Apri il menu principale

BiografiaModifica

Nasce in Bretagna da padre italiano, un diplomatico[1] d'origini estoni, e da madre francese d'origine vietnamita. Ha due fratelli e una sorella.[2] A causa del lavoro del padre, poco dopo la nascita si trasferisce con la famiglia a Gerusalemme, dove vive per otto anni fino allo scoppio della guerra del Golfo,[2] e poi brevemente a Malta. All'età di nove anni, si stabilisce definitivamente con i suoi genitori a Roma.[1]

CarrieraModifica

Anche se già appassionata e impegnata nella recitazione, la sua carriera inizia per caso: ancora adolescente, accompagna un amico a un'audizione per il film Come te nessuno mai di Gabriele Muccino, e viene scelta dal regista.[1][2][3] Successivamente all'esordio al cinema, continua a dividersi tra studio e lavoro, infatti dopo il liceo si iscrive all'Università degli Studi Roma Tre, alla facoltà di scienze politiche, e intanto va a vivere per un anno a Parigi, dove studia recitazione e lavora in teatro.[2][3]

In questo periodo partecipa ad alcune fiction televisive, e gira dei cortometraggi; ha dichiarato di amare molto questo genere, perché: «a volte è proprio il cortometraggio a ricordarti perché ti piace questo lavoro. Recitativamente mi permette di divertirmi di più, molto spesso, di lavorare di più, è come fare uno stage di recitazione. Io mi lascio veramente andare nei cortometraggi forse più che nei lavori più seri».[2]

Si mette in evidenza nel 2007 grazie al film Mio fratello è figlio unico, diretto da Daniele Luchetti, con Riccardo Scamarcio, Elio Germano e Alba Rohrwacher, dove è tra i protagonisti nel ruolo di Francesca.[2][3]

Nel 2008 è co-protagonista, con il ruolo di Melanie Desmoulins, nella serie televisiva I liceali, insieme a Giorgio Tirabassi e Claudia Pandolfi.[3] Nello stesso anno è sul grande schermo con i film Solo un padre, regia di Luca Lucini, con Luca Argentero, Aspettando Godard, regia di Alessandro Aronadio, con Jordi Mollà e Lorenzo Balducci, Quell'estate, regia di Guendalina Zampagni, e Il prossimo tuo, regia di Anna Rita Ciccone. Nel 2009 gira il film Io sono l'amore, diretto da Luca Guadagnino, e insieme all'amica Claudia Pandolfi gira il cortometraggio L'autostop di Leonardo e Simone Godano. Inoltre nello stesso anno torna a interpretare il ruolo di Melanie Desmoulins nella seconda stagione de I liceali.

Tra i suoi altri lavori, è presente nel videoclip Let Me Be dei Waines, diretto da Corrado Fortuna e vincitore del premio alla miglior regia al Premio Italiano Videoclip Indipendente, che è stato al centro di polemiche perché incentrato sulla masturbazione.[4] Appare inoltre nel video Prendimi di Daniele Groff.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c Barbara Zorzoli, Lella Scalia, Lo charme di un'attrice per caso, su vogue.it, 11 maggio 2010. URL consultato il 5 gennaio 2012.
  2. ^ a b c d e f Teresa Cannatà, Diane Fleri [collegamento interrotto], su vogue.it, 10 maggio 2010. URL consultato il 5 gennaio 2012.
  3. ^ a b c d Diane Fleri, professoressa per caso, su tv.mediaset.it, 27 settembre 2009. URL consultato il 5 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2012).
  4. ^ Premiato video sulla masturbazione, su tgcom.mediaset.it, 30 novembre 2009. URL consultato il 27 ottobre 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN268059332 · ISNI (EN0000 0003 8299 5808 · LCCN (ENno2011002923 · WorldCat Identities (ENno2011-002923