Dead by Daylight

videogioco del 2016
Dead by Daylight
videogioco
TheTrapperDeadByDaylight.png
Il Cacciatore, uno dei killer del gioco
PiattaformaMicrosoft Windows, PlayStation 4, Xbox One, Nintendo Switch, iOS, Android
Data di pubblicazioneWindows:
Mondo/non specificato 14 giugno 2016

PlayStation 4, Xbox One:
Flags of Canada and the United States.svg 20 giugno 2017
Zona PAL 23 giugno 2017
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 22 giugno 2017
Nintendo Switch:
Mondo/non specificato 24 settembre 2019
iOS, Android:
Mondo/non specificato 16 aprile 2020

GenereAvventura dinamica, survival horror
OrigineCanada
SviluppoBehaviour Interactive
PubblicazioneStarbreeze Studios
Modalità di giocoMultigiocatore
Periferiche di inputGamepad, tastiera, Mouse, DualShock 4, touchscreen
Motore graficoUnreal Engine 4
SupportoDownload, Blu-ray Disc
Distribuzione digitaleSteam, PlayStation Network, Xbox Live, App Store, Google Play
Fascia di etàESRBM · OFLC (AU): MA · PEGI: 18

Dead by Daylight è un videogioco survival horror asimmetrico sviluppato da Behaviour Interactive. È stato pubblicato per Microsoft Windows nel 2016; in seguito anche per Playstation 4 e Xbox One nel 2017, per Nintendo Switch nel 2019 e per iOS e Android nel 2020.[1][2][3]

Modalità di giocoModifica

Le partite del videogioco sono composte da due squadre asimmetriche, quella dei sopravvissuti e quella del killer. La prima è composta da 4 componenti, mentre la seconda comprende solamente il killer. Entrambe le parti devono raggiungere degli obiettivi per poter vincere la partita.[4]

SopravvissutiModifica

L'obiettivo primario dei sopravvissuti è quello di fuggire dal killer, attraversando uno dei due cancelli presenti nella mappa di gioco. Per poter aprire questi ultimi, è però necessario riparare e riattivare cinque dei sette generatori elettrici. Nel far ciò, devono cercare di rimanere in vita, sfuggendo agli attacchi del killer. I sopravvissuti possono ingannare e sfuggire al killer sfruttando dei bancali appoggiati sulle pareti, posizionandoli momentaneamente per ostacolarne l'inseguimento, anche se il killer può distruggerli definitivamente con una pedata o con un colpo dell'arma in dotazione. I sopravvissuti possono inoltre nascondersi dentro degli armadietti, scavalcare agevolmente impalcature strette o saltare attraverso le finestre, movimenti che vengono effettuati molto più difficilmente da parte del killer.

Dopo aver attivato un certo numero di generatori, o quando è rimasto un solo sopravvissuto in gioco, verrà generata una botola in un punto casuale della mappa: questa potrà essere usata dai fuggitivi o dal superstite rimanente per fuggire, ma potrà anche essere chiusa dal killer qualora la trovi per primo. Quando il killer chiude la botola, i cancelli d'uscita verranno alimentati ignorando i generatori incompleti. Per riaprire la botola è necessario utilizzare una chiave. All'apertura di uno dei cancelli, o alla chiusura della botola da parte del killer, partirà un conto alla rovescia, alla termine del quale i sopravvissuti ancora presenti nella mappa verranno uccisi dall'Entità.

Attualmente nel gioco sono presenti 21 sopravvissuti. Ognuno di esso possiede competenze diverse l'uno dall'altro, tuttavia non dispongono di abilità uniche.

KillerModifica

L'obiettivo del killer è quello di impedire che i sopravvissuti riescano a fuggire. Per raggiungere tale scopo, dovrà atterrarli e appenderli a dei ganci sacrificali. Su di essi verrà evocata lentamente l’Entità, presenza maligna che vige sui killer e che li ingaggia durante le prove; che ucciderà istantaneamente i sopravvissuti appesi almeno tre volte. Le vittime appese verranno eliminate dopo un periodo di tempo, durante il quale potranno eventualmente essere salvati da altri sopravvissuti.

Se il killer colpisce un sopravvissuto in salute, questo verrà ferito. Un secondo colpo ricevuto dal killer atterrerà il sopravvissuto, che a questo punto potrà solo strisciare per terra. Una volta a terra, il killer può prendere i sopravvissuti e portarli vicino ad un gancio per appenderli ed evocare l'Entità. Durante il trasporto, un sopravvissuto può provare a sfuggire dalla morsa del killer divincolandosi: in caso di successo, riuscirà a stordire il killer per alcuni istanti, e a scappare. Il killer inoltre può interagire con l'ambiente di gioco per rendere più difficile il compito dei sopravvissuti, danneggiando i generatori o maledicendoli con dei totem magici. Le abilità dei killer sono disparate: alcuni hanno la capacità di piazzare delle trappole sul terreno, pronte a scattare al passaggio di un sopravvissuto; mentre altri possono infliggere penalità ai sopravvissuti in caso di interazione con alcuni oggetti specifici.

Attualmente nel gioco sono presenti 20 killer. Ognuno di esso possiede competenze e caratteristiche diverse, oltre ad abilità che li rendono unici.

Caratteristiche del giocoModifica

Nella mappa di gioco si può interagire con vari oggetti che possono fornire vantaggi sia ai sopravvissuti che al killer. Alcuni di essi possono essere danneggiati o disattivati in determinati modi.

Durante la gran parte delle interazioni con l'ambiente, tra cui la riparazione di generatori o mentre si cura un compagno ferito, i sopravvissuti sono sottoposti a dei Test Abilità. Se eseguiti in maniera scorretta, il progresso di un'azione regredisce, inoltre, viene riprodotto un rumore che il killer può sfruttare per rilevare la posizione dei sopravvissuti. Al contrario, se eseguiti correttamente, non si produrrà alcun rumore e l'azione continuerà regolarmente. Se eseguiti alla perfezione si può velocizzare un processo.

Se un sopravvissuto corre lascia dietro di sé alcuni graffi rossi per alcuni secondi. Questi sono visibili unicamente dal killer, e rivelano la strada che un fuggitivo ha percorso durante lo scatto. Inoltre, quando un sopravvissuto è ferito, lascia delle macchie di sangue per terra, che spariranno dopo alcuni secondi. Se non ci si affretta a curare le proprie ferite, chi è stato colpito dal killer emetterà continuamente dei gemiti causati dal dolore. Le tre cose, nel loro insieme, rendono l'individuazione di chi è più esposto molto più efficace.

Elementi delle mappeModifica

  • Generatori. I generatori sono l'obiettivo primario ed il più importante per i sopravvissuti. In una partita tipica, il numero dei generatori è sette. I fuggitivi devono riparare almeno cinque dei generatori presenti per poter alimentare i cancelli d'uscita e aprirli per fuggire.
  • Vie di fuga. Una volta riparati tutti i generatori richiesti, le vie di fuga vengono alimentate ed è possibile aprirle abbassando una leva in prossimità dei cancelli chiusi presenti sulla mappa di gioco, per poter scappare. I cancelli sono sempre due per ogni mappa. Entrambe le vie di fuga possono essere aperte anche dal killer. Nel caso in cui egli chiuda la botola, i cancelli verranno alimentati ignorando i generatori incompleti.
  • Bancali. I bancali possono essere sfruttati dai sopravvissuti per stordire il killer. Si trovano solitamente appoggiati a delle pareti o delle superfici solide. Una volta a terra, i fuggitivi possono scavalcarli, cosa impossibile per i killer (eccezion fatta per La Legione). Essi, tuttavia, possono distruggere i bancali a terra per impedire che ciò accada. I bancali producono rumore se appoggiati a terra o se vengono scavalcati con velocità.
  • Finestre. Le finestre sono piccole impalcature dentro gli edifici e su piccoli muretti. Possono essere scavalcate sia dai sopravvissuti che dal killer, anche se per quest'ultimo in modo più lento ed impacciato. Le finestre scavalcate con velocità producono rumore. Nel caso un sopravvissuto dovesse scavalcare troppe volte la stessa finestra, questa verrà bloccata dall'Entità, che impedirà il passaggio solo per chi ha abusato della scorciatoia ripetutamente.
  • Botola oscura. È una via di fuga alternativa ai cancelli. Se in partita è rimasto un solo sopravvissuto superstite, la botola si apre e può essere usata come via di fuga alternativa; una volta aperta emette un continuo suono percepibile solo se nei pressi di essa. Questa può essere chiusa dal killer, così facendo, però, alimenta le vie di fuga che normalmente si utilizzano per scappare una volta che tutti i generatori sono stati completati. Inoltre, i sopravvissuti possono sfruttare una chiave particolare per aprire la botola durante la partita, che questa sia stata chiusa dal killer o meno.
  • Armadietti. Gli armadietti possono essere usati come nascondiglio. Se un killer apre un armadietto nel quale si nasconde un sopravvissuto, egli potrà catturarlo all'istante. Sono una risorsa per La Cacciatrice in quanto può rifornirsi di accette presenti e appese all'interno di essi.
  • Casse. Sparse nella mappa di gioco sono presenti normalmente tre casse (una di queste sempre nel seminterrato). I sopravvissuti possono cercare oggetti all'interno di esse. Dentro si possono trovare torce, cassette degli attrezzi, mappe ed altri strumenti utili.
  • Ganci. Ogni mappa presenta numerosi ganci sacrificali sparsi in essa e sempre un seminterrato con quattro di essi. Il killer può appendere i sopravvissuti catturati affinché l'Entità li consumi in due diverse fasi: durante la prima fase le vittime possono tentare la fuga (la cui probabilità di successo base è del 4%), e durante la seconda fase verranno aggrediti dall'Entità ormai evocata. In questa seconda fase i sopravvissuti possono provare a resistere all'aggressione, ritardando il momento della morte: in tale lasso di tempo, potranno essere salvati soltanto dagli alleati. Se un sopravvissuto viene appeso almeno due (se durante la prima fase non è stato salvato da un alleato o ha utilizzato tutti i tentativi di fuga), egli verrà ucciso senza la possibilità di divincolarsi. I sopravvissuti possono sabotare i ganci sacrificali per renderli inefficaci per un breve intervallo di tempo, che dopo il quale essi ricompariranno. I ganci presenti all'interno del seminterrato non possono essere manomessi in alcun modo.
  • Totem. I totem sono piccoli paletti su cui sono conficcati dei teschi. I totem che bruciano sono attivi e applicano delle maledizioni ai sopravvissuti, svantaggiandoli in diversi modi. Quelli non attivi, invece, sono puri e hanno la possibilità di attivarsi in determinate circostanze. I sopravvissuti possono purificare i totem per sciogliere le maledizioni legate ad essi.
  • Corvi. I corvi si trovano solitamente su superfici come rocce o arbusti. Se disturbati da un sopravvissuto o un killer, questi voleranno via gracchiando. Possono essere utili ad ambo le parti per localizzare qualcuno che passa accanto a gruppi di corvi. Questi, inoltre, svolazzano intorno ai giocatori che non si muovono o non compiono alcuna particolare azione per un prolungato periodo di tempo, suggerendo al killer la loro precisa posizione.

Oggetti ed equipaggiamentoModifica

I giocatori possono mettere in atto dei preparativi prima di iniziare una partita per decidere quali oggetti e competenze utilizzare, o fare un sacrificio all'Entità per ottenere dei vantaggi durante il corso della partita.

I sopravvissuti possono sfruttare dei kit di pronto soccorso per curare sé stessi e i loro alleati più velocemente e con efficacia, delle cassette degli attrezzi per sabotare ganci sacrificali o riparare generatori più in fretta, delle torce elettriche per accecare il killer momentaneamente ed impedire che esso compia alcune azioni, delle mappe per esplorare meglio l'ambiente circostante, oppure delle chiavi per aprire una botola in una partita e rintracciare i movimenti degli alleati e del killer. È possibile avvantaggiare se stessi o la propria squadra tramite delle offerte.

Il killer può trarre vantaggi dagli oggetti per ridurre la ricarica delle loro abilità, renderle più forti ed efficienti oppure per aggiungere effetti bonus a quest'ultime. Tramite delle offerte è possibile rendere il compito dei sopravvissuti più complicato: per esempio, l'offerta Memento mori permette al killer di uccidere le sue vittime con le proprie mani dopo averli appesi almeno una volta, invece di doverli uccidere sacrificandoli all'Entità.

Contenuti extraModifica

Il giocatore può sbloccare personaggi o indumenti virtuali con cui personalizzare l'aspetto di un sopravvissuto o di un killer. La valuta per sbloccare tali extra è la Cellula Aurica, che si può acquistare effettuando transazioni con valuta reale.

Esistono diversi DLC[5] che possono contenere dei killer o dei sopravvissuti con le rispettive competenze, nuovi vestiti per i sopravvissuti o travestimenti e armi per i killer.

I killer ed i sopravvissuti originali, assieme ad alcune loro possibilità di personalizzazione, possono essere acquistati con una diversa valuta del gioco, i Frammenti Iridescenti. I personaggi tratti da saghe cinematografiche possono essere invece acquistati solo tramite valuta reale o Cellule Auriche.

CuriositàModifica

  • Nel 2 aprile del 2018 viene pubblicato in China dalla NetEase il videogioco Identity V (in cinese: 第五人格) per piattaforme Android,iOS e PC. Il videogioco è identico in tutto per tutto a "Dead by Daylight" nelle dinamiche di gameplay, ma a livello di personaggi e storie discosta da "Dead by Daylight".

NoteModifica

  1. ^ (EN) Dave Tach, Dead by Daylight is a horror movie where you're the victim (or the killer), su Polygon, 26 aprile 2016. URL consultato il 6 agosto 2017.
  2. ^ (EN) Tom Sykes, Dead by Daylight is an asymmetrical slasher horror, su PC Gamer, 6 febbraio 2016. URL consultato il 6 agosto 2017.
  3. ^ (EN) Alice O'Connor, Dead By Daylight Bringing 4v1 Slasher Horror To June, su Rock, Paper, Shotgun, 22 aprile 2016. URL consultato il 6 agosto 2017.
  4. ^ (EN) Game - Dead by Daylight, su deadbydaylight.com. URL consultato il 16 marzo 2020.
  5. ^ (EN) Chapters - Dead by Daylight, su deadbydaylight.com. URL consultato il 16 marzo 2020.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi