Diritto dell'Inghilterra e del Galles

Il diritto dell'Inghilterra e del Galles è il sistema legale prevalente in Inghilterra e Galles.

È all'origine della common law in vigore in molti paesi e differisce dal diritto civile o dai sistemi misti esistenti in altri paesi, ad esempio in Scozia.

StoriaModifica

 
Diffusione della Common Law nel mondo

La common law fu introdotta nelle varie nazioni del Commonwealth durante l'era coloniale e costituisce la base della giurisprudenza della maggior parte di questi paesi. Il diritto inglese introdotto prima della Rivoluzione americana fa ancora parte del diritto statunitense, tranne che nello stato della Louisiana, ed è ancora la base di molte tradizioni e procedure legali americane, sebbene non sia applicabile in caso di conflitto di giurisdizione.

Inghilterra e GallesModifica

Il diritto del Regno Unito ha tre distinti sistemi giuridici:

Il sistema giuridico gallese un tempo separato fu abolito dopo l'adozione dell'Atto di Unione del 1536.

Sebbene alcuni autori usino il termine "Stato" per riferirsi all'Inghilterra e al Galles, queste entità non sono stati ai sensi del diritto internazionale pubblico. Ciò è importante per una serie di ragioni, una delle più importanti è la distinzione tra nazionalità e domicilio. Pertanto, un individuo potrebbe avere la nazionalità e il domicilio britannici in una delle nazioni costituenti del Regno Unito ed è la legge del domicilio che definisce tutti gli aspetti dello status e della capacità della persona.

Dicey e Morris elencarono le Isole britanniche come "Stati" separati:

«Inghilterra, Scozia, Irlanda del Nord, Isola di Man, Jersey, Guernsey, Alderney e Sark [...] sono paesi indipendenti ai sensi del conflitto del diritto, sebbene nessuno di essi sia uno stato riconosciuto dal diritto internazionale pubblico[1]»

Ciò può essere modificato dalla legge. Il Regno Unito è uno stato ai fini del The Bills of Exchange Act 1882. Allo stesso modo, la Gran Bretagna è un singolo stato ai fini del Companies Act 1985.

Tradizionalmente, gli autori parlano dell'Inghilterra per designare l'unità legale o "stato" dell'Inghilterra e del Galles, ma questo uso è diventato sempre più politicamente e culturalmente inaccettabile negli ultimi decenni.

DescrizioneModifica

L'essenza della common law inglese è che viene fatta dai tribunali. La competenza di formulare il diritto è assegnata ai tribunali di Inghilterra e Galles come autorità costituzionale. Pertanto, nel corso delle audizioni, i giudici, sulla base del principio stare decisis applicano precedenti legali ai fatti e alle circostanze di ogni particolare processo. Il grado di forza giuridica delle decisioni giudiziarie dipende dalla posizione del tribunale nella gerarchia del sistema giudiziario. È comprensibile che le decisioni della più alta gerarchia della Corte d'appello d'Inghilterra e Galles - la Corte suprema del Regno Unito, siano un precedente legale obbligatorio per l'applicazione delle corti inferiori.

Sistema giudiziarioModifica

La Corte d'appello d'Inghilterra e Galles è la più alta corte in Inghilterra e Galles. Tuttavia, le decisioni prese possono essere impugnate presso la Corte suprema del Regno Unito.

BibliografiaModifica

  • Milsom, S.F.C., A Natural History of the Common Law. Columbia University Press (2003) ISBN 0231129947
  • Milsom, S.F.C., Historical Foundations of the Common Law (2nd ed.). Lexis Law Publishing (Va), (1981) ISBN 0406625034
  • Fleming, Justin, Barbarism to Verdict - A History of the Common Law Published January 1, 1994 by Angus & Robertson Publishers ISBN 0207179298

NoteModifica

  1. ^ (EN) Albert Dicey e Morris, The Conflict of Laws, 12ª ed., Londres, Sweet & Maxwell Ltd, 1993, p. 26, ISBN 0-420-48280-6.
Controllo di autoritàLCCN (ENsh2001000114
  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto