Diocesi di Shinyanga

Diocesi di Shinyanga
Dioecesis Shinyangaënsis
Chiesa latina
Suffraganea dell' arcidiocesi di Mwanza
Vescovo Liberatus Sangu
Presbiteri 66, di cui 60 secolari e 6 regolari
13.875 battezzati per presbitero
Religiosi 6 uomini, 2 donne
Abitanti 2.999.160
Battezzati 915.780 (30,5% del totale)
Superficie 31.500 km² in Tanzania
Parrocchie 35
Erezione 24 giugno 1950
Rito romano
Indirizzo P.O. Box 47, Shinyanga, Tanzania
Sito web www.catholicdioceseofshy.or.tz
Dati dall'Annuario pontificio 2021 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Tanzania

La diocesi di Shinyanga (in latino: Dioecesis Shinyangaënsis) è una sede della Chiesa cattolica in Tanzania suffraganea dell'arcidiocesi di Mwanza. Nel 2020 contava 915.780 battezzati su 2.999.160 abitanti. È retta dal vescovo Liberatus Sangu.

TerritorioModifica

La diocesi comprende i distretti di Kishapu, Shinyanga rurale e Shinyanga urbano nella parte centro-orientale della regione di Shinyanga e i distretti di Bariadi, Maswa, Meatu nella regione del Simiyu in Tanzania.

Sede vescovile è la città di Shinyanga, dove si trova la cattedrale di Maria Mater Misericordiae.

Il territorio è suddiviso in 35 parrocchie.

StoriaModifica

Il vicariato apostolico di Maswa fu eretto il 24 giugno 1950 con la bolla Christiano Nomini di papa Pio XII, ricavandone il territorio dalla divisione del vicariato apostolico di Musoma-Maswa (l'altra parte darà origine alla diocesi di Musoma).

Il 25 marzo 1953 il vicariato apostolico fu elevato a diocesi con la bolla Quemadmodum ad Nos dello stesso papa Pio XII. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Tabora.

Il 9 agosto 1956 ha assunto il nome attuale in forza del decreto Ad aptius catholicam della Sacra Congregazione de Propaganda Fide.

Il 18 novembre 1987 è entrata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Mwanza.

Cronotassi dei vescoviModifica

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Joseph Blomjous, M.Afr. † (24 giugno 1950 - 25 marzo 1953 dimesso) (amministratore apostolico)
  • Edward Aloysius McGurkin, M.M. † (4 luglio 1956 - 30 gennaio 1975 dimesso)
  • Castor Sekwa † (30 gennaio 1975 - 4 giugno 1996 deceduto)
  • Aloysius Balina † (8 agosto 1997 - 6 novembre 2012 deceduto)
    • Sede vacante (2012-2015)[1]
  • Liberatus Sangu, dal 2 febbraio 2015

StatisticheModifica

La diocesi nel 2020 su una popolazione di 2.999.160 persone contava 915.780 battezzati, corrispondenti al 30,5% del totale.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per presbitero uomini donne
1950 2.733 ? ? 10 10 273
1970 43.972 741.945 5,9 37 5 32 1.188 37 18 20
1980 71.774 1.260.980 5,7 28 6 22 2.563 24 27 23
1990 113.502 1.694.337 6,7 33 12 21 3.439 24 38 23
1999 185.390 2.127.790 8,7 49 28 21 3.783 23 51 25
2000 190.442 2.197.790 8,7 51 29 22 3.734 26 51 25
2001 209.638 2.350.000 8,9 50 28 22 4.192 27 59 25
2002 235.390 2.247.000 10,5 49 31 18 4.803 20 44 26
2003 245.480 2.267.271 10,8 47 31 16 5.222 18 44 26
2004 284.590 2.001.893 14,2 43 29 14 6.618 16 41 25
2010 696.000 2.280.000 30,5 59 40 19 11.796 19 50 26
2014 767.000 2.511.000 30,5 64 44 20 11.984 20 54 28
2017 834.760 2.733.850 30,5 67 57 10 12.459 10 9 31
2020 915.780 2.999.160 30,5 66 60 6 13.875 6 2 35

NoteModifica

  1. ^ Durante la vacanza della sede la diocesi fu amministrata da Jude Thaddaeus Ruwa'ichi, arcivescovo metropolita di Mwanza.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi