Diomede Pantaleoni

medico e politico italiano (1810-1885)

Diomede Pantaleoni (Macerata, 21 marzo 1810Roma, 3 maggio 1885) è stato un medico e politico italiano.

Diomede Pantaleoni

Deputato dello Stato Pontificio
LegislaturaUnica

Senatore del Regno d'Italia
Durata mandato11 dicembre 1873 –
3 maggio 1885
Legislaturadalla XI (nomina 6 novembre 1873) alla XV
Tipo nominaCategoria: 21
Sito istituzionale

Deputato del Regno d'Italia
Durata mandato18 febbraio 1861 –
24 novembre 1862[1]
LegislaturaVIII
Gruppo
parlamentare
Liberale
CollegioMacerata
Sito istituzionale

Dati generali
Titolo di studioLaurea in Medicina
UniversitàUniversità di Roma
ProfessioneMedico

Biografia

modifica

Era il quarto figlio di Pantaleone Pantaleoni, avvocato, e Marianna Petrucci.

Durante il pontificato di Pio IX (1846 - 1878) fece parte dei gruppi politici moderati che sostenevano programmi riformatori, dissociandosi dalla repubblica del 1849.

Collaborò poi con Cavour intavolando trattative segrete[2] con Napoleone III per risolvere la questione romana.

Eletto deputato del Regno d'Italia venne espulso da Roma; fu nominato senatore il 6 novembre 1873 e scrisse varie opere di natura politica. Nel 1870 fu scelto come commissario degli Ospedali Riuniti di Roma e in tale veste restaurò l'Ospedale di San Rocco per le partorienti e le celate.

Fu padre dell'economista Maffeo Pantaleoni, amico di Vilfredo Pareto e propugnatore del marginalismo in Italia.

  1. ^ Dimissioni.
  2. ^ Si veda anche il paragrafo "I rapporti tra Stato e Chiesa" nella voce dedicata a Cavour.

Bibliografia

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN32073184 · ISNI (EN0000 0000 7972 9718 · SBN LO1V075283 · BAV 495/130376 · CERL cnp00592164 · LCCN (ENn2004045845 · GND (DE116023570 · BNF (FRcb12354300s (data) · J9U (ENHE987007291266905171
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie