Apri il menu principale

Dipartimento dell'Adda (1797)

Dipartimento dell'Adda
Informazioni generali
Capoluogo Lodi
circa 10.000 abitanti
Altri capoluoghi Crema
Popolazione 160.148 (1797)
Dipendente da Flag of Italy.svg Repubblica Cisalpina
Amministrazione
Forma amministrativa Dipartimento
Organi deliberativi Amministrazione centrale
Rappresentanti 12 legislatori (8+4)
Evoluzione storica
Inizio 1797
Causa Invasione napoleonica
Fine 1798
Causa Colpo di Stato dell'Armée
Preceduto da Succeduto da
Provincia di Lodi
Territorio di Crema
Dipartimento dell'Alto Po

Il dipartimento dell'Adda era uno dei dipartimenti italiani creati in età napoleonica su modello di quelli francesi, esistito brevemente dal 1797 al 1798. Aveva come capoluoghi (a turno biennale) le città di Crema e Lodi.

StoriaModifica

Il dipartimento dell'Adda fu creato l'8 luglio 1797, come suddivisione amministrativa della neonata Repubblica Cisalpina.

Fu istituito unendo la gran parte[1] della provincia di Lodi, appartenuta alla Lombardia austriaca, con il Territorio Cremasco, appartenuto alla Repubblica di Venezia e gestito per un breve periodo come uno stato autonomo (la Repubblica Cremasca); al dipartimento furono assegnate anche la zona di Melzo[2], da sempre milanese, e la Gera d'Adda (con Treviglio e Caravaggio), da sempre contesa fra Milano, Bergamo e Cremona, ed appartenuta alla provincia di Lodi solo fra il 1786 e il 1791.

 
Mappa del dipartimento

Il dipartimento dell'Adda esistette per poco più di un anno: il 1º settembre 1798 il dipartimento fu soppresso, e la maggior parte dei comuni (fra cui i due capoluoghi) assegnati al dipartimento dell'Alto Po (con capoluogo Cremona). Altri comuni furono assegnati ai dipartimenti d'Olona (con capoluogo Milano) e del Serio (con capoluogo Bergamo).

Suddivisione amministrativa (legge 1º maggio 1798)Modifica

Il dipartimento era suddiviso in 21 distretti:

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica