Apri il menu principale
Tortiboli
Sede vescovile titolare
Dioecesis Tortibulana
Chiesa latina
Vescovo titolare Gennaro Acampa
Istituita 1968
Stato Italia
Regione Puglia
Diocesi soppressa di Tortiboli
Suffraganea di Benevento
Eretta XI secolo
Soppressa 1425
unita alla diocesi di Lucera
Dati dall'annuario pontificio
Sedi titolari cattoliche

La diocesi di Tortiboli (in latino: Dioecesis Tortibulana) è una sede soppressa e sede titolare della Chiesa cattolica.

StoriaModifica

Tortiboli[1] (oggi Tertiveri, frazione di Biccari) fu eretta in diocesi in epoca bizantina, probabilmente per opera del catapano locale, Bogiano. Inizialmente la sede era sottomessa al patriarcato di Costantinopoli ed il rito liturgico in uso era quello greco. Con bolla del 22 gennaio 1055 papa Vittore II incluse la diocesi alla sede metropolitana di Benevento; è documentata ancora tra le suffraganee di Benevento nel 1058.

Il primo vescovo noto di Tortiboli è Landolfo, che venne deposto nel 1067 per simonia.

Per la povertà della mensa episcopale, in alcuni casi i vescovi furono esentati dalle tasse dovute alla Santa Sede.

Fu soppressa nel 1425 per la distruzione della città di Tortiboli ed il suo territorio incorporato in quello della diocesi di Lucera.

Oggi Tortiboli sopravvive come sede vescovile titolare; l'attuale vescovo titolare è Gennaro Acampa, vescovo ausiliare di Napoli.

Cronotassi dei vescoviModifica

  • Landolfo † (? - 1067 deposto)
  • Anonimo † (menzionato dal 1103 al 1105)
  • Stefano † (prima del 1142 - dopo il 1147)
  • Anonimo † (menzionato nel 1194)
  • Anonimo † (menzionato nel 1215, 1216, 1219 e 1227)
  • Anonimo † (? - 13 ottobre 1236 nominato vescovo di Ferentino)
  • Stefano da Ferentino, O.Cist. † (16 novembre 1254 - ?)
  • Bartolomeo I † (menzionato nel 1282)
  • Egidio † (menzionato nel 1286)
  • Marcellino † (menzionato nel 1289)
  • Nicola, O.F.M. † (1290 - dopo il 1317)
  • Anonimo † (menzionato nel 1331)
  • Giovanni † (menzionato nel 1350)
  • Pietro †
  • Giordano † (? deceduto)
  • Bartolomeo II, O.P. † (2 marzo 1366 - ? deceduto)
  • Antonio, O.F.M. † (11 marzo 1383 - ?)
  • Bartolomeo de Sperella, O.F.M. † (20 giugno 1410[3] - 31 agosto 1425 nominato vescovo di Bovino)

Cronotassi dei vescovi titolariModifica

NoteModifica

  1. ^ http://www.archeologia.beniculturali.it/
  2. ^ Gaetano Schiraldi, "Rinascimento cristiano in Prospettiva Umanistica: La Diocesi di Lucera nel Quattrocento", in LA CAPITANATA: Rivista semestrale della Biblioteca Provinciale di Foggia, 27 giugno 2012
  3. ^ La bolla di nomina di Tartaglia a Lesina, dove si parla anche del contestuale trasferimento di Sperella da Lesina a Tortiboli, è datata Datum Gajetae 12 Kal. Julii Pontificatus nostri anno quarto, che corrisponde al 20 giugno 1410, e non 1409, come riportano diverse fonti.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi