Diocesi cattolica per i vecchi cattolici in Germania

Diocesi cattolica per i vecchi cattolici in Germania
Classificazionevetero-cattolica
Fondata1873
Separata daChiesa cattolica
AssociazioneUnione di Utrecht delle Chiese vetero-cattoliche
DiffusioneGermania
PrimateMatthias Ring (vescovo ordinario)
Forma di governoepiscopale-sinodale
Congregazioni55 parrocchie (suddivise in 5 decanati)
Membri25.000
Ministri di culto2 vescovi, 100 presbiteri/e, 15 diaconi/e
Sito ufficialewww.alt-katholisch.de

La Diocesi cattolica per i vecchi cattolici in Germania è il membro tedesco dell'Unione di Utrecht. Ha la sede episcopale, attualmente occupata da Matthias Ring, succeduto al dimissionario Joachim Vobbe, a Bonn, dove si trova anche la facoltà teologica ed è prevista la costruzione del Seminario. I suoi membri (circa 25.000) sono concentrati soprattutto nei dintorni di Colonia, Bonn, nella regione della Ruhr e nel Baden meridionale.

La parrocchia più antica è quella di Nordstrand fondata nel 1654 da cattolici olandesi provenienti dall'Arcidiocesi di Utrecht.

Queste comunità di confine coincidono col territorio della Diocesi di Costanza della Chiesa cattolica, soppressa verso l'inizio del XIX secolo in quanto di vedute troppo liberali. Anche sui territori di Baviera e Assia meridionale sono uniformemente diffuse parrocchie vetero-cattoliche.

Alla Chiesa è permesso di imporre la tassa ecclesiastica tedesca sui propri membri.

Elenco dei vescoviModifica

Vescovo dal al Note
Joseph Hubert Reinkens 1873 1896  
Theodor Weber 1896 1906 Vescovo coadiutore fino al 1895
Josef Demmel 1906 1913  
Georg Moog 1913 1934 Primo vescovo sposato
Erwin Kreuzer 1935 1953
Johann Josef Demmel 1953 1966
Josef Brinkhues 1966 1986  
Sigisbert Kraft 1986 1995 Morto il 6 gennaio 2006
Joachim Vobbe 1995 2009  
Matthias Ring 2010    
Vescovi ausiliari e coadiutori dal al Note
Theodor Weber 1895 Diventa ordinario nel 1896
Georg Moog 1907 Diventa ordinario nel 1913
Otto Steinwachs 1946
Johann Josef Demmel 1951 1953 Diventa ordinario nel 1953

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN130825315 · ISNI (EN0000 0000 8973 3665 · LCCN (ENn85033361 · GND (DE4633860-3 · WorldCat Identities (ENlccn-n85033361