Apri il menu principale
Dinaro jugoslavo
fuori corso
Nome localeJugoslavenski dinar (croato)
Југословенски динар (macedone)
Југословенски динар (serbo)
Jugoslovanski dinar (sloveno)
Codice ISO 4217YUS, YUF, YUD, YUN
StatiJugoslavia
Simbolodin. e дин.
Frazioni100 para
Monete50 para, 1, 2, 5 din.
Banconote10, 20, 50, 100, 200, 500, 1000, 5000 din.
Entità emittenteBanca Nazionale Jugoslava
Periodo di circolazione1920-1941 e 1944 - 1992
(sotto varie sigle)
Sostituita daDinaro jugoslavo dal Tallero - Dinaro - 1992
Tasso di cambio1 YUN = 1 SIT = 1 HRD
10 YUN = 1 YUR = 1 BHD (1991 - 1992)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Dinaro jugoslavo è il nome collettivo della serie di valute ufficiali della ex Jugoslavia. Le prime quattro fanno riferimento ai periodi di esistenza della propriamente detta entità statuale panslavica, mentre le ultime cinque sono relative alle tribolate vicissitudini della Federazione serbo-montenegrina.

Il dinaro era normalmente diviso in 100 para, ad eccezione del Dinaro jugoslavo riformato, Dinaro jugoslavo di ottobre e del Dinaro jugoslavo del 1994 che non avevano divisioni decimali.

Indice

Dinaro regioModifica

 
2 dinari del 1925

Il primo dinaro jugoslavo fu emesso a partire dal 1920.

Non fu null'altro che la continuazione del dinaro serbo, che sostituì progressivamente alla pari. Nei territori già asburgici la nuova valuta rimpiazzò invece la corona austro-ungarica, che era stata sovraimpressa come corona jugoslava, ad un tasso politicamente fissato in un rapporto di 4 corone per 1 dinaro. Postumamente gli fu informalmente assegnato un codice ISO 4217 denominato YUS.

Questa valuta circolò fino alla Seconda guerra mondiale, quando la Jugoslavia fu occupata e disciolta dai nazisti nel 1941. Croazia e Bosnia da una parte, e Serbia dall'altra, adottarono quindi proprie valute che successero al dinaro alla pari, mentre nelle regioni periferiche vennero estese le monete dei vari paesi invasori.

Serie del Regno serbo-croato-sloveno
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  10 dinari blu uomo con martello 1920
  rosso donna stemma reale e chiesa 1926
  100 dinari giallo donna contadino e navi 1920
  1000 dinari viola San Giorgio e il drago aratore e differenti città
Serie del Regno jugoslavo
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  10 dinari verde Re Pietro
Ponte di Mostar
donna 1939
  20 dinari marrone Re Pietro donna 1936
  50 dinari marrone Re Alessandro statua equestre 1931
  100 dinari viola donna con spada contadino e navi 1929
  donna e soldato due lavoratrici 1934
  500 dinari blu Re Pietro lavoratrice 1935
  1.000 dinari giallo Regina Maria donna con falce e spiga e
donna con spada e scudo
1931
  colorato donna e tre cavalieri
insegnante e pupillo
pescatore e fabbro 1935
  10.000 dinari marrone Re Pietro due fattrici 1936

Dinaro federaleModifica

Il secondo dinaro, o dinaro jugoslavo federale, fu quello emesso dal maresciallo Tito a partire dal 1944, a cui postumamente assegnato un codice informale ISO 4217 scritto YUF.

Al fine di attutire la pesante inflazione che aveva colpito il paese durante l'occupazione, la nuova valuta fu emessa con un tasso di cambio fissato rispetto al dinaro serbo del periodo di guerra nella misura di 20 vecchi dinari per uno nuovo. Quando nel 1945 anche la Croazia fu reintegrata nella federazione, la kuna croata fu cambiata con un valore di 40:1, dato che il perdurare della presenza tedesca aveva aggravato il problema inflativo. Il governo jugoslavo provò a mantenere un tasso di cambio col dollaro USA pari a 50:1, ma il tentativo fu vano.

Serie provvisoria partigiana
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  1 dinaro partigiano stemma
valore
1944
  5 dinari blu
  10 dinari rosa
  20 dinari rosso
  50 dinari blu scuro
  100 dinari verde scuro
  500 dinari marrone
  1.000 dinari verde
Serie della Repubblica popolare federale jugoslava
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  50 dinari giallo minatore boscaiolo 1946
  100 dinari marrone fabbro e mietitore pescatore
  marrone ferrovieri contadini 1953
  500 dinari marrone partigiano aratore 1946
  1.000 dinari marrone lavoratrice cascata e donna con spada
  grigio contadini e mietitori muratori e operai 1949
  5.000 dinari blu scuro nave in porto lavoratori siderurgici 1950
Monete della Repubblica popolare federale jugoslava
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di prima emissione
n.d. 50 para n.d. Alluminio Valore Stemma nazionale 1953
  1 dinaro n.d.
n.d. 2 dinari n.d.
n.d. 5 dinari n.d.
  10 dinari n.d. lega di alluminio e bronzo 1955
n.d. 20 dinari n.d.
  50 dinari n.d. Valore +
profilo di due volti
Serie del 1955 della Repubblica popolare federale jugoslava
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  100 dinari rosso donna Ragusa 1955
  500 dinari verde donna con falce mietitura
  1.000 dinari marrone Arif Heralić fabbrica
  5.000 dinari blu Bassorilievo di Ivan Meštrović al Parlamento federale Parlamento federale
  10.000 dinari rosso Monumento alla Pace di Antun Augustinčić a New York di fronte al Palazzo di vetro simbolo pacifista 1963
  50.000 dinari verde Statua di Nikola Tesla nel Niagara Falls State Park su spirale del suo trasformatore ad alta frequenza a East Houston Street centrale idrica

Dinaro pesanteModifica

Il terzo dinaro fu introdotto nel 1965, poco dopo la mutazione della denominazione della repubblica da popolare a socialista. Fu il dinaro pesante, creato in un valore cento volte inferiore al suo svalutato predecessore, sull'esempio da quanto fatto in Francia da De Gaulle col nuovo franco. Per non ingenerare confusione, le banconote furono uguali, salvo ovviamente il valore, a quelle ritirate. Fu il dinaro di più lunga durata, e gli fu assegnato ufficialmente il codice ISO 4217 siglato YUD.

Monete della repubblica socialista federale jugoslava
Serie del 1965
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di prima emissione Anno di ultima emissione
5 para (primo tipo) n.d. lega di alluminio e bronzo Valore Stemma Nazionale Unica emissione anno 1965
  5 para (secondo tipo) n.d. 1965 1981
  10 para n.d.
  20 para n.d.
  50 para n.d.
1 dinaro n.d. n.d. Unica emissione anno 1965
Serie del 1970 - FAO
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di emissione
1 dinaro n.d. lega di rame e nichel Valore contornato dal motto latino "FIAT PANIS" emblema della FAO Stemma Nazionale Unica emissione anno 1970
2 dinari n.d.
5 dinari n.d.
Serie dal 1971 al 1981
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di prima emissione Anno di ultima emissione
1 dinaro n.d. n.d. Valore Stemma Nazionale 1973 1981
  2 dinari n.d. 1971
5 dinari n.d. 1971
5 dinari (Caduta Nazifascismo) n.d. Valore circondato dalla dicitura "30 anni dalla caduta del Nazifascismo" nelle tre principali lingue parlate nelle regioni della Jugoslavia Unica emissione anno 1975
10 dinari n.d. Valore 1976 1981
10 dinari FAO n.d. Valore contornato dal motto latino "FIAT PANIS" emblema della FAO Unica emissione anno 1976
Serie dal 1982 al 1988
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di prima emissione Anno di ultima emissione
25 para n.d. n.d. Valore Stemma Nazionale 1982 1983
  50 para n.d. 1984
1 dinaro n.d. n.d. 1986
2 dinari n.d.
  5 dinari n.d.
  10 dinari n.d. n.d. 1988
20 dinari n.d. 1985 1987
50 dinari n.d. 1988
  100 dinari n.d.
Serie dal 1988 al 1989
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di prima emissione Anno di ultima emissione
  10 dinari n.d. n.d. Valore Stemma Nazionale 1988 1989
20 dinari n.d.
  50 dinari n.d.
100 dinari n.d.
Serie dal 1990 al 1991
Immagine Valore Dimensioni Materiale Fronte Retro Anno di prima emissione Anno di ultima emissione
10 para n.d. n.d. Valore Stemma Nazionale 1990 1991
20 para n.d.
  50 para n.d.
1 dinaro n.d. n.d.
2 dinari n.d.
5 dinari n.d.
Serie della Repubblica socialista federale jugoslava
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
    5 dinari 123 x 59 mm verde donna con falce trattori 1965
    valore 1968
    10 dinari 131 x 62 mm marrone Arif Heralić fabbrica 1965
    valore 1968
    20 dinari 139 x 65 mm viola nave ormeggiata valore 1974
    50 dinari 140 x 66 mm blu Bassorilievo di Ivan Meštrović al Parlamento federale Parlamento federale 1965
    valore 1968
    100 dinari 148 x 70 mm rosso Monumento alla Pace di Antun Augustinčić a New York di fronte al Palazzo di vetro 1965
    500 dinari 156 x 74 mm verde Statua di Nikola Tesla nel Niagara Falls State Park su bobina a spirale del suo trasformatore ad alta frequenza a East Houston Street 1970
    1000 dinari 162 x 72 mm blu donna con frutti 1974
    5000 dinari 164 x 74 mm viola Tito villaggio 1985
    20.000 dinari 167 x 76 mm marrone minatore macchina 1987
    50.000 dinari 174 x 79 mm verde donna Ragusa 1988
    100.000 dinari 180 x 81 mm rosa bambina formule 1989
    1.000.000 dinari - giallo ragazza spiga 1989

Dinaro convertibileModifica

Il quarto dinaro fu introdotto nel 1990, gli fu assegnato il codice ISO 4217 siglato YUN, e fu chiamato dinaro jugoslavo convertibile, poiché la nuova valuta tornò sul libero mercato internazionale dei cambi. Il governo comunista decise di eliminare quattro zeri, stabilendo un cambio di 10.000 ad uno col vecchio conio. Come nella precedente rivalutazione, i disegni delle banconote non furono cambiati, per agevolare la popolazione.

Serie rivalutata della Repubblica socialista federale jugoslava
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  10 dinari rosso ragazza formule 1990
  viola 1991
  50 dinari viola Memoriale della Battaglia di Kozara Memoriale della Battaglia della Sutjeska 1990
  porpora ragazzo fiori
  rosso 1991
  100 dinari marrone ragazza spiga di grano 1990
  verde 1991
  200 dinari verde e rosso Memoriale della Battaglia di Kozara monumento "Ali rotte" a Šumarice 1990
  500 dinari blu ragazzo montagna
  marrone 1991
  1.000 dinari orange Nikola Tesla Bobina di Tesla 1990
  blu 1991
  5.000 dinari viola Ivo Andrić Ponte di Mehmed Paša Sokolović

Smembramento ed iperinflazioneModifica

Dinaro jugoslavo
fuori corso
Nome localeЈугословенски динар (serbo)
Jugoslavenski dinar (croato)
500 miliardi di dinari del 1993
Codice ISO 4217YUR, YUO, YUG
StatiFederazione serbo-montenegrina
Simbolodin. e дин.
Frazioninessuna
Banconoteda 100 a 500.000.000.000 din.
Entità emittenteBanca Nazionale Jugoslava
Periodo di circolazione1992 - 1994
(sotto varie sigle)
Sostituita daNuovo dinaro dal 1994
Tasso di cambio1 YUM = 13.000.000 YUG
(informale) (1994)
valuta in bancarotta
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Col contemporaneo crollo del regime comunista e dello stato federale nel 1991, e lo scoppio delle Guerre jugoslave, il dinaro jugoslavo fu progressivamente abbandonato dagli stati che nascevano dallo smembramento della Jugoslavia:

Le enclavi serbe in Croazia e Bosnia ed Erzegovina si diedero una propria versione del dinaro (rispettivamente dinaro della Krajina e dinaro della Repubblica Srpska) agganciandolo al dinaro jugoslavo. Queste versioni cessarono di esistere con la conclusione dei conflitti tra le diverse fazioni.

A questo punto della sua storia il dinaro jugoslavo era la valuta usata solo nella Federazione serbo-montenegrina costituita da Serbia e Montenegro. Ma le recrudescenze del conflitto armato portarono il dinaro jugoslavo a divenire protagonista di uno degli episodi di iperinflazione più estremi dell'epoca moderna, che portò a ripetute rivalutazioni. Dopo quella pari a 10.000:1 del 1990, seguirono altre rivalutazioni che crearono estemporanee valute.

  • 1º luglio 1992: 1 dinaro serbomontenegrino = 10 dinari jugoslavi del 1990
    • Nacque il dinaro jugoslavo riformato, emesso a partire dal 1992, a cui non fu assegnato nessun codice ISO 4217, poiché non riconosciuto internazionalmente a causa dell'embargo a cui la nazione era allora soggetta (informalmente si usa oggigiorno YUR). Riflettendo il radicale cambio del regime politico, fu il primo a riportare il nuovo stemma statale, e soprattutto fu il primo a recitare scritte solo in lingua serba, con caratteri cirillici e latini.
  • 1º ottobre 1993: 1 dinaro = 1.000.000 dinari del 1992
    • Nacque il dinaro jugoslavo di ottobre, emesso a partire dal 1993, e a cui non fu assegnato nessun codice ISO 4217, poiché non riconosciuto internazionalmente a causa dell'embargo a cui la nazione era allora soggetta (informalmente si usa oggigiorno YUO). Cercò vanamente di mettere ordine in un sistema economico completamente annichilito, dove non esistevano più prezzi ma si procedeva a trattativa per ogni singolo acquisto.
  • 1º gennaio 1994: 1 dinaro = 1.000.000.000 dinari del 1993
    • Nacque il dinaro jugoslavo del 1994, emesso a partire dall'inizio del 1994, e a cui non fu assegnato nessun codice ISO 4217, poiché non riconosciuto internazionalmente a causa dell'embargo a cui la nazione era allora soggetta (informalmente si usa oggigiorno YUG).

Tuttavia questa sequenza di rivalutazioni non fu in grado di fermare l'iperinflazione, così il 24 gennaio 1994 il governo federale decise di introdurre il nuovo dinaro assegnandogli un cambio forzoso alla pari con il marco tedesco, che nel frattempo era divenuta la valuta de facto usata sul territorio jugoslavo. Non fu definito un cambio ufficiale tra il nuovo dinaro e il dinaro del 1994, istituto appena una ventina di giorni prima, tuttavia è stato stimato essere di circa 10-13 milioni:1.

Serie del dinaro riformato
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  100 dinari blu donna spiga di grano 1992
  500 dinari rosa ragazzo montagna
  1.000 dinari rosso Nikola Tesla Bobina di Tesla
  5.000 dinari verde Ivo Andrić Ponte Mehmed Paša Sokolović
  10.000 dinari marrone ragazza formule
  50.000 dinari verde ragazzino fiori
  100.000 dinari giallo donna spiga di grano 1993
  500.000 dinari viola ragazzo montagna
  1 milione di dinari viola ragazzino fiori
  5 milioni di dinari blu e amaranto Nikola Tesla Bobina di Tesla e centrale idroelettrica
  10 milioni di dinari verde Ivo Andrić Biblioteca Nazionale di Serbia
  50 milioni di dinari Rosso ragazza Villa del Capitano Miša
  100 milioni di dinari azzurro ragazzo Accademia Serba delle Scienze e delle Arti
  500 milioni di dinari viola donna Facoltà di Agricultura dell'Università di Belgrado
  1 miliardo di dinari rosa ragazza Parlamento federale
  10 miliardi di dinari rosa Nikola Tesla Bobina di Tesla
Serie del dinaro di ottobre
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  5.000 dinari marrone Nikola Tesla Museo di Nikola Tesla 1993
  10.000 dinari rosso e verde Vuk Karadžić Tršić e Tronoša
  50.000 dinari viola Petar Petrović Njegoš Monastero di Cetinje
  500.000 dinari verde Dositej Obradović Monastero di Novo Hopovo
  5.000.000 di dinari marrone e blu Karađorđe Chiesa e Villa di Karađorđe
  50.000.000 di dinari rosso Mihajlo Pupin Palazzo del mercato telefonico
  500.000.000 di dinari blu Jovan Cvijić Villa del Capitano Miša
  5.000.000.000 di dinari marrone Đura Jakšić Monastero di Vraćevšnica
  50.000.000.000 di dinari rosso e blu Miloš Obrenović Residenza del Principe Miloš
  500.000.000.000 di dinari granata Jovan Jovanović Zmaj Biblioteca Nazionale di Serbia
Serie del dinaro di gennaio
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  10 dinari verde Josif Pancic montagna 1994
  100 dinari blu e rosso Nikola Tesla Museo di Nikola Tesla
  1.000 dinari viola and rosso Petar Petrović Njegoš Monastero di Cetinje
  5.000 dinari blu e viola Dositej Obradović Monastero di Novo Hopovo
  50.000 dinari rosso Karađorđe Chiesa e Villa di Karađorđe
  500.000 dinari giallo Jovan Cvijić Villa del Capitano Miša
  10.000.000 di dinari verde Ivo Andrić Biblioteca Nazionale di Serbia

Nuovo dinaroModifica

Dinaro jugoslavo
fuori corso
Nome localeЈугословенски динар (serbo)
Jugoslavenski dinar (croato)
1 nuovo dinaro
Codice ISO 4217YUM
StatiFederazione serbo-montenegrina
Simbolodin. e дин.
Frazioni100 para
Monete1, 5, 10, 50 para
Banconote1, 50, 10, 20, 50, 100, 200 din.
Entità emittenteBanca Nazionale Jugoslava
Periodo di circolazione1994 - 2003
Sostituita daDinaro serbo dal 2003
Tasso di cambio1 : 1 (2003)
Agganciata aMarco tedesco
(inizialmente)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica
 Lo stesso argomento in dettaglio: Dinaro serbo.

Una nuova valuta fu dunque introdotta nella Federazione serbo-montenegrina nel 1994. La moneta fu chiamata ancora dinaro in omaggio alla tradizione, ma in realtà non aveva nessuna relazione con la storica valuta jugoslava, essendo in realtà null'altro che una versione locale del marco tedesco, a cui era agganciata. Gli fu assegnato il codice ISO 4217 siglato YUM.

Il nuovo dinaro, anche se non mantenne la parità con il marco, riuscì ad attraversare gli ultimi anni del decennio senza ulteriori rivalutazioni e nel 2000 fu deciso di sopprimere l'aggettivo nuovo.

Intanto, il 6 novembre 1999, il Montenegro aveva deciso che sul proprio territorio anche il marco tedesco fosse riconosciuto come valuta ufficiale. Il 13 novembre 2000, la decisione divenne più radicale, riconoscendo solo il marco come valuta ufficiale.

Quando nel 2003 la Federazione serbo-montenegrina lasciò il posto all'Unione Statale di Serbia e Montenegro, in Serbia il nuovo dinaro jugoslavo fu ribattezzato come dinaro serbo.

Serie del nuovo dinaro
Foto Valore Dimensioni Colore Dritto Rovescio Prima emissione
  1 nuovo dinaro marrone e blu Josif Pancic montagna 1994
  5 nuovi dinari rosso Nikola Tesla Museo di Nikola Tesla
  viola
  10 nuovi dinari viola Petar Petrovic Njegos Monastero di Cetinje
  marrone
  20 nuovi dinari verde e marrone Djura Jaksic Monastero di Vraćevšnica
  50 nuovi dinari verde Milos Obrenovic Residenza del Principe Miloš 1996
  100 nuovi dinari verde Dositej Obradović Monastero di Novo Hopovo
  200 nuovi dinari nero Stevan Mokranjac pianoforte 1999

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica