Apri il menu principale
Diamant
Fusee-Diamant-A-Musee-du-Bourget P1010661.jpg
Un Diamant A esposto al Musée de l'air et de l'espace, presso l'aeroporto Parigi-Le Bourget.
Informazioni
FunzioneVettore non riutilizzabile
ProduttoreSEREB
Nazione di origineFrancia Francia
Dimensioni
AltezzaA: 18,95 m
B: 23,5 m
BP4: 21,6 m
Diametro1,34 m
Massa18,4 t
Stadi3
Capacità
Carico utile verso orbita terrestre bassa160 kg
Cronologia dei lanci
StatoRitirato
Basi di lancioHammaguir (A)
Kourou (B/BP4)
Lanci totali12
A: 4
B: 5
BP4: 3
Successi9
A: 3
B: 3
BP4: 3
Fallimenti2
B: 2
Fallimenti parziali1
A: 1
Volo inauguraleA: 26 novembre 1965
B: 10 marzo 1970
BP4: 6 febbraio 1975
Volo conclusivoA: 15 febbraio 1967
B: 21 maggio 1973
BP4: 27 settembre 1975
1º stadio (Diamant A) – Émeraude
Propulsori4 Vexin B
Spinta301,55 kN (237.000 lbf)
Impulso specifico221 s
Tempo di accensione93 s
PropellenteDimetilidrazina asimmetrica/Tetraossido di diazoto
2º stadio (Diamant A) – Topaze
Propulsori1 razzo a propellente solido
Spinta165 kN
Impulso specifico255 s
Tempo di accensione44 s
PropellenteSolido composito
3º stadio (Diamant A) – P-6
Propulsori1 razzo a propellente solido
Spinta27-53 kN
Impulso specifico211 s
Tempo di accensione45 s
PropellenteSolido composito

Il razzo Diamant fu il primo razzo vettore di costruzione francese e il primo lanciatore di satelliti artificiali costruito al di fuori di Unione Sovietica e Stati Uniti.

Il Diamant derivò dal programma militare Pietre Preziose, con cui erano stati sviluppati diversi tipi di razzi (Agathe, Topaze, Émeraude, Rubis e Saphir) che tra il 1961 e il 1965 erano serviti a collaudare i motori, i propellenti e i sistemi di volo che sarebbero stati impiegati sul primo lanciatore nazionale. Il Diamant fu costruito in tre successive versioni denominate A, B e BP4. Tutte avevano tre stadi e la capacità di porre un carico di 160 kg in orbita bassa terrestre a 200 km di altezza.

Con il suo primo lancio, nel 1965, pose in orbita con successo il primo satellite francese, Astérix.

Diamant AModifica

Fu la prima versione del razzo Diamant. Restò in servizio dal 1965 al 1967 e tutti i lanci vennero effettuati dalla base di Hammaguir in Algeria. Il Diamant A era composto da tre stadi; aveva una lunghezza di 18,95 metri, un diametro di 1,34 metri e pesava 18,4 tonnellate. Il primo usavano un bipropellente liquido, con dimetildrazina asimmetrica come combustibile e tetraossido di diazoto come comburente, mentre il secondo e il terzo stadio erano alimentati da propellente solido. Su quattro lanci effettuati con il Diamant A tre ebbero successo e riguardarono i satelliti Astérix, Diapason e Diademe.

Diamant BModifica

Fu una versione migliorata del Diamant A e aveva un primo stadio più potente. Restò in servizio dal 1970 al 1972 e i lanci vennero effettuati dalla base di Kourou nella Guyana francese. Venne usato per effettuare cinque lanci, di cui tre ebbero successo. Il Diamant B era composto da tre stadi, aveva una lunghezza complessiva di 3,50 metri, un diametro di 1,50 metri e un peso di circa 27 tonnellate.

Diamant BP4Modifica

Questa versione aveva un secondo stadio nuovo e usava il primo e terzo stadio della versione precedente. Il Diamant BP4 aveva una lunghezza complessiva di 21,60 metri, un diametro di 1,40 metri e pesava complessivamente 26,3 tonnellate. Con questa versione vennero effettuati tre lanci nel 1975 che ebbero successo pieno e riguardarono i satelliti Starlette, Castor e Pollux e Aura.

Altri progettiModifica

  Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica