Archivio
Archivi delle pagine di discussione di Demiurgo


KapplerModifica

Ciao Demiurgo, scusami se sono sparito. Quando mi hai scritto l'ultima volta ero molto impegnato e la cosa mi è passata di mente. Riguardo al file su cui cui mi avevi chiesto un parere, ti dico intanto che, come si vede dall'indice a pag. 1, si tratta di documenti originali: interrogatori (Vernehmung) e sentenze (Urteil). Nella tabella, Erk.-Nr. credo significhi Erkennungsnummer, alla lettera numero di riconoscimento, oggi diremmo numero identificativo personale. Forse è una sorta di numero di matricola interno all'unità. In questo momento sono abbastanza libero, sicché, se hai richieste precise, sarò lieto di darti una mano. A presto, --Ribbeck 14:39, 29 lug 2019 (CEST)[]

Mi sono accorto solo adesso che Ribbeck ti ha risposto qua, mentre io ti ho risposto addirittura nell'archivio discussioni del 2017 di Ribbeck (che saluto). Riguardo alle fonti utilizzate da questo sito tedesco, se vai a pag. 375 del pdf trovi delle riproduzioni fotografiche di uno dei fascicoli processuali: "Eidesstattliche Erklaerung" significa una cosa tipo "Affidavit". Il tipo quindi ha fatto ricerca diretta negli archivi. A pag. 386 c'è l'elenco delle fonti (Quellen). L'elenco delle fonti "potabili" per wiki è alle pp. 389-390. Purtroppo le citazioni sono solo nella forma "Cognome-Nome-Titolo", quindi ne ho verificate alcune a campione googolando per capire se esistono e sono recuperabili: pare di sì, per lo meno per la maggioranza di esse. Ovviamente non ho la minima idea se le fonti tedesche pubblicate contengono le trascrizioni degli atti processuali. Alcune pubblicazioni mi sembrano interessanti, tipo questa qua: l'autore fu - se non ho capito male - uno degli avvocati di Kappler, nonché uno dei più noti avvocati difensori di nazisti dopo la guerra. Il titolo è enfatico: "La forza contro il diritto", ma per lo meno credo che faccia intendere bene quale fu la linea difensiva di Kappler. Spigolando con Google, ho trovato anche questo interessantissimo testo. Il titolo è anch'esso autoesplicativo: "Lobby di un criminale di guerra. Aiuto ufficiale e "silenzioso" della Repubblica Federale Tedesca per il detenuto Herbert Kappler".--Presbite (msg) 16:23, 29 lug 2019 (CEST)[]

Re: GullaceModifica

Quasi dimenticavo: grazie per l'articolo! Lo leggerò con attenzione. Ora però vorrei vedere se riesco a fare qualcosa col libro di Ranzato prima di partire per le ferie. Ma più probabilmente anche questo verrà rinviato a settembre. Stammi bene e a presto! --Salvatore Talia (msg) 19:20, 31 lug 2019 (CEST)[]

MasanielloModifica

Ho modificato la pagina Masaniello secondo le indicazioni emerse nella discussione. Guarda un po' se vanno bene. Ciao e buon lavoro, --Gierre (msg) 10:37, 5 ago 2019 (CEST)[]

Completamento unione Teatro italiano della guerra di successione autriacaModifica

Ho completato l'unione della voce Teatro italiano della guerra di successione austriaca con Campagna italiana (1741-1748), quindi puoi tranquillamnete sbizzarrirti sulla voce -:) --Klaudio (parla) 15:59, 11 ago 2019 (CEST)-[]

Spostamenti senza lasciare redirectModifica

Ciao, quando fai spostamenti tipo questo, non sarebbe brutta cosa se ne approfittassi per andare nel PuntanoQui e correggere tutti i wikilink. Più che altro perché poi i link rossi non stanno granché bene e, specie in caso di pagine citate in template tipo quella linkatati, le probabilità che venga ricreata, per di più in questo caso a titolo sbagliato, sono enormi. Ciao --C. crispus(parla) 14:41, 20 ago 2019 (CEST)[]

La caduta dell'impero romanoModifica

Caro Demiurgo, a mio avviso questo è un {{R da grafia errata}} e non da cancellare. O sbaglio? Ciauz--------- Avversarīǿ - - - - >(msg) 23:10, 24 set 2019 (CEST)[]

:) --------- Avversarīǿ - - - - >(msg) 22:05, 25 set 2019 (CEST)[]

Circolare ministeriale n. 40039/27 del 28 maggio 1945Modifica

Ciao Demiurgo! Ti chiedo una "dritta": tu sai per caso dove potrei reperire il testo della circolare del Ministero della guerra n. 40039/27 del 28 maggio 1945? Dovrebbe essere la circolare che prescrive di depennare dai ruoli matricolari dei militari tutte le annotazioni relative ai servizi prestati presso le forze armate della RSI. Ho già guardato nei siti usuali di ricerca legislativa, ma senza esito. Grazie in anticipo e a presto! --Salvatore Talia (msg) 13:20, 17 ott 2019 (CEST)[]

OK grazie, allora provo a chiedere al bar tematico. --Salvatore Talia (msg) 13:45, 18 ott 2019 (CEST)[]

Attentato di via RasellaModifica

Mughini una fonte storica? --Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 09:42, 30 ott 2019 (CET)[]

Re: Pagine da cancellare/multiple/Professionisti ebrei/2Modifica

Carissimo Demiurgo, quella cancellazione me la sono proprio persa nel senso che nemmeno sapevo fosse "in corso", il perché non certo per pigrizia o perché sono in un periodo di pausa su Wp ma, "purtroppo" (nel senso di "per fortuna") per "supericasinamento". Ero e sono da tutt'altra parte (con la mente, il cuore.....e le gambe :) ) impegnato nell'organizzare (sempre per Wikipedia) per il 27 gennaio la Giornata della Memoria al Memoriale della Shoah di Milano (per la seconda volta, la prima, non so se lo sai, l'abbiamo organizzata il 27 gennaio 2019) su un tema che riguarderà Rom, Sinti e Jenisch ovvero la seconda categoria di persone più perseguitata dal nazismo dopo gli Ebrei. Pensa abbiamo avuto l'OK dal Memoriale stamattina (mi ha chiamato la dott.ssa Talia Bidussa responsabile culturale del Memoriale) su un programma che gli avevo proposto qualche settimana fa che riguarda più "momenti" nella stessa giornata, ovvero: un corso su come editare su Wikipedia per dieci persone Rom, Sinti e Jenisch provenienti da varie parti d'Italia, un editathon su voci che riguardano il loro Porajmos (in effetti il termine esatto è Porrajmos con due erre come ci faceva notare il presidente dell'Opera Nomadi di Milano Maurizio Pagani e il vicepresidente Giorgio Bezzecchi), uno spettacolo teatrale con Mariella Mehr ed Edith Bruck, una mostra fotografica sulla vita degli "zingari" prima e durante il nazismo. Il nostro programma è stato accettato in toto tanto che ci è stato chiesto se potranno tenere le foto della mostra fotografica al Memoriale fino a febbraio 2020 quando ci saranno altre mostre simili. Domani mattina avremo la lettera ufficiale con la data precisa della nostra manifestazione (sai che tutto il mese di gennaio e parte di febbraio ci sono manifestazioni pro-Shoah per cui il "Giorno della Memoria" è in effetti considerato tutto il periodo gennaio-primi giorni di febbraio), speriamo di avere un giorno diverso dal 27 (lo sapremo domani mattina) in modo da avere con noi anche Marcello Pezzetti impegnato a Roma per il 27 per l'inaugurazione della mostra Italiani ad Auschwitz. Tornando a noi, non mi esprimo su quella cancellazione perché "ora" sarebbe inutile, ma se posso darti un consiglio, la prossima volta segnala la pdc al Progetto:Persecuzioni, deportazioni e crimini del periodo nazi-fascista che lungi dall'essere "una chiamata alle armi" è il saggio "tentativo" di includere anche qualificati giudizi di colleghi che conoscono la materia in discussione, pensa ad esempio a Civvi, a Bramfab e altri ancora (vedi Partecipanti). Fra non molto creeremo la pagina del raduno della Giornata della Memoria di gennaio 2010, spero vivamente nella tua partecipazione e in quella di [@ Presbite] (non come editori, ma come "saggi" per la supervisione delle varie fasi della manifestazione, ci saranno "in quella veste" anche Gianfranco e Bramfab). In attesa di un tuo riscontro, un caro saluto--Fcarbonara (msg) 18:23, 3 dic 2019 (CET)[]

Carissimo Demiurgo non è ritrosia, non mi esprimo solo perchè la pdc è chiusa, altrimenti avrei espresso e senza esitazioni il mio punto di vista sulla questione. Sai quante volte alcune pdc non mi hanno trovato d'accordo e non mi convincevano? Il punto però è che è la comunità che decide (leggi, in genere, la somma dei "pro" e dei "contro"), anche se sono fermamente convinto che nessuno davvero si diverta a cancellare. Quanto a volte si sia competenti o qualificati per partecipare ad una pdc, è tutto un altro paio di maniche, e forse è questo il vero nodo della questione. Ma come fai a vietare a uno che vuole esprimere il suo parere ed è "a digiuno" p.e. di religione a dirgli che non può partecipare a una pdc che affronta un tema religioso perchè di religione lui non ne capisce una mazza? (cosa che si vede chiaramente dagli strafalcioni disseminati nei giudizi che esprime). Sono le piccole falle del nostro "sistema", che comunque va avanti! Una regola che potrebbero tutti autoimporsi è quella: So e parlo! non conosco e sto zitto! (lontano dalle pdc che affrontano temi che non conosco), ma come sai sarebbe una imposizione da "Paese di Bengodi": regola efficace, ma immaginaria (come quel Paese), e soprattutto inapplicabile alla eterogeneità dei contributori della nostra enciclopedia, che poi è il nostro "reale" Paese :) --Fcarbonara (msg) 20:46, 3 dic 2019 (CET)[]

Sulla pagina del raduno wikipediano al MemorialeModifica

Carissimo Demiurgo, stiamo usando la pagina del raduno al Memoriale anche come "rimando" di quanto faremo linkandola agli sponsor. Se puoi e hai tempo (visto che dobbiamo purtroppo rassegnarci a non averti con noi :)) controllala, e vedi se quella voce ha errori di qualsiasi genere e nel caso correggila pure, te ne sarei immensamente grato. Un caro saluto--Fcarbonara (msg) 16:56, 11 dic 2019 (CET)[]

Risposta doverosaModifica

Ciao, leggo solo ora un tuo appunto. Senza esplicitare troppo essendo ancora in corso: tu consideri il peso di una carriera ultra-trentennale alla stregua di 3 settimane di polemiche ? Siamo enciclopedia o risalto del tweet ? Con metà fonti a documentare quest tre settimane ! il wp:ir è doveroso anche in caso di sbilanciamenti storiografici verso un preciso (o mirato) percorso di un biografato. Un pò quello che sta-va succedendo a Watson per le sue controverse idee sul concetto di razza, posizioni manifestate in età geriatrica negli ultimi anni. Non dico che vada stralciato tutto ma è indubbio che vi è uno sproporzionato contributo di documentazione per..un tweet ? Enciclopedia, non FeedReader. PS: puoi rispondere anche dopodomani (a pdc conclusa)--☼Windino☼ [Rec] 21:19, 26 dic 2019 (CET)[]

Hai nulla, da scusarti. Sul modo con cui mi sono espresso: prima però devi (si deve) dimostrare che sia vandalismo. Probabilmente in toto non si può togliere, vista la caciara mediatica che ha comportato le sue dichiarazioni. (Ed era lievemente provocatorio nelle parole, pur non nelle intenzioni). Ciò non toglie e tu lo hai esposto benissimo, complimenti, che c'è un che di stucchevole in quella procedura. Voce presente da dieci anni, produzione di rispetto e, due giorni dopo il baccano la voce va in PDC come biografia autopromozionale ?? Ma dai ! Inoltre quei social o, chiamiamole pure dichiarazioni che decidono ora che una voce sia enciclopedica, ora che venga obliata. Inviterei tutti i pro cancellazione salvo alcuni utenti che hanno limiti insuperabili e la cui neutralità è accertata, a chiedersi su questa anomalia dei social che sempre danno e come mai ora tolgono. La risposta che mi sarebbe proposta sarebbe, evidentemente me ne solo accorto solo ora... E beh. Sulla seconda parte della tua risposta mi è cosa nota dal primo confronto che ebbi qui su wikipedia, dove parlando di vittime della 2° mondiale e dell'olocausto suggerivo morti o vittime piuttosto che uccisi, che consideravo meno appropriato (malattie, calamità, dispersi etc). Una fatica. Motivi per cui evito talune materie. Ma per dovere di sana enciclopedia una voce non può avere 11 fonti a documentare dei tweet che abbracciano un periodo di 5 giorni, metà di tutto il documentato di una carriera trentennale. E' evidente che c'è un wp:ir ai fatti.--☼Windino☼ [Rec] 08:41, 27 dic 2019 (CET)[]
Grazie per l'approfondimento. Si, riconosco col senno di poi di avere infilato nella PDC una fiammella dove non v'era bisogno. Da che lo conosco, ante '80, l'ho sempre conosciuto come attentato (Rasella), la vicenda mi ha sorpreso se pur ho avuto modo di constatare più volte il problema che hai esposto, per qualsivoglia orientamento si voglia fare protendere una vicenda/personaggio storico. Anche per questo ho evitato di fare escursioni periodiche in voci (meno importanti di quelle ben presidiate da te, Talia, Presbite ed altri; utenti/persone che ho sempre guardato con profondo rispetto) trasudanti pov, giusto a testare la mia presunta neutralità. (E' un esercizio molto utile se si è consapevoli del rischio di incorrere nella presunzione). Per la voce al momento mi astengo non considerando giusto intervenire pro/cons per un personaggio che non conosco, mi spiacerebbe che il mio voto sia discriminante ma trovo ancora più spiacevole che sia la recente bega ad essere decisiva. Grazie del tutto. !--☼Windino☼ [Rec] 13:30, 27 dic 2019 (CET)[]

auguri 2019Modifica

carissima wikicollega come stai?? sono passato per farti gli auguri di Buon 2020 a te ed al tuo futuro ed ai tuoi cari.. auguronissimi!! ^___^ --SurdusVII 15:37, 27 dic 2019 (CET)[]

Un grazie e un libro sulla conoscenza libera per teModifica

Gentile Demiurgo,

oggi ti scrivo a nome dell'associazione Wikimedia Italia per ringraziarti del tempo che hai dedicato ai progetti Wikimedia.

Come piccolo omaggio avremmo piacere di spedirti una copia (tutta in carta riciclata) del libro di Carlo Piana, Open source, software libero e altre libertà. Fornisci un recapito per ricevere una copia del libro.

Pochi giorni fa il mondo ha festeggiato la giornata dell'amore per il software libero, ma ogni giorno è buono per ricordare le garanzie delle licenze libere e le centinaia di migliaia di persone che si sono unite per costruire questo bene comune della conoscenza. Speriamo che questo libro ti sia utile per apprezzare quanto hai fatto e per trasmettere la passione della conoscenza libera a una persona a te vicina.

Se desideri una copia ma non puoi fornirci un indirizzo a cui spedirla, contatta la segreteria Wikimedia Italia e troviamo una soluzione insieme.

Grazie ancora e a presto,

Lorenzo Losa (msg) 19:15, 18 feb 2020 (CET)[]

WP:GIUDIZIOModifica

Considerati ufficialmente ammonito. --Vito (msg) 16:01, 24 feb 2020 (CET)[]

Non siamo all'asilo.
Più che altro direi "gli altri due" e nessuno dei due ha avuto la geniale idea di sloggarsi per poter scrivere le parolaccie.
--Vito (msg) 16:10, 24 feb 2020 (CET)[]
Da quale pulpito!
No il problema è sloggarsi per comportarsi diversamente da come ci si comporterebbe da loggati.
--Vito (msg) 16:26, 24 feb 2020 (CET)[]
Ho rivisto oggi la questione, devo confessare che pensavo che ho temuto che 80.117.27.218 fossi tu perché pare finto.
Avere un nemico da sventolare probabilmente risulta molto comodo, è un po' l'operazione culturale in corso in tema di negazionismo, però no, sloggarsi e trollare non esiste. Segnali in WP:VC e basta, non scherziamo.
--Vito (msg) 12:31, 5 mar 2020 (CET)[]
Vorrei levare il messaggio con "delinquenti" da me perché qualcuno che lo leggerà si sentirà autorizzato a usare gli stessi toni, ma senza quello il tuo successivo perde senso, a questo punto trova tu il modo migliore per farlo. --Vito (msg) 12:53, 5 mar 2020 (CET)[]

Re: Memorie di Mario FiorentiniModifica

Ciao Demiurgo. Io credo che Mario Fiorentini non abbia partecipato all'attacco alla trattoria Antonelli, perché nelle sue memorie, salvo errori da parte mia (dovrei rileggermi tutto il libro), non ne parla: dice di aver partecipato a un'altra azione la sera dello stesso giorno 18 dicembre 1943, cioè l'attacco al cinema Barberini (pp. 59-61). La p. 145 del volume non è stata scritta da Fiorentini: fa parte di una Cronologia storica dei GAP centrali redatta dal curatore, Massimo Sestili.
Come dice anche nell'intervista che hai linkato, Fiorentini è dell'avviso che l'attentato di via Rasella non sia stato deciso da Amendola bensì dal Comando regionale del PCI. Ma mi sembra di capire che sia solo una sua opinione, non suffragata da documenti né da altre testimonianze. Personalmente la ritengo poco attendibile, ma valuta tu se vuoi inserirla in voce, magari in una nota.
Quanto alla "talpa", Fiorentini nel libro non ne parla in relazione a via Rasella, bensì un po' prima, e la identifica in Giulio Rivabene, aggiungendo che dopo la guerra venne espulso dal PCI e che "altri compagni hanno parlato di questa brutta storia", cioè (si precisa in nota) Amendola, Musu e Aldo Natoli. Comunque, con una mail ti manderò il PDF di tutte le pagine in questione (sapevo che prima o poi me le avresti chieste...)
P.S. Ho visto lo scambio fra te e Vito qui sopra: se ho capito bene, un troll ha offeso Presbite e tu sei intervenuto per rollbackarlo? Hai fatto bene, ed apprezzo il tuo gesto in difesa di un amico, ma secondo me non c'era bisogno di sloggarsi. Io non lo faccio mai quando devo respingere dei vandali. E, contrariamente a quanto hai scritto nella talk di Vito e poi da me, Nicoletta Bourbaki non c'entra niente in questa storia. Io le due volte che ho criticato (non insultato) Presbite fuori da Wikipedia l'ho fatto apertamente (la prima volta beccandomi la reazione, questa sì piuttosto offensiva, dell'interessato), e lo stesso vale per Nicoletta. Questo è quanto. A presto --Salvatore Talia (msg) 13:35, 9 mar 2020 (CET)[]

Permettimi intanto di rilevare una cosa. Quando parli dei "wuminghiani" tu ti permetti di usare espressioni come "canea" (che è un termine insultante) e di fare illazioni non provate ("gruppo di pressione esterno che da anni mobbizza un utente, insultandolo dentro e fuori Wikipedia"), anch'esse di tono alquanto offensivo. Ora si dà il caso che anch'io - in quanto autore che ha pubblicato alcuni post sul blog dei Wu Ming e commentatore sul medesimo - faccia parte della mala genìa dei "wuminghiani", cosicché queste tue espressioni offensive colpiscono anche me. Però se - per ipotesi - volessi risponderti a tono, qui su Wikipedia, passerei immediatamente dalla parte del torto, in quanto le nostre regole vietano di offendersi tra utenti.
Detto questo, resto sempre ammirato di fronte alla tua eccezionale facilità a scotomizzare gli sbagli (chiamiamoli così) dei tuoi amici e ad ingigantire quelli dei tuoi avversari. Sei anni fa, pubblicai un articolo in cui sostenni che su Wikipedia esisteva un milieu di utenti caratterizzati da un certo POV di destra. Né più, né meno. Uno di questi utenti, Presbite, lesse il mio articolo, non gli piacque, e siccome su Giap i post sono commentabili pensò bene di commentarlo utilizzando espressioni come "l'articolo di Talia è merda secca", "incommensurabile cazzata", "il lavoro sulle fonti effettuato dal Talia fa ca-ga-re", "La fuffa che spargi qui sopra a stracazzo di cane come il Talia", "Di queste ca-ga-te è fatto il tuo ragionamento (e quello di Talia)", "questo po-po di cesso d’articolo di Talia, che da’ del fascio a destra e a manca a cazzo di cane" (cosa tra l'altro non vera), "Frega invece che l’articolo (...) sia definito – perquel che mi concerne – per quel che e’: una merda", "visto che delle manipolaziini di Talia non frega nulla a nessuno, mi vuoi anche togliere il gusto di scrivere che uqeste sono delle vaccate", e concludendo il tutto con un sonoro "posso almeno mandarvi afffanculo?".
Ora, intendiamoci. Qui siamo tutti "brave persone", come hai scritto tu, e nessuno lo mette in dubbio. Però bisogna anche capire che, se qualcuno viene da me (o da chi mi ospita: è lo stesso), mi copre di insulti, e mi manda letteralmente "afffanculo", il tutto perdipiù non di persona ma via Internet e nascondendosi dietro un nickname (laddove io avevo invece firmato il mio articolo con nome e cognome), non necessariamente questo qualcuno potrà attendersi che io porga l'altra guancia, né che lo facciano i miei anfitrioni. Per il resto, ognuno è responsabile dei propri comportamenti. Presbite ha offeso me. Non mi ha mai chiesto scusa, né mi aspetto che lo faccia. Per me è acqua passata. (Mi dispiace anche dover rivangare questa vecchia storia, in un momento in cui per tutti ci sono problemi più seri a cui pensare: sei tu a costringermi). Io non ho mai offeso Presbite. Se altri lo hanno fatto, naturalmente disapprovo. Ma non accetto di essere considerato istigatore di atti che non ho commesso, e non accetto che tu mi faccia passare per aggressore, quando in realtà sono l'aggredito. --Salvatore Talia (msg) 14:09, 16 mar 2020 (CET)[]

RiconoscimentoModifica

  Croce con spade d'oro e fronde di quercia
Congratulazioni ! Demiurgo
Io Pigr8 ti assegno la Croce con spade d'oro e fronde di quercia per il tuo costante impegno sulle voci di guerra e storia. Come si può vedere dalle statistiche della tua utenza, preferisci contribuire fattivamente al NS0 con voci di qualità e solide fonti piuttosto che alle sterili discussioni.
16 marzo 2020

Ieri sera ho visto le tue statistiche e davvero mi sono reso conto che hai mantenuto uno standard alto e continuato il tuo lavoro anche quando altri, io per primo, abbiamo tirato i remi in barca. Il resto sono chiacchiere. Ah, lo so che hai già la classe A ;) Grazie di tutto. --Pigr8 La Buca della Memoria 16:13, 16 mar 2020 (CET)[]

Referendum parlamento prussianoModifica

Caro Demiurgo, scusa se non mi sono fatto sentire da tanto tempo, ma data la situazione attuale mi è tornata la voglia di contribuire un po' e ho messo mano ad una traduzione da de.wiki che mi avevi chiesto tanto tempo fa. Utente:Ribbeck/referendum. La traduzione è completa, è ancora in sandbox, ma ti chiederei cortesemente di aiutarmi a formattarla per renderla adatta al ns0. Grazie, a prestoQuesto commento senza la firma utente è stato inserito da Ribbeck (discussioni · contributi).

Ciao Demiurgo, effettivamente la dizione "plebiscito" mi pare più adatta. Grazie per il prezioso suggerimento. Si potrebbe forse già procedere allo spostamento in ns0. --Ribbeck 21:43, 7 apr 2020 (CEST)[]

CensuraModifica

Mi spiace, all'inizio della sezione precedente avevo preannunciato che non ci sarebbe stata tolleranza per discorsi di avverse fazioni. Mi sorprende che l'abbia fatto tu, sono sincero, ma l'hai scritto. Finiamola con la faccenda rossi e neri che, oltre a non essere consentita, non descrive nemmeno tanto bene le singole specificità. Grazie della collaborazione -- g · ℵ → Gianfranco (msg) 00:23, 24 apr 2020 (CEST)[]

non c'è bisogno di sarcasmo, c'è bisogno di leggere una segnalazione prima di valutarla, e tu o non l'hai fatto, o non hai ritenuto importante ciò che conteneva. Torniamo alle voci, per cortesia -- g · ℵ → Gianfranco (msg) 00:29, 24 apr 2020 (CEST)[]
Ti preferisco sulle voci. Non sempre, e lo sai, però stasera sì. Sarà la primavera :-) -- g · ℵ → Gianfranco (msg) 00:37, 24 apr 2020 (CEST)[]

Mantenuta con consensoModifica

Ti rispondo qui per non incasinare ancor di più una discussione già complessa. C'è chi vorrebbe abolire la votazione e chi sta facendo la distinzione fra pagine mantenute in votazione, diciamo, con 2/3 meno uno per cancellare, e pagine mantenute con 2/3 per mantenere. Sicuramente non sono la stessa cosa, ma secondo alcuni si può dire "con consenso" nel caso ci sia una larghissima maggioranza. Secondo me è più preciso parlare di maggioranza qualificata. La discussione riguarda cosa fare con le voci che stanno nel mezzo. L'altra opzione è abolire le votazioni in toto, e comunque decidere cosa fare. --Pop Op 00:10, 25 apr 2020 (CEST)[]

Sì, se capisco bene ci sarà il sondaggio, sempre se ci sarà veramente una proposta condivisa ;) Personalmente ci vedo un po' di differenza fra una pagina mantenuta con 2/3 per mantenere e una pagina mantenuta con poco meno di 2/3 per cancellare. Di qui a decidere cosa fare, ce ne passa... Guarda, per me la distinzione sarebbe fra pagine su viventi/prodotti commerciali vs. tutto il resto, ma non si può fare... --Pop Op 00:29, 25 apr 2020 (CEST)[]
Sull'abolire i 2/3 proprio non c'era possibilità: levate di scudi su levate di scudi. Per questo è stato proposto l' anti 2/3 (in realtà l'avevo fatto solo con intenzioni ironiche, ma è andata così...) Comunque la discussione è davvero complicatissima da seguire! --Pop Op 00:42, 25 apr 2020 (CEST)[]
Continuo qui per non complicare ulteriormente l'altra discussione. Come detto sono favorevole al mantenimento con < 2/3 C. Ma non vedo nulla di male a controbilanciarlo con un avviso, che non fa male a nessuno. Pieno rispetto per le minoranze che collaborano a wikipedia, e i casi di discriminazioni di genere o altro sono senza dubbio gravi e significativi. Ma c'è una gran parte di gente che sfrutta wikipedia a fini promozionali. In questo caso il garantismo non ha nessun senso, anzi, sarebbe controproducente. Il pericolo di vedersi un bell'avviso E non può che scoraggiare, per lo meno, chi si scrive una vanity page. Dici che esagero? Guarda, le candidature al Premio Nobel vengono tenute segrete, per ovvi motivi, quindi qualunque fonte che proclami Tizio candidato al Nobel è farlocca. Proprio adesso mi è venuta la curiosità: tra voci esistenti o cancellate, abbiamo addirittura un centinaio di "candidati al Nobel" [1]. Certe cose danneggiano sicuramente wikipedia e chi crede nella sua serietà. Poi se avrò tempo, mi spulcio le voci ad una ad una,credo che se ne vedranno delle belle! --Pop Op 16:57, 25 apr 2020 (CEST)[]
Fosse così facile... Certo che lo spam e la promo evidente vanno in immediata. Ma ormai ci sono professionisti che ti scrivono una voce fatta benissimo (Ho nella mia pagina il messaggio che mi è arrivato. Certo che bleffano, ma davvero bleffano del tutto?) Peccato che, alla fin fine, in queste voci, se guardi il succo, non resta proprio niente. E allora dobbiamo dare il privilegio dei 2/3 a certe voci? Ci vuole almeno un controaltare. E l'avviso E non danneggia nessuno, tranne chi vuole farsi promo tramite wikipedia. O sennò, ripeto, distinguiamo per tipo di voci, sul passato va bene essere larghi, sul presente, no. Ma su questo credo che non si troverebbe consenso. Comunque, il sondaggio arriverà, almeno lascia il tempo di scrivere una proposta completa nei dettagli! --Pop Op 18:05, 25 apr 2020 (CEST)[]

A proposito di scolapasta bucatiModifica

Ciao, in una discussione alcune settimane fa avevo scritto:

«suscitare questa tua erezione (di barricata) era molto al di là dei miei intendimenti: mi sarei accontentato di leggere, per una volta, un tuo argomentare nel merito senza il fastidio di quel vezzoso scolapasta in testa modello à la guerre comme à la guerre che trovo, come sempre, molto poco wikipediano. Di questo, comunque, se ritieni opportuno potrai parlarne in quest'altra pagina senza bisogno di intasare questa discussione di suo già piuttosto prolissa.»

Dato che i toni sopra le righe non mi appartengono, desidero scusarmi con te se ne hai tratto l'impressione che quelli fossero attacchi personali e non - come nelle mie intenzioni - un modo, magari un po' caustico ma di base ironico, per contestare l'approccio che stavi avendo a quella discussione e che mi pareva intenzionato a ribadire punti di vista, a rafforzare posizioni, più che ad agglutinare consenso verso una soluzione condivisa. Purtroppo, non sempre le intenzioni corrispondono ai risultati: sono certo che tu possa convenire.

In tutti i casi, pur con la cautela di non cadere in celebri fallacie logiche, ho trovato ben più apprezzabile il tono del tuo argomentare nei giorni seguenti. Onestamente, questo ti andava riconosciuto. Ciao --Nicolabel 19:10, 4 mag 2020 (CEST)[]

Saluto e ringraziamentoModifica

Ciao Demiurgo; ti ringrazio per il simpatico saluto che mi hai indirizzato. E' quasi emozionante ritornare e rileggere le discussioni con i vecchi amici del passato. Sinceramente però non posso ancora definirmi in servizio permanente effettivo; le mie disponibilità di tempo sono sempre limitate e anche le mie capacità di lettura e scrittura sono meno sicure di un tempo. Vedrò di contribuire qua e là senza garantire un impegno quotidiano e rinunciando a tentare di scrivere intere voci complesse di sana pianta come facevo un tempo. Comunque grazie!--Stonewall (msg) 17:49, 16 mag 2020 (CEST)[]

Diritti e doveriModifica

Il diritto c'è eccome. E' sancito dalla Costituzione italiana. Se davvero non ne fai una battaglia personale come non la deve fare qualsiasi utente per via di quella proposta di modificazione alle PDC, non continui con richieste irricevibili. Guardiamo le cose per alla sostanza senza ultradifese a conto terzi: personalmente rilevo quel termine e ne faccio una chiave di lettura. E' estremamente efficace ed elegante. Buon proseguimento, --.avgas 12:33, 19 mag 2020 (CEST)[]

No. Il soggetto del passaggio che mi riporti, infatti, non è "il parere di un utente", ma "le PDC". Queste ultime non esprimono nè implicano valutazioni sul soggetto della voce. L'espressione generale del pensiero di ogni persona, invece, è libera fino al raggiungimento dell'illecito. Questo è valido in RL come qui.
Se io sostengo che JS Bach, Girolamo Frescobaldi o Samuel Beckett sono dei cazzoni lo faccio con diritto di critica sacrosanto. Saranno gli altri, poi, a leggermi e valutare la mia espressione ed eventualmente me stesso per quanto una singola espressione può consentire: se penso che dei giganti come loro siano dei saltimbanchi, evidentemente quello "storto" sono io. --.avgas 15:09, 19 mag 2020 (CEST)[]
Ma se è un insulto, a tuo modo di vedere, perché continui a ripetere l'esempio? E' davvero un mezzuccio. La forza della discussione sta nel contenuto, riusciamo a farcela senza esempi che ormai non hanno significato? --.avgas 14:42, 20 mag 2020 (CEST)[]
Allora accetta un consiglio: il tuo è un metodo che non funziona. Tirare in ballo in termine è un mezzuccio che, se non contestualizzato, non fa pensare a nulla e tanto meno dimostra. C'è da mantenere la barra dritta nel merito del generale, le situazioni singole non andrebbero neanche citate in linea teorica! --.avgas 15:10, 20 mag 2020 (CEST)[]
No, a me non dà fastidio nulla. A mio avviso è solo inutile e se dall'altra parte c'è un utente suscettibile alle alte temperature, finisce che si alza la temperatura della discussione e questo è atteggiamento doloso che non possiamo permetterci. Mai. --.avgas 15:35, 20 mag 2020 (CEST)[]

Riforma PDCModifica

Ho usato questi giorni di pausa per riflettere dalle basi sull'attuale procedura di cancellazione ed elaborare una proposta organica completamente nuova. Prima di pubblicizzarla mi farebbe piacere raccogliere le opinioni tue, e di altri utenti esperti. --Nicolabel 13:05, 30 mag 2020 (CEST)[]

La proposta non si limita a eliminare la votazione (peraltro, garantendo il mantenimento in tutti i casi dubbi e senza l'automatica introduzione di avvisi in ns0: più garantista di così!), ma include diversi altri aspetti in relazione ai quali un confronto poteva comunque individuare ambiti per una possibile convergenza. Non avevo capito che reputi lo status quo - votazione a parte - il migliore dei mondi possibili. Grazie, comunque, per la risposta. Ciao --Nicolabel 00:10, 6 giu 2020 (CEST)[]

Rimozioni categorieModifica

La ringrazio per il Suo intervento nella discussione sulla Categoria:Ebrei italiani, ma ciò nonostante Ignis de la Vega e Carlo Morino hanno di nuovo cancellato le categorie alla voce "David Santillana", che , come Lei ha potuto constatare, sono più che giustificate dalla fonte citata in nota. Cosa si può fare per ristabilirle? Io non posso farlo, perché qualunque cosa io scriva è immediatamente cancellata da questi due senza neanche essere letta e giudicata errata solo perché scritta da me, anche se il fatto di essere un IP non è proibito dalle regole di Wikipedia.--2A02:1205:C6BE:7740:2551:DE19:8EDE:ACA5 (msg) 16:46, 20 giu 2020 (CEST)[]

[@ 2A02:1205:C6BE:7740:2551:DE19:8EDE:ACA5] Ti rispondo qui (e ti do del tu perché su Wikipedia si usa così). Con il tempo inserirò nella categoria tutte le persone elencate qui. Editare da IP non è proibito, ma se sei interessato a contribuire seriamente ti consiglio di registrarti, di non operare in write only (scrivere ignorando i messaggi) e di citare sempre fonti autorevoli. Specialmente quando ci si occupa di argomenti sensibili, è utile permettere agli altri utenti di tracciare i propri contributi e di valutare la fisionomia complessiva della contribuzione. Scrivere di ebraismo e massoneria da anonimo comprensibilmente insospettisce i patroller.--Demiurgo (msg) 11:29, 21 giu 2020 (CEST)[]

Grazie per la risposta. Non sono abituato (sarà l'età...) a dare del tu a persone che non conosco, quindi continuerò a darLe del Lei, mi scuserà. Scrivere di ebraismo e di massoneria non dovrebbe essere di per sé una ragione per essere sospettati di chissà quali oscure macchinazioni, le reazioni di sospetto da parte di "patroller" (in italiano si dovrebbe scrivere controllori) giustificano ampiamente il mio desiderio di non essere spiato, e di mantenere quindi uno stretto anonimato usando un IP. Quanto alle fonti le ho sempre citate, quali siano autorevoli e quali no è un giudizio di valore che può variare secondo ogni scrivente. Da anni contribuisco a Wikipedia scrivendo solo di argomenti per i quali sono competente ( non solo di questi due da Lei citati) e intendo continuare a farlo, che la cosa piaccia o meno a certe persone o gruppi di interesse, che su Wikipedia ho constatato intervenire contro certe voci da loro non gradite. Sono in pensione, e per anni ho insegnato all'università tecnica della ricerca storica, credo di poter aiutare i giovani studenti di oggi, che usano Wikipedia come fonte invece di fare ricerche di biblioteca o d'archivio, a cercare meglio ed a farsi un'idea critica e personale su quel che trovano. Non mi piace parlare di me, ma questa volta penso sia necessario farlo, viste le Sue osservazioni, per precisare quali sono le mie motivazioni e qualificazioni per intervenire su Wikipedia.--92.107.231.116 (msg) 08:16, 24 giu 2020 (CEST)[]

Non è assolutamente mia intenzione mettere in dubbio quanto scrivi. Credo però che dovresti fare uno sforzo collaborativo per comprendere le ragioni dei patroller, senza i quali questo sito sarebbe distrutto in pochissimo tempo da vandali, troll e povver di tutti i tipi. Poniamo ad esempio che tu e un altro IP dinamico iniziate a editare sugli argomenti ebraismo o massoneria e l'altro sia un povver complottista, i patroller incontrerebbero enormi difficoltà nel distinguervi. Registrarsi in certi casi è un modo per dimostrare volontà collaborativa. Non si tratta di "essere spiati": Wikipedia è una casa di vetro in cui tutti controllano tutti e tutto dev'essere il più possibile trasparente. Buona giornata.--Demiurgo (msg) 09:17, 24 giu 2020 (CEST)[]
La ringrazio per la Sua affermazione iniziale, non comune in un contesto in cui tutti sembrano dubitare di tutti per principio. Quanto alle case di vetro, sono una specialità delle dittature, nelle quali i controllori devono poter controllare tutti senza poter essere controllati da nessuno. Per cui ne diffido e a queste condizioni preferisco restare anonimo.--2A02:1205:C6BE:7740:11B2:3349:CEF3:DEB4 (msg) 11:59, 24 giu 2020 (CEST)[]
Come vedi qui cerchiamo per quanto possibile di controllare anche i controllori. Io ho contestato la cancellazione della categoria e il suo svuotamento da voci che avevano tutte le ragioni di essere incluse.--Demiurgo (msg) 12:34, 24 giu 2020 (CEST)[]
E La ringrazio per la Sua contestazione. Visto che con lei si può discutere, mi permetta una domanda: mi può spiegare sulla base di quali criteri sono state cancellate le mie inserzioni di quella categoria e il mio indirizzo è stato bloccato con l'accusa di vandalismo? Le faccio notare che le voci in questioni non hanno tuttora ristabilito la categorizzazione esatta e che David Santillana, padre di Giorgio De Santillana, ne è escluso, così come ne è escluso Alberto Moravia, mentre vi appartengono giustamente il fratello e la sorella del padre, Gabriele Pincherle e Amelia Pincherle e i suoi cugini Carlo Rosselli e Nello Rosselli. Questo modo di procedere obbliga un utente a cercare le informazioni esatte su Wikipedia in altre lingue, il che non depone in favore della versione italiana. Grazie per l'attenzione.--2A02:1205:C6BE:7740:65BF:E842:496A:50D4 (msg) 14:03, 24 giu 2020 (CEST)[]
Come ti ho già detto, (re)inserirò nella categoria le persone citate come ebree in questo elenco o in altre fonti altrettanto autorevoli. Con me si può discutere, ma anche io preferirei rapportarmi su questi temi con un utente registrato che abbia dimostrato una volontà di collaborazione.--Demiurgo (msg) 13:11, 25 giu 2020 (CEST)[]
Tra le varie ed eventuali si è convenuto in una recente PDC, che le categorie che coinvolgono l'ebraismo, in attesa anche di ri-definire tutte quelle categorie, non vengano integrate dagli IP dinamici. Purtroppo un IP non ha arte ne parte e non si può perdere giornate per valutare chi è in buonafede e documentato. Saluti--☼ Windino ☼ [Rec] 17:32, 25 giu 2020 (CEST)[]
Visto come lo si considera, l'IP toglie il disturbo e smette definitivamente di collaborare a Wikipedia.--2A02:1205:C6BE:7740:CFF:1783:5D5D:8D17 (msg) 21:09, 25 giu 2020 (CEST)[]
A futura memoria, prima che l'IP venga riassegnato. --☼ Windino ☼ [Rec] 21:22, 25 giu 2020 (CEST)[]
IP non fraintendere. Per me l'anonimato è fondamentale per la libertà del progetto e ho avuto modo di rendermene conto a pieno quando ho assistito allo spettacolo indegno di un gruppo di povver che, messosi a indagare sull'identità di un utente, è andato a insultarlo nella vita reale e addirittura professionale. Se mi registrassi oggi, non direi nemmeno la mia città d'origine. Ad ogni modo, Demiurgo è una maschera, ma è una maschera determinata. Un IP statico è una maschera dai contorni indefiniti. Un IP dinamico è un Proteo inafferrabile. Fai per cortesia uno sforzo per metterti nei panni dei patroller, dai quali non si può pretendere che, in un ambito delicato come questo, si mettano a verificare la buona fede di volta in volta. Creati un'utenza, guadagnati una reputazione affidabile e vedrai che nessuno ti darà noie se aggiungerai contenuti dotati di fonti adeguate.--Demiurgo (msg) 23:36, 25 giu 2020 (CEST)[]
Cortese Demiurgo, non fraintendo a La ringrazio, ma vista la reazione di Windino e dopo essere stato cancellato e bloccato più volte da Ignis de La Vega e CarloMorino credo di aver capito che quel che fa problema non è ciò che scrivo, ma il fatto che a scriverlo sia un IP. Visto anche quel che Lei dice, non ho nessunissima intenzione di registrami, anzi, questo sarà il mio ultimo commento e mi ritiro del tutto da Wikipedia in italiano. Preciso in italiano, perché ho collaborato e collaboro come IP a Wikipedia in francese, inglese, tedesco e spagnolo, e non ho mai, dico mai, avuto problemi del genere. Soprattutto non sono mai capitato su persone aggressive e maleducate come mi è successo qui.--2A02:1205:C6BE:7740:C051:F6E6:C68A:5966 (msg) 11:25, 26 giu 2020 (CEST)[]

(rientro) Prima di andare via sdegnato, provi a discuterne pacatamente qua. Vedrà che una soluzione si trova. Riguardo poi alla enWiki, posso trovarle almeno un paio di centinaia di situazione in cui "persone aggressive e maleducate" hanno fatto strame di voci, pagine di discussione ecc. ecc.--Presbite (msg) 12:36, 26 giu 2020 (CEST)[]

Giusto perché citato: caro IP, la mia reazione non ha nulla a che vedere con te, con ciò che puoi avere scritto. Una dimostrazione della difficoltà di relazionarsi con un IP in certe situazioni l'hai data tu stessa oggi (Diamo per assunto che tu sia la medesima persona che cito or anzi). Dopo esserti confrontato mi hai risposto così. Ho messo a quell'IP un avviso di attacco personale (che parentesi avrei rimosso stasera ma non è questo il punto, formalmente lo merita). Ora rispondi quì addirittura con un altro IP, per spiegare le difficoltà mi bastavano 2 IP, tu ne hai usati almeno 3 nel corso di 24 ore. Ancora non capisci la difficoltà ? Tu puoi essere una persona squisita e non dubito che tu lo sia ! Se wikipedia purtroppo consente certe integrazioni (creazioni, modifiche a voci in vetrina, pareri..) a persone che in un giorno possono comparire con 5 IP diversi, il difetto del sistema wikipediano. che [@ ValterVB] mi accusa di apparire come offensivo, non è un difetto degli utenti/ip Evidentemente è di wikipedia ! E chiunque ne può convenire, nelle 2,3 talks quì, che un utente il cui IP sia saltato almeno 3 volte, diviene un problema per la comprensibilità dei confronti! (e sarebbe utile se il proprio IP salta scrivere al click/firma un nick comune per dire <<sono lo stesso utente>>). Pur rimanendo ovviamente nell'ambito della buona fede, poiché diversamente, apriti cielo. Saluti (Ho pingato Valter così forse evito di spiegargli ulteriormente altre cose. Grazie dell'ospitalità :)--☼ Windino ☼ [Rec] 13:31, 26 giu 2020 (CEST)[]

Per il 27 gennaio 2021Modifica

Carissimo Demiurgo, sperando che il lockdown non abbia sortito nessun effetto negativo sulla tua persona, volevo avvisarti che ci stiamo preparando per il Giorno della Memoria 2021. Infatti dopo aver "congelato" un progetto che vedeva un editathon con conferenza e una corposa mostra fotografica di 40 pannelli 50x50 su una delle categorie di persone perseguitate dal nazismo (ovvero quella sui Testimoni di Geova, finanziato dalla Foundation e poi da noi rimandato al 2022 sperando di farlo "fisicamente" presso il Memoriale), siamo stati sollecitati da più parti sulla necessità e fattibilità di un editathon da preparare per il Giorno della Memoria del 2021 in sostituzione di quello che avevamo rimandato (visto che una mostra fotografica indispensabile e principale per la sua realizzazione non avrebbe avuto per una manifestazione online nessunissimo significato). Partiamo dal presupposto che l'editathon (che avrà anche due storici e un wikipediano come conferenzieri), sarà "fisico" da tenersi presso il Memoriale....ma siamo certi, anzi certissimi che saremo costretti ad optare per la soluzione online soprattutto se in autunno ci sarà la temuta recrudescenza del virus. il tema che affronteremo quest'anno, dopo aver fatto una ampia indagine, è "il Negazionismo dell'Olocausto" e tutte le relative voci "collegate". Un tema di grande importanza per cui volevamo accertarci della tua qualificata presenza. A breve sarà operativa la pagina del raduno, per ora qualche particolare qui. Inutile dirti che ("ci") contiamo anche su di te (... non solo il solo :)), Un caro saluto! --Fcarbonara (msg) 12:05, 12 lug 2020 (CEST)[]

Sciopero BVG 1932Modifica

Ciao Demiurgo, ho appena creato una sandbox con la voce in oggetto. Vuoi dare un'occhiata? C'è ancora da sistemare qualcosa prima di spostare in ns0. grazie, a presto --Ribbeck 17:29, 2 set 2020 (CEST)[]

re: Un falso accertato e tre voci da controllareModifica

Buongiorno, ti darò una mano a fare i dovuti controlli. Possiamo aprire magari una discussione in un bar di progetto o in una pagina di servizio per coordinarci meglio e concentrare la discussione in unico posto? --Ribbeck 13:32, 25 set 2020 (CEST)[]

Deutschvölkische FreiheitsparteiModifica

Ciao, secondo te quale dovrebbe essere l'esatto titolo in italiano al di la della traduzione letterale. Fammi sapere, grazie.--Burgundo (msg) 15:02, 7 ott 2020 (CEST)[]

Grazie, sistemo.--Burgundo (msg) 15:20, 7 ott 2020 (CEST)[]

Lega spartachistaModifica

Ciao. Tu dici che Lega di Spartaco è traduzione più corretta, ma il libro di Gilbert Badia, è stato intitolato dai traduttori italiani La Lega spartachista. Ed è l'unico testo in italiano che tratti a fondo il tema. Inoltre, la Lega è detta spartachista nei manuali di storia, almeno nei miei. Perché non hai ritenuto opportuno discuterne nei progettidi riferimento? Almeno potevi provarci.--151.34.169.81 (msg) 19:31, 10 ott 2020 (CEST)[]

Ciao. Il nome ufficiale del partito è Spartakusbund, letteralmente Lega di Spartaco. Fonti: [2] [3]. Non ho ritenuto di avviare una discussione poiché la regola di it.wiki in merito alla nomenclatura dei partiti è chiara: si usa la traduzione italiana del nome ufficiale (infatti abbiamo Partito Nazionalsocialista Tedesco dei Lavoratori e non Partito nazista).--Demiurgo (msg) 20:29, 10 ott 2020 (CEST)[]

Nazionalismo di sinistraModifica

Mi dispiace ma non sono d'accordo, ho concordato con altri utenti l'accorpamento delle due voci. Inoltre, il fatto che Wikipedia in inglese abbia due voci distinte non significa a prescindere che debbano esistere due voci distinte anche nella versione italiana. Inoltre, i movimenti di sinistra e socialisti non si sono mai definiti nazionalisti (contraddizione inaudita), ma spesso e volentieri si sono definiti patriottici. Quella che tu citi come esempio non è altro che una frangia limitata di comunisti tedeschi che aderirono al nazionalismo su proprie posizioni eretiche. Loro meriterebbero una voce a parte, e quella voce non potrà essere "nazionalismo di sinistra", in quanto sarebbe una forzatura. Lo stesso titolo della voce è una forzatura e perciò ripristino l'accorpamento, a cui ora sto ancora lavorando. Perciò ti prego di attendere che finisca il lavoro prima di attuare altre modifiche. --Bacefik (msg) 12:06, 28 ott 2020 (CET)[]

Carissimo DemiurgoModifica

Entro massimo domani mattina ti invio una mail (tramite wikipedia) e ti spiego tutto per bene. Grazie per la tua disponibilità! e grazie anche per aver messo nella tua lista di voci da fare quella sulle Fosse Ardeatine, un caro saluto--Fcarbonara (msg) 20:02, 28 ott 2020 (CET)[]

Re: Dichiarazione programmatica per la liberazione nazionale e sociale del popolo tedescoModifica

Ciao Demiurgo, grazie di avermi segnalato la tua sandbox. C'è materiale interessante in una pagina di de.wiki: https://de.wikipedia.org/wiki/Vertragsrevisionismus. Provvederò quanto prima a tradurlo. Comincio intanto in locale e quando la passo in sandbox ti avverto. A presto, --Ribbeck 18:41, 9 nov 2020 (CET)[]

Traduzione proclamaModifica

Ciao Demiurgo, scusa se mi faccio sentire con molto ritardo, ma nelle settimane scorse ho avuto molto da fare e solo ora nelle feste ho avuto modo di rimettere mano alle varie cose wikipediane. Ho aggiunto nella tua sandbox la traduzione del testo del proclama. Ci vediamo nella pagina del vaglio. Auguri di buon anno, --Ribbeck 22:19, 1 gen 2021 (CET)[]

Carissimo DemModifica

Facendo seguito a una precedente mail di qualche mese fa, se sarà possibile la tua partecipazione all'editathon, puoi comunicarlo qui. Altrimenti per la sola conferenza, Gregorio Bisso (Ettorre) che modera gli accessi, ti scriverà qui sotto per mandarti il link relativo. Sperando nella tua gradita presenza, ti saluto caramente--Fcarbonara (msg) 22:41, 17 gen 2021 (CET)[]

OKǃ ː)--Fcarbonara (msg) 08:18, 18 gen 2021 (CET)[]

27 c.m.Modifica

FCarbonara mi ha detto di comunicarti per il 27 il link. Collegati qui saluti --Ettorre (msg) 16:36, 18 gen 2021 (CET)[]

re: KistenmacherModifica

Caro Demiurgo, grazie dalla segnalazione. Il volume sembra molto interessante ed è facilmente reperibile. Vedrò di procurarmelo nei prossimi giorni. Buona giornata, --Ribbeck 09:26, 1 feb 2021 (CET)[]

colore partitoModifica

Ciao Dem, sì, avevo attivato io quella possibilità per i partiti tedeschi odierni (per lo stesso motivo, ossia semplificare il tmp e renderlo più simile a quelli di de.wiki). Non se ne è mai discusso al progetto in realtà, quindi non so se sia condivisa sta cosa (quella possibilità nasce per inserire gli alias, ossia pochi casi non le sigle), comunque ora li metto poi al massimo se qualcuno avrà a dire qualcosa si farà vivo.--Caarl95 22:20, 11 feb 2021 (CET)[]

  Fatto per DDP, DVP, DNVP, USPD, Zentrum, SED, NSDAP.--Caarl95 22:43, 11 feb 2021 (CET)[]
Ah sì pardon. Ho aggiunto anche DZP. Comunque per il futuro modifica pure anche tu il tmp. Solo per i casi più controversi (di fatto, i partiti italiani) è meglio passare di qui.--Caarl95 10:42, 12 feb 2021 (CET)[]

"Sine ira et studio"Modifica

Demiurgo, io non lo so se Eric Gobetti sia "lo storico più citato su it.wiki in questi giorni" come scrivi tu; so però che, fuori da it.wiki, è lo storico più minacciato di morte in questi giorni. Minacce e insulti iniziati da prima che il suo testo apparisse nelle librerie, quindi da parte di gente che nemmeno lo aveva letto. Tu l'hai letto? O parli solo per sentito dire? Hai preso in considerazione la lontana ipotesi di leggerlo, prima di parlarne? Oppure ritieni che, per giudicare uno storico, sia sufficiente vederne le fotografie sui social? E ti prego, lascia stare Tacito: quello almeno lo hai letto, e sai benissimo che "sine ira et studio" era solo una frase e che il grande storico manifestava apertamente le sue idee e le sue opinioni sui potenti del passato di cui scriveva. Fosse vivo oggi, sai che belle cose scriverebbe su di "LVI"? --Salvatore Talia (msg) 14:07, 15 feb 2021 (CET)[]

E torna a ccoppi! Non hai risposto alla mia domanda. Lo hai letto, il libro di Gobetti, o non lo hai letto? E se non lo hai letto come fai a sostenere che è fazioso? --Salvatore Talia (msg) 17:18, 15 feb 2021 (CET)[]
Demiurgo, ma veramente? Stai mettendo studiosi come De Felice ed Eric Gobetti sullo stesso piano di un tizio che si fa fotografare in divisa da nazista? Veramente? --Salvatore Talia (msg) 19:43, 15 feb 2021 (CET)[]
Guarda che non va bene neppure comparare in qualche modo il cosplayer delle SS ad uno storico che si fa fotografare accanto a una statua di Tito. E dai, Demiurgo: è un paragone che non sta in piedi proprio. --Salvatore Talia (msg) 20:31, 15 feb 2021 (CET)[]

(rientro) Ah, fra l'altro: poco fa la voce è stata oggetto di una semiprotezione a causa dei reiterati vandalismi che ha subito negli ultimi giorni. --Salvatore Talia (msg) 19:16, 16 feb 2021 (CET)[]

Riguardo a questo, chi ti ha detto che in bibliografia dell'ultimo libro di Gobetti non ci sono testi di Raoul Pupo? Ce ne sono quattro: Trieste '45, Foibe (con Roberto Spazzali), Il lungo esodo e Naufragi della pace (con Guido Crainz e Silvia Salvatici). In più Pupo è ringraziato alla fine dell'introduzione dell'autore, assieme ad altri studiosi. In tutto il testo i riferimenti alle tesi di Pupo sono costanti e sempre favorevoli.
Demiurgo, io capisco che uno possa non trovare il tempo di leggere un libriccino di nemmeno 140 pagine, di piccolo formato e in caratteri grandi, però come succede che invece si trova il tempo di scriverne su un'enciclopedia? Andiamo! --Salvatore Talia (msg) 12:01, 22 feb 2021 (CET)[]
Demiurgo, non capisco. Cosa intendi quando scrivi: «ho confuso Gobetti con quel Filipaz che il primo ha ringraziato nel suo libro»? Hai letto un testo di Filipaz credendo di leggere un testo di Gobetti? Com'è possibile? --Salvatore Talia (msg) 12:44, 22 feb 2021 (CET)[]

(Rientro) Demiurgo, sai come continua il passo che hai citato? Non puoi saperlo, perché il libro non l'hai letto. Te lo dico io. Il passaggio continua così: «Nonostante le prospettive interpretative spesso lontane fra loro e le differenti valutazioni degli eventi, le opere citate in questa bibliografia sostanzialmente concordano sulle questioni più rilevanti: dati numerici, dinamica degli avvenimenti, responsabilità. Si tratta infatti in tutti i casi di studi seri, basati su ricerche approfondite e su un uso corretto delle fonti, che offrono un’interpretazione sfaccettata e complessa delle vicende. Nessuno di questi autori nega o minimizza i fatti. Tutti però contraddicono, con le loro ricerche, quella “verità ufficiale” che si sta imponendo nel panorama politico e mediatico italiano. In questo senso i volumi qui citati possono essere considerati tutti – compreso il mio – “negazionisti”. Perché negano il falso storico». Il corsivo è mio. Evidentemente Gobetti non si ritiene "avverso" alle tesi storiografiche prevalenti. Ricordo che, secondo il vocabolario Treccani, l'avversione è «1. Sentimento contrario, disposizione d’animo ostile, antipatia [...]; 2. Ripugnanza». Aggiungo che se Pupo e Gobetti si ritenessero vicendevolmente "avversi", forse non farebbero dibattiti assieme (ce ne sono stati almeno un paio nell'ultimo mese).
Poi, quando avrai tempo e voglia, mi spiegherai da dove hai tratto l'informazione che nella bibliografia del libro di Gobetti mancassero le opere di Pupo. Dasvidania! --Salvatore Talia (msg) 10:28, 23 feb 2021 (CET) P.S. Non dovresti disprezzare quello che hai. Io non ce l'ho, qui su Wikipedia, un amico disposto a difendermi così a spada tratta e con tanta abnegazione. Sei molto fortunato. --Salvatore Talia (msg) 10:41, 23 feb 2021 (CET)[]

Orsù, Salvatore: non fare la parte di un candido Cappuccetto Rosso che entra fischiettando nel bosco dei lupi cattivi! Non sei stato forse tu - da buon giapster - ad accorrere a difendere un'altra giapster che aveva manipolato spudoratamente una voce inventandosi delle fonti orali assieme ad un terzo giapster? E tu e il terzo giapster non fate parte entrambi del collettivo Nicoletta Bourbaki, che lotta per il rispetto delle "verità storiche", ma che evidentemente in questo caso s'era ben distratto? Quindi io direi che qua casca a fagiolo l'antico adagio: Amicus Plato, sed magis amica veritas.
Passiamo adesso a Gobetti, che nel suo libro scrive quel che hai riportato. Poi viene intervistato da "L'Ordine Nuovo - Rassegna di politica a cultura comunista" e gli viene posta la seguente domanda: "Qual è invece l’atteggiamento della ricerca storica accademica in merito a questo tema? Anche qui si scontano delle problematiche simili a quelle che hai citato oppure c’è maggiore oggettività nell’affrontare la questione foibe?" La risposta di Gobetti non è - come uno ci si aspetterebbe - simile a quanto ha scritto nel suo libro. Gobetti non dice che lui è in linea con la ricerca accademica! Ma proprio per nulla! Ecco qua cosa dice (o scrive: forse anche qua siamo nell'ambito di un'intervista scritta) [NB Le sottolineature sono mie]: "È un tema complesso che non conosco molto bene, non essendo dentro l’università o comunque vicino a questi meccanismi. Sicuramente, in generale, gli intellettuali accademici italiani sono spesso stati al di fuori del cosiddetto agone mediatico, con un atteggiamento talvolta snobbistico, anche rispetto alla politica. Al punto che spesso o sei un personaggio televisivo o sei uno studioso, difficile che le due cose coincidano. Il noto caso di Alessandro Barbero, che è uno dei pochissimi personaggi che sono al contempo studiosi e personaggi mediatici, non costituisce una regola. Escludendo lui che è un caso quasi unico, ci sono degli studiosi che restano unicamente nell’ambito accademico e personaggi, come Paolo Mieli, che invece fanno televisione, per cui spesso le due figure di studioso e personaggio mediatico non coincidono. Il mondo accademico in generale è molto autoreferenziale, nel caso specifico del tema delle foibe ci sono alcuni studiosi che hanno seriamente analizzato la questione ma è sempre stata in generale una questione poco studiata. Perciò non ha torto chi magari afferma che questo fosse un tema non molto dibattuto, certamente non nella misura in cui è avvenuto dalla Seconda Repubblica in poi, quando si è potuto parlare delle foibe slegandole però dai crimini fascisti. Ecco, in questi termini in effetti non se n’era mai parlato prima di allora, un’operazione del genere non era pensabile, forse questo è uno dei motivi per cui è stato per molto tempo un argomento delicato e poco studiato. Anche perché in precedenza, quando si faceva ricerca storica seriamente, vi erano delle difficoltà oggettive come trovare studiosi che, per consultare con profitto gli archivi, conoscessero lo sloveno, il croato etc. I pochi studiosi che conoscono quelle lingue o lavorano all’estero oppure non sono dentro l’accademia, come nel mio caso. Questo da un lato dimostra anche un certo atteggiamento razzistico che abbiamo verso questa parte d’Europa. Immaginereste uno studioso di storia della Francia, che tenga lezioni all’università non conoscendo il francese? Il quadro è abbastanza triste e desolante: ci sono motivazioni politiche che impediscono agli studiosi di potersi approcciare con serenità alla questione ma anche motivazioni e limiti di tipo culturale rispetto a quel mondo."
E qui torna fuori quello che è già stato scritto qui dentro: è evidente che c'è un Gobetti di lotta, e uno di governo. E i due Gobetti dicono delle cose assolutamente e clamorosamente diverse, apparendo e sparendo a seconda del contesto.--Presbite (msg) 11:47, 23 feb 2021 (CET) PS Pupo non parla né lo sloveno, né il croato.[]
[@ Presbite] (ricordati di pingarmi quando mi scrivi su una talk utente che non è la mia), però Gobetti, sempre nella stessa intervista, poco sopra dice:
«In generale tutti i numeri che si sentono fare nei media sono molto al di sopra della realtà. Io, ci tengo a precisare, nel mio libro non tendo a proporre una verità assoluta contro una falsità assoluta, non è questo il lavoro dello storico; più semplicemente invito a ragionare e a guardare alla complessità del fenomeno e soprattutto a riprendere in mano le fonti, dalle quali parte qualunque ricerca storica, e i dati, i quali sono comunque a disposizione di tutti. Da questo punto di vista gli storici rigorosi dicono tutti le stesse cose. Sulle cifre, per esempio, è difficile trovare delle grosse discrepanze fra uno storico di orientamento più moderato come Raoul Pupo – il quale è stato anche segretario della DC di Trieste per molti anni – e il libro scritto da me, che non sono mai stato iscritto a nessun partito ma mi considero antifascista e di sinistra. Non ci sono molte differenze, proprio perché noi storici sappiamo quali sono le cifre reali. Poi naturalmente uno può dire che, per esempio, i morti nelle foibe del ’43 sono stati duecento e un altro quattrocento, ma insomma siamo nell’ordine di poche centinaia, a differenza di chi parla invece di tremila, cinquemila se non diecimila morti. In quel caso stiamo parlando proprio di numeri falsi, completamente. Tuttavia, la questione dei numeri è, a mio avviso, la meno dirimente, la più facile da analizzare. Le questioni, al contrario, che mi paiono molto più centrali sono, per esempio, l’utilizzo del concetto di pulizia etnica», ecc. (corsivo mio).
Noto inoltre che nel suo libro, Gobetti fa uso di due categorie centrali nell'elaborazione di Pupo e Spazzali, ossia quelle di epurazione preventiva e di violenza di Stato (cfr. p. 45).
Detto questo, non è che sono così obnubilato da non accorgermi che fra i resoconti di Pupo e quelli di Gobetti esistono delle differenze. Differenze che Gobetti sostiene riguardino soprattutto le interpretazioni, ma che secondo me, e secondo l'evidenza, riguardano anche la ricostruzione di alcuni fatti. Per esempio a proposito della foiba di Basovizza. Solo che, secondo Gobetti (e siccome di lui stiamo parlando, la sua opinione al riguardo avrà pure una qualche rilevanza), queste divergenze fra studiosi passano in secondo piano in confronto alla divergenza, molto più ampia e più profonda, fra il discorso storiografico preso nel suo complesso e il discorso politico-mediatico che è ormai assestato sulla tesi del "genocidio nazionale". Tesi che tutti gli storici (correggimi se sbaglio) ritengono sbagliata.
Inoltre, c'è un argomento di fondo sul quale vorrei richiamare l'attenzione soprattutto di Demiurgo, ed è che di uno studioso contano certo le prese di posizione pubbliche, le interviste ecc. ma conta più di tutto la produzione scientifica propriamente detta.
Demiurgo, tu hai menzionato Renzo De Felice: le prese di posizione pubbliche di De Felice furono accompagnate da polemiche molto accese, però quello che di lui rimane oggi soprattutto non sono le polemiche con Piccardi o con i comunisti, sono libri come la Storia degli ebrei italiani sotto il fascismo, la biografia di Mussolini, Le interpretazioni del fascismo e via dicendo. Di queste dovrebbe soprattutto trattare un'Enciclopedia. Delle opere, non dei pettegolezzi e delle polemiche spicciole. E mi indispettisce, anzi se il termine non suonasse retorico direi senz'altro che mi addolora, vedere che un wikipediano come te (sia pure a proposito di un giovane storico che non ha e non può ancora avere la statura di un De Felice) possa dire: no, il libro non lo leggo e non lo leggerò mai, non m'interessa; fammi parlare piuttosto degli ultimi editoriali di Libero, del Giornale, del Corsera; fammi parlare della polemica con Cernigoi e Kersevan; fammi parlare delle foto con la statua di Tito pubblicate su Facebook; queste sì che sono notizie gustose e interessanti per i nostri lettori; queste sì sono le questioni che dobbiamo innanzitutto sviscerare!
Ma perché? Perché dobbiamo volare così basso, ti chiedo? (E te lo chiedo se vuoi non da amico, ma diciamo da cultore dei duelli aerei ad alta quota). Chi ce lo fa fare? --Salvatore Talia (msg) 22:28, 23 feb 2021 (CET)[]
Questione di punti di vista. Dal tuo punto di vista io cerco di "promuovere" Eric Gobetti. Dal mio punto di vista, tu hai cercato di infangarlo, scrivendo anche palesi falsità. Che ti devo dire? Ognuno per la sua strada. Stammi bene. --Salvatore Talia (msg) 22:55, 24 feb 2021 (CET)[]
[@ Salvatore Talia] Le opinioni di Gobetti sugli storici sono rilevanti e contribuiscono a definire il suo rapporto col mondo dell'accademia che - come lui riconosce - gli è estraneo. E' bizzarro invece pensare che le opinioni di Gobetti su sé stesso siano da prendere come ipso facto veritiere. In altre parole: il fatto che lui ritenga che Pupo e Cernigoi siano affini (cosa assai bizzarra, visto che il primo dà della negazionista alla seconda) ha lo stesso valore del fatto che lui si ritenga affine ad entrambi. Ho già detto - e lo ripeto - che posso dimostrare che lui e Pupo dicono spessissimo delle cose diverse, partendo da premesse diverse. In che modo posso dimostrarlo? Leggendo in parallelo le loro opere: una sola per Gobetti, circa dieci per Pupo. Per esempio: Gobetti non spende una parola sulle tensioni nazionali nella fase finale della sovranità imperiale sull'Adriatico Orientale, a differenza di Pupo. Secondo esempio: Pupo analizza (e come lui diversi altri storici, che costituiscono il mainstream) il concetto di "italianità adriatica" e lo inquadra correttamente; Gobetti sul tema che dice? Terzo esempio: per Pupo (e per tutto il mainstream) l'esodo fu un trasferimento forzato di popolazioni che coinvolse tutta la componente italiana, considerando risibile il numero di italiani rimasti in Jugoslavia. Per Gobetti invece com'è la questione? Per non dire di altre questioni, tipo quantificazioni numeriche sbagliate in "E allora le foibe?" (siamo anche a questo livello qua!) che mi fanno pensare che Gobetti non abbia avuto un tempo sufficiente per affrontare un vasto tema che - checché se ne dica - per lui era del tutto nuovo, non avendo mai pubblicato nulla su di esso negli anni passati. E infatti il suo libro non è una ricerca, bensì una sorta di "riassunto" (di parte), nel quale si confondono perennemente due piani: quello "storiografico" e quello "politico", facendo praticamente ritenere che siano quasi la stessa cosa. La parte delle manipolazioni politiche che hanno ruotato attorno al tema dell'esodo e delle foibe sono il vero pilastro portante del pamphlet di Gobetti. Questioni che nei saggi di Pupo sono trattati in modo del tutto secondario, essendo egli interessato di gran lunga a ricostruire la storia delle foibe e dell'esodo, nel quadro delle tensioni nazionali ottocentesche e della spirale di rivendicazioni e di violenze che costituì il tratto distintivo della prima metà del Novecento.--Presbite (msg) 09:45, 25 feb 2021 (CET)[]
OK, [@ Presbite], però non ho detto che le opinioni di Gobetti su sé stesso siano da prendere come ipso facto veritiere. Ho detto che "la sua opinione al riguardo avrà pure una qualche rilevanza", in altre parole occorre tenerne conto.
Ti faccio una proposta. Non so se sei d'accordo, ma secondo me questa analisi delle differenze fra le posizioni di Pupo e quelle di Gobetti è difficile da riassumere in due righe. E se compilassimo una voce E allora le foibe? In alternativa, potremmo scrivere una sezione ad hoc nella voce Eric Gobetti. Se vuoi, fammi sapere cosa ne pensi. --Salvatore Talia (msg) 10:12, 25 feb 2021 (CET)[]
[@ Salvatore Talia] [@ Presbite] Favorevole eventualmente all'inserimento di una sezione dedicata nella voce Eric Gobetti. Non ho ancora letto l'ultimo libro di Gobetti, ho invece letto e utilizzato diffusamente come fonti "L'occupazione allegra" e "alleati del nemico" in Fronte jugoslavo (1941-1945). Soprattutto "occupazione allegra" mi è sembrato un lavoro notevole, equilibrato, dettagliato e con un apparato di note e bibliografia veramente impressionante. Non so se negli ultimi lavori di Gobetti si assista ad una certa degradazione qualitativa. --Stonewall (msg) 11:08, 25 feb 2021 (CET)[]
[@ Salvatore Talia] [@ Presbite] [@ Stonewall] C'è un assembramento nella mia pagina di discussione! A parte gli scherzi, mi fa piacere questo spirito collaborativo e costruttivo. Faccio però notare che un'"analisi delle differenze fra le posizioni di Pupo e quelle di Gobetti" condotta da noi wikipediani sarebbe una ricerca originale certamente interessantissima ma che non potrebbe essere pubblicata in ns0.--Demiurgo (msg) 11:21, 25 feb 2021 (CET)[]
[@ Salvatore Talia] Senz'altro preferisco la prima opzione, anche se parto da questa idea di base: qua siamo su itWiki e non su wikinotizie. Ho cercato di leggere tutte le recensioni del libro di Gobetti apparse sulla stampa nazionale. Anche se la grande maggioranza di esse non sono tecnicamente delle recensioni ma dei commenti a caldo. Alle volte addirittura preventivi, cioè scritti addirittura prima dell'uscita del libro (!!!). Recensioni che affrontino direttamente l'oggetto del libro - e cioè che presentino e analizzino quanto Gobetti ha scritto, in relazione col mare magno della storiografia sul tema - non ne ho trovate. Quindi siamo nel normale quadro dello "scambio di favori": io scrivo un pezzo per te, tu domani scriverai un pezzo per me, il tutto finalizzato ad incrementare le vendite. Magari nemmeno sollecitato: se Laterza pubblica qualcosa, è normale che il direttore della collana faccia un giro di telefonate a chi di dovere, ma dopo un po' uno si muove anche senza telefonata. Credo che nessuno di noi che abbia una sia pur minima contezza di come vanno le cose in questo mondo si scandalizzi per questo. Ciò detto, io aspetterei che questo libro entrasse nel dibattito "storiografico", cioè che venga letto e commentato adeguatamente da qualche storico. Anche se temo che il taglio stesso dell'opera farà sì che ben pochi accademici lo faranno. Perché poi questo libro in effetti aveva ed ha proprio questa finalità "politica", mentre la sua finalità "storiografica" mi risulta ancora oscura. Mi spiego: per un appassionato di storia è molto, ma molto, ma molto meglio leggere questo libro qui piuttosto che quello di Gobetti. Ciò premesso, una voce E allora le foibe? non vorrei diventasse una sorta di zibaldone di articoli di giornale "Tizio ha detto questo / Caio ha detto quello / Sempronio ha ribattuto quest'altro ecc. ecc.". Roba da Wikinotizie, appunto. So che alla fine della fiera fui proprio io a sdoganare questa motodologia con questa voce qua, perché altrimenti non se ne andava fuori. Almeno però in quella voce lì si riportavano i virgolettati di pubblicazioni storiografiche. Qui mi viene male al pensiero di un ipotetico paragrafo "controversie", carico di note contenenti il parere del deputato X, la ribattuta del segretario di sezione dell'ANPI Y, la presentazione al centro sociale Occupato di Z ecc. ecc.--Presbite (msg) 11:44, 25 feb 2021 (CET)[]

@Demiurgo. Sono d'accordo con te sul punto: il confronto pagina per pagina sarebbe una grande RO. Ma non vorrei mai che ad un certo punto spuntasse in una voce il virgolettato di Gobetti che dice che lui, Cernigoi e Pupo dicono quasi le stesse cose. Una panzana cosmica del genere non la accetto nemmeno se fontata.--Presbite (msg) 11:46, 25 feb 2021 (CET)[]

[@ Presbite] A me interessa solo che ciò che è controverso venga rappresentato come controverso. Dato che Gobetti ha suscitato delle polemiche molto violente, anche a causa del suo fare il bacchettatore della contaminazione tra storia e politica e allo stesso tempo ostentare sui social la sua passione per magliette, statue, bandiere, gadget di Tito (e che sono queste, caramelle? Saranno buone e delicate come Tito?). Ho quindi cercato di scriverlo nel modo più conciso possibile, ma la mia sezione è stata ritenuta POV. Adesso sono già arrivate ben cinque righe di risposta di Gobetti alle minacce di morte. Se deve essere l'unico modo per non nascondere il fatto che l'attività di questo storico è controversa sono disposto ad accettarlo come compromesso.--Demiurgo (msg) 12:02, 25 feb 2021 (CET)[]
Demiurgo, certo che sei incontentabile. Quando c'è una controversia si suppone che le parti in contrasto siano almeno due. Di solito in queste situazioni esistono attacchi e risposte, e andrebbero riportati entrambi. Tu non solo vuoi (metaforicamente) gonfiare di botte Gobetti su Wikipedia, ma vuoi pure legargli le mani dietro la schiena: riportare gli attacchi e non le sue repliche. Inoltre, come tu stesso hai segnalato, ci sono delle dichiarazioni di solidarietà a Gobetti, e anche di quelle bisognerà fare menzione. Quello che voglio dire è: o non la scriviamo proprio, la sezione sulle controversie, oppure se proprio la dobbiamo scrivere cerchiamo di farlo in modo esauriente. [@ Presbite]: sì, hai ragione, recensioni approfondite da parte di storici non ne sono ancora uscite, tuttavia c'è un articolo abbastanza interessante di David Bidussa uscito sul supplemento domenicale del "Sole24Ore", e quello vorrei almeno menzionarlo. --Salvatore Talia (msg) 12:45, 25 feb 2021 (CET)[]
[@ Salvatore Talia] Le prese di posizione pro Gobetti e le risposte di Gobetti alle critiche sono certamente da citare e io non solo non l'ho mai negato, ma te ne ho addirittura segnalata una. Le esecrabili minacce di morte però non sono "critiche" (e infatti mica mi sono messo a citarle testualmente!), meritevoli addirittura di una citazione virgolettate di cinque righe in risposta. Ripeto però che se questo è l'unico modo per trovare una versione condivisa riportane pure dieci, di righe di risposta al nulla.--Demiurgo (msg) 13:35, 25 feb 2021 (CET)[]

ConferenzaModifica

Carissimo Demiurgo, avrei bisogno di un grosso favore. Ho cercato di caricare oggi sulla pagina del trascorso raduno la conferenza sul Negazionismo (dell'editathon del 27 gennaio c.a.) che gentilmente mi avevi inviato via email (me l'aveva richiesta un interessato), ho visto però che il link era un file "a tempo" ed era scaduto per cui non ho potuto più scaricarla come avevo fatto appena l'avevi inviata. Puoi per favore rinviarmela (anche nella mia talk utente su Wikipedia, o via email)? E gentilmente, se usi lo stesso metodo, puoi avvisarmi in qualche modo così cerco di salvarla subito? Grazie anticipate, e scusami per la perdita di tempo che ti procuro, un caro saluto--Fcarbonara (msg) 19:19, 21 feb 2021 (CET)[]

Re:Link rossi del Plebiscito rossoModifica

Ciao Demiurgo! Di nulla, mi fa piacere creare quelle voci :)-Ap7189ap 14:54, 27 feb 2021 (CET)[]

Consiglieri di StatoModifica

Ciao Demiurgo! Nel merito di questa richiesta118894374, non sarebbe meglio disambiguare rinominando come "Consiglieri di stato italiani" in uniformità con le altre sottocategorie presenti in Italiani? Grazie per l'attenzione, buon lavoro! --ΞLCAIRØ 21:31, 4 mar 2021 (CET)[]

In effetti meglio come dici, mi accorgo ora ch'è la categorizzazione in Italiani inutile in quanto già presente in Magistrati italiani! Grazie :-) --ΞLCAIRØ 12:20, 5 mar 2021 (CET)[]

Kistenmacher /2Modifica

Ciao Demiurgo, mi ero dimenticato di avvertirti che già un po' di tempo mi è arrivato il libro di Kistenmacher. --Ribbeck 16:52, 21 mar 2021 (CET)[]

Re: Aiuto su template ReferendumModifica

Ti ho risposto lì, ciao --Sakretsu (炸裂) 23:03, 31 ago 2021 (CEST)[]