Apri il menu principale
Ramsbury
Sede vescovile titolare
Dioecesis Ramsbiriensis seu Corvinensis
Chiesa latina
Vescovo titolare sede vacante
Istituita 1969
Stato Inghilterra
Regione Sud Ovest
Diocesi soppressa di Ramsbury
Suffraganea di Canterbury
Eretta 909
Soppressa circa 1058
sede unita a Sherborne
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche
Mappa delle diocesi anglosassoni nel X secolo.

La diocesi di Ramsbury (in latino: Dioecesis Ramsbiriensis seu Corvinensis) è un'antica diocesi della Britannia anglosassone e una sede titolare della Chiesa cattolica con il nome di Ramsbiria.

Indice

StoriaModifica

La diocesi, detta anche diocesi di Wilton,[1] fu eretta nel 909 e ricopriva all'incirca i territori del Berkshire e del Wiltshire[2] ricavati dalla diocesi di Winchester.

Primo vescovo documentato di questa diocesi è Aethelstan, che governò la sede dal 909 al 927 circa.[3] Tre suoi vescovi, Oda, Sigeric e Aelfric II, divennero arcivescovi di Canterbury rispettivamente nel 942, nel 990 e nel 995.

L'antica diocesi anglosassone scomparve nell'XI secolo. L'ultimo suo vescovo fu Hermann, che nel 1055 lasciò il suo incarico e si trasferì sul continente per farsi monaco nell'abbazia di San Bertino. Per circa tre anni la sede di Ramsbury venne amministrata da Ealdred, vescovo di Worcester. Quando Hermann ritornò in Inghilterra (circa 1058/1059), venne nominato vescovo di Sherborne. Contestualmente le due sedi di Sherborne e Ramsbury furono unite e dettero origine, attorno al 1072/75, alla diocesi di Salisbury.

Dal 1969 l'antica diocesi anglosassone è annoverata tra le sedi vescovili titolari della Chiesa cattolica con il nome di Ramsbiria; la sede è vacante dal 25 gennaio 2017.

CronotassiModifica

Vescovi anglosassoniModifica

Vescovi titolariModifica

  • Martin Nicholas Lohmuller † (12 febbraio 1970 - 25 gennaio 2017 deceduto)

NoteModifica

  1. ^ S. H. Cassan, Lives and memoirs of the Bishops of Sherborne and Salisbury, p. 91.
  2. ^ Barbara Yorke, Frithestan, Oxford Online Dictionary of National Biography, 2004.
  3. ^ Æthelstan 17 (Male), Prosopography of Anglo-Saxon England.
  4. ^ a b Fryde, et al., Handbook of British Chronology, p. 220.
  5. ^ Dal 21 aprile 995 è anche arcivescovo di Canterbury.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi