Dipartimento del Benaco

Dipartimento della Repubblica Cisalpina esistito dal novembre 1797 al settembre 1798
Dipartimento del Benaco
Informazioni generali
Capoluogo Desenzano
3.400 abitanti
Popolazione 150.895 (1797)
Dipendente da Flag of Italy.svg Repubblica Cisalpina
Suddiviso in 23 distretti
Amministrazione
Forma amministrativa Dipartimento
Organi deliberativi Amministrazione centrale
Rappresentanti 9 legislatori (6+3)
Evoluzione storica
Inizio 1797
Causa Trattato di Campoformio
Fine 1798
Causa soppressione amministrativa
Preceduto da Succeduto da
Territorio di Brescia Dipartimento del Mella

Il dipartimento del Benaco fu uno dei dipartimenti italiani creati in età napoleonica su modello di quelli francesi. Esistette per breve tempo nel 1797-1798 ed era parte della Repubblica Cisalpina. Aveva come capoluogo Desenzano.

StoriaModifica

Il dipartimento del Benaco fu creato il 3 novembre 1797[1] in seguito all'annessione alla Repubblica Cisalpina dei territori della Lombardia orientale, già appartenuti alla Repubblica di Venezia, dopo che per alcuni mesi il territorio di Desenzano era stato parte della Repubblica bresciana.

Il limite occidentale fu posto sulla riva sinistra del fiume Chiese fino alla sua foce presso l'Oglio. Il confine meridionale fu stabilito lungo una linea teorica che avrebbe collegato Canneto a Ronco, passando per Goito: la legge previde che un'apposita commissione sarebbe stata incaricata di definire con maggior precisione la delimitazione. Il confine orientale e settentrionale fu fissato sul confine tra la Repubblica e l'Impero Austriaco[2].

Il 1º settembre 1798, con la nuova suddivisione della Repubblica Cisalpina in dipartimenti[3], il dipartimento del Benaco fu soppresso e il suo territorio assegnato al dipartimento del Mella, con capoluogo Brescia, tranne i distretti di Villafranca, di Castiglione e di Asola che passarono al dipartimento del Mincio.

Suddivisione amministrativaModifica

Secondo la legge 10 piovoso VI comprendeva 9 distretti e 14 comuni non compresi in alcun distretto:

Distretti

Comuni

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica