Apri il menu principale

1leftarrow blue.svgVoce principale: Puglia.

Indice

Evoluzione demograficaModifica

Popolazione per provinciaModifica

La popolazione[1] della Puglia per provincia:

Stemma Provincia Numero di comuni Popolazione
(ab)
Superficie
(km²)
  Città metropolitana di Bari 41 1.246.222 3.821
  Provincia di Lecce 97 800.300 2.759
  Provincia di Foggia 61 625.051 6.965
  Provincia di Taranto 29 582.790 2.430
  Provincia di Brindisi 20 399.716 1.840
  Provincia di Barletta-Andria-Trani 10 391.870 1.543
  Totale Puglia 258 4.045.949 19.358

Comuni più popolosiModifica

Comuni più estesiModifica

In grassetto i comuni che sono capoluogo di provincia.

Pos. Comune Provincia Superficie (km²)
1 Cerignola   Foggia 593
2 Foggia   Foggia 508
3 Altamura   Bari 427
4 Andria   Barletta-Andria-Trani 408
5 Gravina in Puglia   Bari 384
6 Manfredonia   Foggia 351
7 Lucera   Foggia 338
8 Ascoli Satriano   Foggia 334
9 San Severo   Foggia 333
10 Brindisi   Brindisi 328
11 Martina Franca   Taranto 301
12 Mottola   Taranto 292
13 San Giovanni Rotondo   Foggia 259
14 Minervino Murge   Barletta-Andria-Trani 255
15 Monte Sant'Angelo   Foggia 242

Dall'emigrazione all'immigrazioneModifica

 
Mulberry Street, Little Italy, New York, primi del '900

La Puglia è stata una delle regioni con i più alti tassi di emigrazione nel corso del XX secolo. In effetti essa si colloca storicamente al terzo posto (dietro Sicilia e Campania)[2]. La ripartizione degli iscritti alle anagrafi consolari oggi stima in 370.000 il numero dei pugliesi emigrati all'estero. In realtà sono milioni, nel corso del Novecento, i pugliesi che hanno scelto la strada dell'emigrazione in due grandi ondate. La prima, che ha il suo picco negli anni immediatamente precedenti e seguenti la prima guerra mondiale, ha per meta esclusiva le Americhe (Stati Uniti, Argentina, Brasile), per poi dirigersi verso l'Europa centro-settentrionale che diviene così la destinazione principale dell'emigrazione pugliese. Secondo i dati delle anagrafi consolari sono 80.000 i pugliesi in Germania, altri 100.000 si dividono fra Svizzera, Francia e Belgio; notevoli sono ancora le presenze negli Stati Uniti (18.000), in Canada (18.000) e in America Latina, dove nel solo Venezuela la presenza di pugliesi è stimata in 8.000 cittadini. Con la seconda ondata, che ha il suo picco nel secondo dopoguerra, si scopre un nuovo continente: l'Australia.

L'emigrazione diviene anche interna, attratta dallo sviluppo industriale di alcune aree settentrionali del Paese. Dal 1951 al 1967, 1.200.000 emigranti lasciarono la Puglia per trasferirsi prevalentemente in Piemonte e in Lombardia. In particolare Milano fu la destinazione che attrasse un gran numero di giovani pugliesi.

Secondo il Bilancio demografico regionale elaborato dall'ISTAT, oggi a fronte di un saldo naturale che è risultato pari a +6.677 unità, l'incremento demografico della regione Puglia è dovuto, in misura consistente, dalle immigrazioni che sono largamente superiori alle emigrazioni. Nel corso del 2007 sono state iscritte in anagrafe come provenienti dall'estero 17.870 persone, mentre ammontano a 3.073 le cancellazioni per l'estero.

Oggi la Puglia conta 51.242 cittadini stranieri[3] di cui 9.860 in provincia di Foggia, 23.041 nella città metropolitana di Bari, 4.244 in provincia di Taranto, 4.180 in provincia di Brindisi e 9.917 in provincia di Lecce. Si segnalano le comunità con più di mille unità:

Bandiera Nazione di origine Numero di presenze
  Albania 19.140
  Marocco 5.193
  Cina 2.795
  Romania 1.949
  Tunisia 1.782
  Ucraina 1.675
  Polonia 1.528
  Senegal 1.228
  Mauritius 1.067

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat al 30/04/2011 Archiviato il 25 febbraio 2012 in Internet Archive.
  2. ^ Dati ISTAT 2004
  3. ^ Cittadini stranieri secondo demo Istat 2007, su demo.istat.it. URL consultato il 26-03-2008.

Voci correlateModifica