Apri il menu principale
Ritratto di Giustiniano in mosaico della Basilica di S. Vitale
Wikipediani a Roma (11 febbraio 2007)

Indice

CountsModifica

Siti utilizzatiModifica

Discussioni archiviateModifica

Per favoreModifica

dai un'occhiata, quando torni "in servizio" alla mia modifica a San Andrés (Tenerife). Ho tradotto pueblo con frazione, ma non so se la cosa è corretta. Certamente non è un municipio.

--Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 16:28, 1 gen 2011 (CET)

2011Modifica

Te faustissimis prosequor votis ut annus novus laetus ac iucundus tibi familiaeque tuae sit. --Μαρκος 13:30, 2 gen 2011 (CET)

Dichiarandomi battuto sul tempo, ricambio gli auguri, formulando gli auspici di un sereno e proficuo nuovo anno a te e ai tuoi cari. Almadannata (msg) 09:10, 4 gen 2011 (CET)

WentoModifica

Effettivamente è da un bel po' che non ho più sue notizie. Proverò a mandargli un'email (sempre che la ritrovi), e ti farò sapere. Almadannata (msg) 19:44, 10 gen 2011 (CET)

Ad oggi non ho ricevuto nessun riscontro all'email inviata. Se ci dovessero essere novità, non mancherei di avvisarti. Ti sarei grato se facessi altrettanto con me. Grazie e a presto. Almadannata (msg) 14:44, 1 feb 2011 (CET)

Re:Rocca di MezzoModifica

Ciao Justinianus, in qualche modo mi hai anticipato. Ho la voce tra i miei osservati e quindi ho notato il lavoro che hai svolto negli ultimi tempi, ragion per cui avevo pensato di fare la stessa cosa. Comunque hai colto nel segno, ho la casa a Rocca di Cambio (da vent'anni, quindi probabile che almeno di vista ci si conosca) e per tale motivo mi sono occupato di alcune voci collegate all'Altopiano delle Rocche e dintorni, tra cui Rocca di Mezzo, anche se in misura piuttosto ridotta. Se nei prossimi due-tre mesi terminano i lavori di ripristino post-terremoto dell'abitazione potrò ricominciare a godermi i fine settimana, magari in tempo utile per la Sagra di fine maggio, una delle voci che prima o poi riuscirò a scrivere (magari potremmo unire le forze). A risentirci presto. --Er Cicero 19:48, 14 gen 2011 (CET)

dall'anarco bolscevicoModifica

nessuna preoccupazione semplicemente non ho voglia di scrivere rassicura il direttorio A NOI!Compagno Legionario--Lupo rosso (msg) 17:17, 22 gen 2011 (CET)

Brigantaggio postunitarioModifica

Complimenti, mi sembra un ottimo incipit, completo ed equilibrato. Come sarebbe bello poter dire lo stesso delle varie voci risorgimentali. C'è veramente ancora molto da fare. Ciao e buon proseguimento. --Bramfab Discorriamo 23:14, 8 feb 2011 (CET)

Contraccambio i ringraziamenti, son sempre piu' convinto che servono fonti e che le stesse ci sono in abbondanza e "stranamente" non usate, anche se 150-140 anni fa dicevano le stesse cose che oggi vengono proposte come verità rivoluzionarie tenute accuratamente nascoste. Ho anche scoperto che in www.risorgimento.it e' possibile leggere online i numeri della Rassegna storica del Risorgimento [Annate I-LXXXVIII: 1914 - 2001]. Tanto per dire vi sono scritti come: Alle Origini Del Brigantaggio Politico Negli Abruzzi: La Spedizione Del Colonnello Teodoro Klitsche De La Grange. Ottobre 1860 di Giuseppe F. De Tiberis , Giustizia militare e brigantaggio. Il Tribunale di Guerra di Gaeta 1863-1865 di Paolo Alvazzi Del Frate, Brigantaggio postunitario. Il legittimismo europeo a sostegno della reazione nel Napoletano di Luigi Tuccari e Il brigantaggio politico e i Borboni di Napoli di Enrico Lumbroso e Brigantaggio e politica in Calabria dopo il moto cosentino del 15 marzo 1844: Talarico re della Sila di Alfonso Scirocco. Purtroppo mi si sta prospettando un mese densissimo il RL, ma di carne da far cucinare ce n' e' in abbondanza e di qualità! Ciao --Bramfab Discorriamo 17:03, 11 feb 2011 (CET)


Viceversa da parte mia, a partire da domani dovrebbe iniziarmi un periodaccio in RL, per cui ben poco tempo a disposizione. Credo anche che non sia fattibile creare gruppi di lavoro coordinati da chicchessia in wikipedia. La soluzione potrebbe essere quella di creare un progetto o sottoprogetto "Storia d'Italia" o "Storia della penisola italiana, popoli e stati" e vedere se li si riesce combinare almeno per avere un punto di riferimento collaborativo. utenti interessati ce ne dovrebbero essere molti. (proporre un progetto specifico sul risorgimento morirebbe subito per polemiche su quale intervallo temporale considerare, sul suo significato, rischi di localismi, il nome sarebbe POV, scopo e funzione del progetto, etc, etc. Certamente di lavoro di approfondimento, revisione e sfondamento ve ne è in abbondanza, l'ultima chicca è questa voce appena segnalatami, che non si limita al risorgimento, ma contiene affermazioni tali da mettere in agitazione almeno l'80% di chi di riffa o di raffa si occupa di storia italiana. Ti saluto --Bramfab Discorriamo 22:36, 13 feb 2011 (CET)

Revisionismo sul RisorgimentoModifica

Ciao Justinianus, e grazie per i contributi all'incipit della pagina. Vorrei per favore che dessi un'occhiata http://it.wikipedia.org/wiki/Discussione:Revisionismo_sul_Risorgimento|qui e ci dicessi le tue opinioni in merito ed il tuo programma di sviluppo...grazie in anticipo--Ferdinando Scala (msg) 17:26, 11 feb 2011 (CET)

Gianluca CozzolinoModifica

Ciao, malefico cancellatore dei vari Cozzolini con tutti i lor bambini ed esagerato laudator di ingenue pulzelle, grazie per il tuo intervento. Se a Pequod ho promesso un caffè, a te, considerate le devote inclinazioni dionisiache, devo quanto meno un'ombra di Malvasia fiulana. Per ora accontentati di un sorriso affettuoso. Ciao. --Eva4 (msg) 19:37, 13 feb 2011 (CET)

Movimento GiuseppinoModifica

In Movimento Giuseppino c'è da creare un redirect? C'è prima da creare un'apposita sezione in Oblati di San Giuseppe? -- Basilicofresco (msg) 14:42, 6 mar 2011 (CET)

Lupo rosso?Modifica

Ciao, sono un utente di anarchopedia, volevo chiederti notizie su Lupo rosso, visto che mi pare siate in buoni rapporti. Non lo sente da un bel pezzo e mi pare che anche qui sia poco attivo...Ciao--94.39.236.132 (msg) 11:47, 19 mar 2011 (CET)

OlaModifica

San Andrés (Tenerife) un anonimo ha cambiato da "frazione" a comune". Potresti verificare se è corretto. Il castigliano parla di pueblo (quello che unito...) che a me sembra frazione.

Bacioni dalla Sapienza

--Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 17:44, 28 mar 2011 (CEST)

Merci bien --Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 14:19, 30 mar 2011 (CEST)

Bene cosìModifica

Devo darti atto, avendolo apprezzato in un paio di discussioni in cui ti ho incrociato ultimamente, di quanto tu riesca a coniugare sintesi, schiettezza, trasparenza e lucidità. Non sempre paga, almeno in certe discussioni, ma fa nulla: è un'ottimo approccio. Ciao. ---- Theirrules yourrules 21:35, 8 apr 2011 (CEST)

AuguriModifica

Caro Justinianus: in ritardo (ma non poi così tanto) ti formulo i miei mgliori auguri per questa Pasqua!!--Ricce (msg) 15:25, 24 apr 2011 (CEST)

Buona PasquaModifica

«Nolite expavescere! Iesum quaeritis Nazarenum crucifixum. Surrexit, non est hic; ecce locus, ubi posuerunt eum.»

(Mc, 16,6)

Omnia tibi bona, fausta feliciaque ominor; ut dies Paschalis bonis avibus ineat, melioribus evolvatur, optimis exeat, opto precor auguror! --Μαρκος 18:19, 24 apr 2011 (CEST)

Be', AveMundi dice che Pasqua si festeggia fino a Pentecoste, quindi dovremmo essere scusati entrambi per il reciproco ritardo. In ogni caso, buon Primo Maggio anche a te. Inutile dirti che ti leggo sempre con estremo piacere. Di questi tempi però sto un po' trascurando WP: nonostante tutte le mie proteste, biblioteca/centro culturale/parrocchia sono riusciti a incastrarmi in una serie di impegni di cui avrei fatto volentieri a meno sostenendo allegramente che sono ingrassata perché... "non ho più niente da fare"! Roba da matti. Prima o poi li denuncio tutti per turpiloquio, crudeltà mentale e sfruttamento di una lavoratrice indefessa (più fessa che inde, per la verità). Va bene, geremiade finita. Scusami per lo sfogo e grazie per esserti ricordato di me. Ciao, grande. --Eva4 (msg) 01:32, 28 apr 2011 (CEST)

MeridionalismoModifica

Per favore, ti invito a discutere con toni pacati nella talk della voce e non voglio cimentarmi in una sterile edit war che comporterà solo un'altra protezione della pagina e problemi per le nostre utenze. --theWhite Lion 00:07, 26 mag 2011 (CEST)

GrazieModifica

Grazie sei sempre gentilissimo! Inviaggio L'argonauta attiliese

VaglioModifica

Ho osservato la tua partecipazione al Vaglio di altre voci Wikipedia e ti chiedo cortesemente se mi puoi dare il tuo parere circa la correttezza della voce Castel Goffredo, per la quale ho aperto il Vaglio. Grazie e saluti cordiali.--Massimo Telò (msg) 19:21, 11 giu 2011 (CEST)

Fascismo - MeridioneModifica

In effetti i problemi "macroscopici" del paragrafo mi paiono superati. Rimuovo certamente il template; in seguito cercherò di dare alla voce una lettura un po' più attenta. Grazie della segnalazione, bye :-) --Retaggio (msg) 15:40, 14 giu 2011 (CEST)

Re:MandrakeModifica

Cittadino onorario? Bene bene, se ne può parlare. :-) Più seriamente, quest'anno mi sono perso la Sagra del Nargiso e temo di perdermi pure i festeggiamenti per Santa Lucia (perché dovrei essere a Roccaraso). Spero almeno di mantenere la parola e collaborare per scrivere qualche voce insieme (magari ci si incontra sotto Ferragosto). A presto. --Er Cicero 23:01, 14 giu 2011 (CEST)

Eh già, mio figlio piccolo deve frequentare un campus dal 21 al 26 a Roccaraso e, come genitori, siamo stati invitati nel fine settimana dalla società sportiva (quindi non posso fare altrimenti). Pensa che devo dare pure buca alla Wikigita romana che si svolge proprio il 26 giugno, ma tant'è. Nei primi giorni di settembre se non erro c'è la passeggiata alla Madonna delle Nevi (alla quale non ho mai partecipato) su a Monte Rotondo. Chissà se è la volta buona! Magari faccio qualche foto e arricchisco la voce (sai che è la prima voce in assoluto che ho scritto?) Teniamoci in contatto. Saluti. --Er Cicero 18:10, 16 giu 2011 (CEST)

Vaglio Castel GoffredoModifica

Grazie per le tue correzioni apportate e per la segnalazione. Provvederò ad apportare le opportune correzioni. Ciao. --Massimo Telò (msg) 00:42, 20 giu 2011 (CEST)

Il trionfo dell'onore di Alessandro ScarlattiModifica

Salve, ti volevo chiedere una chiarificazione, se possibile. Nella voce su Il trionfo dell'onore, che tu hai creato nel 2008, hai indicato il ruolo di Cornelia Buffacci come una parte da soprano, mentre per altre fonti (a partire dall'omologa voce inglese), si tratterebbe di un travesti per tenore. Dando un'occhiata qua e là on-line, ho perfino trovato una traccia che indica come i due ruoli sarebbero stati sostenuti dallo stesso cantante, Simone De Falco, cosa che non mi sembra possibile dalla lettura della trama. Potresti dare un'occhiata alle tue fonti? Grazie. --Jeanambr (msg) 16:41, 5 lug 2011 (CEST)

Mario RealiModifica

Caro, una voce su cui hai votato anni fa, Mario Reali, è stata nuovamente sottoposta a procedura di cancellazione, da una delle persone che votarono contro alla votazione che ti vide coinvolto. Sono l'autore principale della voce ed essa ovviamente mi sta a cuore. Ti prego di andare a dare un'occhiata, anche alla discussione ovviamente. La voce in questi tre anni non è stata stravolta, ma bensì arricchita, con altre pubblicazioni e notizie sul Reali. Ti ringrazio anticipatamente --Sputnik60 (msg) 13:36, 10 lug 2011 (CEST)

/* Trattino Friuli-Venezia Giulia */Modifica

Vedi Discussione:Friuli-Venezia_Giulia#Trattino2

Sul sito del Parlamento effettivamente il trattino, nell'articolo 116 non c'è e nel 131 è presente, a differenza del Quirinale. Sinceramente io sono dell'opinione che sia il caso di mettere nel testo che la questione del trattino è molto dibattuta e che alcuni dicono che ci sta e altri che non ci sta. Io ho sentito alcune persone che come me stanno in regione e mi hanno confermato la mia ipotesi. I dizionari mettono varie opzioni, alcune dicono una cosa, altri altre.

 
palazzo regionale fvg in piazza Oberdan
File:Fvg logo.gif
Logo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia

Ovviamente la Costituzione fa si fede, ma bisogna considerare tutte le leggi costituzionali che le modificano non sempre vengono messe sugli altri siti. Secondo la mia opinione sarebbe il caso di far capire al lettore la questione del trattino, e poi chiedere alla regione stessa la sua opinione per poi mettere quello che preferiscono loro. Comunque se si guarda il nuovo logo della regione e neanche nella pagina iniziale del sito della regione c'è il trattino (http://www.regione.fvg.it) senza contare sulla facciata della sede del consiglio regionale, dove il trattino non è presente come potete vedere anche dalle foto nella pagina di Wikipedia, non si trovano trattini, questo starebbe a significare che la regione non vuole il trattino, questa è la mia deduzione logica, ma comunque non ne sono sicuro e vedo che la questione è molto controversa anche qui. Aspetto vostre opinioni a riguardo e allego anche il logo della regione in modo tale che possiate esprimere le vostre opinioni. Il fatto che la Costituzione non l'abbia modificato non sta a significare che il nome di una regione non sia cambiato (vi porto anche un esempio: l'Abruzzo, che se guardate il http://www.regione.abruzzo.it vedrete che il nome è Abruzzo in costituzione è nominato come Abruzzi e su Wikipedia la regione è Abruzzo, cosa vi pensare questo. Cosa ne pensate? Aspetto vostri commenti.

--Giuliob 95 (msg) 12:40, 15 giu 2011 (CEST)

P.S. - il nome con il trattino è sugli atlanti in quanto il territorio si chiama così, ma la regione a cambiato nome a se stessa (in pratica la regione ha cambiato nome ma non il territorio).

Ora bisogna, secondo me, decidere se lasciare con o senza trattino, o aggiungere anche una pagina separata che parli del Friuli Venezia Giulia. Nessuna legge può ovviamente modificare il nome di un territorio, ma di un ente sì.

La delibera c'è eccome, ed è una legge approvata dal Parlamento Italiano. Come ho già scritto sopra è il caso di scrivere che il territorio h il trattino, la Regione no. La costituzione non è stata inoltre aggiornata. In più vedi il mio commento sull'Abruzzo. Come me lo spieghi? Hai letto?

--Giuliob 95 (msg) 20:27, 16 lug 2011 (CEST) Vedi Discussione:Friuli-Venezia_Giulia#Trattino2

Vetrina Castel GoffredoModifica

Ho passato la voce in discussione per la vetrina. Se puoi lascia il tuo parere. Grazie. --Massimo Telò (msg) 17:23, 21 giu 2011 (CEST)

dall'anarcobolscevicoModifica

e' un po' che non ci si sente A NOI!Compagno Legionario--Lupo rosso (msg) 18:50, 24 lug 2011 (CEST)

Vaglio/2 su Castel GoffredoModifica

Ho riproposto oggi per il vaglio/2 la voce Castel Goffredo come suggerito a chiusura del primo in data 20 giugno 2011. Ciao. --Massimo Telò (msg) 19:02, 24 lug 2011 (CEST)

Simboli della SpagnaModifica

Buongiorno Justnianus, ho un dubbio per una voce e, dato che ti ho visto nel Progetto:Spagna, volevo chiederti se secondo te esiste un luogo/monumento-simbolo della Spagna, e se sì qual'è.Graziee--Gabriele Iuzzolino (msg) 13:21, 9 ago 2011 (CEST)

ItalianiModifica

Complimenti, pagina difficile, risolta brillantemente. Per caso sei in grado di intervenire anche qui? Sempre più difficile !? Ciao --Bramfab Discorriamo 23:55, 8 set 2011 (CEST)

Unione progettoModifica

Ciao ^^. Ti volevo chiedere se eri favorevole all'unione del Progetto:Spagna con quello Progetto:Portogallo

Per favore se vuoi discuterne fallo qui. Grazie. Ci sentiamo --Riccardo (Scrivimi qui !) 11:22, 9 set 2011 (CEST)

TiModifica

fischiano le orecchie. Un piccolo sforzo (per te). --Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 11:32, 12 set 2011 (CEST)

Parere e consiglioModifica

Gentile Justinianus, abbiamo già avuto occasione di parlare sulla mia pagina personale riguardo alle fonti citate sulla voce "Romanizzazione" e "Italiani". Trovandomi adesso a discutere vivacemente nella pagina Storia genetica dell'Italia sento la necessità di chiedere appoggio ed aiuto a qualcuno, per questo mi rivolgo a te: la voce è stata presa d'assalto da utenti (e moderatori) pieni di bandiere lombarde e piemontesi nelle loro pagine che, chissà per quale motivo, vorrebbero scrivere su Wikipedia che gli Italiani non esistono, ed anzi il nostro Paese sarebbe diviso in più etnie. Non penso sia necessario dire che queste affermazioni, oltre a risultare pericolose perchè poste nella più grande enciclopedia libera di internet, potrebbero risultare deleterie per la reputazione di Wikipedia (ricordiamo la confusione mediatica fatta qualche mese fa in merito alla creazione o meno della pagina di Arrigoni, ad esempio). Un presumibile moderatore minaccia anche di bloccare gli utenti che vogliono affrontare la questione anche in altra chiave. Tu che cosa ne pensi? --Romano-italico (msg) 11:26, 13 set 2011 (CEST)

penisola ibericaModifica

Mi scuso per il ritardo ^^, allora modifico la tabella dei progetti in preparazione eliminando Portogallo e lo sostituisco con Penisola Iberica. Inserite qui la vostra firma.. Per la bozza vedetela qui, apportate modifiche se lo ritenete necessario.. ;D P.S.: La scuola mi occupa tanto tempo quest'anno... quindi penso di essere presente solo nei weekend. Ho fatto un copia-incolla di quello che ho scritto nella discussione del bar.. (così è sicuro che il msg arriva a tutti) --Riccardo (Scrivimi qui !) 10:16, 18 set 2011 (CEST)

Rocca di MezzoModifica

Troppo buono. --Er Cicero 19:47, 20 set 2011 (CEST)

Ingranaggio di MullerModifica

Hai tempo o voglia di contribuire? -- nonISCRITTO MSG 03:42, 28 set 2011 (CEST)

Grazie mille -- nonISCRITTO MSG 21:54, 28 set 2011 (CEST)

Gorizia 1943Modifica

Scusami per il ritardo nel risponderti, e grazie del tuo aiuto. In effetti, secondo me, la voce potrebbe avere bisogno di ulteriore lavoro. Tu che ne pensi? Ancora grazie e a presto, --Piero Montesacro 10:39, 22 ott 2011 (CEST)

Abbia pazienza ma secondo me ci sono ancora diverse cose che non vanno (e scusami la concisione, vista l'ora!):

* un'essenza multinazionale: patrioti italiani e sloveni lottarono e morirono fianco a fianco, vicendevolmente consci che il nemico da combattere era il nazifascismo. Mah, a parte il tono celebrativo, Revelli ha detto giustamente che "era difficile capire l'otto settembre!" A Gorizia invece era chiarissimo e, per di più, lo era contemporaneamente a gruppi etnici in attrito?

Per ben quindici giorni la Brigata Proletaria monfalconese, male armata ed equipaggiata e i nuclei partigiani sloveni accorsi in suo soccorso, tennero eroicamente testa a forze nemiche molto superiori prima di soccombere. Ma dai, pare circa il tono del bollettino della vittoria del maresciallo Diaz!

La battaglia di Gorizia animò tanti giovani italiani e sloveni ad arruolarsi nelle file partigiane e si impresse nell'immaginario collettivo dei due popoli che condivisero quei tragici giorni. E questo pare un discorso del Presidente della Repubblica in visita in Slovenia...

O no?

Ciao e a presto, --Piero Montesacro 02:26, 23 ott 2011 (CEST)

DisgustoModifica

Ti prego di mantenere il massimo sangue freddo e di considerare con calma e con il massimo distacco che ti riesce i dati oggettivi della situazione. L'utente ha ritirato l'accusa in modo tempestivo e non c'è consenso, pare, a non tenerne conto. Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti da parte mia, non hai che da chiedere. --Piero Montesacro 18:02, 7 nov 2011 (CET)

Ripeto che capisco i tuoi sentimenti, tuttavia ripeto anche che ci tocca mantenere il massimo sangue freddo e considerare con calma e con il massimo distacco che ci riesce i dati oggettivi della situazione, che non è solo quella particolare della segnalazione, ma proprio il livello medio di tolleranza, che non posso, come singolo utente ed admin, che registrare, salvo mettermi a fare il Don Chisciotte, con esiti probabilmente simili a quelli ottenuti dal celebre personaggio. --Piero Montesacro 18:20, 7 nov 2011 (CET)
Timidamente, se me lo concedi, mi aggiungo a Piero, ma in modo più informale. Siamo gentiluomini e siamo forti: se non c'è desiderio di offendere possiamo anche lasciar scivolare frasi infelicemente ingiuriose. Se c'è tale desiderio, ma le scuse successivamente chiariscono le intenzioni, anche. In fondo a tutti continuerà di ritrovarsi in discussioni accese ed antipatiche (io sono impantanato nella discussione sulla voce del BAS sul nome dell'Alto Adige che mi sta spossando): tu in certi frangenti sei stato un buon esempio di corretta autogestione, anche per me: ti va di tornare a pensare alle voci e non pensare a diatribe più fastidiose? Un caro saluto. ---- Theirrules yourrules 18:26, 7 nov 2011 (CET)
La tua amarezza è la mia. Specialmente e proprio quando ci si confronta avendo idee diverse, si dovrebbe avere il massimo rispetto e la massima curiosità intellettuale verso l'interlocutore, giacché non si finisce mai di imparare, e la pluralità di punti di vista non può che arricchire l'enciclopedia. Purtroppo troppo spesso non è così ed è giusto essere amareggiati constatando quale occasione viene in tal modo sciupata e come a volte la comunità non sembri rendersi conto della perniciosità del problema. --Piero Montesacro 18:39, 7 nov 2011 (CET)

Spedizione dei Mille (dibattito storiografico)Modifica

Per il tuo ritorno ti segnalo questa voce ricca di imprecisioni e e solite cose. Ciao --Bramfab Discorriamo 10:33, 30 nov 2011 (CET)

AuguriModifica

Anche se è trascorso svariato tempo dall'ultima volta che ci siamo sentiti, non ho assolutamente dimenticato e spero che tu gradisca i migliori auguri di buone feste.--Amaunet (msg) 22:37, 23 dic 2011 (CET)

Mi associo: buone feste! --Almadannata (msg) 15:04, 24 dic 2011 (CET)


Mi associo anch'io. Come vedi dopo 4 anni su WP mi sto prendendo un periodo di riposo (sono anche assai assorbito dal lavoro). Ma presto tornerò attivo più bello e più superbo che pria !! Tanti cari auguri a te e famiglia!! ---Ricce (msg) 18:02, 25 dic 2011 (CET)
È una vita che non ti sento, ma almeno un saluto a Natale non poteva mancare. Non ho dimenticato la promessa, ma fra acciacchi "giovanili" e il nipotino in arrivo (e testè arrivato) ho rinunciato a fare progetti (se non altro, almeno ho recuperato il mio peso forma). Se il 2012 sarà propizio a entrambi forse ci potremo vedere nella verde Umbria. Un caro saluto, un abbraccio e un augurio di bene. --Eva4 (msg) 11:02, 26 dic 2011 (CET)

Dal noto attore RicceModifica

Sai com'è.......non tutte le ciambelle.....Forse c'è stata anche un po' di prevenzione nell'animo del pubblico o almeno di una parte di esso....Andrà meglio un'altra volta! Un caro saluto ed auguri di buon anno a te e famiglia! ---Ricce (msg) 18:13, 28 dic 2011 (CET)

José ImbelloniModifica

Ciao Justinianus, è un po' che non ci si sente, come va? Spero tutto bene. Sono capitato nella pagina di José Imbelloni dove c'è un codice ISBN errato, ma non ho abbastanza elementi per correggerlo. Avendo visto che l'hai creata tu, te lo segnalo, qualora avessi qualche elemento in più col quale sistemarla. Ti spiego il mio dubbio: il codice 978-0-306-48651 è incompleto, mancando del check-digit, che però si trova facilmente con google. L'ho trovato, è ISBN 978-0-306-48651-7, ma la verifica successiva mi dà un testo sullo stesso argomento ma con titolo diverso (qui Amazon). Non riesco quindi a capire se il titolo riportato nella voce è corretto e l'ISBN è un altro o se è vero il viceversa (o magari c'è un'altra spiegazione che non capisco). Puoi verificare? Un cordiale saluto e a presto. --Er Cicero 11:42, 5 feb 2012 (CET)

P.S.: settimana prossima sono su, magari è la volta buona!

Grazie della richiesta ma....Modifica

... non ne ho il coraggio o meglio, non ne ho il tempo. Tempo fa ho provato a dare una sistemata alla voce che mi hai segnato ma mi sono scontrato con persone che non hanno come obiettivo lo scrivere una buona pagina di enciclopedia ma quello di scrivere una pagina di enciclopedia che rispecchi le loro opinioni. Cosi' autori universalmente riconosciuti come validi diventano improvvisamente inaffidabili, viziati da POV etc mentre blogger che per miracolo sono riusciti a convincer qualcuno a pubblicare i loro deliri e che vengono ignorati o al massimo spernacchiati da tutta la comunita' scientifica sono affidabili, seri, hanno fatto un solido lavoro di ricerca (?), dicono finalmente la verita',etc. Senza contar poi le volte in cui si prende un autore, si taglia e si incollano i suoi scritti per mettere in risalto un qualcosa che torna comodo o offuscare una informazione scomoda. Oppure quando quando non riescono proprio ad ignorare un fatto riportato da uno storico di fama che va contro la loro opinione affogano il concetto in righe e righe di smentite, controanalisi, particolarismi supportati da autori di dubbia (o meglio, alcuna) fama. Cioe', in due parole e per dirla all'inglese, ci sono utenti che fanno Cherry picking. Ecco, questi utenti hanno piu' tempo da dedicare a wikipedia di me e non ho voglia di infilarmi in una battaglia (persa in partenza) con loro. Mi basta l'aver tolto dalla mia personalissima lista di pagine affidabili Revisionismo del Risorgimento saluti,--Hal8999 (msg) 17:31, 6 mar 2012 (CET)

ParereModifica

Grazie, è sempre un piacere poter intervenire per esprimere la propria opinione liberamente su argomenti interessanti e quanto mai, almeno in discussione, controversi. Sul fronte di Wento, putroppo tutto tace...A suo tempo gli scrissi un email ma non ne ebbi risposta. Ciao. --Chrysochloa (msg) 09:49, 8 mar 2012 (CET)

lupo rossoModifica

e' un po' che non ci si sente A NOI!!! Compagno Legionario--Lupo rosso (msg) 18:48, 13 mar 2012 (CET)

dialetto di San Benedetto del TrontoModifica

Ciao... in riferimento a: "Dialetto: Siamo sicuri che la popolazione nativa di San Benedetto sia inferiore a quella non nativa? Per poterlo asserire è necessaria una fonte autorevole (ISTAT ad es.). Meglio, per il momento, essere più prudenti" non mi riferivo alla popolazione "nativa" ma solo alle origini delle persone...onestamente non saprei dove reperire un dato certo, so che è un fatto indiscutibile per chi abita qui, io sono di origine sambenedettese (di famiglia marinara...) e siamo rimansti forse un migliaio :) e siamo tra i pochissimi che conoscono il dialetto, gli altri parlano un misto di ascolano e dialetti delle vallata... Ripeto, qui è un fatto certo, ma non saprei dove reperire informazioni o dati concreti su questo. Il paragrafo non potrebbe rimanere impostato in questo modo (com'è attualemnte)?

Un piccolo favore, visto che sei un utente molto piu esperto di me...non potresti darmi una mano diciamo, per quanto riguarda il messaggio che ho scritto sulla pagina di discussione di San Benedetto del Tronto (Boh...) in risposta ad un tizio che mi sta tormentando per l'aggiunta di una sua "personalità", non riesco a fargli capire i motivi della cancellazione nonostante anche altri utenti, in precedenza, abbiano cercato di spiegarlo nella pagina di discussione. L'ha presa come fosse un mio accanimento, quando invece non me ne può fregare di meno, con tutto il rispetto :) Grazie e ciao! Pepps2, mercoledi 25 aprile 2012, 17:37

VaglioModifica

Ciao Justinianus, ti ricordi di me? Sono il brescianpo che ti ha fatto andare di traverso l'estate 2010 hihihi. Sono tornato solo ora su wiki da molto tempo e ho preso a cuore questa voce che ora sto vagliando....se puoi darci un occhio un tuo aiuto sarà graditissimo. Con stima e riconoscenza --Norge Redde rationem 22:13, 25 giu 2012 (CEST)

Grazie mille per il parere lasciato al vaglio, purtroppo il vaglio è fermo da giorni e altrettanto il lavoro su i frammetni lapidei dell'abbazia che ha in cantiere RobyBS89...Penso in ogni caso penso di avanzare ben presto la candidatura alla vetrina. Con stima e riconoscenza =)--Norge Redde rationem 14:03, 24 ago 2012 (CEST)

Ancora su Rocca di MezzoModifica

Ciao Justinianus, è un po' che non ci si sente. Come va? Spero tutto bene. Mi permetto di seccarti per segnalarti una discussione nata dopo che ho annullato l'ennesimo edit negativo dell'utente Meddix00 su Rocca di Mezzo. Da conoscitore del contesto, se vuoi lasciare un post nella discussione sarebbe naturalmente assai gradito. Un saluto. --Er Cicero 20:06, 18 set 2012 (CEST)

Re: ComplimentiModifica

Grazie. Sono commosso. Come avrai avuto modo di vedere sono stato ricevuto da Napolitano. Mi sono anche accorto di essere stato fidanzato con Sabrina Ferilli ed aver sposato Nancy Brilli. Mi sono reso poi conto di avere ben quattro figli (una si chiama per l'appunto Margherita - come la mia vera discendente). Non c'è male. Adesso abbiamo rispolverato per l'ennesima volta il Titanic ma gli ascolti si sono dimezzati a fine serie. La prossima volta io cambierei nave: questo per esempio, potrebbe andare. Un caro saluto --Ricce (msg) 12:23, 15 nov 2012 (CET)

Grazie e cordialissimi saluti anche a te! --Ricce (msg) 12:30, 16 nov 2012 (CET)

l'anarco bolscevicoModifica

Utente:Lupo_rosso/Libri/Resistenza Utente:Lupo rosso/Libri/guerra di spagna e correlati--Lupo rosso (msg) 18:27, 30 nov 2012 (CET) @@@@@ nel Progetto:Fascismo/testata sembra ci sia la possibilita' di fare quanto tu dici a presto--Lupo rosso (msg) 15:52, 1 dic 2012 (CET)

AUGURONIModifica

Carissimo: tanti auguri a te e Famiglia per questo Natale e per il nuovo anno! --Ricce (msg) 16:28, 24 dic 2012 (CET)


auguri di buone festeModifica

auguri di buone feste a te ed alla Famiglia dall'anarcobolscevico--Lupo rosso (msg) 16:46, 24 dic 2012 (CET)

dall'anarcobolscevicoModifica

e' un po' di tempo che non ci sentiamo fatti appena possibile sentire--Lupo rosso (msg) 18:33, 19 gen 2013 (CET)

dall'anarcobolscevicoModifica

purtroppo una brutta notizia e' mancato TWICE25 --Lupo rosso (msg) 12:54, 21 feb 2013 (CET)

AuguriModifica

Carissimo Justinianus: tanti auguri per la Pasqua a te e famiglia!! (e non fare come me che sto mangiando più del dovuto!) (ormai sono quasi 110 chili.....!) --Ricce (msg) 16:51, 29 mar 2013 (CET)

l'anarcobolscevicoModifica

tanti auguri di cuore a te e famiglia--Lupo rosso (msg) 18:45, 29 mar 2013 (CET)

Correzione link non funzionanteModifica

Salve, ho notato un link non funzionante nell'entrata Jorge Manrique, alla sezione collegamenti esterni. Sono nuova, non ho molta esperienza, e non so quale sia la procedura per la correzione. A chi dovrei rivolgermi? Un saluto! --Elizav80 (msg) 12:52, 1 giu 2013 (CEST)

Grazie mille! Ho trovato un nuovo link alle opere di Jorge Manrique in spagnolo appartenente alla Biblioteca Virtual Miguel de Cervantes e ho sostituito il vecchio non più funzionante; penso che il nuovo possa andare bene e non dovrebbe subire cambiamenti essendo un sito istituzionale. Mi accorgo ora però di non aver indicato il tipo di cambiamento fatto nel registro dei cambiamenti, per la cronologia, spero non sia grave...
Un saluto, e piacere di conoscerti!
--Elizav80 (msg) 18:04, 2 giu 2013 (CEST)

anarcobolscevicoModifica

quando passi fatti sentire ciao--Lupo rosso (msg) 16:25, 1 giu 2013 (CEST)

progetto RisorgimentoModifica

Io sento la mancanza di un progetto sul Risorgimento, ci sono tante voci e cartine da creare o riorganizzare o sistemare, saresti favorevole alla sua creazione? Ciao --Bramfab Discorriamo 10:21, 6 dic 2013 (CET)

AuguriModifica

Tanti cari auguri a te e Famiglia per le prossime festività! --Ricce (msg) 19:40, 22 dic 2013 (CET)

Ciao, auguri anche da parte mia (Er Cicero sloggato). --5.175.48.17 (msg) 09:05, 31 dic 2013 (CET)

Grazie dei complimemti. E' stato un oonore recitare (anche solo con un cameo) con dei grandi come Isa Barzizza, Gigi proietti etc. :) --Ricce (msg) 13:49, 2 gen 2014 (CET)

ItalianiModifica

Ciao. Grazie per essere intervenuto. Ti chiedo uno sforzo. Siccome siamo convenuti in maggioranza sull'attuale incipit, con le attuali fonti, ti chiedo se gentilmente saresti d'accordo ad aggiungere solo la parte sulla discendenza all'attuale versione. Credimi siamo esausti, di ripetere sempre le stesse cose. Perdona se ho dimenticato la parte sulla discendenza, ma non puoi immaginarti la discussione di oggi, quanto è stata frenetica.--Gore02 (msg) 20:05, 9 giu 2014 (CEST)

Ho aggiunto. L'ho messa prima dei dati statistici.--Gore02 (msg) 20:24, 9 giu 2014 (CEST)

Ciao Justinianus, vorrei richiamare la tua attenzione sulla pagina Italiani. L'utente Inglis sta cercando (con successo) di inserire alcune affermazioni storiche di dubbia veridicità all'interno della pagina, come quella che vorrebbe Arabi e Bizantini integrati nell'Impero romano, e più specificatamente nell'Italia romana (quando gli Arabi arrivano quasi tre secoli dopo la caduta dell'Impero). Ti prego di intervenire, giacché, nonostante i numerosi avvisi e richieste di rimozione di quella che è una "bestemmia" storica, l'utente non dà cenni di convergenza. --Romano-italico (msg) 19:03, 15 giu 2014 (CEST)

Eccomi, grazie per l'interessamento. Comunque, problema risolto: si è data un'altra interpretazione della Treccani. Per il resto: concordo, vediamo come si sviluppa. --Romano-italico (msg) 21:22, 16 giu 2014 (CEST)

Ah no no, ho riletto ora: si continua a dire che gli Arabi sono penetrati nella Penisola italiana all'epoca di Roma. Mah. --Romano-italico (msg) 21:26, 16 giu 2014 (CEST)

Cancellazione ItalianiModifica

Ciao Justinianus da Perugia, la pagina «Italiani» che hai scritto, o che hai contribuito a scrivere, è stata proposta per la cancellazione.
Se vuoi discuterne, leggi le regole sulla cancellazione ed esprimi la tua opinione nell'apposita discussione.

--RrronnyDicami!Cosefatte 11:42, 19 giu 2014 (CEST)

ItalianiModifica

Ti prego di riportare l'ordine nella Discussione:Italiani, si sta uscendo fuori tema.--R5b (msg) 19:22, 20 giu 2014 (CEST)

Ringraziamenti ed altroModifica

Caro Justinianus da Perugia, per prima cosa ti ringrazio sinceramente per l'apprezzamento dato al mio modesto intervento sulla pagina di "Italiani".

Sarei certamente lieto di cercare di contribuire alla modifica della pagina stessa per quanto concerne il suo incipit.

Non sono però molto pratico di Wikipedia e quella discussione sta divenendo sempre più aggrovigliata. Mi consigli per caso d'intervenire quanto prima oppure d'attendere ancora, come avevi suggerito?

Grazie di tutto e buona domenica

--Rinascimento (msg) 11:18, 22 giu 2014 (CEST)


Grazie molte Justinianus.

Vedo però che nel frattempo sono intercorse delle novità nella discussione.

Propongo anch'io un incipit?

Buona serata--Rinascimento (msg) 18:03, 23 giu 2014 (CEST)

Buona sera Justinianus.

Magari posso intervenire per esprimere un'opinione su consenso sulla proposta di incipit che voi state curando?

--Rinascimento (msg) 22:24, 24 giu 2014 (CEST)


Grazie dei messaggi! Farò del mio meglio, anche se al momento dispongo purtroppo di pochissimo tempo. Buona giornata --Rinascimento (msg) 13:31, 30 giu 2014 (CEST)

GrazieModifica

dei complimenti. Spero di non pentirmene.;-)

--Carlo M. (dillo a zi' Carlo) 22:52, 23 giu 2014 (CEST)

Re: scelteModifica

ti rispondo qui, visto che di là siamo stati cassettati: il problema di un trolling su una pagina specifica, si risolve agendo o sulle utenze che trollano, o sulla pagina, togliendo loro il giocattolo. Comunque agendo. Dato il tipo di situazione non ne viene niente di buono né in una direzione né nell'altra, ma poiché la proposta cancellazione è stata chiusa e la segnalazione è stata chiusa, e tuttavia il problema resta, non è possibile restare appesi alla speranza, e intervenire si deve. Non credo di star dicendoti nulla che ti sia nuovo, ci siamo già trovati su altre pagine di questo genere di difficoltà (anche se magari oggi paradossalmente rimpiango quelle, a paragone) e credo proprio che tu sappia abbastanza bene come funziona. Circa le "accuse generiche", sai per esempio benissimo che non è affatto opportuno in questa fase che ne faccia di specifiche, ma solo perché il rimedio sarebbe peggiore del male; poi, chi in coscienza sua se ne sente colpito, potrebbe dirigersi verso una via costruttiva. E non credo affatto di aver turbato un clima sereno: blocco, edit war e protezione sono di ieri, ed è per questi che ho tirato due somme proprio ieri. Ci sono a margine altri problemi relazionali che hai l'esperienza per aver "annusato" anche tu, e stiamo facendo finta di nulla sperando che almeno fra utenti anziani le relazioni siano corrette. Salvo "miracoli" in talk, la prossima chiamata sarà per gli utenti anziani, fra i quali ci sei anche tu, perché usino l'esperienza per aiutare a dirigere il traffico. Naturalmente iniziando in proprio ad evitare toni polemici e insinuanti, e concorrendo a che, se la pagina non sarà esattamente un vanto, almeno la soluzione del problema sia collaborativa e comunitaria -- g · ℵ (msg) 12:07, 24 giu 2014 (CEST)

intanto, a scanso di equivoci, ti preciso che se mi si parla direttamente e con onesta franchezza lo preferisco sempre, quindi non farti mai problemi su questo :-) Diversa cosa è però moderarsi quando le situazioni impongono di riflettere su ciò che si dice: non certo per fare sfoggio di ipocrisia, ma perché i problemi dobbiamo provare a risolverli evitando di crearne altri magari più gravi. Io, ad esempio, posso pure avere bene in mente in questo momento materiale per diverse segnalazioni insieme, ma la funzione delle segnalazioni è appunto risolvere i problemi, non crearne di nuovi, e anche solo se facessi dei nomi non in segnalazione ma altrove, comunque ne creerei di nuovi. Del resto non siamo qui per la caccia al colpevole, dobbiamo invece riportare la voce a decoro e la discussione ad agibilità. Questo bisogna avere in mente, nient'altro, almeno per il momento. In questo senso, è verissimo, come mi dici, che "il clima è già abbastanza teso e non ha bisogno di ulteriori sollecitazioni"; ma è altrettanto vero che dalla spirale negativa non riusciamo a liberarci, e in questo vizio c'è probabilmente un fattore di eccessiva morbidezza precedente che ha erroneamente fatto sembrare che potesse continuarsi così all'infinito. Perciò una sollecitazione ci voleva: era già stata espressa con lo stesso contenuto ma senza esito, e se non la si era sentita detta normalmente, affogata in quella macedonia di cose senza esito e senza frutto, forse non restava che dirla così come poteva essere sentita. Alle strette, il discorso davvero non ha molte prospettive possibili: la gazzarra va terminata, e questo oggettivamente non è suscettibile di essere opinato. Qualcuno mi dimostri il contrario, ma se ogni volta che metto alle strette gli interlocutori mi si ammette che un problema c'è, forse abbiamo un problema e forse, se ce l'abbiamo, dobbiamo risolverlo. Se dire questo è da rullo compressore, non lo sarà forse perché un pochettino ci siamo "abituati" ad un certo andamento di quella discussione e la fissazione di alcuni punti è risultata duramente contro-tendenza? E allora credo di aver detto bene: non per darmi ragione, che son poco avvezzo ad averla, ma perché il sunto avrà riportato in modo drastico a interrogarsi sulla faccenda, quello era lo scopo. Ed ovviamente io non posso avercela con chi ci sta lavorando onestamente, lo so che può dar fastidio a chi non è implicato nella trollata, ma il primo requisito di ogni comunicazione è che il messaggio arrivi; sarà arrivato, questo? Ai suoi destinatari, naturalmente. Dopodiché non devo essere io, o io solo, a dare di certi messaggi, non sono più funzionale io al Progetto di quanto non lo sia chiunque altro, quindi non è un atto di protagonismo: almeno per come intendevo uscisse, è solo una cosa che poteva fare anche chiunque altro, che andava fatta, l'ho fatta io, e in questo non c'è niente di speciale, né un merito mio né un demerito di chi non ha fatto in tempo. Io sono solo un utente che qualche mese fa attendeva il tuo ritorno alla discussione, se ricordi, e forse non eravamo nemmeno su posizioni affini; poi io me ne sono allontanato alle volte fossi io a disturbare il raggiungimento del consenso, e l'ho fatto con serenità rimanendoci tu e altri utenti che stimo, quindi non è che fosse così impellente che continuassi a star lì io, avreste potuto far benissimo e sicuramente meglio che con me là in mezzo. Ma se poi vedo negli osservati che questa talk passa a ritmi indiavolati (al punto che mi nasconde altre pagine cui sinceramente tengo di più, e ne ho 20.000 quindi credo sia proprio oggettivo il fatto che ci sono elementi di eccezionalità), vado a vedere e ci trovo dentro 700 kb di pov, di inutile e demenziale pov, faccio un salto sulla sedia; dopo averlo vanamente sottolineato una, due, tre, ... dieci volte e passa, la sottovalutazione dell'esistenza di un problema mi allarma. A dir poco. Ma sempre più veemente diverrà il grido contro l'inerzia (chiamiamola così) che avalla nei fatti la prosecuzione del trolling, quanto più placida e involontariamente complice questa inerzia avrà a dimostrarsi. Il fatto è che non è un mio "gusto" o un "pallino", è che un problema si risolve. Perché non è consentito non risolverlo. Con meno danni possibile, certo, e se non si può diversamente anche con danni. Il danno è che, mi par di cogliere, tu lo abbia ricevuto come un colpo diretto ad altri ed anche a te, ma io più che quel "esigo" non noto (detto in tutta franchezza :-) né in quel post né in quelli tuoi precedenti, e magari mi hai visto in giro abbastanza tempo per sapere che sì, in genere cerco di moderarmi, ma se ho da dire dico senza intermediari, e non mi pare di averti detto niente di "tuo", né mi sarebbe mancato il modo di dirtelo :-) Anche lo "abbassiamo i toni", seppure in risposta a te, non è per te (e per inciso il riferimento ai baratti e alle minacce non l'ho ribattuto come eventualmente offensivo, ho solo spiegato che non avevo di questi scopi). Quindi la mia "indignazione" è per le difficoltà che provi tu, e per quelle che prova chiunque dinanzi a cotanto scempio; se vuoi, anche quelle che provo io. Ma è anche per la puzza di retorica strumentale che promana da qualcosa che si legge qua e là. Ed è indignazione per una risposta debole e insufficiente, soprattutto dinanzi alla retorica strumentale, del Progetto cui io partecipo anche per distribuire modi di difesa dalle retoriche strumentali di qualunque genere, uno dei possibili frutti di un progetto come questo. Mi indigno e mi infurio. Ma spero di ricordare sempre che il focus è sui contenuti e sul modo di formarli. Mi fa piacere sapere che in questo siamo alleati, ma vorrei che sapessi tu che non abbiamo mai smesso di esserlo, e non abbiamo mai smesso di collaborare, anche quando non la pensiamo allo stesso modo :-)
Ti ringrazio perciò delle parole gentili che mi hai rivolto, di cui spero di potermi sempre tenere all'altezza, e confido nella tua altrettanto cortese attenzione a ciò che faccio qui dentro, perché io di errori ne faccio molti, e se qualcuno me ne richiama senza tanti complimenti, questo mi può aiutare a crescere e a collaborare più produttivamente. Sarò sincero (ma senza velleità presuntuose), non so se in questo caso ho sbagliato, so che spero di non poterlo mai sapere magari perché adesso quella pagina si volga a positività: non ho perso la fiducia che possa finalmente farlo :-) -- g · ℵ (msg) 01:58, 25 giu 2014 (CEST)

ItalianiModifica

Ciao Justinianus,

ti chiedo di intervenire in discussione. L'utente Xinstalker vuole ricominciare tutto da capo, adducendo giustificazioni che sinceramente comprendo poco, e sta inoltre alzando i toni della discussione: ha infatti immotivatamente commentato un tuo post scrivendo sotto "Rotfl", che sta a significare "mi rotolo per terra dalle risate". Rischiamo di rifinire in un pantano ed una nuova rissa, tu sei un utente anziano, per favore intervieni. --Romano-italico (msg) 19:13, 4 lug 2014 (CEST)

Grazie Justinianus, più si parla e più mi convinco che sarebbe piacevole prendersi un caffè e parlare di Storia. Non solo per ciò che dici, ma anche per come lo dici, e cioè sempre con estremo garbo ed educazione. Buona notte! --Romano-italico (msg) 23:11, 5 lug 2014 (CEST)

Bozza per l'Italia preromanaModifica

Buonasera Justinianus. Perdona se arrivo con tale ritardo, ma sono stato un poco impegnato. Ti inserisco qui la bozza, decisamente provvisoria, che mi avevi chiesto sull'Italia preromana, che potrebbe magari essere inserita nella voce Italiani. Essa è incompleta, perché manca ancora la parte sull'influsso greco, che certamente risulta essenziale. Inoltre bisogna aggiungere bibliografia. Ma ciò potrò farlo, spero, in seguito. Per intanto te la mostro: dimmi pure il tuo parere francamente. Buona serata


1. La teoria del panitalianesimo È stata ampiamente provata l’esistenza d’una forte identità comune fra le varie popolazioni d’Italia, dalle Alpi al mare, ben prima dell’unificazione romana [sul concetto d’identità in sociologia: N. TESSARIN, voce: Identità, in: F. DEMARCHI, A. ELLENA, B. CATTARINUSSI (a cura di), Nuovo Dizionario di Sociologia, edizioni paoline, 1987]. Storici dell'Italia antica hanno elaborato la tesi cosiddetta del "panitalianesimo", secondo cui i vari popoli pre-romani (Etruschi, Liguri, Sardi, Corsi, Reti, Italici, Veneti, Latini, persino in parte i Celti ed Greci, che comunque erano minoranze giunte in Italia soltanto nel I millennio a.C. avanzato, quindi millenni dopo l’insediamento degli altri gruppi etnici maggioritari) avrebbero raggiunto un considerevole grado di unità culturale ben prima dell'unificazione romana. Tale teoria ha avuto il suo pioniere anzitutto in Michel Lejeune, sia storico in senso stretto, sia glottologo (in assoluto uno dei maggiori mai esistiti), il quale ha affermato la comunanza culturale e linguistica fra i diversi popoli d’Italia prima dell’unificazione romana, conseguente alla mescolanza etnica fra indo-europei e mediterranei ed alla diffusione culturale [Per un inquadramento della figura di questo studioso: Y. DUHOUX-P. SWIGGERS, Michel Lejeune, Notice biographique et bibliographique Louvain, centre international de Dialectologie générale, 1993]. La tesi di questo studioso francese ha poi incontrato grande fortuna nell'ambito dell'antichistica [ Una breve presentazione della sua figura si trova in A. PROSDOCIMI, Michel Lejeune. L’Italie antique et autre chose encore, in Hommage rendu a Michel Lejeune, Academie des Inscriptions et Belles Lettres (Parigi, 19 gennaio 2001), Parigi 2001, pp.33-41.] Concorda sostanzialmente su questa prospettiva, fra gli altri, anche il professor Sabatino Moscati, dell'Accademia dei Lincei, autore di una «Archeologia delle regioni italiane». Questi spiega che nella storia d’Italia esiste una costante tendenza all’unità politica ed alla convergenza culturale, indotta dalla stessa configurazione naturale e geografica d’Italia, poiché le Alpi ed il mare costituiscono delle frontiere permanenti e chiare. L’Italia, serrata quasi da ogni parte dal mare e sull’unico lato di terraferma sbarrata dalle Alpi costituisce quindi una specie di “isola continentale”. Sabatini spiega inoltre che su base archeologica è possibile provare sin dalle epoche più remote una notevole omogeneità culturale fra tutte le parti d’Italia, come l’esistenza nell’evo antico dello stesso tipo di steli funerarie dalla valle d’Aosta sino alla Sicilia o di bronzi votivi dal Veneto alla Sardegna. Nell'Italia del primo millennio a. C. convivevano lingue indoeuropee e lingue non indoeuropee; eppure tra tutte esiste, almeno a partire dal VI secolo avanti Cristo, come informa un glottologo quale Giuliano Bonfante, una certa concordanza ed assonanza, anche sul piano lessicale. Riscontrare una convergenza linguistica ed una comune facies sul piano dell’idioma, come fanno questi linguisti e storici, vuole dire moltissimo a sostegno dell’idea di una nazione in fieri, poiché il criterio abitualmente più importante per individuare una nazione è proprio la lingua, che è assieme causa promotrice d’una cultura comune ed effetto della stessa, poiché determina ovvero manifesta un bacino socioculturale unificato. Ma le somiglianze linguistiche, che investono tutto il complesso delle lingue parlate in Italia tanto indoeuropee quanto non indoeuropee, non sono le sole a contribuire alla nascita della nazione italiana. Si aveva infatti sin dall’Antichità una vera koinè culturale sul piano dei culti religiosi, dei riti, delle costumanze e delle consuetudini. Ad esempio, il culto di Ercole era pan italiano e diffuso in tutta la Penisola, in modo capillare: questo non è certo l’unico caso di divinità condivisa da tutti i popoli italiani dell’epoca [R. DEL PONTE, Dei e miti italici. Archetipi e forme della sacralità romano-italica, Genova 1988; A. MASTROCINQUE, Ercole e i culti di Abano, Milano 1998]. Esistono inoltre prove ulteriori di questa continuità fra il mondo antico preromano e quello posteriore anche sul piano artistico, tanto che l’archeologo Umberto Broccoli ha individuato un gran numero di forti somiglianze stilistiche fra l'arte italica antica e l'arte medievale di quasi ogni parte d'Italia. Una notevole similitudine esisteva quindi anche sul piano artistico, come dimostra l’archeologia e come si è espresso autorevolmente fra gli altri il dottor Massimo Pallottino, nella sua qualità di presidente dell'Istituto di studi etruschi e italici. [Genti e culture dell'Italia preromana, 1981; Storia della prima Italia, 1984; Saggi di antichità, 3 voll.] 1979 Va ancora aggiunto che a questo comune substrato culturale s’aggiungevano in embrione forme di articolazione politica che trascendevano l’appartenenza alla singola città-stato o popolo. Alleanze e federazioni, per quanto instabili e fragili, su basi interetniche sono attestate in Italia sin da epoche remote. Si noti infatti che gli antichi Mediterranei, a cui appartenevano Etruschi, Reti, Liguri, Sardi, erano molto simili fra loro culturalmente e linguisticamente, così come poi gli Indoeuropei giunti in Italia, tutti membri di una medesima “famiglia” del ceppo indoeuropeo.


2. Il gruppo etnico e linguistico italico Sempre il Lejeune ha praticamente rifondato in opere come Latin et chronologie italique e Notes de Linguistique Italiques il concetto di lingue italiche, dandogli una duplice accezione. In senso stretto esso indica le lingue osco-umbre, ivi includendo anche quelle molte varianti locali imparentate con questo ceppo. In senso più ampio si possono dire lingue italiche tutte quelle attestate nell’Italia antica preromana ed appartenenti alla famiglia indoeuropea occidentale, escludendo quelle greche e celtiche. Si tratta del gruppo di lingue talora dette “centrali”, comprendenti l’osco, l’umbro, il falisco, il latino, ed il venetico, queste ultime due particolarmente simili fra loro. Lejeune è stato un pioniere sia nell’asserire l’appartenenza del venetico ad un medesimo gruppo linguistico, ovvero la sua stretta parentela con le lingue degli Italici e dei Latini. Si parla infatti di un comune gruppo linguistico, detto “Italico”, che comprendeva gli Italici (con le loro lingue, nella famiglia osco-umbra) ed il veneto-latino o latino-falisco (diviso a sua volta in latino, falisco e venetico). Difatti il venetico, il latino e le lingue italiche, appartenevano tutti ad un medesimo ceppo o famiglia linguistica. Giacomo Devoto, forse il maggiore linguista italiano mai esistito, e certamente il più autorevole studioso della storia linguistica preistorica italiana, non solo classifica il venetico quale una lingua italica, ma anche come la lingua maggiormente vicina a quella latina fra tutte quelle esistenti nell’Italia pre-romana, individuando oltretutto in ciò una conseguenza d’una comune migrazione di paleo-veneti e latini, nel loro spostamento all’incirca dall’odierna Ungheria in direzione dell’Italia, con movimento verso sud-ovest. Nella sua opera “Il linguaggio d’Italia. Storia e strutture linguistiche dalla Preistoria ai nostri giorni”, [Rizzoli, Firenze 1969], Giacomo Devoto presenta tre fondamentali gruppi linguistici indo-europei in Italia, rispettivamente quello che comprende il venetico ed il proto-latino (cap. V), gli umbro-sanniti (cap. VI), ed infine i Leponzi, i Messapi, i Galli (cap. VII). I primi due gruppi sono accomunati dalla medesima appartenenza ad uno stesso gruppo linguistico, fermo restando che la parentale più stretta del venetico è con il latino, mentre il terzo è dato semplicemente dai ceppi indo-europei in terra italiana i quali non rientrano nella tipologia suddetta. Secondo Devoto, la parentela fra proto-latino e venetico è dovuta naturalmente alla loro vicinanza etnica originaria, conseguente ad un percorso migratorio comune. Ad esempio, in proposito è utile la cartina riportata da Devoto che mostra gli spostamenti delle popolazioni indoeuropee nel II millennio a.C., ed in cui Veneti e Latini sono mostrati all’interno del medesimo “insieme”; Ibidem, p. 51. Questi concetti sono ribaditi in un’altra importante opera del medesimo autore, “Gli antichi italici” [Firenze 1969]. Devoto osserva come il venetico mostri caratteri simili alle lingue italiche e protolatine. (Ibidem, pp. 49 sgg.)


3. La koiné etrusco-italica In quanto alle popolazioni pre-indoeuropee, in pratica i discendenti degli antichi Mediterranei, costoro parlavano una lingua molto simile: gli idiomi degli Etruschi, dei Reti, dei Liguri, dei Sardi ecc. erano, per quanto è dato sapere, fortemente simili [cfr. sui Reti F. BRAVI, La lingua dei Reti, Bolzano 1970]. È esistito inoltre un fenomeno culturale di tipo per così dire osmotico che è stato definito dall’importante storico M. Pallottino quale «koiné etrusco-italica», che ha avuto le sue origini sin nell’età detta del Bronzo Finale, nei secoli XII-XI avanti Cristo [C. DE SIMONE, I rapporti linguistici tra gli Etruschi e gli Italici, in E. CAMPANILE (a cura di), Rapporti linguistici e culturali tra i popoli dell’Italia antica, Pisa 6-7 ottobre 1989, Pisa 1990; G. MEISER, Le relazioni fra la lingua umbra e la lingua etrusca, in A. ANCILLOTTI- A. CALDERINI (a cura di), L’umbro e le altre lingue dell’Italia mediana antica. Atti del I Convegno Internazionale sugli Antichi Umbri (Gubbio, 20-22 settembre 2001), Perugia 2009, pp. 137-164]. Furono molto rilevanti i rapporti fra l’Etruria e Roma [AAVV., Gli Etruschi e Roma. Atti dell’incontro di studio in onore di M. Pallottino (Roma, 11-13 dicembre 1979), Roma, 1981; G. M. DELLA FINA (a cura di), Gli Etruschi e Roma. Fasi monarchica e alto-repubblicana, Atti del XVI convegno internazionale di studi sulla storia e l’archeologia dell’Etruria, Annali della fondazione per il museo «Claudio Faina», volume XVI, Orvieto 2009; M. TORELLI, Religioni e rituali dal mondo latino a quello etrusco: un capitolo della protostoria, in “Annali della Fondazione per il Museo Claudio Faina” XVI, 2009, pp. 119-154.] Sono d’altronde provati stretti rapporti etnici e linguistici degli Etruschi anche con popoli non italici, quali i Reti [V. PISANI, La lingua degli antichi Reti, in “Archivio per l’Alto Adige”, XXX, (1935), pp. 91-108.] ed i Sardi [Etruria e Sardegna centro-settentrionale tra l’età del Bronzo Finale e l’Arcaismo, atti del XXI Convegno di Studi Etruschi e Italici (Sassari-Alghero-Oristano-Torralba, 13-17 ottobre 2002), Pisa-Roma.] La presenza etrusca d’altronde, anche se aveva il proprio epicentro nell’Italia centrale, s’estendeva dalla valle del Po [M. HARARI, Gli Etruschi del Po, Pavia 2000] sino alla Campania [La presenza etrusca nella Campania meridionale, atti del convegno di studi (Pontecagnano-Salerno, 16-18 novembre 1990), Firenze.]


4. Le premesse della romanizzazione ovvero la continuità delle culture nell’inglobamento in quella romana Si ritrova inoltre una certa continuità delle forme culturali dal periodo preromano a quello romano. Ad esempio, all’interno del Canton Ticino si è riscontrata una grande continuità culturale, dall’età del ferro sino all’epoca di Augusto ovvero alla romanizzazione completa. [A. CRIVELLI, Atlante preistorico e storico della Svizzera italiana, Bellinzona 1943; N. LAMBOGLIA, Rivista storica Liguri, IX, pp. 163 sgg.; C. SIMONET, Tessiner Graeberfelder, 1941]. Difatti il processo di romanizzazione ed acculturazione in Italia settentrionale fu abitualmente piuttosto lento e graduale, con una dialettica fra continuità e mutamento. Roma rispettò nei limiti del possibile le strutture sociali e culturali preesistenti, assorbendole ed integrandole lentamente all’interno della propria civiltà. [W. BROADHEAD, Migration and Transformation in Northitaly in the 3rd-1st centuries BC, in «BICS» 44 (2000), pp. 145-166; A. VALVO, Origini e modelli della società romana in Cisalpina fra I secolo avanti e I secolo dopo Cristo, in C. CASTILLO GARCIA-J. F. RODRIGUEZ NEILA-J. NAVARRO (a cura di), Sociedad y economía en el Occidente romano, Pamplona 2003, pp. 27-44.] Scrive F. Mainardis: «molti degli interventi romani nell’Italia settentrionale, e soprattutto in ambito alpino e prealpino, furono improntati spesso alla conservazione e al rispetto dei precedenti assetti territoriali anche da un punto di vista etnico. Le forme di contatto tra Romani e indigeni si realizzarono nell’equilibrio tra assunzione e tutela delle forma preesistenti da un lato e progressivo adeguamento al modello romano dall’altro» [F. MAINARDIS, L’onomastica idionimica nella Transpadana romana. Tra resistenza e integrazione, in «Scienze dell’Antichità», 10 (2000), pp. 531-574, citazione a p. 543.] Giovan Battista Pellegrini parlando della romanizzazione nell’Italia settentrionale spiega che essa fu lenta e graduale, per cui si può parlare d’un influsso sulle singole varietà regionali del latino da parte delle popolazioni preesistenti, dei Paleoveneti, dei Celti e dei Liguri. Questa variante locale del latino è alla base delle singole parlate neolatine settentrionali. [G. B. Pellegrini, Il “Cisalpino” e l’italo-romanzo, Archivio Glottologico Italiano, LXXVII, 1992, pp. 272-296] Nell’area dell’attuale Emilia-Romagna si ebbe una profonda mescolanza fra le popolazioni da più tempo presenti sul territorio, ossia Etruschi, Liguri ed Umbri, ed i Celti e successivamente i Romani, prima ancora della romanizzazione massiccia. Nel caso del gruppo celtico dei Boi si riscontra un «profondo processo di acculturazione e assimilazione nei confronti della più evoluta componente etrusco-italica, processo che culminò sullo scorcio del secolo giungendo a connotare una particolare koinè definita celto-italica» (J. ORTALLI, Nuovi dati sul popolamento di età celtica nel territorio bolognese, Études Celtiques, XXVII, 1990, pp. 7-41, citazione a p. 10; cfr. anche E. Campanile (a cura di), I Celti in Italia, Pisa 1981, pp. 11-28). La notevole somiglianza e talora coincidenza dei tratti linguistici (fonetici, morfologici e lessicali) tra il latino ed il venetico, dovuta alla loro similitudine strutturale più che ai contatti, è stata supposta fra le cause dell’agevole latinizzazione delle popolazioni venetiche da uno dei maggiori studiosi dell’Italia antica, Aldo Prosdocimi. [G. FOGOLARI - A.L. PROSDOCIMI, I Veneti antichi. Lingua e cultura, Padova 1988; Sulla relativa continuità linguistica nel Veneto, che si è innestata comunque su di una romanizzazione e latinizzazione piuttosto precoci, già dal III secolo avanti Cristo: Varietà e continuità nella storia linguistica del Veneto. Atti del Convegno della Società Italiana di Glottologia, Padova-Venezia 3-5 ottobre 1996, Roma 1998]. Il posteriore processo di romanizzazione s’innesta su una base di realtà etniche e linguistiche precedenti, le quali, pur nella loro varietà, erano attratte da due poli e modelli, rappresentanti rispettivamente dalla civiltà etrusca, che estendeva le sue propaggini dalla pianura padana sino alla Campania, e da quella greca, presente sulle coste di gran parte del Mezzogiorno ed in Sicilia. In questo contesto le popolazioni dell’Italia centro-meridionale dette “italiche” e quelle dell’Italia settentrionale imparentate con esse (i Veneti) o con gli Etruschi (i Liguri ed i Reti) si trovarono variamente influenzate dal mondo etrusco e da quello greco, non mancando però di condizionarli entrambi a propria volta in un processo progressivo di simbiosi. L’unificazione dell’Italia sotto la comune cultura romana non significò quindi una frattura radicale con il passato, poiché la romanizzazione s’innestò sulle culture anteriori, assorbendole al proprio interno in virtù degli elementi di somiglianza anteriori.

Progetto Venezia Giulia e DalmaziaModifica

Ciao, sono Atbc, ho recentemente resuscitato il Progetto:Venezia Giulia e Dalmazia, dopo mesi e mesi che non era più usato. Se vuoi farti un giro (e se vuoi anche aderire) basta che clicchi qui (c'è tanto lavoro da fare!).

--Atbc (msg) 00:07, 16 ago 2014 (CEST)

Progetto:SpagnaModifica

Ti scrivo per chiederti se sei ancora interessato a partecipare al suddetto progetto; se non darai alcuna risposta entro due settimane (cioè entro il pomeriggio del 2 gennaio 2015) sarai considerato non interessato e, quindi, rimosso dalla lista degli utenti partecipanti al progetto. --Gce ★★ 17:02, 19 dic 2014 (CET)

AvvisoModifica

Gentile Justinianus da Perugia, in riferimento a quanto da te scritto nella voce Morella, tieni presente che un requisito fondamentale delle voci inserite in Wikipedia è che queste siano trattate da un punto di vista neutrale: per questo motivo il tuo contributo potrebbe essere stato rimosso. Se scrivi una voce o parte di essa, è importante che tu rispetti questa regola. Nel caso lo si ritenga opportuno, è possibile riformulare quanto scritto evitando frasi e/o parole dal tono enfatico e promozionale, o aggettivi che esprimano un giudizio personale (ad es. bellissimo, stupendo). Grazie per la comprensione.-- Vegetable MSG 09:16, 24 dic 2014 (CET)

AuguriModifica

Carissimo Justinianus: auguri di cuore! In questi ultimi tempi mi sono un poco allontanato da WP, ma presto tornerò con rinnovata lena! Intanto Buon natale e felice anno nuovo a te e famiglia! --Ricce (msg) 20:03, 24 dic 2014 (CET)

Global accountModifica

Hi Justinianus da Perugia! As a Steward I'm involved in the upcoming unification of all accounts organized by the Wikimedia Foundation (see m:Single User Login finalisation announcement). By looking at your account, I realized that you don't have a global account yet. In order to secure your name, I recommend you to create such account on your own by submitting your password on Special:MergeAccount and unifying your local accounts. If you have any problems with doing that or further questions, please don't hesitate to contact me on my talk page. Cheers, DerHexer (msg) 17:21, 18 gen 2015 (CET)

Poche ore rimaste per votareModifica

Ciao, ho visto che non hai ancora votato e ti segnalo che sono rimaste poche ore per votare alle elezioni FDC (informazioni): c'è tempo fino alla mezzanotte. È importante votare perché hanno partecipato pochi utenti della Wikipedia in italiano e gli eletti andranno a controllare la distribuzione, fra l'altro, delle donazioni effettuate da italiani vedendo i banner nella Wikipedia in italiano (oltre un milione di dollari l'anno). Nemo (msg) 12:27, 10 mag 2015 (CEST)

Niente paura per il ritardo! Ci sono eccome altre occasioni, per esempio le elezioni del consiglio direttivo WMF cominciate in queste ore: puoi andare alla pagina di votazione per leggere le presentazioni dei candidati. (Dovrebbero essere tutte in italiano ma non garantisco sulla qualità della traduzione; servono piú traduttori in Meta...) --Nemo 10:58, 17 mag 2015 (CEST) P.s.: Se incontri errori, assicurati di avere effettuato l'accesso e riprova la pagina di votazione; se non basta, fammi sapere.

Lupo RossoModifica

e' un po' che non tisento A NOI!Compagno Legionario

Strumenti per la connettivitàModifica

 
Ciao, un messaggio dal progetto connettività

Come deciso qui, stiamo ricordando a tutti gli utenti del tuo gruppo di evitare sempre i wikilink che puntano ad una pagina di disambiguazione. Questi wikilink vanno evitati sinché possibile perché non permettono un collegamento diretto con la voce interessata, e Wikipedia ne risulta meno funzionale.

Per trovarli più facilmente (e correggerli), c'è il rivelatore di disambigue, un accessorio semplice e che si attiva facilmente nelle preferenze (nella cartella "Accessori" -> sezione "Altro" -> spunta la casella "Rivelatore di disambigue"): dopo l'attivazione troverai i wikilink a disambigue comodamente evidenziati in giallo.


Se vuoi saperne di più, l'accuratezza dei wikilink che collegano fra loro le voci viene misurata dal DRDI (acronimo di disambiguation rule disregard index, in parole povere "errori di disambigua"), un'indice di precisione il cui valore si trova aggiornato quotidianamente su maintgraph; in teoria dovrebbe essere 0 (zero), in genere è di più, non dubitiamo però che ci aiuterai anche tu a ridurlo :-)


Grazie, e un sincero augurio di buon lavoro e buon divertimento sull'enciclopedia libera :-)
--MediaWiki message delivery (msg) 01:12, 13 ago 2015 (CEST)

MaggiorianoModifica

Ciao,

relativamente a questa modifica, credo che la versione originale fosse migliore: il senso della frase, infatti, è che vi fosse un solo magister militum il quale assistette all'incoronazione; la tua versione, invece, lascia pensare che vi fossero più magister militum e che quello che ci interessa sia identificabile dal fatto che assistette all'incoronazione.

Che ne pensi?

Borse Alessio Guidetti per Wikimania 2016Modifica

 
Ciao, un messaggio dalla Commissione Borse Alessio Guidetti

Ciao, come forse saprai quest'anno Wikimania, il raduno annuale delle comunità Wikimedia, si terrà a Esino Lario (Lecco) dal 22 al 28 giugno.

Come per le scorse edizioni dell'evento, anche per il 2016 l'associazione Wikimedia Italia intende rendere disponibili alcune borse di partecipazione.
Potete trovare il bando di partecipazione con tutti i dettagli a questo link.
La scadenza è il 30 aprile 2016, ore 23:59 CEST.

Trovate invece tutte le informazioni su Wikimania Esino Lario sul sito ufficiale dell'evento
Grazie, e un sincero augurio di buon lavoro e buon divertimento sull'enciclopedia libera :-)


per non ricevere più questa tipologia di messaggi rimuovi il tuo nome da queste liste


Alexmar983 13:12, 26 apr 2016 (CEST)

Borse Alessio Guidetti per Wikimania 2016Modifica

 
Ciao, un messaggio dalla Commissione Borse Alessio Guidetti

Ciao, come forse saprai quest'anno Wikimania, il raduno annuale delle comunità Wikimedia, si terrà a Esino Lario (Lecco) dal 22 al 28 giugno.

Come per le scorse edizioni dell'evento, anche per il 2016 l'associazione Wikimedia Italia intende rendere disponibili alcune borse di partecipazione.
Potete trovare il bando di partecipazione con tutti i dettagli a questo link.
La scadenza è il 30 aprile 2016, ore 23:59 CEST.

Trovate invece tutte le informazioni su Wikimania Esino Lario sul sito ufficiale dell'evento
Grazie, e un sincero augurio di buon lavoro e buon divertimento sull'enciclopedia libera :-)


per non ricevere più questa tipologia di messaggi rimuovi il tuo nome da queste liste


Alexmar983 13:13, 26 apr 2016 (CEST)

Anthony Burgess traduttore di BelliModifica

Ben otto anni fa, il 9 marzo 2008, scrivevi che Anthony Burgess era stato il traduttore di 80 sonetti del Belli (vedi). Nel necrologio di Liliana Macellari, moglie italiana del romanziere, apparso sul Daily Telegraph è detto invece che i sonetti in dialetto romanesco del Belli, per lo meno quelli del romanzo Abba Abba, erano stati tradotti dalla moglie (vedi). Lo so che è passato troppo tempo, ma non è che per caso ricordi la fonte di quel che hai scritto? Ciao, --SolePensoso (msg) 15:45, 15 dic 2016 (CET)

Grazie per l'aiuto. Sono convinto che tu abbia ragione: le traduzioni inglesi sono innanzitutto di Burgess, il quale sarà ricorso probabilmente all'aiuto della moglie. Questa mattina ho preso in prestito in biblioteca Abba Abba. Non è un libro voluminoso. Dopo l'Introduzione di S.M. (evidentemente il curatore Salvatore Marano), la prima parte, quella con l'incontro fra Keats e Belli, è di appena 70 pagine + 3 pagine di note, mentre i sonetti di Belli, nella traduzione inglese e nell'originale romanesco a fronte, sono nelle successive 72 pagine; segue un breve glossario romanesco-italiano. Il romanzo è dedicato "A Liana" (la moglie, come peraltro viene detto esplicitamente nella nota 12 a pag. 83; questa stessa nota definisce "omaggio" alla moglie il dipinto di un artista chiamato Macellari nello studio del letterato Gulielmi, a pag. 22 del testo). Impensabile che Burgess omaggiasse la moglie anche con particolari superflui e poi tralasciasse il ruolo avuto dalla stessa nella traduzione dei sonetti del Belli. Chissà quale è stata la fonte del Daily Telegraph... Ricambio gli auguri di Buon lavoro e buone feste --SolePensoso (msg) 15:49, 16 dic 2016 (CET)

Incontro tosco-umbro a FirenzeModifica

Non so se vivi anche in zona al momento, ma sperando di far cosa gradita di segnalo Wikipedia:Raduni/Incontro_tosco-umbro. Anche una capatina veloce a fine serata! Si tratta di una cosa informale, magari incontri seri tipo scampagnata nella campagna umbra si faranno più avanti.--Alexmar983 (msg) 12:21, 23 apr 2017 (CEST)

Mario Orazio PerelliModifica

ciao, scusa se ti disturbo(forse a sproposito) ma stavo cercando di contattare Lupo rosso con cui vedo che hai avuto ampie discussioni.

Il succo è che sono intervenuto sulla pagina dedidata a Perelli (personaggio che ben conosco/ anzi: ben conoscevo)e vorrei attuare ulteriori modifiche e gradivo un confronto con lui che risulta il creatore della pagina. Riporto il messaggio che gli ho lasciato:
Perelli è morto nel 1981, non nel 1979 (vedi Dizionario biografico degli narchici italiani, nonchè necrologio su "Umanità nova», 17 mag. 1981). questo punto l'ho già corretto. Inoltre non mi risulta sia mai stato titoista (ci si confonde con Germinal Concordia, che effettivamente fondò un partito filo Tito.peraltro il link da cui attingi l'informazione non è più attivo) proporrei di eliminare quella parte. Ho aggiornato la bibliografia e aggiunto qualche ulteriore informazione--Zibibbo Antonio (msg) 20:35, 4 giu 2017 (CEST)
grazie --Zibibbo Antonio (msg) 22:10, 8 giu 2017 (CEST)
grazie mille ! ciao --Zibibbo Antonio (msg) 10:24, 10 giu 2017 (CEST)

]]]]] compagno Legionario ho perso iltuo numero ditelefono--Lupo rosso (msg) 10:14, 22 ago 2017 (CEST)

Festival del giornalismo a PerugiaModifica

Come lo scorso anno, confidando di far cosa gradita, ti segnalo Wikipedia:Raduni/Wikimedia al Festival del giornalismo se fossi in zona, anche per una capatina veloce. Anche stavolta c'è una sezione per segnarsi per incontri futuri.--Alexmar983 (msg) 20:48, 31 mar 2018 (CEST)

ottimo; nel caso quando ti sei scritto mandami una mail con il tuo numero di cellulare.--Alexmar983 (msg) 11:04, 2 apr 2018 (CEST)

Re:Wikipedia Editathon a PerugiaModifica

Troppo gentile, figurati, non sono più nemmeno utente autoverificato :-D! --Camelia (msg) 22:25, 14 apr 2018 (CEST)

Rimozione dello script monobook modulareModifica

Ciao! Al momento, risulta che una o più delle tue sottopagine JavaScript stanno caricando lo script monobook modulare, deprecato dal 2014 e sostituito dagli accessori. Con questo messaggio, ti chiedo cortesemente di collaborare alla rimozione di tale script: è molto semplice! Per prima cosa, se ogni volta che apri una pagina ti compare un avviso in cui ti viene chiesto di rimuovere il monobook modulare, segui le istruzioni ivi riportate o premi il pulsante per fare la modifica in automatico. Se invece non ti compare nessun avviso, recati nelle preferenze e cambia temporaneamente la skin che stai usando: se usi Vector seleziona Monobook, e viceversa. A questo punto dovrebbe comparirti l'avviso di cui sopra. Segui le istruzioni e, quando l'avviso sparisce, torna pure alla skin che utilizzavi in precedenza. Tutto qui! Nota che a partire dalla consegna di questo messaggio hai 3 mesi esatti per effettuare la modifica (ovvero fino al 14 giugno 2019). Passata quella data, i tuoi JavaScript verranno modificati via bot per rimuovere il monobook modulare, con conseguente perdita delle sue funzionalità. Se leggi questo messaggio in ritardo e vuoi recuperarle, chiedi aiuto al bar. Grazie per la collaborazione e buon proseguimento. --Daimona Eaytoy (Scrivimi!) 19:31, 14 mar 2019 (CET)

da Lupo rossoModifica

ci vediamo su wiki Compagno Legionario

Segnalazione della voce Storia di CilavegnaModifica

Per la voce Storia di Cilavegna, il cui argomento rientra nell'area tematica di questo progetto, è stato proposto un vaglio.

Essendo questo il progetto maggiormente incentrato sull'argomento, sarebbe molto utile una partecipazione dei suoi iscritti alla discussione.

Ciao [@ Justinianus da Perugia]! Ti andrebbe di fare un salto sulla voce sto cercando di migliorare? Te ne sarei molto grato --TheWorm12 (msg) 18:30, 9 ott 2019 (CEST)

Ritorna alla pagina utente di "Justinianus da Perugia".