Apri il menu principale

Demis Cavina

allenatore di pallacanestro italiano
Demis Cavina
Demis Cavina.JPG
Demis Cavina a Sassari nel 2009
Nazionalità Italia Italia
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore
Squadra Basket Torino
Carriera
Carriera da allenatore
1997-1998 Castel San Pietro Terme 12-16
1998-2001 Pr. Castelmaggiore48-42
2001-2002 Roseto 5-12
2002-2004 A.B. Latina35-30
2004-2006 A. Costa Imola30-36
2006-2007 Fabriano Basket13-17
2007-2009 Dinamo Sassari44-31
2009-2010 Pallalcesto Udine17-16
2010-2012 Veroli Basket25-17
2012-2013 Scafati Basket7-7
2013-2014 Azzurro Napoli6-10
2014-2017 Derthona Basket56-34
2017-2018A. Costa Imola15-15
2018-2019Amici Pall. Udinese10-7
2019-Basket Torino
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 giugno 2019

Demis Cavina (Castel San Pietro Terme, 11 settembre 1974) è un allenatore di pallacanestro italiano, dal 2019 alla guida del neonato Basket Torino.

CarrieraModifica

IniziModifica

Ha iniziato la carriera da allenatore presso le giovanili della squadra del suo paese natale, Castel San Pietro Terme, nel 1995. Due anni dopo, a soli 23 anni, è stato promosso capo-allenatore della prima squadra, militante all'epoca in serie B2, centrando l'obiettivo della salvezza.

L'anno successivo è stata la volta del Progresso Castelmaggiore, con la quale riesce a conquistare una clamorosa doppia promozione in due anni, partendo dalla serie B2 arrivando alla A2.

La serie AModifica

Negli anni a seguire ha allenato Roseto dove assunse l'incarico a soli 26 anni risultando il più giovane coach di sempre in serie A, due stagioni a Latina (playoff da quinto nel 2003), due all'Imola con la quale il secondo anno raggiunse i playoff e la finale della final four della coppa di lega, Fabriano e due altre stupende stagioni alla Sassari, sfiorando la storica promozione in Serie A, perdendo alla quarta partita la finale playoff contro la Vanoli Soresina. Nella stagione 2009/2010 ha allenato la Snaidero Udine, portando gli arancioni fino ai quarti di finale playoff con un roster composto per sette decimi da ragazzi friulani

VeroliModifica

Nel 2010-2011 ha allenato la Prima Veroli, con la quale ha vinto la Coppa di Lega battendo in finale l'Andrea Costa Imola nella Final Four svoltasi a Novara uscendo ai playoff con Venezia (in una combattutissima gara cinque) in quella che fu una vera finale. Alla Prima Veroli rimane anche l'anno successivo mentre nel 2012-2013 finisce la stagione alla Givova Scafati dove, grazie ad un buon finale, disputa i play off uscendo con Pistoia, la compagine che verrà poi promossa nella massima serie.

Napoli e DerthonaModifica

Nel 2013-2014 accetta l'offerta della Expert Napoli dalla quale viene sollevato dall'incarico dopo la prima partita del girone di ritorno. A luglio 2014 accetta l'incarico di head coach per il Derthona Basket neo promosso in A2 Silver, prendendo il posto di Antonello Arioli. Con il club piemontese riesce a disputare subito una stagione da oltre 50 per cento di vittorie (nel mese di dicembre si aggiudica anche il premio quale miglior allenatore) un record di tutto rispetto. Nelle due successive stagioni 2015-2016 e 2016-2017 porta Tortona ai pla off di A2 (prima volta in assoluto per il club), fermandosi nel secondo anno, dopo aver eliminato Trieste, solo dopo cinque battaglie con la futura promossa Leonessa Brescia.

Le esperienze a Imola e UdineModifica

Conclusosi questo ciclo vittorioso nel 2017[1] ritorna nella sua terra d’origine firmando un contratto annuale con l’Andrea Costa Imola sfiorando i play off con uno dei gruppi più giovani dell’intera A2. Il 31 maggio 2018 torna ad allenare a distanza di otto anni l'Amici Pallacanestro Udinese dove nonostante un record positivo viene sollevato dall’incarico dopo poche partite dall’inizio del girone di ritorno.

TorinoModifica

Il 21 giugno viene annunciato il suo ingaggio con un contratto biennale da parte del Basket Torino, neonata squadra nata dalle ceneri dell'Auxilium dichiarata fallita il mese precedente.[2]

PalmaresModifica

NoteModifica

  1. ^ E. Carchia, Demis Cavina lascia il Derthona Basket... [collegamento interrotto], su sportando.com, 14 giugno 2017. URL consultato il 14 giugno 2017.
  2. ^ Alessandro Maggi, Demis Cavina a Torino, su sportando.com, 21 giugno 2019. URL consultato il 21 giugno 2019.

Collegamenti esterniModifica