Dionisio Catone

scrittore latino, autore presunto dei Disticha Catonis

Dionisio Catone, noto anche come Dionigi Catone (in latino: Dionysius Cato[1]; III o IV secolo – ...), è stato uno scrittore latino.

Incipit dei Disticha Catonis in volgare, 1475

BiografiaModifica

Si sa molto poco sulla vita di Dionisio Catone.

È l'autore presunto dei Disticha Catonis ("Distici di Catone"),[2] opera di carattere morale in distici di esametri, divisa in quattro libri. Quest'opera ha avuto larga diffusione nel Medioevo ed è stata tradotta in numerose lingue, tra cui in italiano nelle versioni di Bonvesin de la Riva e di Catenaccio Catenacci.[3]

NoteModifica

  1. ^ Angelico Aprosio, La biblioteca Aprosiana, 1677, p. 130.
  2. ^ Dionisio Catone, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.  
  3. ^ Dicta Catonis, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49256470 · ISNI (EN0000 0000 7974 9401 · SBN BVEV020851 · BAV 495/319885 · CERL cnp01325579 · LCCN (ENn90698934 · GND (DE11910699X · BNE (ESXX925200 (data) · BNF (FRcb12111883s (data) · CONOR.SI (SL250345315 · WorldCat Identities (ENlccn-n90698934