Diocesi di Barcelona

Diocesi di Barcelona
Dioecesis Barcinonensis in Venetiola
Chiesa latina
Catedralde BarcelonaAnzoateguiVenezuela4.png
Suffraganea dell' arcidiocesi di Cumaná
Mappa della diocesi
Vescovo Jorge Aníbal Quintero Chacón
Vescovi emeriti César Ramón Ortega Herrera
Sacerdoti 47 di cui 35 secolari e 12 regolari
43.680 battezzati per sacerdote
Religiosi 17 uomini, 31 donne
Diaconi 2 permanenti
Abitanti 2.193.000
Battezzati 2.053.000 (93,6% del totale)
Superficie 43.300 km² in Venezuela
Parrocchie 57
Erezione 7 giugno 1954
Rito romano
Indirizzo Apartado 67, Avda. Country Club con c/San Carlos, Urb. Urdaneta, Barcelona 6001-A, Edo. Anzoátegui, Venezuela
Sito web www.barcelona.trimilenio.net
Dati dall'Annuario pontificio 2016 [1] (ch · gc)
Chiesa cattolica in Venezuela

La diocesi di Barcelona (in latino: Dioecesis Barcinonensis in Venetiola) è una sede della Chiesa cattolica in Venezuela suffraganea dell'arcidiocesi di Cumaná. Nel 2015 contava 2.053.000 battezzati su 2.193.000 abitanti.[1] È retta dal vescovo Jorge Aníbal Quintero Chacón.

TerritorioModifica

La diocesi comprende parte dello stato venezuelano di Anzoátegui.

Sede vescovile è la città di Barcelona, dove si trova la cattedrale di San Cristoforo.

Il territorio si estende su 20.322 km² è suddiviso in 46 parrocchie.

StoriaModifica

La diocesi fu eretta il 7 giugno 1954 con la bolla Summa Dei di papa Pio XII, ricavandone il territorio dalla diocesi di Ciudad Bolívar (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Caracas. Il primo vescovo fu l'italo-venezuelano José Humberto Paparoni.

Il 21 giugno 1958 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Ciudad Bolívar, in cui rimase fino al 16 maggio 1992 quando divenne suffraganea dell'arcidiocesi di Cumaná.

Il 31 maggio 2018 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di El Tigre.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • José Humberto Paparoni † (4 ottobre 1954 - 1º ottobre 1959 deceduto)
  • Ángel Pérez Cisneros † (23 maggio 1960 - 25 luglio 1969 nominato arcivescovo coadiutore di Mérida[2])
  • Constantino Maradei Donato † (18 novembre 1969 - 16 novembre 1991 ritirato)
  • Miguel Delgado Ávila, S.D.B. † (16 novembre 1991 - 21 giugno 1997 dimesso)
  • César Ramón Ortega Herrera (15 luglio 1998 - 20 gennaio 2014 ritirato)
  • Jorge Aníbal Quintero Chacón, dall'11 luglio 2014

StatisticheModifica

La diocesi nel 2015 su una popolazione di 2.193.000 persone contava 2.053.000 battezzati, corrispondenti al 93,6% del totale. Nel 2018, dopo la divisione, la popolazione era di 1.362.279 persone.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1958 223.000 238.000 93,7 30 15 15 7.433 16 87 20
1966 363.096 380.002 95,6 50 32 18 7.261 18 118 70
1970 377.000 382.002 98,7 49 29 20 7.693 21 120 40
1976 495.000 550.000 90,0 54 30 24 9.166 25 119 69
1980 575.000 639.000 90,0 45 30 15 12.777 27 80 72
1990 706.000 785.000 89,9 60 39 21 11.766 3 21 65 48
1999 1.200.000 1.300.000 92,3 59 43 16 20.338 6 16 68 49
2000 1.250.000 1.400.000 89,3 63 47 16 19.841 6 16 69 49
2001 1.350.000 1.500.000 90,0 64 48 16 21.093 6 16 70 54
2002 1.350.000 1.500.000 90,0 64 48 16 21.093 6 16 70 52
2003 1.390.000 1.550.000 89,7 64 48 16 21.718 6 16 70 52
2004 1.529.000 1.705.000 89,7 60 44 16 25.483 6 21 70 52
2006 1.785.000 1.909.000 93,5 68 52 16 26.250 4 25 78 52
2013 1.966.000 2.100.000 93,6 68 52 16 28.911 4 24 38 62
2015 2.053.000 2.193.000 93,6 47 35 12 43.680 2 17 31 57
2018 ? 1.362.279 ? 43 ? ? ? ? ? 28 46

NoteModifica

  1. ^ a b Dati precedenti alla divisione avvenuta nel 2018.
  2. ^ Contestualmente nominato arcivescovo titolare, titolo personale, di Castello.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi