Apri il menu principale
Dino Audino Editore
StatoItalia Italia
Fondazione1987 a Roma
Fondata daDino Audino
Sede principaleRoma
SettoreEditoria
Sito web

Dino Audino editore è una casa editrice fondata nel 1987, con sede in Roma, specializzata nella formazione delle discipline dello spettacolo: cinema, teatro, televisione e altri media.

Indice

StoriaModifica

Fin dall'inizio è stata diretta da Dino Audino, che fino al 1984 era stato direttore editoriale e comproprietario della Samonà e Savelli, casa editrice della sinistra giovanile degli anni '70.

Una delle attività più recenti della Dino Audino editore è stata la diffusione in Italia di alcune teorie americane sulla sceneggiatura, da quelle di Christopher Vogler a Linda Seger (Come scrivere una grande sceneggiatura), da Dara Marks (L'arco di trasformazione del personaggio), a Syd Field, infine, recentemente, anche a John Truby (Anatomia di una storia) e a Lajos Egri (L'arte della scrittura drammaturgica e L'arte del personaggio).

La diffusione di queste teorie è sfociata poi in due attività collaterali: la pubblicazione della rivista Script, in cui sceneggiatori italiani e internazionali dibattono intorno alla teoria e alla politica della sceneggiatura[1]; e la creazione del "Corso di formazione e perfezionamento per sceneggiatori RAI / Script" che, con la collaborazione di Rai Fiction, si è occupata delle selezione e formazione di alcuni giovani talenti da destinare alla scrittura per l'audiovisivo.

Negli ultimi anni, la casa editrice ha allargato le sue aree di interesse anche alla recitazione, alla danza, alla musica e al fumetto.

Parallelamente, ha aperto, dal 2012 al 2014, una collana di politica (“La Buona Politica”), e dal 2007 la collana di narrativa “Scriptori” che ha visto, fra gli altri autori, Giancarlo De Cataldo, Franco Bernini, Silvia Napolitano, Paola Mammini, Eugenia Romanelli e, più recentemente, Roberto Moliterni.

Collane o areeModifica

  • Cinema
  • Media
  • Musica
  • Danza
  • Scrittura
  • Teatro
  • Varia

NoteModifica

  1. ^ La redazione è composta da Dino Audino, Giambattista Avellino, Daniele Costantini, Domenico Matteucci, Silvia Napolitano, Francesco Scardamaglia (fino al 2010) e Gino Ventriglia.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn2005036926
  Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria