Diocesi di Winchester

Diocesi della Chiesa anglicana

La diocesi di Winchester è una delle più importanti tra le diocesi della Chiesa anglicana, in particolare parte della Provincia ecclesiastica di Canterbury in Inghilterra.

Diocesi di Winchester
Dioecesis Wintoniensis
Chiesa anglicana
Conf. episcopale regionaleProvincia di Canterbury
 
Stemma della diocesi
 
VescovoPhilip Mounstephen
Presbiteri188
 
Abitanti1.340.964
Superficiec.3770 km²
Parrocchie306
 
Erezione1560 in continuità con la sede cattolica del 634
Ritorito anglicano
CattedraleCattedrale di Winchester
Sito webwinchester.anglican.org
 
  Lo stesso argomento in dettaglio: Antica diocesi di Winchester.
 
L'abbazia di Dorchester costruita nella prima metà del XII secolo sul sito dell'antica cattedrale fondata dal vescovo Birino

Storicamente la diocesi copriva il Wessex e confinava con le diocesi di Salisbury a ovest, di Londra a nord, e di Rochester e di Chichester a est. L'attuale diocesi è più ridotta e si estende grossomodo sulla contea dell’Hampshire.

La missione di evangelizzare il regno dei Sassoni occidentali fu concessa da papa Onorio I al san Birino, di probabili origini galliche. Egli dunque operò indipendentemente dal gruppo di missionari che alla fine del VI secolo erano approdati nel regno del Kent. Fu consacrato vescovo da Asterio, metropolita milanese in esilio. Nel 636 Birino battezzò il re dei Sassoni Cynegils e pose la sua sede a Dorchester, allora capitale del vasto regno del Wessex.

Nel 705 la diocesi del Wessex fu divisa in due: i vescovi di Dorchester trasferirono definitivamente la loro residenza nella nuova capitale del regno, Winchester,[1] e contestualmente fu eretta la diocesi di Sherborne, in seguito denominata diocesi di Salisbury.

Nel 909 cedette la parte nord-occidentale a favore dell'erezione della diocesi di Ramsbury, in seguito unita alla diocesi di Sherborne. L'ultimo vescovo di Winchester in comunione con Roma, John White, fu deposto dalla regina Elisabetta nel 1559 e morì l'anno successivo.

Il vescovo di Winchester mantenne la sua storica importanza nel regno, tanto da essere di diritto membro della Camera dei Lord alla pari di un arcivescovo.

Organizzazione

modifica
 
Decanati della diocesi

La diocesi di Winchester è oggi suddivisa in 306 parrocchie raggruppate in tredici decanati. Ci sono anche alcune luoghi di culto secondari per un totale di 410 chiese.

Secondo l’uso anglicano, il vescovo si aiuta con due ausiliari che hanno il titolo onorifico di Vescovo di Basingstoke e di Vescovo di Southampton. Concretamente invece, la diocesi ha un arcidiaconato a Bournemouth.

L’attuale numero di preti non riesce a coprire tutte le parrocchie della diocesi.

Vescovi di Winchester

modifica
Da A Vescovo Note
634 ca. 650 San Birino Sede a Dorchester
ca. 650 ca. 660 Agilbert Sede a Dorchester
660 663 Wine Vescovo sia di Winchester che di Dorchester
670 before 676 Leuthere
676 ?705 Edda Beato
ca. 705 744 Daniel
744 betw. 749–756 Hunfrith
756 betw. 759–778 Cyneheard
betw. 759–778 betw. 759–778 Etelardo
betw. 759–778 betw. 781–785 Ecgbald
betw. 781–785 betw. 781–785 Dudd
betw. 781–785 betw. 801–803 Cyneberht
betw. 801–803 betw. 805–814 Ealhmund
betw. 805–814 836 Wigthegn
before 825 836 Herefrith Never attests without Wigthegn.
betw. 833–838 838 Eadhun
838 or 839 betw. 844–853 Helmstan
852 o 853 862 o 865 Svitino Santo patrono di Winchester
betw. 862–867 betw. 871–877 Ealhferth
betw. 871–877 878 or 879 Tunbeorht
878 or 879 908 Denewulf
909 932 or 933 Frithestan Canonizzato
931 934 Beornstan Canonizzato
934 o 935 951 Elfrego
951 959 Elfsige Trasferito a Canterbury
960 963 Beorhthelm Forse trasferito da Selsey
963 984 Æthelwold (I) Canonizzato
984 1006 Elfego Trasferito a Canterbury, canonizzato
1006 Cenwulf
1006 1012 Æthelwold (II)
1012 1032 Ælfsige (II)
1032 1047 Ælfwine
1047 1070 Stigand Trasferito da Elmham; tenne sia Winchester sia Canterbury, 1052–1070
1070 1098 Walkelin
1100 1129 William Giffard
1129 1171 Henry of Blois
1173 1188 Richard of Ilchester
1189 1204 Godfrey de Luci
1205 (Richard Poore) Elezioni annullate
1205 1238 Peter des Roches
1238 1239 (Ralph Neville) Elezioni annullate
1240 1250 William de Raley Trasferito da Norwich
1250 1260 Aymer de Valence
1261 1262 (Andrew of London) Elezioni annullate
1261 1262 (William de Taunton) Elezioni annullate
1262 1268 John Gervais
1268 1280 Nicholas of Ely
1280 (Robert Burnell) Elezioni annullate giugno 1280.
1280 1282 (Richard de la More) Mai consacrato, ha rinunciato a giugno 1282.
1282 1304 John of Pontoise
1305 1316 Henry Woodlock
1316 1319 John Sandale
1319 1323 Rigaud of Assier
1323 1333 John de Stratford Trasferito a Canterbury
1333 1345 Adam Orleton Trasferito da Worcester
1345 1366 William Edington
1366 1404   William of Wykeham Chancellor of England; fondatore del Winchester College e del New College, Oxford[2]
1404 1447   Cardinal Henry Beaufort Trasferito da Lincoln; creato Cardinale da Papa Martino V; il vescovo di Winchester nell'Enrico VI di Shakespeare
1447 1486   William Waynflete
1487 1492 Peter Courtenay Trasferito da Exeter
1493 1501 Thomas Langton Trasferito da Salisbury
1501 1528   Richard Foxe Trasferito da Durham
1529 1530   Cardinal Thomas Wolsey Arcivescovo di York. Tenne in commendam la sede di Winchester.
1531 1551   Stephen Gardiner (1st tenure)
1551 1553 John Ponet Trasferito da Rochester
1553 1555   Stephen Gardiner (2nd tenure)
1556 1559 John White Trasferito da Lincoln
1560 1580   Robert Horne
1580 1584   John Watson
1584 1594   Thomas Cooper Trasferito da Lincoln
1594 1595   William Wickham Trasferito da Lincoln
1595 1596   William Day
1597 1616   Thomas Bilson Trasferito da Worcester
1616 1618   James Montague Trasferito da Bath and Wells
1618 1626   Lancelot Andrewes Trasferito da Ely
1627 1632   Richard Neile Trasferito da Durham, poi trasferito a York
1632 1646   Walter Curle Trasferito da Bath and Wells. Deprived 1646, and died 1647.
1646 1660 Rivoluzione calvinista.[3][4]
1660 1662   Brian Duppa Trasferito da Salisbury
1662 1684   George Morley Trasferito da Worcester
1684 1706   Peter Mews Trasferito da Bath and Wells
1707 1721   Sir Jonathan Trelawny Trasferito da Exeter
1721 1723   Charles Trimnell Trasferito da Norwich
1723 1734   Richard Willis Trasferito da Salisbury
1734 1761   Benjamin Hoadly Trasferito da Salisbury
1761 1781   John Thomas Trasferito da Salisbury
1781 1820   Brownlow North Trasferito da Worcester
1820 1827   Sir George Pretyman Tomline, Bt. Trasferito da Lincoln
1827 1869   Charles Sumner Trasferito da Llandaff
1869 1873   Samuel Wilberforce Trasferito da Oxford
1873 1891   Harold Browne Trasferito da Ely
1891 1895   Anthony Thorold Trasferito da Rochester
1895 1903   Randall Davidson Trasferito da Rochester, poi trasferito a Canterbury
1903 1911   Herbert Edward Ryle Trasferito da Exeter
1911 1923   Edward Talbot Trasferito da Southwark
1923 1932   Theodore Woods Trasferito da Peterborough
1932 1942   Cyril Garbett Trasferito da Southwark, poi trasferito a York
1942 1952   Mervyn Haigh Trasferito da Coventry
1952 1961   Alwyn Williams Trasferito da Durham
1961 1975   Falkner Allison Trasferito da Chelmsford
1975 1985   John Taylor
1985 1995   Colin James Trasferito da Wakefield
1995 2011   Michael Scott-Joynt Trasferito da Stafford
2012 2022   Tim Dakin
2023 present   Philip Mounstephen da Truro
Fonti:[5][6]
  1. ^ In realtà già il vescovo Hedda aveva posto la sua sede a Winchester tra il 678 ed il 683. In seguito la città di Dorchester entrò a far parte del regno di Mercia, diventando sede di un'altra diocesi tra l'869 e l'888, sede che fu poi trasferita nel 1078 a Lincoln.
  2. ^ Winchester College: Heritage, su winchestercollege.org, Winchester College. URL consultato il 21 ottobre 2021 (archiviato dall'url originale il 26 gennaio 2022).
  3. ^ David Plant, Episcopalians, su BCW Project, 2002. URL consultato il 25 aprile 2021.
  4. ^ Peter King, The Episcopate during the Civil Wars, 1642-1649, in The English Historical Review, vol. 83, n. 328, Oxford University Press, luglio 1968, pp. 523–537, DOI:10.1093/ehr/lxxxiii.cccxxviii.523, JSTOR 564164.
  5. ^ Fryde Greenway Porter Roy, 1986, Handbook of British Chronology, 3rd Edition, pp. 277–278.
  6. ^ Horn, 1974, Fasti Ecclesiae Anglicanae 1541–1857: Volume 3, pp. 80–83.

Bibliografia

modifica
  • Matthew Lewis. Medieval Britain in 100 Facts. Amberley Publishing Limited. pp. 38–. ISBN 978-1-4456-4735-7.
  • E. B. Fryde, D. E. reenway, S. Porter e I. Roy (a cura di), Handbook of British Chronology, 3ª ed., Cambridge, Cambridge University Press, 1986, ISBN 0-521-56350-X.
  • J. M. Horn, Bishops of Winchester, in Fasti Ecclesiae Anglicanae 1541–1857: Volume 3: Canterbury, Rochester and Winchester Dioceses, 1974.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN311327726 · ISNI (EN0000 0004 0406 0449 · WorldCat Identities (ENviaf-311327726
  Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo