Discussione:Shakti

There are no discussions on this page.
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
ReligionSymbol.svgReligione
Monitoraggio non fatto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di immagini o altri supporti grafici. (che significa?)

Fra le altre cose, c'è un errore palese di semantica: non modifico perché non ho le fonti, ma ho aggiunto il template "senza fonte" alla frase incriminata. E' chiaro come il sole che il passo citato della Śvetāśvatara Upaniṣad parla di una divinità senza menzionarla, la quale divinità è la Realtà Suprema, ossia "colui dal quale all'inizio tutto nasce e nel quale alla fine tutto si risolve". L'autore della pagina sostiene, in una frase successiva, che questa Realtà Suprema sia shakti, mentre è palese che questa realtà suprema crea "usando della sua potenza [śakti]": ossia ha śakti (la sua potenza), ma non è śakti. Inoltre qui, nel passo citato, sia śakti, sia l'Unico non sono personificati, appunto perché qui la realtà suprema cui si allude è molto probabilmente il Brahman, Quello, in senso neutro, e śakti ne è solo la potenza, ossia un aspetto, non una divinità femminile autonoma. (Confrontare la pagina https://it.wikipedia.org/wiki/Brahman ) Inoltre, nelle frasi che precedono la citazione, si trova scritto che "Śakti continuamente trasforma tutti gli elementi dell'universo", anche se poi la citazione successiva ci dice che è "Quell'unico, incolore, il quale molteplicemente, usando della sua potenza [śakti]" a trasformare secondo un fine tutti gli elementi dell'universo, non śakti. Cosa significhi la frase "senza Śakti gli Dèi sono inattivi" non è chiaro: è come dire che un Dio non può operare senza potere, ma la frase, comunque sviante, avrebbe un senso solo se nella "teologia" delle Upaniṣad fosse possibile concepire un potere senza divinità o artefice, cosa della quale dubito fortemente, oppure una divinità che possa, in se stessa, non avere potere, altra cosa della quale dubito fortemente. Questo commento senza la firma utente è stato inserito da [[Utente:|]] ([[Discussioni utente:|discussioni]] · contributi).

La prox settimana sistemo...--Xinstalker (msg) 23:31, 22 set 2017 (CEST)
Ritorna alla pagina "Shakti".