Apri il menu principale

Dieudonné Nzapalainga

cardinale e arcivescovo cattolico centrafricano
Dieudonné Nzapalainga, C.S.Sp.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Dieudonné Nzapalaïnga VOA cropped.jpg
Mons. Nzapalainga il 16 agosto 2014
Coat of arms of Dieudonné Nzapalainga.svg
A l'image de Dieu il le crea
 
TitoloCardinale presbitero di Sant'Andrea della Valle
Incarichi attuali
Incarichi ricopertiAmministratore apostolico di Bangui (2009-2012)
 
Nato14 marzo 1967 (52 anni) a Bangassou
Ordinato presbitero9 agosto 1998
Nominato arcivescovo14 maggio 2012 da papa Benedetto XVI
Consacrato arcivescovo22 luglio 2012 dal cardinale Fernando Filoni
Creato cardinale19 novembre 2016 da papa Francesco
 

Dieudonné Nzapalainga (Bangassou, 14 marzo 1967) è un cardinale e arcivescovo cattolico centrafricano.

È attualmente il membro più giovane del collegio cardinalizio di Santa Romana Chiesa[1].

BiografiaModifica

Membro della Congregazione dello Spirito Santo, istituto nel quale professa i voti perpetui il 6 settembre 1997, viene ordinato sacerdote il 9 agosto 1998. Dal 2005 al 2009 è superiore regionale dei Padri Spiritani[2].

Il 14 maggio 2012 papa Benedetto XVI lo nomina arcivescovo, destinandolo alla sede metropolitana di Bangui[3] della quale era già amministratore apostolico fin dal 2009. Riceve l'ordinazione episcopale dal cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli, il 22 luglio 2012 e prende possesso canonico della sua arcidiocesi il 29 luglio.

Nell'ottobre 2014 partecipa su invito di papa Francesco alla terza assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi sul tema della famiglia[4], in qualità di presidente della Conferenza Episcopale della Repubblica Centrafricana. Nel novembre 2015 accoglie papa Francesco in visita pastorale nella Repubblica Centrafricana, che proprio lì il 29 novembre dà inizio al Giubileo straordinario della misericordia aprendo la porta santa della cattedrale di Bangui[5].

Il 9 ottobre 2016 papa Francesco ne annuncia la creazione a cardinale nel concistoro del 19 novembre[6]. È il primo cardinale centrafricano[1].

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN1418151898608324190009 · ISNI (EN0000 0004 7689 6317 · BNF (FRcb178245577 (data) · WorldCat Identities (EN1418151898608324190009