Discussione:Analessi

Aggiungi argomento
Discussioni attive

Spostamento da Analessi a FlashbackModifica

Non capisco perché sia stato rimosso l'avviso Sposta, che avevo inserito per mettere la voce al titolo corretto secondo Wikipedia:Titolo della voce. Si vuol forse sostenere che la dizione più diffusa sia "analessi" e non "flashback"?! --5.170.13.93 (msg) 23:44, 26 mag 2016 (CEST)

Carissimo, questa è una voce di linguistica, e il termine di cui si parla è la figura retorica detta "analessi", e così deve intitolarsi il lemma. Se vuoi scrivere una voce generalista e intitolarla con il più noto termine "flashback" (che ora rimanda qui) fai pure, per il momento non è questo il caso. --Yuma (msg) 00:29, 27 mag 2016 (CEST)
Di linguistica?"! Io ci arrivo qui da svariate voci di film, romanzi, ecc. ecc. (quindi semmai più in generale di letteratura e arte), forse allora l'errore è che la voce è solo di linguistica?
Se si tratta di due argomenti differenti sarebbe da disambiguare (e da controllare tutti i wikilink entranti e correggerne una gran parte), ma sono due argomenti diversi? (anche perché già questa voce attuale si riferisce a "narrazione letteraria e cinematografica" e non solo a linguistica) --5.170.13.93 (msg) 00:33, 27 mag 2016 (CEST)
In realtà è una voce impostata come voce di linguistica in cui c'è un paragrafo dedicato al 'flashback' cinematografico. Sì, se ci fosse materiale sufficiente si potrebbe dividere in due voci, una che tratti della figura retorica nota in letteratura e l'altra del corrispondente cinematografico. Non sarebbe necessario disambiguare se si utilizzano i due termini, ma certamente la disambigua flashback (disambigua) darebbe conto di entrambe le voci. --Yuma (msg) 00:38, 27 mag 2016 (CEST)
(oppure ancora, una voce analessi strettamente linguistica, l'altra flashback generalista, che tratta di cinema e letteratura). --Yuma (msg) 00:41, 27 mag 2016 (CEST)
Sì, certo, disambiguare tra i due termini flashback (di cui uno è come se fosse un redirect a questo). Ribadisco riguardo la voce attuale che non si tratta di una voce di linguistica con un paragrafo dedicato alla narrazione letteraria e cinematografica (parlavo di entrambe, non solo del cinema), bensì tratta di tale argomento fin dalla sia definizione iniziale. Se il significato linguistico è altro (e al momento non si riesce a capire quale, visto che la voce tratta invece quello della narrazione), allora questa voce al momento è errata. Restando invece alla narrazione, sia essa letteraria o cinematografica, il termine più utilizzato è flashback (anche limitandosi solo a quella letteraria è nettamente più diffuso flashback, ma non vedo perché dovremmo separare le voci visto come dici tu visto che si tratta del medesimo significato applicato alla letteratura e al cinema). --5.170.13.93 (msg) 00:52, 27 mag 2016 (CEST)
Tratta di narrazione perché l'analessi è usata perlopiù in un contesto narrativo. Anche la Prolessi è definita come corrispondente al termine anglofono flashforward, e si parla di narrazione. Così come altre figure retoriche, che sono argomento della analisi linguistica ma certo riguardano letteratura, filosofia, cinema, etc. Si possono separare gli ambiti, ma non credo proprio sia una buona idea spostare tout court. --Yuma (msg) 01:20, 27 mag 2016 (CEST)
Osservando altre edizioni linguistiche, vedo che alcuni hanno adottato il grecismo nel titolo, altri menzionano la 'analepsis' ma nella voce con titolo anglofono, altri ancora come fr.wiki hanno appunto separato le due cose: fr:Flashback tratta perlopiù dell'uso cinematografico, fr:Analepse tratta innanzitutto della figura retorica. Riporto solo come spunto, eh, ci sono differenze ovvie fra l'uso di questo termine in italiano e l'uso in altre lingue. --Yuma (msg) 01:38, 27 mag 2016 (CEST)
In realtà la voce mischia due concetti. La figura retorica consiste nella ripetizione insistente della medesima parola (dizionario garzanti). L'altro concetto è materia narratologica, non linguistica. In questo secondo senso, si parla (ma è un sinonimo) di flashback, con termine preso in prestito dal linguaggio cinematografico (voce "tipi di testo" su treccani.it). La figura può essere un permastub (una definizione che cerchi - disperatamente - di parafrasare quelle poche righe che ho citato e qualche esempio). Per la voce narratologica, propongo di lasciare il titolo "analessi" e di riservare una sezione all'analessi nel cinema (dove è detta flashback - ma mica sempre). Spostare a "flashback" in nome della regola della dizione più diffusa? Bah, a me quella regola non piace, ma son cavoli miei, per cui... pequod Ƿƿ 01:43, 27 mag 2016 (CEST)
Da vari glossari si evince facilmente che il flashback NON è una figura retorica (vedi qui, dove sono menzionate anche figure retoriche ma "analessi" non viene definita così). Si può avere Analessi (figura retorica) come redirect a Ripetizione (vedi). Non osavo dirlo, ma si trovano voci che affermano abbastanza limpidamente che il flashback cinematografico corrisponde all'analessi letteraria. I grandi classici della letteratura narratologica (Propp, Greimas, Bremond, Ricoeur...) difficilmente avranno parlato di flashback, ma non bisogna essere schifiltosi. ;) flashback, concetto che, notoriamente, viene messo a punto in letteratura (in narratologia viene designato perlopiù come analessi). Oppure il flashback (nella letteratura corrisponde all'analessi). Diciamo che il cinema ha naturalmente ereditato dalla letteratura questo espediente narrativo (non figura retorica), mentre il grande successo dell'arte cinematografica, spodestando i libri, ha imposto nelle bocche della gente il suo nome anglofono. Cmq la scelta di fr.wiki mi pare sbagliata. Stiamo parlando sostanzialmente della stessa cosa, al punto che si parla serenamente di flashback anche a proposito di romanzi... pequod Ƿƿ 02:10, 27 mag 2016 (CEST)
Quindi, figurina retorica a parte, se ho capito bene, il flashback cinematografico e la analessi di Genette dovranno convivere. Anche se, pare, qualcuno ha sollevato distinzioni fra i due termini: il flashback sarebbe solo un tipo di analessi (Seymour Chatman, Storia e discorso. La struttura narrativa nel romanzo e nel film, pp. 63-66). --Yuma (msg) 03:57, 27 mag 2016 (CEST)
Tutto sommato, ridimensionata la portata puramente linguistica del lemma, resta solo una ampiezza di significato diversa fra analessi (qualsiasi struttura narrativa retrospettiva) e flashback (tipicamente cinematografico, lo stacco netto, visivo, della narrazione). Tantopiù che il 'prestito' cinematografico ha in effetti imposto il termine anche laddove non c'è nessun flash... Non aveva poi quindi così tanto torto l'amico 5.170.13.93, chiedo venia. --Yuma (msg) 04:26, 27 mag 2016 (CEST)
L'opinione di Chatman è interessante e dimostra indirettamente che i due termini vanno trattati nella stessa voce. pequod Ƿƿ 02:15, 28 mag 2016 (CEST)
Ritorna alla pagina "Analessi".