Apri il menu principale

Questa pagina contiene molte invenzioni, generata da una certa storiografia nazionalista croata contemporanea. In particolare:

  • la cartina è totalmente falsa, e basata sui confini jugoslavi che saranno tracciati solo nel 1921. Possiamo avere uno straccio di prova fotografica d'epoca di questi "confini"? Non penso proprio.
  • certi storici lo chiameranno pure "stato", ma uno stato è tale se ha uno stabile controllo del terrorio, altrimenti siamo al livello della proclamazione d'indipendenza della Padania. Quali prove concrete abbiamo che tale "stato" abbia esercitato davvero poteri sovrani? Chi erano i ministri? Dove erano localizzati i ministeri? Emanava leggi? E queste leggi erano applicate dai tribunali? La polizia? L'esercito? E' tutto nebuloso e senza prove.
  • si dice che lo stato si costituì il 29 ottobre in seguito allo sfaldamento dell'Impero austroungarico. Quindi vuol dire che a fine ottobre l'impero si sfaldò? E allora contro chi vinse l'Italia il 4 novembre successivo, contro i fantasmi?

Questo commento senza la firma utente è stato inserito da 95.244.150.174 (discussioni · contributi) 14:35, 15 mag 2010.

Non posso rispondere per i primi 2 punti, posso solo rispondere sul punto 3. Il 29 ottobre ci fu l'editto dell'imperatore Carlo I che riconosceva il Consiglio nazionale degli SCS (ma non riconosciuto internazionalmente dagli altri belligeranti che invece riconoscevano il Comitato jugoslavo); Consiglio nazionale SCS che autoproclamò uno Stato che de facto in virtù di quanto appena detto circa il riconoscimento ufficiale, no fu appunto "riconosciuto" dalle Potenze vincitrici che continuò a considerarla come parte integrante dell'impero A-U, con il quale firmò l'armistizio. In pratica questo perido di "interregno" durò poco più di un mese, dal 29 ottobre al 1° dicembre '18 quando confluì nel Regno dei Serbi, Croati e Sloveni per annessione, poi in base a quanto deciso a Versailles e a Rapallo si ufficializzò la cosa. --Nicola Romani (msg) 12:46, 26 set 2012 (CEST)--Nicola Romani (msg) 12:46, 26 set 2012 (CEST)


Concordo con la questione dei confini, non avendo firmato alcun trattato i suoi confini non erano riconosciuti. Si puč solo presumere che lo stato rivendicasse tutti i territori abitati storicamente da Serbi, Croati e Sloveni (la wikipedia inglese recita infatti The new state aspired to include all those territories of the former Austria-Hungary that were inhabited by Slovenes, Croats and Serbs.), quindi tutto il Litorale Austriaco, la Carniola, la Stiria e Carinzia meridionali, il Prekmurje e Međimurje, La Barananja, il Banato e la Bačka piu' ovviamente il regno di Croazia e Slavonia, quello di Dalmazia e la Bosnia. Praticamente i territori della cartina del seguente link https://www.google.it/imgres?imgurl=http%3A%2F%2Fcro-eu.com%2Fgalerija-fotografija%2Falbums%2Fuserpics%2F10001%2F3-Drzava_Slovenaca%2C_Hrvata_i_Srba.jpg&imgrefurl=http%3A%2F%2Fwww.alternatehistory.com%2Fdiscussion%2Fshowthread.php%3Ft%3D339194&docid=4gLSX4P1eMHKaM&tbnid=bTli_ee1AtjrqM%3A&w=1000&h=650&ei=qwbvVrGiLpGW6QSkuqvYCg

PPS, capisco che chi scrive queste pagine manco parla le lingue interessate, ma bastava andare sulla pagina croata di wikipedia, dai https://hr.wikipedia.org/wiki/Dr%C5%BEava_Slovenaca,_Hrvata_i_Srba#/media/File:Drzava_SHS.png

Faccio notare gentilmente all'IP anonimo che la cartina segnalata è stata creata nel 2014... la mia risposta è di ben due anni precedente alla sua creazione... e anziché perdersi in chiacchere si poteva utilizzare lo stesso tempo per inserirla nella pagina. --Nicola Romani (msg) 14:37, 21 mar 2016 (CET)
Ritorna alla pagina "Stato degli Sloveni, Croati e Serbi".