Discussione:Sovrano militare ordine di Malta

Discussioni attive

Sul nome dell'ordineModifica

"mentre la International Telecommunication Union ha garantito allo SMOM prefissi identificativi radio tipici di una giurisdizione quasi-sovrana (come l'ONU o l'Autorità Nazionale Palestinese), lo SMOM non ha ottenuto niente di simile"... mi sembra un po' criptico: che significa? Glieli avevano garantiti ma poi mai dati sul serio? Oppure c'è un errore? --fudo (domande?) 20:53, 26 set 2007 (CEST)

Credo che il primitivo nome fosse "Ordine dell'Ospedale di S. Giovanni di Gerusalemme", non "Ospedaliero". Poca differenza ma nelle denominazioni è meglio essere accurati. Isnt'it?--Cloj 17:55, Giu 29, 2005 (CEST)


Boh...mi documenterò sul sito ufficiale, visto che mi sono limitata a tradurre dall'inglese e a dare qualche veloce sguardo su google per evitare di scrivere troppe cavolate. XXXL1986

Ragazzi ci sono due voci su Wikipedia simili Cavalieri Ospitalieri e Sovrano Militare Ordine di Malta non sarebbe meglio accorparle? la voce Cavalieri Ospitalieri io la sposterei sotto la voce Sovrano Ordine di Malta, è più curata e molto ben fatta... Ad Ospitalieri metterei un Redirect... e così pure sulla Treccani...--Innoponti 16:20, 23 ott 2006 (CEST)

No. L'antico ordine e lo SMOM non sono la stessa cosa. lo SMOM, come detto nella frase che avevi cancellato, risulta il principale discendente dell'antico ordine. Unirli sarebbe dunque POV; varie versioni in altre lingue di Wikipedia in effetti li trattano separatamente. --MarcoK (msg) 17:18, 23 ott 2006 (CEST)

Prendo atto ho dato una completa giustificazione della inutilità di due voci fotocopia... basta fare un salto nelle discussioni alla voce Ospitalieri... forse nel mondo anglosassone Ospedalieri o Cavalieri di Malta spesso sono confusi.. in Italia sono stati sempre considerati un unico ordine... come è giusto che sia... la storiografia non ha mai fatto una piaga su questo... pensateci ... --Innoponti 22:42, 23 ott 2006 (CEST)

Non dovrebbero essere voci fotocopia e a me sembrava si trattasse di cose diverse (prima e dopo la cesura determinata dalla perdita di Malta, con un qualche iato temporale nel mezzo: mi sbaglio?) --MM (msg) 23:24, 23 ott 2006 (CEST)

Ribadisco che gli ospedalieri e l'Ordine di Malta sono la stessa cosa... sono il primitivo nome dei cavalieri di malta detti anche Gerosolomitani, di Rodi e oggi Sovrano Sovrano Militare Ordine di Malta... Per quanto riguarda il periodo prima di Malta voglio far notare che l'Ordine di Malta rimase lo stesso, ebbe un periodo di sbandamento ma poi continuo con nuovi statuti a operare... Basta che dai un'occhiata alla stessa wiki in merito alla Villa del Priorato di Malta di Roma (vedi voce Ville urbane di Roma ) che appartiene all'Ordine Ospedaliero o gerosolomitano poi dei cavalieri di Rodi, di Malta oggi SMOM interrottamente sino ad oggi... è il più antico bene posseduto ed edificato dall'Ordine... se poi hai un pò di tempo vai a fare un salto su una qualsiasi enciclopeda e troverai sempre la voce Ordine di Malta per la voce Ospitalieri o non c'è o rimanda all'Ordine di Malta... significherà qualcosa... comunque discutiamnone e poi si decide con calma....


Comunque vi trascrivo quanto leggo sull'Enciclopedia Treccani, vol XXII, pagina 47 alla voce Ordine di Malta: "Così è tuttora denominato l'Ordine religioso cavalleresco cristiano cattolico di San Giovanni di gerusalemme, detto anche degli Ospedalieri o dei Giovanniti (...). L'Ordine ebbe origine nel secolo XI da un ospizio per l'assistyenza ai pellegrini istituito dagli amalfitani a Gerusalemme (1099 d.c.) ....". Una fonte verificabile e autorevole.... comunque discutiamone...

Ora non vorrei travolgervi di citazioni e bibliografie, mica dovete diventare degli storici, ma voglio citarvi cosa scrive Alain Demurger, noto medioevalista e storico delle Crociae e degli ordini religiosi dell'Università di Parigi nel suo volume I cavalieri di cristo. Gli ordini religioso-militari del medioevo.Garzanti, 2004, alle pp.322-323 scrive "Nati dalle crociate, vale a dire da un'impresa collettiva della cristianità sotto la direzione della chiesa e di un papato che aveva ptese universalistiche, gli ordini religioso-militari hanno ceduto sotto i colpi dello stato moderno. (...) L'Ordine dell'Ospedale? Dopo essere stato cacciato da Rodi dal sultano ottomano Solimano, si è insediato a Malta. Ne fu cacciato da Bonaparte (...). La Rivoluzione aveva ormai secolarizzato i suoi beni. Finalmente trovò asilio a Roma .... Per ora credo che basti... tutto questo per riaffermare ancora una vosta che non esistono due Ordini ovvero dei Cavalieri Ospedalieri e dopo la caduta di Malta vari successori tra cui L'Ordine di Malta... se la pensate diversamente portatemi documenti o fonti che lo affermano... grazie per l'attenzione....--Innoponti 13:55, 24 ott 2006 (CEST)

Vorrei citarti quanto scrive Franco Cuomo nel suo Storia ed epopea della cavalleria, economici Newton, 1995, a pag. 26 ...la diaspora degli ospitalieri scacciati da Malta si concluse nel 1827 a Roma, dove s'insediarono per concessione di Leone XII e dove tutt'ora risiedono, pur conservando la storica denominazione di cavalieri di Malta. appena ho un minuto mando altre citazioni in merito.... a presto...--Innoponti 14:10, 24 ott 2006 (CEST)

Ho iniziato, come promesso, il rifacimento di questa voce (in attesa che decidiate se cancellare o meno la voce "Cavalieri Ospedalieri" con un bel redirect a questa voce che comunque presenta numerose lacune. Per ora ho integrato l'incipit iniziale (ho tradotto parte del testo traendolo dalla voce "Ordre de Malte" della versione francese di Wiki, che ho trovato molto curata e ben fatta... Ho apposto solo alcune integrazioni utilizzando come fonti delle date e dei passaggi temporali la Treccani, il "Novissimo Digesto Italiano" e il "dizionario degli istituti di perfezionamento". Ho sostituito anche l'immagine dello stemma melitense con quella che ho tratto dalla voce voce francese di Wiki, poiché si armonizzava meglio con il testo. Per ora mi fermo qui... domani con calma mi rileggo tutto e passo al resto... fatemi sapere se ci sono problemi... un cordiale saluto a tutti i wikipediani. --Innoponti 01:08, 25 ott 2006 (CEST)

Qualcuno può spiegarmi perché nella Wikipedia francese la parola hospitalier (Ospitaliere nella wiki italiana) fa redirect a "Orde de Malte" (Ordine dei cavalieri di Malta nella wiki italiana) mentre nella versione italiana è esattamente il contrario... si può correggere la cosa... fatemi sapere... grazie

in base a recenti riforme interne e per evitare problemi di plagi legati al nome il sovrano militare ordine di malta si chiama solo "ORDINE DI MALTA", parimenti per lo stemma l'unico riconusciuto è la croce di san giovanni bianca su scudo rosso. Oltre ad essere membro dell'ordine, quanto sostenuto è ben evidente anche sul sito ufficiale dell'ordine stesso: http://www.orderofmalta.org/ ritengo vada corretto == vittorio ==


Nessuno contesta che lo SMOM sia la legittima continuazione dell'ordine che aveva in possesso Malta, e quindi non servivano tutte le citazioni che hai fatto (comunque utili, non che tu non abbia fatto bene a cercarle). Il punto non è questo, mi pare (infatti sulla pagina era già riportato chiaramente prima, e ancor più adesso dopo i tuoi interventi e nessuno l'ha contestato), ma l'opportunità o meno di avere due pagine diverse. Visto che il nome ufficiale è leggermente diverso, la situazione è mutata (non ha più caratteristiche militari, né ha più un territorio) e non so, forse ha statuti e organizzazione leggermente modificati (?) non vedo perché non possiamo mantenere due pagine separate per parlare dell'ordine storico e dell'ordine attuale, né ho capito per quale motivo dovrebbe essere così importante avere invece una pagina unica. --MM (msg) 08:56, 25 ott 2006 (CEST)

Quoto MM. È inopportuno tentare di unire le due cose (vedi anche le modifiche all'incipit rifatte ancora una volta) se non vi è alcun consenso su questo. Semmai si può richiedere il parere di altri utenti. --MarcoK (msg) 11:54, 25 ott 2006 (CEST)

NOTA Oltre che la Villa sull'Aventino godono del diritto extraterritoriale anche due possedimenti dello SMOM sul Mercato del pesce di Traiano (Fori imperiali): una chiesa e un loggiato [Confermato da una persona che conosce personalmente un Cavaliere]

Nel 1998 (Gran Maestro Andreas Bertie) sono state coniate delle monete del valore di 9 tarì e 10 grani. Non so' se si tratti di una coniazione isolata o se poi hanno proseguito. Penso che invece di vere e proprie monete si tratti di quelle che i ciollezionisti chiamano "monete-medaglie", ovvero che , ad esempio, nei possedimenti extraterritoriali di Roma non circolino tarì e grani ma tranquillamente euro (in passato ovviamente lire). [Possiedo tali monete]

Sarebbe interessante sapere qualcosa di più delle monete dell'Ordine, specie quelle medievali (è chiaro che quelle moderne sono solo "medaglie"), già il discorso si complica per i francobolli emessi dall'ordine che, da sicuri "erinnofili" (stampe a forma di francobollo ma non riconosciuti come francobolli dall'Unione Postale Universale) dal 1965 al 2005 con l'accordo del 2006 con le poste italiane per l'uso dei francobolli dello Smom per la corrispondenza in partenza dalle sedi dello SMOM, si avvicinano già di più a francobolli "ufficiali"... Un'altra cosa: non sarebbe il caso di aggiungere la bandiera con la croce di Malta, oltre a quella di stato, visto che è più riconoscibile e viene usata effettivamente quella, dove è presente lo Smom con le sue sedi?


La lingua ufficiale dell'Ordine è l'italiano, così come la sua primaria dicitura "Sovrano Militare Ordine di Malta" pertanto ritengo più corretto che venga data precedenza alla sua denominazione ufficiale anzichè quella in inglese. Saluti

Questo articolo..Modifica

..sarebbe meglio ristrutturarlo sullo stile di quello fatto in inglese. Visto che si tratta di uno stato sarebbe meglio trattare l' articolo come tale, specificando popolazione (12500), capitale, lingua, moneta, ecc... Questo link contiene molte informazioni interessanti: [[1]] --79.3.240.139 19:19, 11 feb 2008 (CET)

Soggettività internazionaleModifica

Ritengo che sarebbe opportuno specificare sin dalle prime righe della voce che l'ordine non è ai sensi del diritto internazionale un soggetto giuridico, anche se molti stati gli riconosco tale soggettività per ragioni politiche. Da come è strutturarta la voce sembrerebbe che l'ordine sia a tutti gli effetti un soggetto di diritto anche se la sua soggettività è contestata "da alcuni esperti tedeschi e dall'Unione Internazionale delle Telecomunicazioni" (cito dalla voce). In realtà gran parte della dottrina internazionalistica è del parere che l'ordine non sia un soggetto di diritto internazionale, e tra essi possiamo citare anche l'italiano Conforti (voce peraltro autorevolissima in campo internazionale). Inoltre il riconoscimento da parte di altri stati non dà di per sè diritto alla personalità giuridica internazionale (e anche su questo punto gli internazionalisti sono in grandissima parte concordi). Ci tengo a sottolineare che tale discorso vale solo da un punto di vista strettamente giuridico, non voglio assolutamente negare che l'ordine sia riconosciuto come soggetto di diritto da parte di molti stati e che di fatto intrattenga relazioni con essi. Solo mi preme specificare che tale situazione di fatto non ha fondamento giuridico, tant'è che molti stati (tra cui anche USA, Gran Bretagna e Cina)non riconoscono l'ordine. In conclusione credo sarebbe meglio dare maggior risalto al fatto che la soggettività dell'ordine è solo un dato di fatto, peraltro limitato a solo una parte della comunità internazionale. Propongo di modificare il primo paragrafo come segue:

il Sovrano Militare Ordine di Malta, conosciuto più semplicemente come SMOM, ente con finalità assistenziali, è riconosciuto da una grande parte della comunità internazionale come soggetto di diritto internazionale, anche se in realtà tale soggettività è, in senso strettamente giuridico, assolutamente da negare. È il principale successore dell'antico ordine dei Cavalieri Ospitalieri, fondato nel 1050.

Mi sembra che la situazione sia abbastanza chiara come spiegata nella voce, ma non ci sono problemi a modificarla, naturalmente con un'adeguata bibliografia o dei testi di riferimento a cui riferirsi. --archeologo 01:30, 26 feb 2008 (CET)

Non mi pare che finora l'articolo abbia fornito a sostegno della versine corrente una bibliografia a cui riferirsi... Comunque, a parte un buon manuale di diritto internazionale per chiarirsi le idee sul concetto di soggettività internazionale e riconoscimento (una selezione si trova alla voce "diritto internazionale") posso citare:

-Maria Clelia Ciciriello "La soggettività internazionale dell’ordine di Malta", in "Studi di diritto internazionale in onore di Gaetano Arangio-Ruiz", Vol.1, 2004;

-Benedetto Conforti "Sui privilegi e le immunità dell'Ordine di Malta", in: "Il foro italiano", 1990, I, col. 2597

Questi due articoli danno già un quadro piuttosto approfondito della situazione, interessante anche questo link:

http://www.heraldica.org/topics/orders/malta/maltasov.htm

chi conoscesse altre fonti di informazioni le segnali.

---Avendo inserito una richiesta di approfondimento nella voce, cito qui alcuni testi di rilevante valore per la disamina della questione:

- Anzitutto la 'sentenza' del Tribunale cardinalizio della S. Sede del 24/01/1953, in cui il Tribunale afferma, tra l'altro, che 'l’Ordine è soggetto alla Sacra Congregazione dei Religiosi, in quanto Ordine religioso' e che 'La qualità di Ordine Sovrano … ripetutamente riconosciuta dalla Santa Sede …, consiste nel godimento di alcune prerogative inerenti all’Ordine stesso come soggetto di diritto internazionale. Tali prerogative, che sono proprie della sovranità – a norma del principi del diritto internazionale – e che, dietro l’esempio della Santa Sede, sono state riconosciute anche da alcuni Stati, non costituiscono tuttavia nell’Ordine quel complesso di poteri e prerogative, che è proprio degli Enti sovrani nel senso pieno della parola'; il testo completo della sentenza è pubblicato tra l'altro in 'Rivista di diritto internazionale', 1955, p. 40 ss.

- Considererei poi anche quanto affermato da Giuliano-Scovazzi-Treves, Diritto internazionale, Milano, 1991, specie alle pagine 160 ss.

- Infine, affiderei a tutti questa riflessione: può uno Stato sovrano inerire nelle questioni di un altro Stato sovrano? No! Ebbene, nel caso dello SMOM questo avviene, in quanto non solo è la S. Sede che ratifica l'elezione del Gran Maestro ma lo stesso Ordine è (come affermato dalla Carta Costituzionale dello SMOM all'art. 4 par. 1), persona giuridica riconosciuta dalla Santa Sede. Se uno Stato sovrano (la S. Sede) ha giurisdizione nei confronti dello SMOM, si deve allora supporre che lo SMOM non sia pienamente sovrano.

- Per amore di verità, cito qui anche due pubblicazioni dell'insigne professor Giorgio Cansacchi di Amelia, sostenitore della tesi opposta di una piena sovranità dello SMOM:

- G. Cansacchi di Amelia, La personalità internazionale del S. O. M. di Malta, in Il Diritto Ecclesiastico, 1936. - G. Cansacchi di Amelia, Il diritto di legazione dell'Ordine di Malta, in Il diritto internazionale, 1941.

phalaris (msg) 22:55, 12 gen 2009 (CEST)

Non sono d'accordo con la modifica proposta. Vi sono esperti (come Rebecca Wallace, citata nella voce Wikipedia inglese) che riconoscono anche giuridicamente la sovranita` di SMOM, arguendo che non e` affatto necessario essere uno Stato e possedere un territorio per godere della sovranita`. Faccio inoltre sommessamente notare che l'argomento proposto poco sopra contro la sovranita`, e che consiste nel negarla perche' la Santa Sede ratifica l'elezione del Grande Maestro, si potrebbe applicare ugualmente al Principato di Monaco, e ad Andorra, dove le somme cariche governative sono nominate dalla Repubblica Francese. Si potrebbe quindi scrivere: il Sovrano Militare Ordine di Malta, conosciuto più semplicemente come SMOM, ente con finalità assistenziali, è riconosciuto da una grande parte della comunità internazionale come soggetto di diritto internazionale, anche se in realtà tale soggettività è, in senso strettamente giuridico, oggetto di discussione tra i giuristi

Browlie è nato in Gran Bretagna e vive negli Stati Uniti d'America: ((http://en.wikipedia.org/wiki/Ian_Brownlie)).--Consbuonomo (msg) 07:51, 23 ott 2008 (CEST)

L'Ordine di Malta (Sovrano Ordine Militare di Malta), alla stregua del Comitato Internazionale della Croce Rossa, della Federazione Internazionale della Croce Rossa e Società della Mezzaluna Rossa e del Inter-Parliamentary Union è riconosciuto dall'ONU come Osservatore durante le Assemblee Generali dell'ONU, quindi dotato di un ufficio permanente a New York nel palazzo di vetro. Ref.: "Other entities having received a standing invitation to participate as observers in the sessions and the work of the General Assembly and maintaining permanent offices at Headquarters" ((http://www.un.org/en/members/intergovorg.shtml))

ONUModifica

---scusate non so bene come funziona per editare, comunque ho eliminato la frase "allo stesso modo della città del vaticano" riferita allo status di membro nelle nazioni unite. Infatti questo non è riconosciuto come stato, il vaticano si (http://en.wikipedia.org/wiki/United_Nations_General_Assembly_observers) (http://www.un.org/members/nonmembers.shtml e http://www.un.org/members/entitiesnony.shtml)

Sulla pagina della voce la modifica sta bene, qui nella discussione invece c'è qualche errore "tecnico". Grazie comunque.--Poweruser (msg) 14:39, 31 mag 2008 (CEST)

DensitàModifica

96 abitanti/km2 ?!? Da dove spunta questo dato? --MacLucky (msg) 18:16, 8 giu 2008 (CEST)

Effettivamente non sembra avere senso. Se consideriamo SMOM come stato senza territorio, la densità non può esistere. Sempre da questo punto di vista la voce indica anche una superficie di 0,05 km² che anche questo un valore dubbio.--Poweruser (msg) 22:00, 8 giu 2008 (CEST)

Ho eliminato i vari dati riferiti a superfici e densità --MacLucky (msg) 23:32, 8 giu 2008 (CEST)

Sainte Trinitè de VilledieuModifica

Ho corretto il titolo di Sainte Trinité de Villeneuve, con il corretto titolo Sainte Trinitè de Villedieu. Lotharius

extraterritorialitàModifica

Scusate ma non sarebbe il caso di citare la fonte che concede l'extraterritorialità alla sede?--Alby1977 (msg) 08:54, 23 giu 2008 (CEST) (msg) 16:06, 20 giu 2008 (CEST)

Ho cambiato la frase dell'incipit: l'extraterritorialità delle sedi non dipende dal fatto che "rivendica" la sovranità ma dal fatto che lo stato italiano (nel cui territorio le sedi si trovano) gliela riconosce. --vadsf (msg) 14:02, 29 lug 2012 (CEST)

MottoModifica

Il motto latino "Tuitio Fidei et Obsequium Pauperum" va tradotto in "Difesa della fede ..." non in "Difensore della fede ..." come indicato nell'articolo. A sostegno di quanto dico riporto questo link al sito ufficiale dell'ordine (http://www.orderofmalta.org/dettrs.asp?id=115&idlingua=3). --Italofic (msg) 9:01, 29 giu 2008 (CEST)

In relazione alla Valuta dello SMOM: a seguito della convenzione postale tra Poste Magistrali del Sovrano Militare Ordine di Malta e Poste Italiane del 4 novembre 2004 cessa de facto l'uso dello Scudo (suddiviso in 12 Tarì e 240 Grani) come moneta scritturale dell'Ordine. Infatti da quella data le Poste Magistrali emettono i francobolli in Euro e utilizzano tariffe in Euro. Tutte le altre attività svolte all'interno del Palazzo dell'Ordine (quali quelle sanitarie) usavano da sempre tariffe in Lire italiane e successivamente in Euro. Resta tuttavia l'attività di coniazione della zecca dell'ordine e conseguente vendita delle monete ai collezionisti - prive di qualsiasi valore legale. Come succede attualmente per le emissioni monetarie in Dinari del Co-Principe Episcopale di Andorra che sono prive di qualsiasi valore legale o scritturale.

Quindi la valuta d'uso secondo me attuale dello SMOM è l'Euro


In relazione alla sigla automobilistica: ho letto che è stata attribuita allo SMOM la sigla automobilistica "SMOM". In realtà il Sovrano Militare Ordine di Malta si serve per le autovetture "governative" o diplomatiche delle targhe riservate ai corpi diplomatici o consolari. Compresa la vettura del Principe Gran Maestro dell'Ordine. La targa "SMOM" viene utilizzata dai mezzi del Corpo Militare Speciale Ausiliario dell'Esercito Italiano ACISMOM. Popolazione:

in relazione alla popolazione del SMOM si è indicato erroneamente il numero degli appartenenti alle Associazioni Nazionali dell'Ordine nel mondo. Le sole persone che hanno il passaporto diplomatico sono oltre il Principe Gran Maestro gli alti funzionari di governo e amministrazione dell'Ordine e i funzionari diplomatici dell'Ordine. In ogni caso questi cittadini, come nel caso dei cittadini dello Stato della Città del Vaticano mantengono la cittadinanza di origine e perdono la doppia cittadinanza al momento del termine o dimissione dall'ufficio ricoperto. In ogni caso queste persone anche se residenti in palazzi o ville che codono delle protezioni diplomatiche a norme del diritto internazionale non possono essere considerati residenti. Lo stesso sito ufficiale dello Stato della Città del Vaticano distingue tra residenti (cittadini e non cittadini vaticani) nello Stato circa 500 e residenti nelle aree extraterritoriali circa 3.000 (che nessuna fonte cita come popolazione del Vaticano)

Capitale:

il termine capitale secondo me è una forzatura che non si addice ad una sede in un palazzo che pur gode dell'extratteritorialità.

Stato:

è difficile definire Stato il Sovrano Militare Ordine di Malta. Al pari della Santa Sede lo definirei un Ente di Diritto Internazionale cui vengono riconosciuti dalla Comunità Internazionale e da alcuni Stati Sovrani diverse prerogative sovrane che possono anche essere elencate come già fatto nella scheda.

A ciò detto cito l'affermazione di Papa Pio XI "]...[ non conoscendosi nel mondo, almeno fino ad oggi, altra forma di sovranità vera e propria se non appunto territoriale ]...[" Per questo ci fu la necessità di costituire lo Stato della Città del Vaticano.

Tuttavia la Santa Sede e il Sovrano Militare Ordine di Malta ci tengo ad affermare che sono entrabi Enti di diritto internazionale di cui nessuno ne nega le prerogative sovrane.

Credo che fino a quando anche il Principe - Gran Maestro non possa esercitare una Sua sovranità su un territorio non si possa parlare di un vero Stato. Anche se Villa Malta potrebbe avere caratteristiche simili alla Città del Vaticano in realtà è una Villa che gode dell'extraterritorialità al pari delle ville pontificie di Castel Gandolfo o dell'area di servizio della Radio Vaticana nella tenuta nei pressi di Cesano (Comune di Roma).

Allo stesso tempo non si possa parlare di un governo in esilio in quanto lo SMOM e la Repubblica di Malta hanno relazioni diplomatiche e non esistono rivendicazioni sugli ex possedimenti dell'Ordine ne da parte del Gran Maestro e ne da parte delle popolazioni.

Inoltre resta da verificare il rapporto che limita la Sovranità dell'Ordine nei confronti della Santa Sede: in quanto "in nessun caso l'eletto (il Gran Maestro) può esercitare i suoi poteri prima di aver ottenuta l'approvazione del Sommo Pontefice" art. 13 comma 3 della Carta Costituzionale dell'Ordine; in quanto il Foro Ecclesiastico e sottoposto ai Tribunali Ecclesistici e il Foro Laicale vede esercitare come funzione di Tribunale Supremo la Corte di Cassazione dello Stato della Città del Vaticano; in quanto la particolare suddivisione in classi dello SMOM prevede per le classi che possono accedere agli organi costituzionali la professione dei voti religiosi o di promesse (a norma del diritto canonico).

confusioneModifica

Mi pare si stia facendo gran confusione tra il concetto di soggettività internazionale, quello di sovranità e quello di controllo di un territorio. Gli Stati devono avere il controllo su un territorio perché possa essere loro riconosciuta la sovranità -e quindi la soggettività- internazionale. Ma alcune organizzazioni internazionali (e la Chiesa cattolica) sono da sempre riconosciuti come soggetti di diritto internazionale, pur essendo privi di territorio. La sovranità (intesa come assoluta autonomia internazionale) è invece requisito essenziale per essere riconosciuti come soggetti di diritto internazionale. Aggiungo che in diritto internazionale non ha molto senso distinguere tra stato di fatto e stato di diritto, posto che vale la regola consuetudinaria. In conclusione: il Sovrano Militare Ordine di Malta è certamente trattato da molti Stati e organizzazioni internazionali con indiscussa personalità giuridica internazionale (ONU, UE) come se fosse un soggetto di diritto internazionale. Questo comportamento non può essere considerato ininfluente, perché il comportamento protratto nel tempo della comunità dei soggetti di diritto internazionale E' il diritto internazionale. Quindi: il "SMOM" è un soggetto di diritto internazionale, fino a contrario comportamento della generalità della comunità internazionale o fino a che il SMOM non rinunciasse definitivamente alla propria sovranità internazionale. E la sovranità (lo dico in riferimento a quanto detto da qualcuno circa Andorra o il Principato di Monaco) non c'entra nulla col sistema con il quale si arriva alla determinazione degli organi di governo di un soggetto di diritto internazionale. Quel che conta è il concetto di indipendenza (e cioè di sovranità). Che può prescindere anche dal controllo di un territorio (governi in esilio, chiesa cattolica, ONU, eccetera). Che poi la sovranità del SMOM sia "debole", nel senso che non avrebbe i mezzi per opporsi a eventuali "prepotenze" degli Stati, non v'è dubbio, come non c'è dubbio che Andorra esiste solo perché Francia e Spagna lo consentono, che San Marino (e lo stesso Stato del Vaticano) esistono perché lo consente l'Italia, e così via... --Hamletnico (msg) 01:35, 12 apr 2009 (CEST)


Attenzione a evocare la Chiesa cattolica come "organizzazione internazionale": ciò che è soggetto di diritto internazionale non è la chiesa cattolica, ma lo Stato della Città del Vaticano che è stato sovrano, ha territorio e popolo con cittadinanza propria; emette infatti passaporti - anche non diplomatici - validissimi in tutto il mondo, mentre lo SMOM li emette solo per esigenze di rappresentanza diplomatica in quanto non ha popolo proprio (non esistono infatti "cittadini dello SMOM"). --Phalaris (msg) 23:17, 11 maj 2009 (CEST)

Sovrano Ordine di Malta e Fondo Sanitario NazionaleModifica

Su proposta del Ministro della salute ed intesa della Conferenza Stato-Regioni, il CIPE (Comitato Interministeriale Programmazione Economica) determina la ripartizione del F.S.N. (Fondo Sanitario Nazionale). Tale riparto è approvato dalla Corte dei Conti ed in seguito pubblicato in Gazzetta Ufficiale. L' "Associazione dei Cavalieri Italiani del Sovrano Militare Ordine di Malta" (A.C.I.S.M.O.M. così denominato nelle delibere) percepisce per mobilità sanitaria una quota di detto fondo, pari a 21.000.900 € nel 2008 (http://www.cipecomitato.it/dettagli.asp?title=E080048), nel 2009 dovrebbe percepire 30.330.469 € (Intesa del 26/02/2009 n.35/CSR http://www.statoregioni.it/Documenti/DOC_021072_35.pdf). A qualcuno la notizia può interessare?

Decorazioni MilitariModifica

Nel sito dell'Esercito Italiano sono riportate le decorizioni per l'Ordine di Malta: "Sovrano Militare Ordine di Malta Collare Ordine al Merito Melitense", il "Sovrano Militare Ordine di Malta al Merito Melitense" ed il "Sovrano Militare Ordine di Malta Ordine di S.Giovanni di Gerusalemme, Rodi o Malta", http://www.esercito.difesa.it/root/Decorazioni/visDecs.asp http://www.ordinedimaltaitalia.org/acismom

IndipendenzaModifica

Credo che l'esistenza del parametro "indipendenza" sia quantomeno opinabile. Diversi autori, tra i quali Treves, sottolineano la non indipendenza del SMOM dalla Santa Sede, di cui lo SMOM è un ordine cardinalizio, o meglio, dalla Sacra Congregazione dei Religiosi. --Ginosal 2.0 01:01, 1 lug 2009 (CEST)

Per maggior chiarezza, nell'incipit ho aggiunto l'avverbio "canonicamente" alla dipendenza dalla Santa Sede. Infatti l'ordine è soggetto di diritto internazionale in base al riconoscimento della comunità internazionale (che giuridicamente lo costituisce come tale) e quindi dal punto di vista del diritto internazionale "allo stesso livello" della Santa Sede; tuttavia è anche un ordine religioso e come tale è un soggetto giuridico dal punto di vista del diritto canonico. Per marcare la differenza adesso l'elezione del Gran Maestro non è più sospesa fino ad approvazione del papa (com'era una volta, il che poteva configurare un vulnus alla sovranità), bensì solo comunicata alla Santa Sede ed efficace da subito. --vadsf (msg) 14:09, 29 lug 2012 (CEST)

Alcune leggi del Regno Lombardo-Veneto sull'Ordine di MaltaModifica

Sovrana Risoluzione 15 gennaio 1839. Istituzione del priorato dell'ordine de'Gioanniti, ossia dei cavalieri di Malta nel regno lombardo-veneto.

Atti del Governo Lombardo-Veneto n.41 del 15 dicembre 1842. Giurisdizione accordata al priorato dell'ordine dei cavalieri di Malta.

1. E' accordato all'ordine dei Gioanniti, ossia di Malta, per atto di sovrana grazia nel regno lombardo-veneto l'esercizio della giurisdizione non contenziosa ne' modi seguenti:
2. Saranno di competenza di detto ordine gli atti di sugellazione, gl'inventarj ed in generale le ventilazioni delle eredità de' suoi cavalieri di giustizia e sacerdoti, impiegati e persone di servizio addatti all'ordine, salve le restrizioni quì appresso spiegate. ...
Da: Raccolta degli atti dei governi di Milano e di Venezia e delle disposizioni generali emanate dalle diverse autorità in oggetti si amminstrativi che giudiziarj, Volume 2. 1842. p.121. http://books.google.it/books?id=LEcxEy0GtV4C

Motto latino e traduzioneModifica

Nella traduzione del motto, la parola Obsequium pauperum, sarebbe da tradurre Servizio ai poveri, ma vedo che la pagina è protetta.--Leodavinci (msg) 02:41, 8 ott 2010 (CEST)

vittorioModifica

in base a recenti riforme interne e per evitare problemi di plagi legati al nome il sovrano militare ordine di malta si chiama solo "ORDINE DI MALTA", parimenti per lo stemma l'unico riconusciuto è la croce di san giovanni bianca su scudo rosso. Oltre ad essere membro dell'ordine, quanto sostenuto è ben evidente anche sul sito ufficiale dell'ordine stesso: http://www.orderofmalta.org/ ritengo vada corretto

FrancobolliModifica

L'articolo dice «I francobolli vengono utilizzati nella corrispondenza tra le sedi romane dello SMOM, che precedentemente utilizzavano francobolli della Repubblica Italiana». Falso. Ho ricevuto personalmente corrispondenza indirizzata dall'ufficio filatelico delle Poste magistralio ed era affrancata con francobolli dell'Ordine di Malta. --151.73.41.104 (msg) 22:13, 23 lug 2012 (CEST)

Concessione all'Ordine dell'isola di MaltaModifica

Una correzione dovrebbe essere apportata alla notizia: "Nel 1798 Napoleone occupò l'isola di Malta, su cui l'Ordine cavalleresco governava dal 1530 con diritti feudali concessi dal Regno delle Due Sicilie".

Il Regno delle Due Sicilie non è esistito prima del XIX secolo (v. la voce "Regno delle Due Sicilie"). Il possesso dell'isola di Malta fu concesso all'Ordine dal re di Sicilia, che era l'imperatore Carlo V, il quale, oltre che della Sicilia, era anche signore di vari altri dominii (Spagna, Sardegna, l'altra Sicilia (=Napoli), Milano, Borgogna, ecc.) In particolare, Carlo V regnava anche sull'isola di Malta, che era parte del regno di Sicilia. Per questo l'Ordine tenne Malta come dipendenza feudale del re di Sicilia, benché tale dipendenza fosse solo formale (v. D. Mack Smith, Storia della Sicilia medievale e moderna. Vol. I. Laterza 1976 pag. 171-172).

  Fatto --vadsf (msg) 02:24, 23 giu 2013 (CEST)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 2 collegamento/i esterno/i sulla pagina Sovrano militare ordine di Malta. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 17:00, 26 gen 2018 (CET)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 1 collegamento/i esterno/i sulla pagina Sovrano militare ordine di Malta. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 20:27, 10 apr 2018 (CEST)

Collegamenti esterni modificatiModifica

Gentili utenti,

ho appena modificato 5 collegamenti esterni sulla pagina Sovrano militare ordine di Malta. Per cortesia controllate la mia modifica. Se avete qualche domanda o se fosse necessario far sì che il bot ignori i link o l'intera pagina, date un'occhiata a queste FAQ. Ho effettuato le seguenti modifiche:

Fate riferimento alle FAQ per informazioni su come correggere gli errori del bot.

Saluti.—InternetArchiveBot (Segnala un errore) 05:53, 7 mag 2019 (CEST)

Ritorna alla pagina "Sovrano militare ordine di Malta".