Discussione:Plug and play

Discussioni attive
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
Computer n screen.svgInformatica
Monitoraggio incompleto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
DGravi problemi relativi alla dotazione di immagini e altri supporti grafici nella voce. Mancano molti file importanti per la comprensione del tema, alcuni essenziali. (che significa?)

UntitledModifica

Nell'articolo c'era scritto: "la tecnologia Plug and Play è nata sul sui sistemi Amiga molti anni prima ed era chiamata AutoConfig". Molti anni prima di cosa???? In tutto l'articolo non si citava nemmeno Windows o Microsoft!!!! C'è qualche fanatico dell'Amiga che continua a riempire gli articoli di commenti sballati, mal scritti e ovviamente NNPOV! --Depression 19:07, Dic 24, 2004 (UTC)

Molti anni prima del 1995, per la precisione nel 1987 con AmigaOS1.3, se non ti documenti non venire ad affibbiare etichette come "fanatico" a persone che non conosci....inoltre prima del 1995 già il mac qualche anno prima, se non sbaglio nel 1993 lo aveva già di serie....perchè citare microsoft quando è arrivata per ultima?a proposito, auguri!ShInKurO

Qui si scherza allora! Microsft non era citata e non c'era nessuna data!!! Quindi prima di cosa??? Anzi, sei stato proprio tu nel tuo ultimo edit a inserire il riferimento a Microsoft!!! Quindi prima di accusare di fare edit a sproposito pensaci bene! Tu stai andando a mettere un sacco di riferimenti (mal scritti) ad Amiga ovunque capiti, cerca almeno di contestualizzarli nell'articolo; così invece sembrano tutti brucianti di rabbia perché ormai l'Amiga è un lontano ricordo dimenticato (eh eh eh). --Depression 11:39, Dic 25, 2004 (UTC)
Il macintosh adotto la tecnologia autoconfigurante nel 1990 con la commercializzazione del Macintosh II che era dotato di bus autoconfiguranti NuBus. Hellis 12:12, Dic 25, 2004 (UTC)
Forse non sai leggere tra le righe quindi devo essere più esplicito: Microsoft è arrivata per ultima, avrei potuto anche non citarla. L'ho fatto solo perchè TU hai usato questa scusa per togliere i riferimenti (esatti tra l'altro, o vuoi che spieghi su wikipedia cose che ci sono solo nei manuali tecnici di AmigaOS?) ad Amiga...io non metto riferimenti dove capita ma dove è giusto puntualizzare delle cose....come ad esempio questa dal plug and play che non dovrebbe nemmeno stare tra le innovazioni fatte da windows (non capisco come mai nessun utente mac non sia già intervenuto sottolineando il fatto che il plug and play prima che su win esisteva già sul mac); e poi scusa, perchè dovrei rodermi per un pezzo di silicio e sw?:-) Tanto più che son già 2 o 3 anni che si è ripreso lo sviluppo di questo computer che ha fatto davvero dell'informatica quello che è oggi assieme al mac!ShInKurO
> Forse non sai leggere tra le righe quindi devo essere più esplicito
Non mi pare che ci fosse un significato nascosto tra le righe di quanto hai scritto, non darti tutte queste arie. Ti riporto l'articolo come l'avevi sistemato tu (link):

Il Plug&Play è una tecnologia che permette al sistema operativo di assegnare automaticamente all’hardware compatibile risorse hardware quali IRQ, porte di I/O e canali DMA. In questo modo anche utenti molto inesperti possono installare nuove schede di espansione. La tecnologia Plug and Play è nata sul sui sistemi Amiga molti anni prima ed era chiamata AUTOCONFIG.

Dunque, questo è chiaramente un articolo non bilanciato scritto da un fan (opps, un appassionato) di Amiga. Se da un lato è giustissimo il riferimento al fatto che su Amiga c'era questa tecnologia di autoconfigurazione, nella mente di quasi tutti le parole "Plug and Play" sono collegate a Windows che ha introdotto questa tecnologia sui comuni PC, quindi è così oltraggioso, vergognoso, criminale metterci un riferimento? Ma sorvoliamo su questo e leggiamo nel dettaglio il tuo articolo. Nessuna data. Nessun riferimento temporale. Ok, non è grave, potrebbe essere uno stub. Oh! Ma cosa leggo: "La tecnologia Plug and Play è nata sul sui sistemi Amiga molti anni prima ed era chiamata AUTOCONFIG.". Molti anni prima? Ma prima di cosa? Nelle due frasi precedenti non c'è nessun riferimento a date, e nemmeno ad un tipo di computer o sistema operativo. Quindi, ripeto, molti anni prima DI COSA??? Nella tua mente sicuramente c'era l'intenzione di scrivere "molti anni prima di quegli schifosi di Mikro$oft", ma l'articolo così com'era era privo di senso logico. E allora, di cosa mi accusi? Di avere solo corretto questo dettaglio? Nota che non ho neppure osato citare Microsoft!!! La parola proibita "Windows" l'hai inserita tu in un tuo edit successivo! Quindi, prima di accusarmi di qualcosa (e ancora non ho capito di cosa, forse non so leggere tra le righe...), pensaci bene.
Eheh come si dice, tutto il mondo è paese....non credevo si posette scatenare una cosa simile da una puntulizzazione (ok era imprecisa, ma avresti dovuto chiedere spiegazioni in una discussione piuttosto che fare insinuazioni su persone che non conosci....). Ad ogni modo tutto il rumore che stai facendo su wiki mi sembra alquanto fuoriluogo: volevi correggere qualcosa senza dubbie insinuazioni? bene, avresti dovuto fare come ha correttamente fatto Hellis, ma vedo che ti piace molto discutere sulle questioni piuttosto scarne e costruire discussioni dove veramente potrebbero essere evitate, bene sei libero di farlo, ma non pensare che io alimenti queste inutili flame, quindi la discussione si chiude qui.ShInKurO
Sei tu che mi hai attaccato per il mio edit accusandomi di averlo fatto per oscurantismo nei confronti di Amiga e con la scusa che volevo dare il "primato" a Windows (quando Windows non l'avevo neanche citato). Se sei convinto di avere ragione tu, allora non vale nemmeno la pena di stare a discutere. Poi non venire a raccontare di non voler alimentare i flame, visto che ti sei ostinato a difendere l'articolo senza nessi logici che avevi scritto e che mi ero limitato a correggere. --Depression 21:53, Dic 27, 2004 (UTC)


> Tanto più che son già 2 o 3 anni che si è ripreso lo sviluppo di questo computer
Se ne sentiva davvero il bisogno. Ciao, Depression 09:59, Dic 27, 2004 (UTC)
Ti diverti proprio...mah!ShInKurO

Cronologia iniziale recuperataModifica

Ricopio qui la cronologia iniziale di questo articolo (in Plug-and-play, che era andata persa in quanto l'articolo era stato rinominato con "copia-e-incolla" invece che con la funzione "sposta"). Marcok 11:34, Dic 27, 2004 (UTC)

  • (corr) (prec) 20:06, Dic 24, 2004 Lornova (Redirect)
  • (corr) (prec) 12:38, Dic 24, 2004 Marcok (wikificato, +stub, corr.cat (non è un sistema operativo))
  • (corr) (prec) 12:20, Dic 24, 2004 Hellisp
  • (corr) (prec) 12:20, Dic 24, 2004 Hellisp
  • (corr) (prec) 23:06, Dic 23, 2004 Urby2004 m (cat)
  • (corr) (prec) 13:05, Dic 22, 2004 ShInKurO (Aggiunta la voce Plug and Play)


Al di la di Amiga o Microsoft il Plug and play è nato prima [ http://en.wikipedia.org/wiki/Nubus ].E se ci si ferma al mondo dei computer il bus ADB è stato utilizzato nel 1986 e permetteva di riconoscere automaticamente tastiera, mouse, ecc. Anche se non era complesso ne flessibile come l'Autoconfig e quindi non so se sarebbe corretto introdurlo nell'elenco. Hellis 11:44, Dic 27, 2004 (UTC)

D'altra parte c'è da dire che AUTOCONFIG era presente da AAmigaOS1.2 ma non funzionava a causa di un bug che sovrascriveva il valore di un registro ;-))ShInKurO
Penso che prima dovremmo definire bene per cosa intendiamo Plug and Play. Intendiamo la prima applicazione commerciale per computer? Intendiamo il primo progetto disponibile? E in secondo luogo un bus seriale semplice come l'ADB è da considerarsi Plug and Play o bisogna che il sistema supporti una gestione complessa come quella del PCI o del AutoConfig? Prima decidiamo cosa è Plug and Play e poi impostiamo l'articolo e la cronologia. Hellis 14:55, Dic 27, 2004 (UTC)


Dunque, per quanto abbia capito ADB era implementato solo in hardware proprietario Apple ed era proprio questo hw che operava l'autoconfigurazione mentre il sistema operativo aveva poca voce in capitolo (correggimi se sbaglio), inoltre ogni periferica era "classificata" rendendo il sistema alquanto limitato. Le frasi seguenti sottolineano questa cosa:
The entire system is based around the devices having the ability to decode a single number (the address) and being able to hold several small bits of data (their registers).[...]The addresses of the devices were set to default values when reset. For instance, all keyboards were set to $2, and all mice to $3. When the machine was first powered on the ADB device driver would send out talk commands asking each of these known default address, in turn, for the contents of register three. If no response came from a particular address, the computer marked it dead and didn't bother polling it later.[...]Physically, ADB cables are identical to S-Video cables.
ADB diciamo che è una sorta di idea vaga di quello che poi è sarebbero stati AUTOCONFIG e il P&P quindi non credo dovrebbe essere incluso. Per quanto riguarda il NuBus trovo che questa tecnologia sia già da considerare una prima forma di plug&play sebbene fosse legata pesantemente all'hw, cioè il particolare bus (correggimi ancora se sbaglio...). Del resto la tecnologia NuBus è quella da cui apple è partita per giungere al proprio P&P della fine degli anni '80/inizio anni '90, difatti il paragrafo dice:
NuBus was later selected by Apple Computer for use in their Macintosh II project, where its plug-n-play nature fit well with the Mac philosophy of ease-of-use. It was used in most of their Mac line through the late 1980s and into the 1990s, and was upgraded to NuBus90 starting with the Macintosh Quadras.
Tuttavia sembrerà stupido ma non ho ben capito in che anno MIT ha sviluppato il NuBus :_) Se non ho capito male nei primi anni '80, dunque la cronologia sarebbe:
nei primi anni '80 il MIT ha sviluppato la tecnologia NuBus che non sarebbe stata disponibile al publico per molti anni ancora. Amiga mise a disposizione del pubblico la tecnologia di autoconfigurazione delle periferiche nel 1986/7 con AmigaOS1.2/1.3, tale tecnologia venne chiamata AUTOCONFIG. La tecnologia NuBus venne ripresa in seguito da Apple che ne continuò lo sviluppo fino a giungere al P&P del MacOS dei primi anni '90. Nel 1995 il P&P viene introdotto nella versione '95 di Windows.
Che ne pensi?ShInKurO

Se vogliamo essere precisi il Plug and Play dovrebbe essere solo la tecnologia che permette l'autoconfigurazione delle schede ISA compatibili con questo protocollo. In effetti, neanche l'autoconfigurazione delle schede PCI andrebbe chiamata "Plug and Play", nonostante Microsoft chiami con questo nome l'assegnazione automatica delle risorse hardware di qualunque tipo. Pertanto, bisognerebbe piuttosto fare una voce del tipo Autoconfigurazione hardware e inserire la cronologia di tutte le tecnologie collegate. --Depression 21:50, Dic 27, 2004 (UTC)

Ma nell'uso comuni si dice per esempio che il bus USB è Plug and Play quindi o ci adattiamo all'uso comune o lo specifichiamo nell'articolo che il Plug and Play si riferisce solo al bus ISA. Ma sei sicuro che si riferisse solo all'ISA? Io ne ho sempre sentito parlare in modo generico. Per quanto riguarda sopra non nella cronologia non ho nulla da eccepire, al limite si può dire che ci furono dei prodotti che simulavano il Plug and play senza però averne tutte le caratteristiche. Hellis 22:40, Dic 27, 2004 (UTC)

Allora, se non sbaglio il termine Plug and Play è stato coniato apposta per l'estensione dello standard ISA che permetteva l'autoconfigurazione. Se non ricordo male era il risultato di un progetto interaziendale, ho fatto una breve ricerca su google ma non ho trovato molti dati. Sicuramente il termine "Plug and Play" è nato con Windows 95, e andrebbe collegato a questo fatto specifico. Poi però il termine è dilagato ed è stato appiccicato a più o meno tutte le tecnologie che permettevano l'autoconfigurazione e/o l'hot plug, quindi anche USB. Su Wikipedia bisogna trovare il giusto compromesso tra le definizioni corrette ed l'uso comune (vedi ad esempio la discussione su Linux o GNU/Linux) e la scelta definitiva non è facile. Secondo me bisognerebbe fare un articolo complessivo con cronologia con un nome tipo “autoconfigurazione dell'hardware”, e in Plug and Play dire: che si tratta di una tecnologia di autoconfigurazione, che il termine è nato con Windows 95, che si riferiva originariamente all'autoconfigurazione del bus ISA ma che è entrato nell'uso comune come sinonimo di autoconfigurazione dell'hardware. Il "corpo dell'articolo" dovrebbe però limitarsi allo standard applicato al bus ISA (con le sue implementazioni per Windows e Linux) e mettere dei rimandi alle altre tecnologie. Non saprei nemmeno se sia il caso di citare che esistevano delle tecnologie di autoconfigurazione precedenti (questo andrebbe nell'articolo generico). --Depression 23:46, Dic 27, 2004 (UTC)
Non sono un esperto sulla tecnologia Plug and Play ma mi sembra corretta come impostazione e dal mio punto di vista è OK. Hellis 00:27, Dic 28, 2004 (UTC)
Anche secondo me l'idea è buona. Ricapitolando, si fa un paragrafo generico sulle tecnologie dell'autoconfigurazione elencando le tecnologie che si sono susseguite, nel paragrafo P&P si specifica che si tratta del termine coniato per l'estensione dello standard ISA e che poi si è utilizzato un pò per ogni tecnologia di autoconfigurazione. Il paragrafo P&P deve ovviamente avere il link correlato al paragrafo dell'autoconfigurazione generico, stessa impostazione sarà anche quella del paregrafo riguradante l'AUTOCONFIG.ShInKurO


Depression ma sei sicuro che il termine P&P è nato con Windows '95? Su Mac la tecnologia di autoconfigurazione delle periferiche che ha preceduto windows '95 come veniva chiamata?ShInKurO
Rispondo a ShInKurO: no, non farei un paragrafo generico, farei un vero e proprio articolo nuovo generico sull'autoconfigurazione dell'hardware. In Plug and Play parlerei dell'estensione dello standard ISA per l'autoconfigurazione, e del modo in cui è stata implementata in Windows e in Linux. In forse metterei la descrizione dell'autoconfigurazione su PCI (che andrebbe descritta nell'articolo su PCI). Per quanto riguarda il secondo punto: no, non sono sicuro :-) Ho fatto una veloce googlata ma non ho avuto né conferme né smentite. Così a memoria, però, non mi pare di aver mai sentito il nome "Plug and Play" prima di Windows 95, ma non garantisco. In realtà, mi pare che il termine "Plug and Play" fosse stato coniato dal consorzio di aziende che ha definito lo standard, Windows 95 semplicemente è stato il primo sistema operativo ad implementarlo (e poi Microsoft ha esteso quel nome a tutta la gestione automatica dell'hardware). Quale fosse il nome su Mac non lo so, non mi sono mai trovato bene con Mac e lo uso il meno possibile (de gustibus ecc., ovviamente). --Depression 15:05, Dic 28, 2004 (UTC)


Si scusa, mi sono espresso male, anch'io intendevo dire che si dovrebbe scrivere un nuovo articolo....ora a parte i tuoi gusti in fatto di Sistemi Operativi mi chiedevo se su wiki ci fosse qualcuno che avesse collaborato per molti articoli Mac e quindi sapesse questa cosa....ShInKurO
Buona parte degli articoli per mac li ho scritti io ma sono un utente del macintosh relativamente recente e quindi non ti so dire con sicurezza nei primi anni novanta come veniva chiamato il riconoscimento dell'Hardware. Da dei vecchi articoli su Byte mi sembra di ricordare che non avesse un vero nome, era una delle caratteristiche del NuBus e basta. Hellis 15:38, Dic 28, 2004 (UTC)
La tecnologia autoconfigurante delle periferiche è stata introdotto nei Mac degli anni '85-'87. Si chiamava, credo, plug-n-play e non era un'idea vaga ma una tecnologia perfettamente funzionante. Di sicuro c'era la parola 'plug. Diversi anni dopo la Microsoft l'ha introdotta nei suoi prodotti, utilizzando un nome (Plug and Play) simile , ma sufficentemente diverso per evitare problemi legali analoghi alla storica copiatura delle finestre. - Gac 17:49, Dic 28, 2004 (UTC)
Questa è una cosa interessante. Quindi bisognerebbe bisognerebbe avere due voci separate, una "Plug-n-play" (per la versione Mac) e una "Plug and Play" (per la versione Windows). Bisognerebbe però avere delle fonti certe sul nome esatto della tecnologia Mac e su quando è stata introdotta con precisione (nel frattempo magari facciamo un microstub).
Per complicare ulteriormente le cose, mi sto leggendo le specifiche ufficiali "Plug and Play" vedi link. In questo documento del 1994, stilato da Microsoft ed Intel, ci si riferisce a "Plug and Play" come termine generico per identificare l'autoconfigurazione, e quella specifica permette di "abilitare il Plug and Play sul bus ISA". Perciò la mia proposta diventa:
1. L'articolo Plug and Play dovrebbe essere generico e specificare che con questo nome si indicano comunemente le tecnlogie di autoconfigurazione dell'hardware
2. Creare un articolo Autoconfigurazione dell'hardware che definisca bene la questione e faccia una panoramica delle diverse tecnologie con tanto di time-line con le date di introduzione
3. Creare una articolo Plug-n-play per la tecnolgia Mac (però bisogna trovare una fonte certa per sapere almeno il nome esatto)
4. Creare un articolo ISA Plug and Play che descriva la tecnologia Microsoft-Intel introdotta in Windows 95
5. Varie ed eventuali, ad esempio Plug and Play in Windows che descriva il funzionamento generale del Plug and Play nei vari Windows (quindi non solo ISA), Plug and Play in Linux in cui si può parlare ad esempio dei PNPTOOLS, e così via.
Che ne pensate??? --Depression 23:52, Dic 28, 2004 (UTC)
D'accordissimo :-) Solo che per gli ultimi 2 punti ci vorrà moolto più tempo.....per la parte Plug n Play posso chiedere in giro, ma siccome siamo nel periodo delle festività non vi assicuro nulla.....ShInKurO 09:08, Dic 29, 2004
D'accordo che sono, almeno sotto un certo profilo, argomenti separati, ma per semplicità da parte del lettore, insomma di chi deve consultare l'enciclopedia, suggerisco caldamente di tenerli in sezioni separate ma all'interno di uno stesso articolo! Marcok 09:48, Dic 29, 2004 (UTC)
Dipende però da quanto sono approfonditi i vari articoli. Ad esempio per la specifica ISA Plug and Play sto scrivendo un articolo abbastanza lungo, e sarebbe un po' eccessivo come paragrafo di un articolo più ampio. --Depression 10:54, Dic 29, 2004 (UTC)
Non è un problema, si può scrivere un breve paragrafo che rimanda all'articolo completo per approfondimenti. Hellis 21:06, Gen 1, 2005 (UTC)
Esattamente ciò che avevo in mente! --Depression 17:19, Gen 2, 2005 (UTC)
Ritorna alla pagina "Plug and play".