Apri il menu principale

Il Digivice è un dispositivo immaginario del media franchise giapponese Digimon. Il nome "Digivice" proviene dall'espressione inglese "digital device", che significa "dispositivo digitale". Questi oggetti sono basati sul primo prodotto relativo all'universo dei Digimon, il Digimon virtual pet ed indica che colui che lo possiede è un Digiprescelto o un Domatore. Nelle prime sei stagioni dell'anime, così come nei manga V-Tamer 01, Chronicle, D-Cyber e Next ed anche in alcuni videogiochi, il Digivice è usato dai personaggi umani principalmente per permettere ai Digimon loro partner di digievolvere o, in alcuni casi, per digievolvere loro stessi. Tuttavia, esso possiede altre abilità minori, come il radar e l'accumulo di dati. Anche se i Digivice sono dello stesso tipo, essi sono solitamente differenziati da una trama di colori unica per ognuno dei personaggi che li utilizza. Nella terza serie dell'anime, Digimon Tamers, il Digivice viene usato anche per scannerizzare carte, conferendo ai Digimon partner dei potenziamenti speciali. Invece, nella sesta serie, Digimon Fusion Battles, il Digivice Xros Loader permette ai Generali delle varie armate di unire i vari Digimon loro alleati in una DigiXros, un procedimento che fonde due o più Digimon in uno solo notevolmente più potente. In alcune serie i protagonisti devono affrontare la minaccia di nemici umani che posseggono anch'essi dei Digivice e dei Digimon partner. Ogni storia rappresentata nei vari anime e manga presenta uno o due dei diversi tipi di Digivice esistenti finora (ad eccezione della quinta serie anime, Digimon Savers).

Digivice usati nelle serie animeModifica

Digivice originaleModifica

Brandito dai Digiprescelti di Digimon Adventure, i Digivice originali furono creati per loro dal gruppo dei guardiani di Digiworld di Gennai. Considerati "dispositivi sacri" nella versione giapponese, essi servono ad incanalare l'energia prodotta dai sentimenti dei Digiprescelti, permettendo ai loro Digimon partner di digievolvere fino al livello campione; quando usato in congiunzione con un Digimedaglione ed una Digipietra, il Digivice permette anche la Superdigievoluzione al livello evoluto e, nei casi di Tai e Matt, la Megadigievoluzione al livello mega. Quando vengono usati per Digievoluzioni che porteranno i Digimon al livello evoluto o mega, i Digivice vibrano, si trasformano e cambiano colore (per indicare il potere extra ricevuto dalla Digipietra), seguendo la colorazione delle Digipietre dei Digiprescelti, come segue:

Tai
Arancione (con bottoni Blu)
Matt
Blu (con bottoni Bianchi)
Izzy
Viola (con bottoni Rossi)
Sora
Rosso (con bottoni Gialli)
Mimi
Verde (con bottoni Arancioni)
Joe
Grigio (con bottoni Neri)]
TK
Giallo (con bottoni Verdi)
Kari
Rosa (con bottoni Bianchi)
Willis
Bianco (con bottoni Grigi)

Come molti artefatti presenti nel mondo digitale, sui Digivice vi è impresso il Digicodice della parola "Digital Monster" (デジタルモンスター Dejitaru Monsutā?), più precisamente sul bordo dello schermo. Inoltre, i Digivice hanno anche un contatore che mostra quanto sia vicino il Digimon alla Digievoluzione; l'altezza del contatore è proporzionale alla gravità della situazione.[1]

Oltre a permettere la Digievoluzione, i Digivice hanno anche altre abilità. Possono proiettare raggi di luce che hanno un effetto debilitante sui Digimon malvagi - coloro che sono sotto il controllo di un Ingranaggio Nero lo vedranno espulso dal loro corpo, mentre quelli che sono semplicemente malvagi per natura saranno convertiti al bene. Questi raggi possono trattenere i Digimon (come visto durante la battaglia contro VenomMyotismon) e, in una occasione, combinati per creare un campo di forza capace di contenere un'esplosione che avrebbe devastato l'intero Digiworld (alla fine della battaglia contro Apokarimon). Ad un livello più elementare, i Digivice hanno un orologio incorporato e sono in grado di captare il segnale emesso da altri Digivice. Per andare a Digiworld, un essere umano deve essere in possesso di un Digivice.

Un flashback della serie Digimon Adventure 02 rivela che Ken Ichijouji possedeva anch'egli un Digivice con questo design, che però si trasformò in un Digivice D-3 dopo che Ken lo ebbe immerso nel Mare Oscuro di Dragomon. I vari Digiprescelti internazionali visti nel giro intorno al mondo avvenuto durante la serie possiedono tutti un Digivice originale (ed è principalmente questa la ragione che costringe i Digiprescelti di Adventure 02 a compiere il giro del mondo).

In Digimon Adventure: Anode/Cathode Tamer Ryō Akiyama prende in prestito il Digivice di Tai. Anche se non può usarlo per la Digievoluzione, Ryo può caricare il Digivice con dell'energia che può successivamente rilasciare per provare a convertire un nemico, uno dei tirapiedi di Millenniummon, e portarlo dalla sua parte.

Digivice D-3Modifica

I Digivice D-3 sono i dispositivi usati dai nuovi Digiprescelti introdotti in Digimon Adventure 02, creati da Azulongmon e dagli altri Digimon Supremi, insieme alle Digiuova, per combattere il potere del Black Digivice dell'Imperatore Digimon. Presto i tre nuovi Digiprescelti entrano in possesso dei loro D-3 - liberati dal Digiuovo del Coraggio - mentre i Digivice originali di TK e Kari vengono trasformati nella nuova forma di D-3. I Digivice D-3 hanno un centro bianco con un'impugnatura colorata diversamente per ogni Digiprescelto, come segue:

Davis
Blu
Yolei
Rosso
Cody
Giallo
TK
Verde
Kari
Rosa
Ken
Nero (con centro Grigio)

Tuttavia, i D-3 si trasformano e cambiano colore (il centro è del colore principale del primo Digimon che appare sullo schermo, mentre l'impugnatura è del colore principale del secondo) durante la DNAdigievoluzione in modo molto simile a come si trasformano i Digivice originale quando qualcuno usa anche una Digipietra, nel modo in cui segue:

Davis e Ken
Blu scuro con impugnatura Verde
Yolei e Kari
Rosso con impugnatura Rosa
Cody e TK
Giallo con impugnatura Bianca

Chiamato Digivice "D-3" da Izzy e dal suo "amico americano" (ovvero Willis, ma solo nei doppiaggi inglese ed italiano) per le sue tre caratteristiche principali - Digital, Detect e Discover, ovvero il suo status di oggetto digitale in grado di individuare e scoprire - il D-3 possiede tutte le funzioni dei Digivice originali, permettendo la Digievoluzione fino al livello campione e la DNAdigievoluzione (chiamata Jogress nella versione giapponese) al livello evoluto. Dopo l'aiuto fornito da Azulongmon e da uno dei suoi dodici Digicuori Iridescenti, il Digivice consente la Digievoluzione di Paildramon al livello mega di Imperialdramon ed il Cambio di Assetto in Imperialdramon Fighter Mode. Usato in congiunzione con un Digiuovo (che viene immagazzinato dai ragazzi all'interno di comuni palmari digitali noti con il nome di "D-Terminal"), il Digivice D-3 permette anche l'Armordigievoluzione.

Un potere specifico che il D-3 possiede in più rispetto al Digivice originale è la sua abilità di aprire i "Digivarchi" - programmi per computer che funzionano come passaggi per Digiworld. Il Digivice originale non può eseguire questa funzione, anche se, una volta che il Digivarco è aperto da un D-3, coloro che lo posseggono possono attraversare il varco dimensionale. Ciò significa che i D-3 sono necessari per accedere a Digiworld, poiché la barriera dimensionale tra i due mondi è stata riparata quando i Digiprescelti originali liberarono il potere delle loro Digipietre.

Il Black Digivice D-3 di Ken Ichijouji ha l'effetto inverso di un Digivice normale, liberando un'energia che inibisce la Digievoluzione. Nei panni dell'Imperatore Digimon, Ken costruisce una serie di "Obelischi di Controllo" in tutto il mondo digitale, trasferendo questa energia tramite l'ausilio di questi ultimi; di rimando, gli Obelischi generano campi d'energia ad ampio raggio che impediscono la Digievoluzione nel settore circostante. Ken viene alla fine liberato dall'influenza negativa ed è in grado di usare il suo Digivice per far digievolvere naturalmente il suo Digimon partner, Wormmon; anche se possiede la Digipietra della Bontà, Ken non la usa in congiunzione al suo Digivice nella serie animata, anche se lo fa in Michi e no Armor Shinka, trasformando la sua Digipietra nel Digiuovo della Bontà.

Le versioni giocattolo dei Digivice D-3 sono divise in cinque versioni: le prime tre sono quelle di Veemon/Wormmon, Hawkmon/Gatomon e Armadillomon/Patamon. Mentre i D-3 degli altri personaggi di Adventure 02 vengono riprodotti fedelmente, quelli di TK e Kari sono rimpiazzate da versioni rispettivamente Nero/Blu e Bianco/blu. Esiste anche una "versione Paildramon" e la vera e definitiva versione del Digivice di Davis.

In Digimon Adventure 02: Tag Tamers Ryo Akiyama usa il D-3 che alla fine apparterrà a Davis Motomiya, mentre anche Ken ha accesso ad uno di essi. I due possono caricare il Digivice con dell'energia, che poi possono utilizzare per cercare di convertire un nemico, uno dei tirapiedi di Millenniummon, e portarlo dalla loro parte, in maniera molto simile a come lo stesso Ryo faceva in Digimon Adventure: Anode/Cathode Tamer.

D-ArcModifica

 
Il D-Arc originale di Takato

Il Digivice usato in Digimon Tamers è il Digivice D-Arc (anagramma di card), conosciuto nella versione americana con il nome di D-Power. Takato e Rika ricevono i loro D-Arc strisciando una carta blu nei loro analizzatori di carte, mentre Henry Wong riceve il suo strisciando una carta blu attraverso un accessorio di un gioco per computer dedicato ai Digimon. I D-Arc degli altri Domatori appaiono a loro in un'esplosione di luce, ma, come rivelato successivamente, in realtà questi vengono consegnati loro dai Digignomi. Il D-Arc rosso originale di Takato si incrina e viene distrutto quando si sovraccarica in seguito alla Digievoluzione di Guilmon in Megidramon a causa della rabbia di Takato nei confronti di Beelzemon. Dopo la Biodigievoluzione di Takato con Guilmon che dà vita a Gallantmon, Takato riceve un nuovo D-Arc color oro in sostituzione di quello rotto con anche un Digicodice inciso sulla griglia dorata. L'incisione reca la scritta "Digimon Tamers" (デジモンテイマーズ Dejimon Teima-zu?). I D-Arc hanno tutti il corpo principale di colore bianco (eccetto quello di Ryo, un po' atipico), mentre la griglia ed il laccetto del dispositivo variano come segue:

Takato
Rosso/Bianco (rimpiazzato successivamente da uno "definitivo" Oro/Bianco, ma con il laccetto sempre Rosso)
Henry
Verde/Bianco
Rika
Blu/Bianco
Ryo
Bianco/Blu (ma con laccetto blu)
Jeri
Giallo/Bianco
Kazu
Rame/Bianco
Kenta
Rosa chiaro/Bianco
Suzie
Rosa/Bianco
Akemi e Mako
Viola/Bianco

Chiaki J. Konaka, uno degli sceneggiatori principali di Tamers, afferma nelle sue note sui personaggi (quelle di Janyu Wong, padre di Henry) che il D-Arc è stato ispirato dallo Xerox Dynabook come interfaccia di computer portatile per bambini.

Questo Digivice può essere usato con una carta del gioco di carte di Digimon per eseguire la Digimodifica (Digi-Modify nella versione inglese, Card Slash in quella giapponese) per conferire al Digimon del Domatore degli attacchi, delle abilità o degli effetti speciali a cui solitamente non potrebbe accedere. Anche se originariamente i Digimon di livello intermedio dei Domatori avevano bisogno di essere esposti al potere di Calumon per permettere al D-Arc di attivare la Digievoluzione al livello campione, dall'episodio "Evoluzione del Domatore", una Carta della Digievoluzione supporta questa funzione.[2] Per raggiungere il livello evoluto, i Domatori devono usare una Carta Blu per la Digievoluzione Matrix.[3] mentre il D-Arc viene anche usato da Takato, Henry, Rika e Ryo per ricorrere alla Biodigievoluzione (Matrix Evolve nella versione giapponese),[3] che permette al Domatore di fondersi con il proprio Digimon partner per digievolvere al livello mega.

Il D-Arc può analizzare praticamente qualsiasi Digimon su cui il Digimon del Domatore posi lo sguardo,[4] ha una funzione di bussola/radar[5] che può individuare ogni Digimon aggressivo quando questo si trova nelle vicinanze e può mostrare ciò che il Digimon sta vedendo in quel momento.[2] Il D-Arc di Ryo può generare una frusta di energia;[6] non si sa, però, se anche gli altri D-Arc dei Domatori abbiano questa funzione. Il D-Arc può anche guarire il Digimon del Domatore.[7] Se necessario, il Digivice D-Arc contiene una porta dati sulla sommità alla quale si può avere accesso aprendo uno sportello premendo il tasto su.[8] Tuttavia, non si sa se sia necessaria un'opzione speciale per aprire lo sportello oppure se vi si possa accedere semplicemente premendo il tasto su quando il D-Arc si trovi in pausa.

Le versioni giocattolo del D-Arc sono uscite in Giappone in quattro versioni; la Versione 1.0 presenta il Digivice blu di Ryo e quello rosso di Takato, quella 1,5 vede il Digivice verde di Henry, la versione 2.0 presenta il Digivice blu di Rika e la versione definitiva del Digivice di Ryo, infine la versione 3.0 vede i due Digivice di Takato, quello rosso e quello color oro). Le stesse carte viste nella serie anime sono state pubblicate con dei codici speciali su di esse in modo da poterle inserire in un Digivice e guadagnare Digimon ed oggetti speciali.

In Digimon Tamers: Brave Tamer, Ryo chiede in prestito a Takato il suo D-Arc rosso. Caricandolo con dell'energia, Ryo può convertire un Digimon nemico in cui si imbatte in una carta per un successivo utilizzo.

D-TectorModifica

 
I meccanismi interni del D-Tector di Takuya Kanbara

Il Digivice usato in Digimon Frontier è il Digivice D-Tector, conosciuto in Giappone come D-Scanner per la sua funzione principale di scannerizzare i Digicodici. Takuya, Koji, JP, Zoe e Tommy ricevono i loro D-Tector quando vengono portati a Digiworld la prima volta; essi vengono trasformati da Ophanimon a partire dai loro telefoni cellulari. Il D-Tector di Koichi, tuttavia, fuoriesce da quello di Koji quando la sua risoluzione contribuisce a purificare i Digispirit delle Tenebre. I D-Tector di Takuya e Koji vengono potenziati per ben due volte; la prima da Seraphimon (anche se l'aspetto dei dispositivi non cambia) durante il confronto del primo contro BlackSeraphimon e del secondo contro Duskmon all'interno di Sephirotmon per permettere ai due di accedere alla Doppia Digievoluzione Spirit. Durante il confronto con Kerpymon, invece, Ophanimon usa l'ultima stilla dei suoi poteri per avanzare tecnologicamente i D-Tector di Takuya e Koji e portarli al livello successivo, cambiando anche il loro aspetto, cosa che permette loro di effettuare l'Iperdigievoluzione Spirit. Al contrario dei Digivice precedenti, che solitamente disponevano di un centro più o meno uguale per tutti, i colori dei D-Tector variano completamente a seconda di chi li possiede, come segue:

Takuya
centro Nero/impugnatura Rossa (avanzato successivamente ad uno centro Rosso/impugnatura Nera)
Koji
centro Bianco/impugnatura Blu (avanzato successivamente ad uno centro Blu/impugnatura Nera)
JP
centro Blu elettrico/impugnatura Gialla
Zoe
centro Lavanda/impugnatura Rosa
Tommy
centro Turchese/impugnatura Verde
Koichi
centro Nero/impugnatura Grigia

Il D-Tector permette ai Digiprescelti di accedere alla Digievoluzione Spirit.[9] Può essere usato per scannerizzare, purificare e quindi materializzare Digicodici e Digispirit. Può anche essere usato per le comunicazioni tra Digiprescelti, per parlare con la creatrice dei D-Tector, Ophanimon, o con i Digispirit stessi. Il D-Tector dispone anche delle funzioni di bussola e radar.

Digivice iCModifica

Il Digivice usato in Digimon Savers è il Digivice iC, noto come Data Link Digivice nel doppiaggio inglese. In quanto membri della DATS, Touma, Yoshino, Miki e Megumi ricevettero i loro Digivice quando si unirono alla squadra prima dell'inizio della serie. Quello di Masaru gli viene consegnato dal Direttore Yushima, che in passato lavorò con il Capitano Satsuma per costruire i propri dispositivi tramite dei progetti inviati loro da Suguru Daimon tramite Kamemon e Kudamon, diventati poi in seguito i Digimon partner dei due. Suguru aveva un suo Digivice e costruì anche quello di Ikuto, fatto che rivela che l'identità dell'ideatore dei Digivice iC è proprio quella di Suguru Daimon. La colorazione dei Digivice iC tende a cambiare completamente dall'uno all'altro (tranne i Digivice di Masaru, Touma e Yoshino che hanno tutti impugnatura e retro bianco) e sono costituiti da una parte frontale dove è anche presente lo schermo ed una parte posteriore facente parte dell'impugnatura del Digivice. Le colorazioni variano come segue:

Masaru, Yoshino e Touma
fronte Arancione/retro Bianco, fronte Rosa/retro Bianco e fronte Blu/retro Bianco
Ikuto
fronte Viola/retro Grigio
Yushima
fronte Nero/retro Verde
Satsuma
fronte Nero/retro Rosso
Megumi
fronte Bianco/retro Nero[10]
Miki
fronte Nero/retro Bianco[10]

Il Digivice iC permette ai Digimon di digievolvere tramite il comando vocale "Digisoul! Charge!" al livello campione e tramite quello "Digisoul! Full Charge!" al livello evoluto. I personaggi principali sono in grado di generare qualcosa conosciuto come "Digisoul" (o "D.N.A.", ovvero "Digimon Natural Ability" nel doppiaggio inglese). Questa emerge dalla mano del partner umano per l'evoluzione dal livello intermedio a quello campione e dal cuore, nonostante poi si diffonda a tutto il corpo, per l'evoluzione dal livello campione a quello evoluto. Quando è ricevuta da un Digimon, questa gli permette di digievolvere. È molto simile alla Digievoluzione Spirit di Frontier, anche se in quella serie è un essere umano che digievolve in un Digimon. Il Digivice iC è anche in grado di assorbire il Digimon partner da un dispositivo posizionato all'estremità di esso e tenerlo al suo interno. Nei primi due episodi di Savers, Lalamon passa praticamente tutto il suo tempo all'interno del Digivice e ci sta perfettamente, mentre Agumon sembra stare un po' stretto. I bottoni presenti sul fronte del dispositivo seguono la stessa disposizione del logo della DATS (Digital Accident Tactics Squad). Il logo è lungo circa nove centimetri, largo circa quattro e spesso circa uno e mezzo. Masaru, Touma e Yoshino riescono ad invocare il vero potere della Digisoul nell'episodio "La Digievoluzione è impossibile! La distruzione dei Digivice", ma i Digivice iC non riescono a trattenere questo potere allo stato grezzo e si sgretolano, distruggendosi.[11] Nell'episodio "Risvegliati, Agumon - Sconfiggi Belphemon!", tuttavia, accade la stessa cosa ad Ikuto, il quale però è apparentemente in grado di controllare la sua Digisoul e di far digievolvere Falcomon via "Digisoul Charge! Overdrive!" nella sua forma di livello mega, Ravemon.[12] Nell'episodio "I sentimenti di mio padre: provalo con un pugno!", Satsuma dimostra inoltre di poter portare Kudamon alla sua forma di livello mega, Sleipmon, con il suo Digivice iC.[13]

Una versione di questo Digivice è usata in Digimon Story ed in Digimon Story: Sunburst and Moonlight, solo che non esiste nessun sistema per la Digisoul; tuttavia, è inclusa una funzione di Digifarm.

Digivice BurstModifica

Il Digivice Burst è un Digivice usato nella serie Digimon Savers. È una versione aggiornata del Digivice iC, ma dal design leggermente diverso, poiché è praticamente di un solo colore eccetto per una banda di colore che attraverso l'intero dispositivo e per il simbolo della DATS (anch'esso leggermente cambiato). Il Digivice Burst presenta le seguenti colorazioni:

Masaru
corpo Nero/banda Arancione
Yoshino
corpo Bianco/banda Rosa
Touma
corpo Nero/banda Blu
Ikuto
corpo Viola/banda Grigio chiaro
Suguru
corpo Nero/banda Gialla

Il Digivice Burst permette ai Digimon di digievolvere tramite il comando vocale "Digisoul Charge! Overdrive!" al livello mega. Ha tutte le funzioni dei Digivice iC, più l'abilità di usare la formula "Charge! Digisoul Burst Mode!" per attivare il "Burst Mode", oltre al "Signal Port", che permette l'uso di una nuova caratteristica, l'"Air Signal", che ha tre funzioni: Aura, Barriera e Digievoluzione Burst.

Nell'episodio "La resurrezione dei Digivice - Un nuovo fulgore", Masaru, Touma e Yoshino riescono a riparare i loro Digivice iC rotti e a trasformarli in Digivice Burst grazie all'addestramento di BanchoLeomon.[14] L'iC di Ikuto si trasforma nel Burst nell'episodio "La forza corrisponde davvero al potere! Il Cavaliere animale Duftmon", quando lui e Yoshino riescono infine a conferire ai loro Digimon partner il Burst Mode. Suguru Daimon è il primo ad ottenere il Digivice Burst dopo aver incontrato BanchoLeomon, prima dell'inizio della serie.[15]

Digivice di KurataModifica

Il Digivice di Kurata è un Digivice usato in Digimon Savers. Di colore Viola/Verde, è usato dal professor Akihiro Kurata in Savers per permettere al Digimon del professore, Gizmon, di effettuare la Pseudo-Evolution in Gizmon: AT o Gizmon: XT tramite l'uso di una "Digisoul artificiale" che è in grado di creare. È equipaggiato con una serie di circuiti che collegano il Digivice ad un piccolo deposito portatile, che può immagazzinare l'energia necessaria a creare la Digisoul artificiale. Le truppe di Kurata, ovvero dei soldati ai suoi ordini, dispongono dello stesso tipo di dispositivo.

Digivice Bio LinkModifica

Il Digivice Bio Link è un Digivice usato in Digimon Savers. Creati anch'essi da Akihiro Kurata, questi Digivice permettono ai Bio Hybrid agli ordini di Kurata di trasformarsi in Bio-Digimon. La colorazione di questi Digivice è molto simile, in quanto i tre Digivice esistenti di questo tipo hanno tutti come colore secondario il grigio, mentre il colore primario cambia come segue:

Kouki
Blu
Nanami
Rosso scuro
Ivan
Marrone

Il Digivice è tenuto sotto l'avambraccio, quindi, quando ne è necessario l'uso, scivola nella mano del suo possessore. La formula "Bio Hybrid Digisoul! Charge!" permette ai Bio Hybrid di digievolvere in Digimon ibridi di livello armor, mentre la formula (pronunciata però solo da Nanami) "Bio Hybrid Digisoul! Full Charge!" innesca la trasformazione dei Bio Hybrid in Digimon ibridi di livello mega.

Xros LoaderModifica

Il Digivice Xros Loader (クロスローダー Kurosu Rōdā?) è il Digivice usato in Digimon Fusion Battles. Questo Digivice ha la funzione principale di permettere a chi lo possiede di effettuare la DigiXros tra i Digimon presenti nella sua armata.[16] La colorazione di questi dispositivi riguarda un solo colore principale ed è come segue (quantomeno per i Xros Loader apparsi finora):

Taiki Kudo
Rosso
Kiriha Aonuma
Blu
Nene Amano
Rosa (originariamente Nero)

Questo Digivice ha dimostrato diverse abilità, come il deposito della forma digitale di un Digimon per permettere la sua guarigione[16] o il trasferimento tra le diverse Zone di Digiworld.[17] Possiede la capacità, come il Digivice iC, di tenere al suo interno i Digimon; tuttavia, in questo caso, il numero di Digimon trattenuti può essere anche piuttosto numeroso.[18] Inoltre, può stipare al suo interno anche i Code Crown, mezzi indispensabili per viaggiare tra le diverse Zone e prova inconfutabile della proprietà, da parte del possessore del Xros Loader, delle corrispondenti Zone di Digiworld;[17] consente poi anche l'uso delle Digimemory, artefatti in grado di evocare gli spiriti di potenti Digimon leggendari in soccorso del loro possessore.[19] Ogni Xros Loader può essere utilizzato solo ed esclusivamente dal suo legittimo proprietario: in possesso di altri, il Xros Loader semplicemente non si attiverà.[20]

Nella seconda metà della serie, il Xros Loader dimostra alcune altre abilità che fino a quel momento erano rimaste ignote. Infatti, nell'episodio "In partenza per un nuovo viaggio!! Il grande scontro decisivo di Tokyo!!", il Xros Loader permette di accedere alla funzione originale primaria di ogni Digivice: la Digievoluzione.[21] Infine, nell'episodio seguente, il Xros Loader si dimostra in grado di generare delle dettagliate mappe di Digiworld in 3D.[22]

Darkness LoaderModifica

Il Darkness Loader (ダークネローダー Dākunesurōdā?) è un potente artefatto ricercato da DarkKnightmon.[23] Essenzialmente una copia oscura del Xros Loader originale, il Darkness Loader permette al suo utilizzatore di fondere due o più Digimon (compreso sé stesso, se lo desidera) in una DigiXros. La particolarità del Darkness Loader è che, contrariamente al Xros Loader, può fondere in una DigiXros forzata qualsiasi Digimon, anche di squadre nemiche o per nulla intenzionati a partecipare ad essa.[24] Esso inizialmente si trova inattivo all'interno di un globo di energia oscura tenuto nascosto all'interno della torre di DarkKnightmon nella Dust Zone. DarkKnightmon cerca un modo per attivarlo accumulando grandi quantità di energia oscura raffinata. Dopo averlo completato, DarkKnightmon lo presenta a suo fratello Bagramon. Il signore oscuro dell'Esercito Bagra ne elabora sette copie e ne consegna uno ad ognuno dei sette Generali della Morte, dando poi l'originale a Yuu Amano.

Appli DriveModifica

L'Appli Drive è un dispositivo digitale simile al Digivice che viene utilizzato in Digimon Universe: Appli Monsters.Ciascun Appli Drive appare all'umano prescelto (detto "applidriver") in un modo diverso. Tuttavia è necessario rispondere correttamente Sì oppure No ad una domanda per consentire al dispositivo di attivarsi e stabilire un legame tra l'umano e il suo amico Appmon ("buddy"). Quando ciò avviene l'Appli Drive fa apparire al polso dell'umano un dispositivo a forma di orologio da polso (l'Appmon Band) in grado di contenere gli Appmon Chip e di comunicare con dispositivi dello stesso tipo. Solo chi possiede un Appli Drive può vedere gli Appmon non materializzati.

Appli Drive DUOModifica

L'Appli Drive DUO è un dispositivo digitale simile al Digivice che viene utilizzato in Digimon Universe: Appli Monsters. Trattandosi essenzialmente di una versione potenziata dell'Appli Drive, il DUO condivide buona parte delle sue funzioni con il modello originale. Entrambi sono opera di Minerva e giungono agli esseri umani prescelti secondo le stesse modalità. Il DUO però può essere creato anche trasformando un Appli Drive originale.

Digivice usati nelle serie mangaModifica

Digivice 01Modifica

Il Digivice 01 è usato dai Domatori di Digimon Adventure V-Tamer 01. Taichi Yagami ottiene il suo da Lord Whamon come regalo d'addio, mentre gli altri personaggi possedevano già i propri fin dalla loro prima apparizione. Ha tutte le funzioni del V-Pet originale, con al suo interno anche un analizzatore. Usarlo permette al Domatore di trasmettere dati al proprio Digimon, varie erbe medicinali, cibo e anche comandi non verbali. Può essere di diversi colori.

Facendo collidere tra loro due Digivice 01, un Domatore può innescare una DNAdigievoluzione. Per cancellare questa evoluzione i Digivice devono invece essere incrociati. Spesso i Domatori cercano di usare questa abilità per ottenere una DNAdigievoluzione infinita, in cui il Digimon DNAdigievoluto si separa nuovamente nei suoi Digimon componenti e poi effettua di nuovo la DNAdigievoluzione, riacquistando di conseguenza una salute perfetta. Neo Saiba è uno dei maggiori fautori nell'usare questa tattica, mentre anche Hideto Fujimoto ha provato a far fondere nuovamente i suoi WarGreymon e MetalGarurumon affinché Omnimon tornasse in ottima salute. Inoltre, un Digimon DNAdigievoluto può unirsi nuovamente con un altro del suo livello e diventare un Digimon di livello mega. Questo processo si chiama "DNAdigievoluzione tripla".

Pendulum XModifica

Il Digivice Pendulum X è considerato come Digivice di Digimon Chronicle. Ha su di esso un indicatore per rilevare l'Anticorpo X ed esiste in diversi colori.

D-CyberModifica

Il Digivice D-Cyber è il Digivice usato dai Domatori del manhua cinese D-Cyber. Ha la forma di un cellulare star tac ed ha anche un indicatore per l'Anticorpo X. In realtà, il giocattolo è solo un Pendulum X modificato creato dalla Bandai Asia.

Scuotendo il D-Cyber nel modo appropriato, un Domatore potrebbe riuscire a far scagliare al proprio Digimon un attacco particolarmente potente.

Digivice iCModifica

Il Digivice iC è uno dei Digivice usati in Digimon Next. Tsurugi Tatsuno, il protagonista, ottiene il suo da un Digimon Mini datogli da Piximon.

Può tenere al suo interno una fornitura infinita di cibo, ha l'abilità di guarire un Digimon e può tenere al suo interno anche Digiuova da affidare successivamente ad altri. Ha una funzione "bagno", che pulisce gli escrementi lasciati da un Digimon, fa da portafogli per i Digidollari che il "Digital Manager" costruito al suo interno usa per pagare cose come i viaggi sui Trailmon e ha una funzione mai usata di "torcia". In battaglia, può essere usato per controllare il potenziale di un Digimon avversario e conoscere così la sua attuale forza, un'estensione del quale è un allarme che segnala i dati in arrivo, e per caricare dati al proprio Digimon partner per permettergli di apprendere cose come nuovi attacchi o altro.

Digimon TwinModifica

I Digivice Digimon Twin sono due Digivice usati in Digimon Next. Chiamati i "Dispositivi dell'Anti Dio", vengono usati con gli Arbitrators (VictoryGreymon e ZeedGarurumon) per abbattere Yggdrasil nel caso dovesse divenire corrotto. Vengono consegnati a Tsurugi Tatsuno e Yuu Inui da Norn per permettere loro di far digievolvere i loro Digimon al livello mega.

Digivice dedicati alle serie animeModifica

Digivice di Digimon AdventureModifica

Il Digivice Interattivo di Digimon è un gioco elettronico pubblicato nel 1999 dalla Bandai. Questi Digivice sono basati sulla serie anime di Digimon Adventure. In questo gioco bisogna condurre il proprio Digimon al cospetto di ciascun boss delle sette aree di gioco presenti, facendogli compiere un determinato numero di passi, allo scopo di affrontarli tutti e sconfiggerli. I boss sono gli stessi della prima serie animata: Devimon, Etemon, Myotismon e i quattro Padroni delle Tenebre, di volta in volta sempre più difficili da raggiungere e da eliminare.

Durante il tragitto, numerosi Digimon intralciano la nostra creatura, la quale è costretta ad affrontarli non solo per migliorarsi, ma anche per liberare i suoi futuri compagni di avventura, costituiti dagli altri Digimon partner dei Digiprescelti della serie animata originale. Sebbene all'inizio, dunque, si scelga uno tra gli otto Digimon principali (Agumon, Gabumon, Biyomon, Tentomon, Palmon, Gomamon, Patamon e Gatomon), alla fine questi si utilizzano tutti senza distinzione.

Per velocizzare il cammino dei nostri eroi, alcuni minigiochi ci permettono di ridurre (o aumentare, in caso di fallimento) il numero totali di passi da percorrere: un gioco di carte, in cui bisogna eliminare tra le due carte quelle che rappresentano Digimon nemici, e una slot machine, in cui bisogna combinare tra loro i Digimon protagonisti per ottenere un bonus positivo.

Digivice di Digimon Adventure 02Modifica

Il Digivice D-3 Interattivo di Digimon è un gioco elettronico pubblicato dalla Bandai. Questi Digivice sono basati sulla serie animata Digimon Adventure 02. In questo gioco bisogna allenare una creatura e farla crescere e percorrere un valore di 35900 di distanza, partendo da 0. Successivamente, bisogna usare il proprio Digimon per salvare Digiworld. Si può ottenere un Digimon di partenza a seconda del colore del Digivice D-3. I Digimon sono basati sui Digimon dei sei Digiprescelti nella serie animata originale. Questi Digimon sono Veemon, Hawkmon, Armadillomon, Patamon, Gatomon e Wormmon. Tuttavia, questi sei Digimon dovranno necessariamente essere sbloccati tutti prima della fine del gioco, quindi non è importante quale Digivice D-3 si disponga.

Il potenziale di un Digimon, il D-Power, può variare da 0 a 99, che è il valore massimo impossibile da superare. C'è una funzione di Stato con la quale si può cambiare Digimon e digievolvere il proprio Digimon. Esiste anche una funzione relativa alle Digiuova, che si possono tenere costantemente d'occhio, ed un gioco di Slot Machine. La Slot Machine è come una roulette nella quale si possono guadagnare altri Digimon, Digiuova, D-Power e ridurre la distanza da percorrere. C'è anche una funzione medica dove si possono curare i Digimon se vengono feriti e anche una modalità Versus dove si può attivare una Armordigievoluzione e combattere contro altri possessori di Digivice D-3. Il vincitore ruba un punto D-Power al perdente e lo tiene per sé.

Di tanto in tanto Digimon come ToyAgumon, DemiMeramon, Tyrannomon o RedVegiemon appaiono come combattimenti casuali. Si può provare a sconfiggere questi Digimon al livello attuale o far armordigievolvere il proprio Digimon. Questa modalità è chiamata "Battle Mode" e per ogni Digimon sconfitto si vince un punto D-Power. Inoltre, spesso ci si imbatte in alcune uova misteriose che, casualmente, contengono al loro interno un Digimon, una quantità maggiore di D-Power o un Digiuovo.

Digivice di Digimon TamersModifica

Il Digivice D-Power interattivo di Digimon[25] è un gioco elettronico pubblicato dalla Bandai. È il terzo Digivice nella serie di dispositivi pedometrici ed è basato sulla serie animata Digimon Tamers. I Digimon partner tra i quali si può scegliere inizialmente, infatti, sono i tre principali di Tamers: Guilmon (che può anche digievolvere in una catena evolutiva "malvagia"), Terriermon e Renamon. Lo scopo del gioco è ottenere nuovi Digimon, attraverso un metodo innovativo: inserire il numero della Digicarta corrispondente al Digimon ed immettendo un carattere di Digicodice. Come nei dispositivi precedenti, dopo un certo numero di battaglie, il Digimon che si ha in cura attiverà la Digievoluzione, trasformandosi in forme più potenti delle precedenti. Per procedere attraverso le Aree del gioco, bisogna accumulare "Passi", che in realtà è un mini Pendulum che clicca all'interno del gioco. Tenendo il D-Arc attaccato alla cintura mentre si cammina (o scuotendolo manualmente), il contatore diminuirà, portando direttamente al Boss dell'Area. Battendo il Boss, si procede all'Area successiva. È possibile visionare in ogni momento la distanza mancante nell'Area in cui ci si trova, la distanza totale percorsa, la D-Energy totale ed il record ottenuto in battaglia.

Nel menu del gioco è possibile controllare il proprio Digimon e tutto ciò che lo riguarda (stato attuale, possibili Digievoluzioni, statistiche) e curarlo nel caso in cui questo sia ferito. È possibile inoltre prendere visione delle Carte a disposizione o della mappa, spostandosi anche all'interno di essa. Esiste inoltre un minigioco, grazie al quale è possibile guadagnare tanta D-Energy quanta se ne riesce a guadagnare nel gioco. Infine, è possibile connettere il proprio Digivice ad un altro D-Power per far combattere i due Digimon, oppure collegarlo ad un D-Terminal statunitense per scannerizzare alcuni dei Digimon presenti nel gioco.

Durante le battaglie è necessario strisciare delle carte all'interno del D-Power. Quando viene selezionata una carta per la Battaglia o per la Digievoluzione, infatti, bisogna posizionare la carta "fisica" nel modo corretto per farla funzionare. I contatti sono molto stretti, così fortunatamente non è necessario strisciare la carta per l'intero Digivice. Una carta funziona nel modo corretto se la si preme contro l'interruttore sul lato dell'apparecchio e la si tiene in quella posizione per il tempo necessario.

Una volta che si è completata un'Area della mappa, c'è la possibilità che accada più di un singolo evento. Può apparire immediatamente il Boss, ma, ad esempio, può esserci anche un Negozio di Carte in cui si possono comprare Carte da Battaglia utilizzando la D-Energy in possesso del giocatore. Inoltre, da qualche parte nel primo livello, c'è un minigioco in cui bisogna liberare Calumon da Impmon e, grazie a questo gioco, si ottiene la prima carta della Digievoluzione. Ogni livello presenta ogni volta gli stessi quattro eventi, ma essi si presentano in diversi luoghi del gioco. Se si trova il Boss prima della Carta di Digievoluzione, è necessario lasciare il livello e provarne un altro.

In aggiunta agli incontri casuali, quando si è in cammino, è possibile incontrare un venditore di carte. Quest'ultimo mostrerà diverse Carte da Battaglia ed è permesso sceglierne una da comprare. È possibile inoltre trovare gli altri due Digimon partner, in aggiunta a quello iniziale, senza dover fare nulla.

Digivice di Digimon FrontierModifica

Il Digivice D-Tector interattivo di Digimon è un gioco elettronico pubblicato dalla Bandai America in America, Asia ed Europa come corrispettivo della sua versione D-Scanner giapponese. Contrariamente al D-Scanner, il D-Tector non effettua la scansione di codici a barre. Utilizza invece un sensore di movimento per inserire comandi in battaglia. È inoltre un dispositivo pedometrico che il giocatore deve scuotere o portare con sé quando cammina per far accadere determinati eventi. Essendo basato sulla serie anime Digimon Frontier, il giocatore non dispone di un Digimon partner, ma ha la possibilità di giocare con uno dei Digiprescelti della serie stessa.[26]

Nel primo menu del gioco è possibile controllare la mappa e lo stato dei Digiprescelti e dei Digispirit in proprio possesso. È disponibile inoltre la funzione medica per curare eventuali ferite. Connettendo il proprio D-Tector ad un altro si può anche accedere alla modalità di combattimento uno contro l'altro, oltre a poter scambiare dati tra i due D-Tector. Nel secondo menu, invece, ci sono funzioni più avanzate. Il Digi-Database permette di controllare qualsiasi Digimon divenuto alleato e posizionarlo in uno dei D-Dock, affinché possa intervenire in battaglia. Sono disponibili quattro D-Dock. Il Digi-Digits, invece, permette di inserire dei codici speciali ottenibili dal gioco di carte "Digimon D-Tector Card Game" per sbloccare nuovi Digimon. Come detto, c'è anche la funzione di Gioco che comprende anche una sessione di allenamento alla battaglia. Infine, c'è il Digi-Searcher, che permette di attivare eventi speciali tramite il sensore di movimento. Gli eventi, poi, si svolgono normalmente, con le stesse modalità degli eventi classici. È possibile anche trovare oggetti.

Scuotendo il D-Tector o portandolo con sé quando si cammina, si attivano due eventi principali. Si può incappare in una Tempesta di Dati (Data Storm), a causa della quale, se se ne cade vittime, si può essere trasportati in una Area completamente diversa della mappa o perdere membri della squadra o Digispirit; è comunque possibile la fuga. Si può inoltre essere coinvolti in battaglia, nella quale si può schierare un Digimon dal proprio D-Dock, un Digiprescelto digievoluto in Digimon tramite la Digievoluzione Spirit o un Digimon ottenuto tramite Digi-Digits (i cui dati vengono salvati all'interno del Digi-Database alla fine della battaglia), oppure, in alternativa, ricorrere alla fuga per evitare il combattimento. Durante la battaglia, invece, si può decidere di attaccare con il Digimon schierato (ma potrebbe disobbedire in caso di livello troppo alto), farlo digievolvere (se si è ottenuta la sua Digievoluzione)[27] oppure riportare il Digimon nel proprio D-Dock.

Digivice di Digimon SaversModifica

Il Digivice Data Link interattivo di Digimon[28] è un gioco elettronico pubblicato dalla Bandai. Questo Digivice è leggermente diverso dai quattro precedenti, in quanto combina l'ormai classica modalità di gioco basata sulla ricerca e le missioni con una simile ad un vero e proprio V-Pet. Il Digivice Data Link permette di ottenere nuovi oggetti nel gioco tramite il sensore posizionato sulla parte superiore del Digivice. Inoltre, questo Digivice e gli altri giochi esistenti facenti parte del merchandise di Digimon Savers, la serie anime alla quale è ispirato il Data Link, hanno a disposizione dei chip che si possono usare per ottenere altri oggetti.

Il Data Link permette di scegliere uno tra i tre Digimon partner principali di Savers - Agumon, Gaomon e Lalamon - come proprio Digimon partner. Una volta scelto il proprio partner, questo non può essere cambiato fino al completamento del gioco. Il Digimon partner evolve solo durante le battaglie e non rimarrà nella propria forma evoluta. Gli stadi di Digievoluzione più alti si ottengono facendo salire di livello il proprio Digimon grazie ai minigiochi d'allenamento. Bisogna anche prendersi cura del proprio partner sfamandolo, spegnendo le luci quando dorme e pulendolo quando espleta i suoi bisogni, ma questo non ha nessun influsso sulla performance del Digimon in battaglia.

Nel menu del gioco sono presenti diverse opzioni, tra cui quella di Caricamento (Charge). Questa opzione permette di utilizzare il sensore posto nella parte superiore del Data Link per ottenere vari oggetti posiziando il sensore sulla propria mano o su un conduttore d'elettricità oppure usando i vari chip inclusi nel gioco (o negli altri giochi della linea di Savers) per ottenere diversi oggetti. È possibile poi visionare lo stato dei propri Digimon e l'inventario delle DNA, degli oggetti e dei punti. Ci sono poi tre opzioni per accudire il proprio Digimon partner, una per dargli del cibo, una per curarlo se necessario ed una terza per pulirlo ed accendere e spegnere la luce. Sono presenti anche i classici minigiochi, grazie al quale è possibile aumentare le capacità di un Digimon e guadagnare altri punti. È possibile inoltre combattere in vari colossei, molti dei quali sbloccabili. Le vittorie nei Colossei contano a seconda della percentuale di gioco già completata. C'è inoltre un negozio, nel quale è possibile scambiare i punti guadagnati con oggetti, e la classica funzione di connessione ad altri Data Link. Tramite questa funzione è possibile combattere e scambiare oggetti e punti con un altro Data Link. Esiste inoltre una funzione sconosciuta.

Ad eccezione delle battaglie nei Colossei, i combattimenti capiteranno a caso nel corso del gioco e dovranno essere inoltre completate diverse missioni. Queste missioni consistono nel combattere contro altri Digimon, che però occasionalmente saranno in grado di digievolvere. Le varie opzioni in battaglia consentono di far digievolvere il proprio Digimon (a patto di possedere una DNA di un tipo corrispondente al proprio partner), utilizzare altra DNA per incrementare le abilità del Digimon e usare oggetti speciali per far digievolvere il proprio Digimon in una forma mega alternativa. È possibile anche chiamare un altro dei propri Digimon partner per intervenire in aiuto del primo. Il Digimon entrerà in battaglia, attaccherà il nemico e poi si ritirerà. Tuttavia, questa strategia raramente si rivela efficace. Infine, è possibile attaccare direttamente il nemico o fuggire dalla lotta, ma in questo caso la fuga dalla battaglia conterà come una sconfitta.

Digivice di Digimon Fusion BattlesModifica

Il Digivice Xros Loader interattivo di Digimon è un Digivice con schermo LCD a colori basato sulla serie Digimon Fusion Battles, che può contenere al suo interno l'intero esercito del giocatore e che usa una grafica a colori per i Digimon e le Zone che appaiono nel gioco.

È possibile ottenere nuovi Digimon principalmente esplorando le Zone o grazie all'attivazione delle Digimelody, delle sequenze musicali diverse per ogni Digimon che, se inserite nel Xros Loader, permettono di generare uno specifico Digimon. Le Digimelody possono essere formate da musica generica o anche da suoni naturali come lo scorrere dell'acqua, ma ci sono anche specifiche melodie per i Digimon più rari, come ad esempio Pharaohmon. Queste melodie sono state pubblicate durante la Digimon Data Collection, alla fine degli episodi di Fusion Battles, tramite eventi speciali sul sito di Digimon Web[29] o tramite dei download mensili dai cabinati arcade Digimon X Arena. Le Digimemory incluse in diverso merchandise di Fusion Battles possono essere usate con il Xros Loader per attivare attacchi unici durante le battaglie, mentre i Code Crown possono essere usati per sbloccare nuove Zone.

Rispetto agli altri Digivice dedicati alle altre serie anime, il Xros Loader dispone di una funzione di lettore MP3, capace di contenere fino a cinquanta brani musicali. Inoltre, la classica funzione di connessione ad altri Digivice Xros Loader, per combattere contro altri giocatori, avviene tramite il sistema wireless.

NoteModifica

  1. ^ Digimon Adventure: "Io e Patamon", Rai 2, 19 settembre 2000.
  2. ^ a b Digimon Tamers: "Evoluzione del Domatore", Rai 2, 21 dicembre 2002.
  3. ^ a b Nella versione inglese, il termine "Digievoluzione Matrix" si riferisce al processo di Digievoluzione di un Digimon dal livello campione a quello evoluto. Nelle versioni italiana e giapponese, il termine si riferisce sia al processo suddetto che alla Biodigievoluzione di un Digimon dal livello intermedio a quello mega. In particolare, nella versione italiana, prima della Digievoluzione vera e propria, il testo sul Digivice riporta "Digievoluzione Matrix", mentre il Domatore urla "Biodigievoluzione!"
  4. ^ Digimon Tamers: "Domatori di Digimon", Rai 2, 3 dicembre 2002.
  5. ^ Digimon Tamers: "Il ritorno dei Digimon", Rai 2, 2 dicembre 2001.
  6. ^ Digimon Tamers: "Un leggendario Digimon Tamer", Rai 2, 20 gennaio 2003.
  7. ^ Digimon Tamers: "Il rapimento di Calumon", Rai 2, 10 gennaio 2003.
  8. ^ Digimon Tamers: "L'arrivo di Grani", Rai 2, 19 febbraio 2003.
  9. ^ Nella versione inglese si usano invece due termini separati per distinguere la Digievoluzione Spirit di tipo Umano da quella di tipo Animale.
  10. ^ a b I Digivice di Miki e Megumi sono invertiti per sottolineare i loro PawnChessmon di colorazione diversa e per allinearsi al colore del loro Digimon.
  11. ^ Digimon Savers: "La Digievoluzione è impossibile! La distruzione dei Digivice", Fuji TV, 22 ottobre 2006.
  12. ^ Digimon Savers: "Risvegliati, Agumon - Sconfiggi Belphemon!", Fuji TV, 24 dicembre 2006.
  13. ^ Digimon Savers: "I sentimenti di mio padre: provalo con un pugno!", Fuji TV, 28 gennaio 2007.
  14. ^ Digimon Savers: "La resurrezione dei Digivice - Un nuovo fulgore", Fuji TV, 29 ottobre 2006.
  15. ^ Digimon Savers: "La forza corrisponde davvero al potere! Il Cavaliere animale Duftmon", Fuji TV, 11 febbraio 2007.
  16. ^ a b Digimon Fusion Battles: "Il Digiworld", Tv Asahi, 6 luglio 2010.
  17. ^ a b Digimon Fusion Battles: "Appare il rivale Kiriha!", Tv Asahi, 20 luglio 2010.
  18. ^ Digimon Fusion Battles: "La Island Zone, un subbuglio!", Tv Asahi, 27 luglio 2010.
  19. ^ Digimon Fusion Battles: "Digimemory, splendi!", Tv Asahi, 3 agosto 2010.
  20. ^ Digimon Fusion Battles: "Wisemon, il segreto di Digiworld!", Tv Asahi, 11 gennaio 2011.
  21. ^ Digimon Fusion Battles: "In partenza per un nuovo viaggio!! Il grande scontro decisivo di Tokyo!", Tv Asahi, 8 marzo 2011.
  22. ^ Digimon Fusion Battles: "In un nuovo mondo! La Dragon Land del Generale della Furia di Fuoco", Tv Asahi, 3 aprile 2011.
  23. ^ Digimon Fusion Battles: "La Dust Zone, la grande città dei rifiuti di GranLocomon!", Tv Asahi, 14 dicembre 2010.
  24. ^ Digimon Fusion Battles: "Un brivido che corre lungo la schiena! La Vampire Land del Generale della Luce Lunare", Tv Asahi, 17 aprile 2011.
  25. ^ Benché in Italia il Digivice abbia mantenuto il nome giapponese, ovvero D-Arc, questo in Europa è conosciuto con il nome di D-Power.
  26. ^ Koichi Kimura non è un personaggio giocabile nella Versione 1 del D-Tector, ma lo è fin dall'inizio nella Versione 2.
  27. ^ In questo caso la Digievoluzione segue delle regole lineari e ben precise secondo le regole dettate dall'anime. Ad esempio, Agumon può solo digievolvere in Greymon, che può digievolvere esclusivamente in MetalGreymon, che a sua volta può digievolvere in WarGreymon.
  28. ^ Benché in Italia il Digivice sia conosciuto con il nome giapponese, ovvero iC, questo in Europa è conosciuto con il nome di Data Link.
  29. ^ Digimon Web

Collegamenti esterniModifica

  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga