraq Conf. Cup 2009 - 1º turno 1   75’
20-6-2009 Bloemfontein Spagna   2 – 0   Sudafrica Conf. Cup 2009 - 1º turno 1   60’
24-6-2009 Bloemfontein Spagna   0 – 2   Stati Uniti Conf. Cup 2009 - Semifinale -
28-6-2009 Rustenburg Spagna   3 – 2 dts   Sudafrica Conf. Cup 2009 - Finale 3º posto -   57’
12-8-2009 Skopje Macedonia   2 – 3   Spagna Amichevole -   46’
6-9-2009 La Coruña Spagna   5 – 0   Belgio Qual. Mondiali 2010 2
9-9-2009 Mérida Spagna   3 – 0   Estonia Qual. Mondiali 2010 -   67’
14-11-2009 Madrid Spagna   2 – 1   Argentina Amichevole -   83’
18-11-2009 Vienna Austria   1 – 5   Spagna Amichevole 2   46’
3-3-2010 Saint-Denis Francia   0 – 2   Spagna Amichevole 1   46’
29-5-2010 Innsbruck Spagna   3 – 2   Arabia Saudita Amichevole 1   70’
3-6-2010 Innsbruck Spagna   1 – 0   Corea del Sud Amichevole -   58’
8-6-2010 Murcia Spagna   6 – 0   Polonia Amichevole 1   66’
16-6-2010 Durban Spagna   0 – 1   Svizzera Mondiali 2010 - 1º turno -
21-6-2010 Johannesburg Spagna   2 – 0   Honduras Mondiali 2010 - 1º turno 2
25-6-2010 Tshwane Cile   1 – 2   Spagna Mondiali 2010 - 1º turno 1
29-6-2010 Città del Capo Spagna   1 – 0   Portogallo Mondiali 2010 - Ottavi di finale 1   88’
3-7-2010 Johannesburg Spagna   1 – 0   Paraguay Mondiali 2010 - Quarti di finale 1
6-7-2010 Durban Germania   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Semifinale -   81’
11-7-2010 Johannesburg Paesi Bassi   0 – 1   Spagna Mondiali 2010 - Finale -   106’
3-9-2010 Vaduz Liechtenstein   0 – 4   Spagna Qual. Euro 2012 1
7-9-2010 Buenos Aires Argentina   4 – 1   Spagna Amichevole -   46’
8-10-2010 Salamanca Spagna   3 – 1   Lituania Qual. Euro 2012 -   76’
12-10-2010 Glasgow Scozia   2 – 3   Spagna Qual. Euro 2012 1
17-11-2010 Lisbona Portogallo   4 – 0   Spagna Amichevole -   46’
9-2-2011 Madrid Spagna   1 – 0   Colombia Amichevole -   56’
26-3-2011 Granada Spagna   2 – 1   Rep. Ceca Qual. Euro 2012 2
29-3-2011 Kaunas Lituania   1 – 3   Spagna Qual. Euro 2012 -   54’
4-6-2011 Foxborough Stati Uniti   0 – 4   Spagna Amichevole -   46’
7-6-2011 Puerto La Cruz Venezuela   0 – 3   Spagna Amichevole 1   46’
10-8-2011 Bari Italia   2 – 1   Spagna Amichevole -   47’
2-9-2011 San Gallo Spagna   3 – 2   Cile Amichevole -   46’
6-9-2011 Logroño Spagna   6 – 0   Liechtenstein Qual. Euro 2012 2
7-10-2011 Praga Rep. Ceca   0 – 2   Spagna Qual. Euro 2012 -   61’
11-10-2011 Alicante Spagna   3 – 1   Scozia Qual. Euro 2012 1
12-11-2011 Londra Inghilterra   1 – 0   Spagna Amichevole -
15-11-2011 San José Costa Rica   2 – 2   Spagna Amichevole 1
7-9-2012 Pontevedra Spagna   5 – 0   Arabia Saudita Amichevole 1   53’
12-10-2012 Minsk Bielorussia   0 – 4   Spagna Qual. Mondiali 2014 -   76’
14-11-2012 Panama Panama   1 – 5   Spagna Amichevole 1   73’
6-2-2013 Doha Spagna   3 – 1   Uruguay Amichevole -   46’
22-3-2013 Gijón Spagna   1 – 1   Finlandia Qual. Mondiali 2014 -   65’
26-3-2013 Saint-Denis Francia   0 – 1   Spagna Qual. Mondiali 2014 -   61’
12-6-2013 New York Spagna   2 – 0   Irlanda Amichevole -   59’
20-6-2013 Rio de Janeiro Spagna   10 – 0   Tahiti Conf. Cup 2013 - 1º turno 3
23-6-2013 Fortaleza Nigeria   0 – 3   Spagna Conf. Cup 2013 - 1º turno -   75’
30-6-2013 Rio de Janeiro Brasile   3 – 0   Spagna Conf. Cup 2013 - Finale -   51’
6-9-2013 Helsinki Finlandia   0 – 2   Spagna Qual. Mondiali 2014 -   55’
16-11-2013 Malabo Guinea Equatoriale   1 – 2   Spagna Amichevole -   58’
19-11-2013 Johannesburg Sudafrica   1 – 0   Spagna Amichevole -   57’
7-6-2014 Landover El Salvador   0 – 2   Spagna Amichevole 2   46’
23-6-2014 Curitiba Australia   0 – 3   Spagna Mondiali 2014 - 1º turno 1   57’
2-9-2017 Madrid Spagna   3 – 0   Italia Qual. Mondiali 2018 -   89’
Totale Presenze (10º posto) 98 Reti (1º posto) 59
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Asturie
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
29-12-2001 Gijón Asturie   6 – 1   Lituania Amichevole -
28-12-2002 Avilés Asturie   5 – 3   Honduras Amichevole 1
Totale Presenze 2 Reti 1

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Club Atlético de Madrid - Web oficial
  2. ^ 123 (80) se si considerano anche i play-off per l'assegnazione della MLS Cup.
  3. ^ (EN) David Villa Official Website - Biography, su davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  4. ^ Il record - Spagna, David Villa diventa il miglior marcatore della storia della Nazionale | Sport.it Archiviato il 15 luglio 2014 in Internet Archive.
  5. ^ Valencia, su uefa.com. URL consultato il 16 gennaio 2015.
  6. ^ a b c (ES) Cayetano Ros, Goleadores y... mucho más, su elpais.com, 3 giugno 2009. URL consultato il 16 giugno 2009.
  7. ^ (ES) El Valencia ficha a Villa, del Zaragoza, y a Regueiro, del Racing, su elpais.com, 22 giugno 2005. URL consultato il 16 giugno 2009.
  8. ^ (EN) David Villa Official Website - Season 2005/2006, su davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  9. ^ (EN) David Villa Official Website - Season 2006/2007, su davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  10. ^ Levante 1 - 5 Valencia, su soccernet.espn.go.com.
  11. ^ (EN) David Villa Official Website - Season 2007/2008, su davidvilla7.com. URL consultato il 20 giugno 2009.
  12. ^ Ufficiale: Barcellona, colpo Villa, su tuttomercatoweb.com.
  13. ^ Las apuestas colocan la 3ª Supercopa consecutiva en las vitrinas del Barça [collegamento interrotto], su mundodeportivo.com.
  14. ^ Racing 0-3 Barcelona: The Catalan Train Rolls On, su goal.com, 29 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2010).
  15. ^ Barcelona 5-1 Panathinaikos: Unstoppable Lionel Messi Fires Blaugrana To Comfortable Home Win, su goal.com, 14 settembre 2010.
  16. ^ Spain Reigns as Villa Edges Nadal on the Male Side; Korean Ices Female Side in Athlete of the Year, su ussa.edu, 27 dicembre 2010. URL consultato il 25 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2010).
  17. ^ Barcelona 3-1 Man Utd, su news.bbc.co.uk, 28 maggio 2011.
  18. ^ El Barça supo ganar la Supercopa de España, su mundodeportivo.com.
  19. ^ 2-0: El Barça, bajo la batuta de un genial Messi, gana ante el Porto la Supercopa de Europa, su mundodeportivo.com, 26 agosto 2011.
  20. ^ Barcellona senza limiti: travolto 8 a 0 l'Osasuna, su corrieredellosport.it, 18 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2013).
  21. ^ Ottovolante Barça, Valencia primo, su it.uefa.com, 17 settembre 2011. URL consultato il 21 settembre 2011.
  22. ^ Tegola Villa per Barcellona e Spagna, su it.uefa.com. URL consultato il 15 dicembre 2011.
  23. ^ a b Gazzetta dello sport, Ufficiale: Villa si arrende, Niente Europeo con la Spagna, su gazzetta.it, 22 maggio 2012. URL consultato il 23 maggio 2012.
  24. ^ Yahoo, Che spettacolo al Camp Nou! 5-1 del Barcellona, torna al gol Villa., su it.eurosport.yahoo.com, 19 agosto 2012. URL consultato il 19 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 26 agosto 2012).
  25. ^ Club reach deal in principal to sell David Villa to Atletico Madrid, su fcbarcelona.com, 7 agosto 2013. URL consultato il 2 giugno 2013.
  26. ^ Watch Atletico player telling his team-mate to 'do' injured Messi (and Argentine was forced off at half-time), su dailymail.co.uk, 21 agosto 2013.
  27. ^ Real Sociedad-Atletico Madrid 1-2, su goal.com, 1º settembre 2013. URL consultato il 2 giugno 2014.
  28. ^ Atletico Madrid-Almeria 4-2, su goal.com, 14 settembre 2013. URL consultato il 2 giugno 2014.
  29. ^ Barcellona-Atletico Madrid 1-1, Simeone vince la Liga, su repubblica.it, 17 maggio 2014. URL consultato il 2 giugno 2014.
  30. ^ Liga, Atletico Madrid campione di Spagna. 1-1 con il Barcellona, su ilfattoquotidiano.it, 17 maggio 2014. URL consultato il 2 giugno 2014.
  31. ^ Champions, vince il Real Madrid: 4-1 all'Atletico Madrid dopo i supplementari!, su corrieredellosport.it, 24 maggio 2014. URL consultato il 2 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).
  32. ^ (EN) David Villa signs for New York City FC, su nycfc.com, 2 giugno 2014. URL consultato il 2 giugno 2014.
  33. ^ (EN) David Villa to join Melbourne City FC for the 2014-15 season, su nycfc.com, 5 giugno 2014. URL consultato il 5 giugno 2015.
  34. ^ (EN) Melbourne City FC Confirms David Villa, su footballaustralia.com.au, 5 giugno 2014. URL consultato il 5 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
  35. ^ (EN) Melbourne City confirms David Villa returning to New York after round four of the A-League, su abc.net.au, 22 ottobre 2014. URL consultato il 3 novembre 2014.
  36. ^ (ES) Alejandro Cárdenas, David Villa ya está en Nueva York, su fichajes.com, 3 novembre 2014. URL consultato il 3 novembre 2014.
  37. ^ (EN) New York City FC draw with Orlando City SC in MLS debut, su nycfc.com, 8 marzo 2015. URL consultato il 1º maggio 2015.
  38. ^ (EN) NYCFC vs. New England: Recap, su nycfc.com, 15 marzo 2015. URL consultato il 1º maggio 2015.
  39. ^ David Villa, addio ai New York City a 36 anni: "Chiudo un'era, ora nuove opportunità", su sport.sky.it, 29 novembre 2018.
  40. ^ Redazione NN.it, Dopo Podolski e Iniesta un altro campione del Mondo va in Giappone: è David Villa, in NewNotizie.it, 1º dicembre 2018. URL consultato il 1º dicembre 2018.
  41. ^ David Villa si ritira: "Devo essere io a lasciare il calcio, non il calcio a lasciare me", su sport.sky.it, 13 novembre 2019.
  42. ^ Graham Hunter, Troppo Villa per la Russia, su www1.it.uefa.com, 10 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2009).
  43. ^ Ian Holyman, Ancora Villa, Svezia al tappeto, su www1.it.uefa.com, 14 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2009).
  44. ^ Marco Calabresi, Rigori amari, Italia eliminata, su www1.it.uefa.com, 22 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2009).
  45. ^ John Atkin, Spagna perfetta, la Russia si inchina, su www1.it.uefa.com, 26 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2009).
  46. ^ Paolo Menicucci, Decide El Niño, Spagna campione d'Europa, su www1.it.uefa.com, 30 giugno 2008. URL consultato il 16 giugno 2009 (archiviato dall'url originale il 16 aprile 2009).
  47. ^ Spagna, goleada e qualificazione Inghilterra ok, Trap resta in corsa [collegamento interrotto], su www3.lastampa.it, 7 settembre 2011.
  48. ^ Confederations Cup: Spagna-Tahiti 10-0, poker di Torres, su sportmediaset.mediaset.it.
  49. ^ Confederations Cup - Le pagelle di Spagna-Tahiti 10-0, su it.eurosport.yahoo.com (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2015).
  50. ^ Confederations Cup, Spagna da record: 10-0 a Tahiti, su repubblica.it.
  51. ^ Spagna, Villa: "Dopo i Mondiali lascio la nazionale", su tuttomercatoweb.com.
  52. ^ Mondiale, Australia-Spagna 0-3, su gazzetta.it, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  53. ^ (ES) Estadisticas, su davidvilla7.es (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2016).
  54. ^ a b c d e f Regular season+Play-off.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315938734 · ISNI (EN0000 0001 1399 9843 · BNF (FRcb16715955c (data) · WorldCat Identities (EN315938734