Apri il menu principale
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Owl of Minerva.pngFilosofia
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

ChiarezzaModifica

Non mi sembra che le spiegazioni nei punti 1,2,3 siano molto chiare... Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 93.46.209.81 (discussioni · contributi) 12:29, 23 gen 2011‎.

Immagine non correlataModifica

L'utente Superzen ha aggiunto questo file alla voce. Io non ci vedo nessun collegamento in relazione alla voce. Qualcuno può spiegarlo e renderlo chiaro, così da vedere se davvero l'immagine può avere un posto nella pagina, dato che Superzen vuole dei secondi pareri sulla questione? --Tartufo (msg) 16:24, 14 nov 2014 (CET)

Beh, in effetti sembrerebbe trattarsi di un modo ironico per usare gli elementi architettonici nella costruzione di un edificio... però è abbastanza criptica come cosa, qualche immagine più immediatamente comprensibile non c'è? --Carlomartini86(Dlin-Dlon) 15:45, 2 dic 2014 (CET)
Certo, ma non siamo mica su Nonciclopedia. Uscite del genere sarebbero da evitare secondo me. --Tartufo (msg) 17:56, 3 dic 2014 (CET)

Correggere l'introduzione?Modifica

L'introduzione iniziale dovrebbe essere una descrizione generale del termine e non uno particolare o addirittura le conseguenze a cui il vocabolo può portare; come:

[...] ha come base e scopo il comico, il riso e può finire nel sarcasmo, ma ha assunto anche significati più profondi. [...]

L'introduzione tradotta dalla versione tedesca mi sembra buona:


L'ironia (dal greco εἰρωνεία eirōneía, «dissimulazione») descrive una figura retorica (anche ironia retorica o ironia strumentale [1]). In cui l'interlocutore afferma qualcosa che non corrisponde alla sua vera intenzione o convinzione che però per un determinato pubblico è chiara totalmente o in parte. L'ironia può servire a distanziarsi dall'atteggiamento citato o a polemizzare verso il soggetto citato.

Dalla fine del 18 secolo, l'ironia descrive anche un atteggiamento letterario-filosofico (ironia romantica), in cui l'opera si descrive autoreferenzialmente nel suo stesso processo di stesura / scrittura.

In più l'ironia viene comunemente usata per descrivere le conseguenze di un evento, in cui l'intenzione e la casualità vengono messe in relazione in modo particolare (in modo anticipatorio o opposto). Per cui si parla anche di "ironia del destino", "ironia della vita" o "ironia della storia" (ironia obbiettiva)


[1] Norbert Groeben, Brigitte Schelen: Produktion und Rezeption von Ironie. Band 1, Narr, Tübingen 1984, ISBN 3-87808-863-9, S. 2.

Ritorna alla pagina "Ironia".