Altri archiviModifica

Motore VentouxModifica

Bonjour Luc106. Il y a une erreur dans le titre de l'article Motore Ventoux. Le nom exact est moteur Billancourt. Le Ventoux est la version sportive du moteur Billancourt préparée par Amédée Gordini. Il faudrait renommé l'article et expliquer que la version sportive du moteur Billancourt s'appelle moteur Ventoux.

Regardez la version française de l'article sur le moteur Billancourt, nous avons fait un paragraphe pour expliquer les caractéristiques du Ventoux: https://fr.wikipedia.org/wiki/Moteur_Billancourt

(msg) 11:49, 15 jan 2017 (CET)

Risposta redirect discussioneModifica

Non so come spiegarmelo, ma non so come l'utente che ti ha scritto (che non sono io) abbia inserito il mio nome account. Se noti nella tua cronologia utente, chi ti ha scritto è un altro, ma si è firmato con il mio nome. Probabilmente è stato un errore, refuso o bug, ma io ti consiglierei di contattare un utente più esperto o un sysop. --Interventista (msg) 21:06, 21 gen 2017 (CET)

Modifica motore BMW S55Modifica

Riguardo alla tua modifica qui [1], a quanto ho potuto cercare e vedere io, il motore con l'iniezione ad acqua ha equipaggiato solo la versione m4 gts e non la M3 30 Jahre Edition, che quest'ultima, ha avuto un incremento di potenza a 450 grazie a una nuova gestione elettronica del motore e della centralina e a una modifica allo scarico. Non so se sia stato un "refuso" di inserimento nel paragrafo errato, comunque è già citata più sopra nell'ultima frase del paragrafo "Caratteristiche principali" che Tale variante era caratterizzata dalla potenza innalzata a 450 CV ed è stata montata sotto il cofano delle M3 Competition Pack e della M3 30th Jahre Edition. Volevo semplicemente segnalartelo e rimuovere le parti di testo da te aggiunte. --Interventista (msg) 22:55, 17 feb 2017 (CET)

MotoriModifica

Probabilmente è colpa mia che in questi giorni sono piuttosto stanco, ma non ho capito; guardando i tuoi contributi non ho trovato modifiche annullate, rollbackate o cancellate. Mi provi a dire esattamente quali sono le voci a cui ti riferisci? :-)

Ciao --Pil56 (msg) 08:34, 4 ago 2017 (CEST)

Solitamente quegli avvisi appaiono quando nella voce c'è un riferimento a una voce di wikipedia nella forma "http://www.wikipeda...." o similari, oppure potrebbe esserci il link a sé stessa (esempio nella voce "FIAT" ci fosse [[FIAT]]), per questo ti avvisa prima di salvare, chiedendoti di correggere quegli errori :-) Ciaooo --Pil56 (msg) 12:38, 4 ago 2017 (CEST)

Richiedi una borsa per la conferenza internazionale Wikimania!Modifica

 
Con questa iniziativa ricordiamo Cotton, tesoriere Wikimedia Italia e amministratore di Wikipedia in italiano

Ciao Luc106, ho visto che ti dai parecchio da fare da queste parti.

Ti segnalo che è possibile chiedere all'associazione Wikimedia Italia una borsa "Alessio Guidetti" per partecipare a Wikimania 2018. La scadenza è oggi, 18 marzo.

Wikimania è la conferenza internazionale annuale degli utenti dei progetti Wikimedia, compresa Wikipedia. Sarà il prossimo 18–22 luglio.

Vedi le informazioni su borse e modalità di richiesta. Controlla là per ulteriori aggiornamenti.

Puoi candidarti compilando un semplice modulo web, in cui indicare la tua partecipazione wiki e i tuoi interessi per il programma.

Questa è un'ottima occasione per poter partecipare a Wikimania anche quando non si fa dietro casa! :-)

In bocca al lupo, Giuseppe 13:55, 18 mar 2018 (CET)

oggettoModifica

Ciao Luc106. Ho visto che hai scritto o modificato alcune voci: grazie dei tuoi contributi. Ti ricordo solo di inserire l'oggetto della modifica, cioè un breve commento che descriva l'intervento da te apportato alla voce (ad esempio correggo errore, oppure aggiungo fonte) per aiutare gli altri utenti a comprendere il cambiamento apportato. Se la motivazione è lunga puoi scrivere nella pagina di discussione della voce stessa.

Ricordati che le rimozioni di testo non motivate vengono in genere annullate, riportando la voce alla revisione precedente.

Grazie dell'attenzione e buon lavoro!

anche perchè altrimenti, quando togli tutto quel materiale, rischi che per un equivoco qualcuno ti appioppi l'avviso di vandalismo ;).. --2.226.12.134 (msg) 15:27, 7 gen 2019 (CET)

Messaggio dal Progetto DesignModifica

Messaggio dal Progetto Design

Ciao Luc106,

nell'ambito del Progetto Design, al quale ti sei iscritto/a tempo fa come utente interessato/a, stiamo verificando il reale numero di utenti interessati. Ti pregherei pertanto di farci sapere se sei ancora interessato/a a partecipare.

Basta modificare questa pagina aggiungendo il tuo nominativo. Ti invito anche ad aggiungere il bar tematico agli osservati speciali.

Per qualunque domanda o suggerimento puoi lasciare una nota nel bar tematico del progetto o sulla mia pagina di discussione.

Grazie per la collaborazione.

--Pallanzmsg 15:08, 12 gen 2019 (CET)

Citroen C3Modifica

Gentile utente, siccome leggo con molta passione i suoi contributi in merito al settore auto le volevo chiedere se gentilmente (quando ha tempo) puo estendere la voce riguardo la nuova C3 e la nuova Insignia B essendo Lei molto competente in questo settore. La ringrazio.

Un grazie e un libro sulla conoscenza libera per teModifica

Gentile Luc106,

oggi ti scrivo a nome dell'associazione Wikimedia Italia per ringraziarti del tempo che hai dedicato ai progetti Wikimedia.

Come piccolo omaggio avremmo piacere di spedirti una copia (tutta in carta riciclata) del libro di Carlo Piana, Open source, software libero e altre libertà. Fornisci un recapito per ricevere una copia del libro.

Pochi giorni fa il mondo ha festeggiato la giornata dell'amore per il software libero, ma ogni giorno è buono per ricordare le garanzie delle licenze libere e le centinaia di migliaia di persone che si sono unite per costruire questo bene comune della conoscenza. Speriamo che questo libro ti sia utile per apprezzare quanto hai fatto e per trasmettere la passione della conoscenza libera a una persona a te vicina.

Se desideri una copia ma non puoi fornirci un indirizzo a cui spedirla, contatta la segreteria Wikimedia Italia e troviamo una soluzione insieme.

Grazie ancora e a presto,

Lorenzo Losa (msg) 19:16, 18 feb 2020 (CET)

Citroen Type CModifica

Ciao Si dà il caso che conosca molto bene il tema della Citroen 5 HP ;

Nel 2019 ho riscritto in francese la pagina di Wikipedia sulla Citroen Type C 5HP e l'ho fatta convalidare da Bernard Laurent, autore riconosciuto a livello internazionale di libri sulle vetture Citroen e in particolare di un recente libro di 160 pagine sulla 5HP. http://www.citroen-5hp-10hp.com/pages/citroundefinedn-5hp-1922-1926.html

Questa pagina di Wikipedia è stata tradotta e pubblicata in inglese, tedesco, spagnolo e olandese.

Nell'aprile 2020 ho sostituito la debole versione italiana con una traduzione della versione francese.

Questa versione è stata corretta e convalidata da un amico svizzero italiano e implementata nell'aprile 2020.

Mi ha dato molto fastidio notare che il 08/06/2020, senza alcun preavviso o discussione, l'intera pagina è stata riscritta da Luc106. I suoi commenti sono stati: "Voce rielaborata, rimosse parti ridondanti o imprecise, altre parti preesistenti sono state spostate, riscritte in un italiano più decente e inserite nei nuovi contesti descrittivi, inserita una nuova bibliografia, rimossi anche i template che descrivevano i difetti di questa voce, ma possono essere tranquillamente reinseriti se la voce non è ancora nei limiti della decenza".

Sono infastidito da questo comportamento molto scortese e anche perché la pagina ora è confusa e poco attraente.

Inoltre dimostra che l'autore non conosce realmente l'argomento quando scrive che inizialmente c'era il tipo C dell'estate 1922 ; poi sostituito dal tipo C2 nel settembre 1922, poi sostituito dal tipo C3 nell'ottobre 1924 . La realtà è descritta su www.citroen-5hp.ch, sito creato da Willy Schafroth, riconosciuto a livello internazionale come il migliore esperto di questo modello. Questa pagina sul modello T2 : http://www.citroen-5hp.ch/fr/mod/Modele_T2.htm spiega che la produzione è iniziata nel marzo 1922 sul tipo C2 (telaio a passo corto) nell'ottobre 1922, il cofano ha ottenuto 16 prese d'aria invece di 3 e un magnete invece di un distributore ancora sul tipo C2 ; in ottobre il tipo C2 è stato sostituito dal tipo C3 (telaio a passo lungo).

Non c'è stata una "nuova batteria da 60 AH"; ci sono stati due modelli di batteria ( n. 13651 e 13663 ) entrambi da 45 AH.

Inoltre, la scelta della foto in alto nella pagina " Una Type C del 1922 ( Rally BCN-Sitges 2014 (13521813763).jpg) "... è molto scarsa in quanto mostra un cattivo esempio di restauro con una vettura verniciata in un giallo-arancio molto aggressivo mentre la tonalità corretta era un giallo "pompelmo" pallido e le ruote sono verniciate di giallo mentre le ruote erano sempre verniciate di nero.

Saluti Migo47 --Migo47 (msg) 12:02, 2 lug 2020 (CEST)


Non mi sorprende la tua risposta. A causa della perdita degli archivi sui 5HP , molti errori sono stati detti e scritti negli anni '60 e '70 da molte persone, tra cui Rene Bellu .

Per me questo articolo sembra un casino; se ti piace, tienilo!

Peccato per i lettori italiani e per wikipedia!

Migo47 --Migo47 (msg) 15:58, 2 lug 2020 (CEST)

Ciao La mia versione in italiano del 20/05/2020 (copiata qui sotto) era strettamente simile alle altre versioni in francese, inglese, spagnolo, tedesco e olandese che sono ben accettate: https://fr.wikipedia.org/wiki/Citroën_Type_C_5HP https://en.wikipedia.org/wiki/Citroën_Type_C_5HP https://es.m.wikipedia.org/wiki/Citroën_Tipo_C https://de.wikipedia.org/wiki/Citroën_Typ_C https://nl.wikipedia.org/w/index.php?title=CITROEN_Type_C&oldid=56652461 Se ci fossero state anomalie di traduzione, cosa che è sempre possibile, avrei pensato che avreste gentilmente segnalato e mi avreste aiutato a correggerle invece di far saltare completamente il mio documento per sostituirlo con la vostra versione. Ma non è troppo tardi; Può mostrarmi, dalla versione che segue, le frasi scritte in italiano non corretto in modo che io le faccia correggere da uno scrittore italiano migliore? Allo stesso modo, può indicarmi le anomalie delle linee guida di Wikipedia? Cordiali saluti Migo47 Versione delle 09:36, 20 mag 2020 Questa voce o sezione sull'argomento automobili è ritenuta da controllare. Motivo: le ampie modifiche dell'ultimo mese non sempre hanno migliorato la voce, anche perché proveniente da traduzione non sempre accurata. Vari passaggi sono del tutto incomprensibili Partecipa alla discussione e/o correggi la voce. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Questa voce o sezione sull'argomento automobili non è ancora formattata secondo gli standard. Commento: la formattazione corretta che era presente è stata totalmente persa Contribuisci a migliorarla secondo le convenzioni di Wikipedia. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. Questa voce o sezione sull'argomento automobili è ritenuta da controllare. Motivo: le ampie modifiche dell'ultimo mese non sempre hanno migliorato la voce, anche perché proveniente da traduzione non sempre accurata. Vari passaggi sono del tutto incomprensibili Partecipa alla discussione e/o correggi la voce. Segui i suggerimenti del progetto di riferimento. La Citroën Tipo C è il secondo modello di automobile progettato e commercializzato da André Citroën, tra il 1922 e il 1926. Viene dopo il 10HP "Tipo A" (giugno 1919) che viene sostituito dal 10HP "B2" (giugno 1921)[con le date indicate l'affermazione non quadra].

Salone dell'auto di Parigi del 1921 La Citroën 5 HP Type C, più conosciuta come Citroën 5CV, è una piccola autovettura prodotta negli anni venti dalla Casa francese Citroën. Veniva prodotta anche a Milano, dalla Citroën Italiana, come modello Citroën 5 CV. La Citroën Tipo C è il secondo modello di automobile progettato e commercializzato da André Citroën, tra il 1922 e il 1926. Viene dopo il 10HP "Tipo A" (giugno 1919) che viene sostituito dal 10HP "B2" (giugno 1921)[con le date indicate l'affermazione non quadra]. Sono le prime auto europee prodotte in serie. Uno dei primi colori in cui è stato offerto è stato il giallo (un giallo pallido "Pompelmo"), che gli è valso il primo soprannome di "Limoncello". È anche soprannominato "Cul de Poule" per il suo "punto di gara" posteriore e "Trefle", per la sua versione Torpedo a tre posti con un layout a trifoglio. Il successo di questa carrozzeria varrà per tutti i modelli 5HP, l'applicazione impropria del soprannome "Trèfle " . Mentre il governo francese incoraggia le case automobilistiche a investire in ciclomotori attraverso incentivi fiscali, André Citroën preferisce rivolgersi alle auto di piccole dimensioni. La 5HP è la prima Citroën ad entrare nel segmento delle utilitarie, poi monopolizzata da Peugeot e Renault. Nonostante la sua somiglianza con il tipo A progettato da Jules Salomon, il 5HP era in realtà opera dell'ingegnere Edmond Moyet che, qualche mese prima, aveva prodotto un veicolo molto simile per Amilcar: il CC. Con i 5 CV, Citroën si definisce un marchio dedicato ai motori di serie. Quest'ultimo aspetto è sottolineato dal fatto che le sue auto possono essere acquistate anche a credito, un nuovo metodo per l'epoca, grazie a una società di credito al consumo fondata da André Citroën. Il genio di André Citroën è stato quello di promuovere questa vettura ad un pubblico femminile, cosa assolutamente inusuale per l'epoca. Infatti, tutto il materiale pubblicitario della 5HP rappresenta l'auto guidata da una giovane donna. Dopo un inizio lento nel 1922, il suo successo è stato tale che dal 1924 in poi ha rappresentato quasi la metà delle vendite. Il prezzo di vendita del siluro 5HP Torpedo nel 1922 era di 8 500 FRF, ossia circa il 60 % di quello del 10HP B2 (13 900 FRF). Il nome commerciale : "5HP" è diventato "5CV" nel 1925, quando il metodo di calcolo della potenza del motore è stato modificato: Horse Power (HP) da Horse Power (CV) ("ch." per potenza sviluppata, e "CV" per potenza fiscale). Tra il 1919 e il 1925 fu creata una rete di cinquemila agenti in tutto il mondo, e furono create filiali e concessionarie esclusive quasi ovunque: Giappone, Paesi Bassi, Svizzera, Danimarca, Nord Africa, Australia, Sud America, ecc. A partire dal 1925 furono create unità produttive in Spagna, Italia, Polonia, Algeria, Belgio e Inghilterra, per evitare le barriere doganali che in alcuni paesi imponevano tasse elevate sui prodotti importati (ad esempio i dazi Mac Kenna in Gran Bretagna). Le prime auto di produzione furono costruite nel marzo 1922. Il 5HP è disponibile solo in versione Torpedo a 2 posti, poi, all' inizio 1923, viene aggiunta una più lussuosa versione Cabriolet a 2 posti. Alla fine del 1923, una versione Torpedo a 3 posti e un furgone sono aggiunti Il 5HP è un modello di affidabilità e di frugalità rispetto alla concorrenza: è estremamente robusto, come dimostra "Bubsy", un Torpedo a 2 posti acquistato di seconda mano da due studenti, che nel 1925, in condizioni estreme e senza problemi meccanici, compirono un viaggio di 17.000 km in cinque mesi in giro per l'Australia.[2][3]

"Bubsy" torna a Sidney -Dec.1925 Purtroppo, anche se-il 5HP è un innegabile successo, non è sufficientemente redditizio. Per preparare la nascita del B14 tutto d'acciaio, André Citroën prese la decisione, contro il consenso generale, di terminare la produzione nel maggio 1926. Un modello "Tipo C.4" con un corpo "tutto d'acciaio" è stato comunque preso in considerazione, ma alla fine è stato abbandonato perché il prezzo di costo era troppo alto. La 5HP è oggi la tipica auto da collezione degli anni Venti. Il suo successo è dovuto al fatto che era già un grande successo commerciale a suo tempo e anche al fatto che è possibile ripristinarlo molto facilmente da pezzi d'epoca ancora numerosi e da rilavorazioni. Degli 83.000 5HP costruiti, molti sono stati convertiti in veicoli commerciali, trattori, ecc. Si stima che siano sopravvissute circa due o tremila auto (dal 3 al 4%). Tecnica Fonti[1] [4]

Controlli su Torpedo T2 1922...

... e su Cabriolet La piccola Citroën è in vantaggio rispetto alla concorrenza: è dotata di un motorino di avviamento elettrico e di fari elettrici, asset importanti per soddisfare la clientela femminile sensibile alla facilità di guida. Il peso a vuoto è di 543 kg (principalmente il motore, il cambio e l'asse posteriore). La velocità massima è di 60 km/h e il consumo di carburante è di 5 L per 100 km. I telai della 5HP vengono assemblati nella fabbrica di Levallois e l'assemblaggio finale viene effettuato a Javel. Sono disponibili versioni con guida a destra per la Francia (la domanda è ancora forte per questa modalità di guida) e anche per l'esportazione (Inghilterra, Commonwealth, La carrozzeria è costituita da una struttura in legno, sulla quale sono inchiodate le lamiere della carrozzeria. La 5HP sarà l'ultima Citroën con carrozzeria in composito (telaio in legno rivestito in lamiera). C'è solo una porta, sul lato passeggero, che si apre verso la parte anteriore. Le cerniere sono invisibili (tranne che per il cabriolet) e la deformazione del corpo viene assorbita da una serratura a doppio cono che impedisce alle porte di aprirsi inaspettatamente. Le vetture dei primi del 1922 hanno un cofano con tre fessure di ventilazione, sostituito da una versione a sedici fessure intorno al settembre 1922, e il frontale ha un'elegante griglia a forma di frangivento. Alla fine del 1922, per motivi tecnici di fabbricazione, il radiatore, allora con una trave saldata nella griglia del radiatore, fu costruito con una trave e una griglia del radiatore separate (nichelate). I primi stemmi Citroën sono a spina di pesce blu su base nichelata, poi i motivi sono invertiti Il motore con valvole laterali è un motore a 4 cilindri da 856 cc raffreddato a termosifone che sviluppa 11 CV. A partire dal 1° giugno 1925, il sistema di raffreddamento viene migliorato montando una ventola su tutti i modelli (in precedenza solo sui convertibili). Per le auto di consegna (VL) è stato utilizzato un carburatore Solex o Zenith.

motore - carburatore Solex

motore - magneto RB L'accensione inizialmente con batteria, bobina e spinterogeno viene sostituita intorno al marzo 1923 da un'accensione magnetica. Il motore è accoppiato ad un cambio a tre marce, non sincronizzato, più la retromarcia. Gli ingranaggi sono a taglio dritto (molto rumorosi), quindi il cambio tende a "cantare" in 1a e 2a marcia; il rumore viene annullato in 3a marcia (azionamento diretto). Il cambio è ancora più rumoroso se i pignoni sono usurati, ma anche quando il cuscinetto tra albero primario e secondario ha un gioco eccessivo. Quest'ultimo fa sì che l'ingranaggio primario sia eccentrico rispetto al 1°-2° riduttore e induce un gioco esagerato tra questi ingranaggi, che poi lavorano alla fine dei denti, con conseguente aumento del rumore e usura precoce. Come sulle auto moderne, il pedale dell'acceleratore si trova tra il pedale della frizione e il pedale del freno all'uscita del cambio. Non ci sono freni sulle ruote anteriori. Il freno a mano principale si trova sul cambio e controlla i due tamburi sulle ruote posteriori. La frenata non è il punto di forza dell'auto; bisogna saper anticipare e dosare l'azione dei due sistemi frenanti o si rischia di rompere l'albero di una ruota. Molti 5HP sono stati modificati per accoppiare il freno della trasmissione e i freni posteriori sul comando a pedale. Questa modifica è stata infine adottata in serie sugli ultimi modelli del 1926. Il telaio ha una forma trapezoidale. È rinforzata da traverse per evitare che le traverse longitudinali a U si deformino. La sospensione è costituita da quattro molle a balestra ellittiche a quarto invertito. Solo gli ammortizzatori a frizione sono montati in fabbrica nella parte posteriore della cabriolet dal 1925 in poi (più pesanti). Nell'autunno del 1923, il corto telaio di tipo C.2 viene allungato di 10 cm di tipo C3 (il passo aumenta a 2,35 m). È allungato da un collo d'oca chiuso da una traversa supplementare e ora sporge sull'asse posteriore. Ora sostiene la parte posteriore della carrozzeria finora a sbalzo. Su questo "lungo" telaio verranno costruite le vecchie carrozzerie Torpedo e Cabriolet, i nuovi Torpedo "a tre posti" e la Delivery Car. L'allungamento del telaio si nota dalla maggiore distanza tra la ruota di scorta e il parafango posteriore. Questo telaio è costruito senza modifiche fino alla fine della produzione. L'asse posteriore è del tipo "banjo". L'alloggiamento del differenziale può avere una forma tonda o ovale dal luglio 1925. Gli ingranaggi conici sono del tipo "chevron" Citroën. Un ingranaggio elicoidale, più facile da lavorare e più robusto, diventa disponibile come aftermarket a partire dal 1928. Il sistema di parabrezza Duvivier viene sostituito da un sistema Citroën simile sui modelli TL e T3-2 nel luglio 1925. Gli pneumatici a tallone 700x80 "Michelin con cordoncino" sono del tipo "ad alta pressione", cioè gonfiati a 4-5 bar, rendendo la guida difficile e il comfort scarso. Dal marzo 1924 furono sostituiti da pneumatici a tallone 715x115 "bassa pressione" gonfiati a 2,5 bar, prima offerti come optional e poi montati di serie nel mese di giugno. Successivamente, i cerchi cablati 11-12x45 apparvero nel 1927 per i pneumatici cablati a bassa pressione (da 1,5 a 1,75 bar) "Confort Bibendum" e furono comunemente montati in sostituzione degli pneumatici a tallone originali, su insistenza di Michelin. Poiché il livello di equipaggiamento a 5 CV è relativamente semplificato, molti rivenditori e produttori di accessori stanno approfittando dell'opportunità di offrire molteplici soluzioni per migliorare il comfort di guida o le prestazioni, come ad esempio: portabagagli, indicatore del carburante (O. S.), termometro dell'acqua (Boyer-Meter), tachimetro e orologio (Jaeger, O.S.), ammortizzatori (Houdaille, Repusseau), freni anteriori (Chicken, Acmos), miglioramenti del motore (Desprez Super-Cylinder Head, F. Crespelle Transformations, Ruby-Ricardo Cylinder Head). Modelli Fonti[5] Il Torpedo a 2 posti T2 e il Cabriolet a 2 posti 2 posti TL sono stati costruiti nel 1922-23 su un telaio corto (C2). Queste carrozzerie furono poi montate su un lungo telaio (C3) nell'ottobre 1923, insieme al furgone VL e al "Torpedo a 3 posti con sedile pieghevole" T3-1; questo fu sostituito nell'ottobre 1924 dal "Torpedo a 3 posti a trifoglio"T3-2. Torpedo a 2 posti (T2) Fonti[6]

C2 T2 Torpedo versione originale - Oct.1921

5HP C2 T2 Produzione: telaio corto (C2): da maggio 1922 a settembre 1923; telaio lungo (C3): da ottobre 1923 a primavera 1925. La "punta da corsa" posteriore conferisce al Torpedo un look sportivo. Assume anche il soprannome di "Cul de Poule". Colori del corpo: giallo (C2-1922/23), poi: rosso Bordeaux, blu Canon o marrone Avana (C3-1924/25). Il comodo sedile a due posti è rivestito in similpelle nera (C2), poi su (C3): rosso o nero per il rosso Bordeaux; nero per il blu Canon, marrone o nero per il colore Avana. Il pavimento è coperto da tappetini a spazzola neri. All'interno, ci sono due tasche portaoggetti nel rivestimento della porta e sul lato del conducente. La ruota di scorta è montata sul lato del conducente. Le cerniere delle porte sono invisibili. Nella parte posteriore dell'auto c'è un bagagliaio, accessibile dall'alto e chiuso con un coperchio. Ci sono due staffe per un tronco di 40 × 80 cm. Le tavole di scorrimento sono in alluminio, rinforzate con scanalature longitudinali. Sono neri, la parte superiore delle scanalature è lucidata. I parafanghi e il coperchio del telaio sono in lamiera verniciata a forno, sempre nera. I fari (ciotole nere, sportello dei fari nichelato) sono collegati da una barra regolabile in larghezza (nichelata). Il cruscotto in alluminio tappato è semplice e ha solo un amperometro, un interruttore di accensione dei fari. Il punto di cerniera del parabrezza mobile si trova nel terzo superiore del cruscotto. La cappotta a un asse realizzata in tessuto nero resistente all'acqua. I cerchi sono realizzati in legno di frassino curvato a forma di U. L'equipaggiamento per tutte le stagioni (tende laterali) è fornito di serie. Il punto di cerniera del parabrezza regolabile è stato posizionato in cima ai montanti. Il raffreddamento viene migliorato nel giugno 1925 da un ventilatore. I parafanghi a profilo piatto, noti come "parafanghi piatti", vengono sostituiti dal febbraio 1925 da " parafanghi tondi". Torpedo a 3 posti " a Strapontin" (T3-1) Fonti[7] Produzione telaio lungo (C3): dall'ottobre 1923 alla fine del 1924.

C3 Torpedo T3-1

C3 T3-1 Torpedo "a Strapontin" - Catalog 1923 La carrozzeria ha una parte posteriore arrotondata e si allarga per essere più spaziosa. La ruota di scorta si trova sul lato del conducente della carrozzeria. Un piccolo baule si trova dietro il sedile del conducente. E' accessibile dall'alto e chiuso con un coperchio. Il sedile del conducente è fisso. Il sedile del passeggero è montato su due guide cilindriche e può essere spostato avanti e indietro. Nella parte anteriore, sotto il cruscotto c'è un sedile pieghevole che si può aprire quando il sedile del passeggero è in posizione retratta. Colori del corpo: rosso Bordeaux, blu Canone, marrone Avana. Alcuni rari corpi sono stati dipinti in verde muschio. Colore dei sedili in similpelle: rosso o nero per il rosso Bordeaux; nero per il blu Canon, marrone o nero per l'Avana. Il punto di cerniera del parabrezza regolabile è posto nella parte inferiore dei pilastri. Il pavimento è coperto da tappetini a spazzola neri. All'interno, ci sono due tasche portaoggetti nel rivestimento della porta e sul lato del conducente. Questo modello ha una distribuzione limitata (solo 8.000 unità) perché i clienti non apprezzano il comfort del sedile pieghevole e saranno erroneamente chiamati "Falso Trifoglio" dai collezionisti in seguito. Torpedo a 3 posti - trifoglio " Trefle " (T3-2) Fonti[8] Produzione: telaio lungo (C3): dall'inizio del 1925 al giugno 1926. Questo modello sostituisce il T3-1.

C3 T3-2 Torpedo "Trefle"

C3 T3-2 - Catalog 1924 La porta è ingrandita di 12 cm rispetto ai modelli T2 e T3-1. I suoi tre sedili sono disposti a "quadrifoglio", da cui il nome "Torpedo Cloverleaf". Nella parte anteriore ci sono due sedili singoli, il terzo è posizionato nella parte posteriore al centro. Un passaggio tra i sedili anteriori consente l'accesso al sedile posteriore. Due piccoli bauli sono posizionati a destra e a sinistra del sedile posteriore. Sono accessibili dall'alto e chiusi con coperchi. Colori del corpo: beige scuro poi (dicembre 1924): rosso Bordeaux, blu Canon, marrone Avana. Colore dei sedili in similpelle: rosso o nero per il rosso Bordeaux; nero per il blu Canon, marrone o nero per l'Avana. Il punto di cerniera del parabrezza regolabile si trova nella parte inferiore dei montanti. Il pavimento è coperto da tappetini a spazzola neri. All'interno, ci sono due tasche portaoggetti nel rivestimento della porta e sul lato del conducente. La ruota di scorta è montata nella parte posteriore. Convertibile - "Cabriolet" (TL) Fonti[9] Produzione: telaio corto (C2): da marzo 1923 a settembre 1923; telaio lungo (C3): da ottobre 1923 a giugno 1926. Il cabriolet è una versione più lussuosa e confortevole del Torpedo

C3 Cabriolet TL - Catalog 1924 Il posteriore è identico al Torpédo a 2 posti. Colori del corpo: giallo o L'Avana (C2-inizio 1923), poi: rosso Bordeaux, blu Canonico o L'Avana (C3-1924/25). Colore dei sedili in similpelle: rosso o nero per il rosso Bordeaux; nero per il blu Canon, marrone o nero per l'Avana. La cappotta racchiude ermeticamente la carrozzeria; è realizzato in similpelle nera con cerchi in metallo. All'interno, un tessuto raddoppia la cappotta, che può essere aperta o chiusa dall'interno. Su telaio lungo, la capote è disponibile in similpelle rossa, marrone o nera. Il pavimento è coperto da tappetini a spazzola neri. All'interno ci sono due tasche portaoggetti nel rivestimento della porta e sul lato del conducente. Sul telaio corto, l'apertura del bagagliaio è più grande rispetto al modello T2; questo non permette di montare lo sportello del bagagliaio; il telaio lungo ritornerà all'apertura piccola. All'interno, dietro i sedili, un portello chiuso da un coperchio dà accesso al baule. All'esterno è montata una maniglia a T. Le cerniere sono visibili. Una comoda panca offre spazio sufficiente per due persone. Le prime cabriolet hanno il sedile della panchina leggermente arretrato sul lato passeggero. Sul telaio corto, il cruscotto è in alluminio tappato. Sul telaio longo è sostituito da una tavola di mogano verniciato con fregi intarsiati in legno che prosegue sulle strisce sotto le finestre. I due finestrini laterali scendono all'interno della porta e sono azionati da una cinghia come sulle carrozze ferroviarie dell'epoca. Queste finestre possono anche essere in posizione alta anche quando la cappotta è aperta. Sono attaccati al parabrezza. Il parabrezza è in due parti con la parte superiore che si apre in avanti. Dal 1925 in poi, gli ammortizzatori a frizione furono posizionati sull'asse posteriore. Vehicule de Livraison ( furgone) (VL) Fonti[10] Produzione: Telaio lungo (C3): dall'inizio del 1924 all'attuale 1925.

C3 VL • Il carico utile del veicolo è di 125 kg. Le dimensioni interne della parte di utilità sono di 750 mm di lunghezza, 1.070 mm di larghezza e 1.070 mm di altezza. • L'auto ha due sedili in similpelle separati. Il sedile del conducente è fisso, il sedile del passeggero può essere rimosso. • Il tetto è un tetto monoblocco con struttura in legno rivestito in similpelle. • Il pavimento è coperto da un tappetino di gomma. • All'interno, ci sono due tasche portaoggetti nel rivestimento della porta e sul lato del conducente. • Il cruscotto è realizzato in lamiera laccata nera. • I corrimano sono in alluminio verniciato nero. • Il parabrezza è in due parti, la parte superiore si apre in avanti. • La sezione di utilità sul retro è dotata di due porte a cerniera. • Nella paratia anteriore è presente una porta scorrevole, che può trasportare carichi fino a 1.500 mm di lunghezza. • Il veicolo ha una sola porta sul lato non guidatore che si apre in avanti. • Tende di tela impermeabili sono montate su entrambi i lati. Sul lato della porta, la tenda si apre con la porta. • Il parabrezza era in due parti, la parte superiore delle quali si apriva. • Colore del corpo : Avana. • Sedili: finta pelle nera.

Migo47--78.146.180.59 (msg) 10:20, 3 lug 2020 (CEST)


      1. Hello

Migo 47 Sono contento di vedere questi cambiamenti; anche se credo che la versione precedente fosse più adatta;

Troverete qui di seguito alcuni commenti ;


1- « La Citroën 5HP Type C, più conosciuta come Citroën 5CV » Commento: " La Citroën 5HP tipo C, meglio conosciuta come Citroën 5HP o 5CV".

2- « La genesi della Type C ha luogo nell'immediato dopoguerra, quando l'Europa intera versa in uno stato didastroso, specialmente sul piano economico, dove una spietata inflazione tagliava il valore del denaro e rendeva vani investimenti di qualunque genere. Ciò valse per la popolazione in generale, che non si trovava nella possibilità di risparmiare, sia per l'apparato industriale, non in grado di programmare investimenti, dal momento che da un giorno all'altro le cifre necessarie per tali investimenti crescevano incontrollabilmente. » Commento: questa frase è pesante e troppo lunga ; dovrebbe essere abbreviata. 3- « Anche in Francia la situazione si rivelò molto delicata: solo costruttori particolrmente moderni nell'approccio produttivo potevano sperare di affrontare la crisi finanziaria con il minimo dei danni. » Commento: Questo sembra significare che André Citroën stava affrontando la crisi finanziaria grazie al suo approccio produttivo; infatti, AC voleva massimizzare la sua produzione e non era un grande finanziere, per questo è andato in bancarotta.

4- « Per questo, mentre il governo francese incoraggia le case automobilistiche a investire in ciclomotori attraverso incentivi fiscali,… « 

Commento: Non ciclomotori, ma autocicli.

5- »A questo progetto partecipò anche Edmond Moyet, giunto alla casa di quai de Javel dopo una significativa esperienza alla Amilcar, dove aveva progettato e realizzato la piccola CC. Si trattava quindi di un personaggio dalla significativa esperienza in tema di vetture popolari e autocycli » Commento: In realtà, Edmont Moyet aveva lavorato con Jules Salomon a Le Zebre, dove costruivano piccole auto. Nel 1917, entrambi furono assunti da André Citroën e lavorarono alla costruzione della Citroën Tipo A. Nel 1921, mentre lavorava per la Citroën al progetto di tipo C, Edmont Moyet progettò privatamente un progetto di autociclo che riuscì a vendere ad Amilcar, che divenne l'Amilcar CC che fu presentato al Salon de l'Auto nell'ottobre 1921 insieme alla Citroën C Type, molto simile ma una piccola auto, non un'autociclo. Moyet ha soggiornato con Citroën. In conclusione, Edmont Moyet ha avuto una significativa esperienza con le auto popolari e le autocicli, soprattutto alla Zebre; la sua esperienza con Amilcar si è limitata a vendere il suo progetto di autociclo.


6- « e gravitante nell'orbita della casa del "double chevron". « 

Commento: Frase non necessaria


7- « Il successo che arrise alla vettura fu tale che intorno a questa vettura fiorì un commercio di accessori aftermarket … « 

Commento: Il successo degli accessori aftermarket non è stato particolare per la Citroen di tipo C ;Tutti i tipi di accessori sono stati prodotti da molti produttori per tutti i tipi di auto.

8- « Nel frattempo, si arricchì la gamma colori, cosicché alla sola tinta gialla presente fino a quel momento si aggiunsero altri colori molto vivaci, come il verde, il celeste e il rosso. « 

Commento: Il verde non era brillante, ma aveva il colore del muschio; il "canone" blu era scuro e il rosso era rosso scuro "Bordeaux". Infatti dopo il Giallo,( che non era brillante come il limone ma pallido come un pompelmo, ) i gusti sono cambiati, come spiega l'esperto Willy Schafrothh : «  "L'epoca dei colori brillanti e vivaci del decennio precedente si è conclusa nei primi anni Venti. Dopo la fine del periodo, la tendenza è verso i due rami. Alla Citroën 5HP anche i colori sono stati cambiati a l' avana, rosso Bordeaux e blu scuro. L'avana era un colore molto popolare, perché la polvere delle strade non era molto visibile. ». ( http://www.citroen-5hp.ch/fr/res/Res_top.html )

9- ( T3-1) «  ossia una torpedo a tre posti, un sedile davanti per il conducente, uno per il passeggero anteriore, ma disallineato rispetto al primo, ed uno strapuntino di fortuna ricavato posteriormente, quasi a fianco dello schienale del sedile passeggero. » Commento Frase errata ; Correzione : …. un sedile per il passeggero anteriore è montato su binari e può essere spostato all'indietro, lasciando spazio per un sedile pieghevole altrimenti piegato sotto il cruscotto.

10- « Nei primi mesi del 1924 si ebbe inoltre l'arrivo di una versione furgonetta denominata "VL" (Voiture de Livraison, vettura per consegne in francese), caratterizzata da una portata massima di 125 kg. »

Commento: La VL fu lanciata nel 1923 ottobre in concomitanza con gli altri modelli su telaio C3: T2, T3-1 e TL

11- «  Su tutte le Type C3, poi, venne migliorato il sistema di raffreddamento grazie all'adozione di una ventola, fino a quel momento assente, venne migliorato il comparto sospensioni, con balestre rinforzate davanti

Commento : Non c'erano balestre rinforzate nella parte anteriore; Sul telaio della C2 c'erano 5 balestre all'anteriore e 6 al posteriore ;Sul telaio C3 , c'erano 7 foglie all'anteriore e 8 al posteriore.

12- e ammortizzatori a frizione dietro, dove fece la sua comparsa

Gli ammortizzatori a frizione sul retro sono stati montati su tutte le Cabriolet C2 e C3 (sia parallele che trasversali all'asse posteriore) Non vi è alcuna registrazione che gli ammortizzatori siano stati montati sul T2, T3 o VL

13- «  ... anche un ponte tipo banjo. »

Commento : Tutti gli assi posteriori della Citroen di tipo C erano del tipo a banjo (al contrario del tipo «  tromba » come nella Citroen A).

14- «  e la sigla C4 sarebbe stata utilizzata per un altro modello della Casa francese, ma di fascia decisamente più alta. » Frase non necessaria; In realtà "C4" e "C6" erano i nomi colloquiali dei modelli "AC4" e "AC6"; Quindi non c'è alcun legame tra il "progetto C4 5HP" e il "AC4" del 1928, successore del B14. 15- «  ( T2) . …L'incernieratura del parabrezza regolabile è posta nella parte inferiore dei montanti « 

Commento : No ! ; sul Torpedo T2 , il parabrezza è articolato nella terza sezione superiore Su Torpedo T3-1 e T3-2 , il parabrezza è articolato nella parte inferiore dei pilastri Sul TL e VL il parabrezza è in due parti; la parte superiore si apre verso la parte anteriore.

16- «  ( T3-1La parte posteriore della carrozzeria è più larga ed arrotondata per essere più spaziosa, ed anche in questo caso era presente un bagagliaio, che all'occorrenza funge anche da strapuntino per dare posto ad un terzo occupante »

Commento : No! non c'era " un bagagliaio, che all'occorrenza funge anche da strapuntino per dare posto ad un terzo occupante ". C’era un bagagliaio, accessibile dall'alto e chiuso da un coperchio situato dietro il guidatore ( vedi foto). Il sedile pieghevole quando non viene utilizzato è piegato sotto il cruscotto 17- “ Unico colore disponibile: narrone Avana » Commento : "marrone".

18- Fotografie in cima alla pagina : Rally BCN-Sitges 2014 (13521813763).jpg / Una Type C del 1922 Commento: Questa foto è un cattivo esempio di restauro perché il colore giallo è molto luminoso invece di essere pallido come un pompelmo; inoltre le ruote dipinte di giallo invece che di nero sono un esempio di cattivo gusto. Grazie se rimettete il famoso dipinto al suo posto: «  5HP-T2-Citroenette.jpg / 5HP Torpedo T2 & Citroënette » che è un'opera storica del fotografo ufficiale della Citroen Pierre Louys; rappresenta due generazioni di Citroenisti al volante dei loro 5 CV. Inoltre, la foto del trifoglio blu « CSC 0276 modifié-1.jpg «  dovrebbe essere sostituita dalla foto storica della presentazione del 5HP al Salone dell'Auto del 1921 : «  B - 5HP T2 21-1gr.jpg / Oct.1921 Paris salon de l' Auto »

Cordiali saluti

Migo 47

--Migo47 (msg) 11:42, 16 lug 2020 (CEST)