Apri il menu principale

Dmitrij Fomin

pallavolista e dirigente sportivo russo
Dmitrij Fomin
Nazionalità Unione Sovietica Unione Sovietica
Ucraina Ucraina (dal 1991)
Russia Russia (dal 1991)
Altezza 200 cm
Peso 97 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Opposto
Ritirato 2006 - giocatore
2012 - allenatore
Carriera
Squadre di club
1986-1989Lokomotiv Kiev
1989-1992CSKA Mosca
1992-1996Porto Ravenna
1996-2002Treviso
2002-2003Toray Arrows
2003-2006Dinamo-Tattransgaz
Nazionale
1989-1991 Unione Sovietica Unione Sovietica
1992 CSI CSI
1993-1998 Russia Russia 119 pres.
Carriera da allenatore
2006-2007Dinamo Mosca
2007-2009CSKA Mosca
2009-2011Kuzbass
2011-2012Enisej-Dorožnik
Palmarès
Unione Sovietica Unione Sovietica
Transparent.png Campionato europeo
Oro Germania 1991
Transparent.png World League
Bronzo Milano 1991
Transparent.png Coppa del Mondo
Oro Giappone 1991
Russia Russia
Transparent.png Campionato europeo
Bronzo Finlandia 1993
Transparent.png World League
Argento San Paolo 1993
Bronzo Rotterdam 1996
Bronzo Mosca 1997
Statistiche aggiornate al 17 febbraio 2017

Dmitrij Aleksandrovič Fomin (in russo: Дми́трий Алекса́ндрович Фоми́н?; Sebastopoli, 21 gennaio 1968) è un ex pallavolista, allenatore di pallavolo e dirigente sportivo sovietico, dal 1991 russo.

Giocava nel ruolo di opposto.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Appena diciottenne esordisce nel Lokomotiv Kiev, squadra della sua nazione, allora facente parte dell'Unione Sovietica. Dal 1989 al 1992 gioca nelle file della squadra dell'esercito, il CSKA Mosca, vincendo 2 campionati sovietici e una Supercoppa europea.

Arriva in Italia alla fine del 1992, ingaggiato dal Porto Ravenna Volley, dove resterà per quattro anni, vincendo 2 Coppe dei Campioni e una Supercoppa europea.

Dopo il fallimento del Gruppo Ferruzzi la squadra ravennate si indebolisce, con il risultato che, nel 1996, passa alla Sisley Treviso, una tra le due squadre più forti del panorama pallavolistico italiano del tempo. A Treviso resta fino al 2002, vincendo 3 Campionati italiani, 1 Coppa Italia, 3 Supercoppe italiane, 2 Coppe dei Campioni, 1 Coppa CEV e una Supercoppa europea.

Nel 2002 passa una stagione in Giappone, nelle file del Toray Arrows. Gli ultimi anni della sua carriera li trascorre in Russia, alla Dinamo-Tattransgaz, con cui vince una Coppa di Russia.

A causa degli avvenimenti succeduti al collasso dell'Unione Sovietica la sua avventura in nazionale lo vede vestire maglie diverse: prima quella dell'URSS, con cui vince un Campionato europeo e una Coppa del Mondo, poi della CSI ed infine della Russia, nonostante le sue origini ucraine.

Si ritira nel 2006.

AllenatoreModifica

Inizia allenando per una sola stagione la squadra femminile della Dinamo Mosca nel 2006. L'anno successivo passa alla squadra maschile del CSKA Mosca, dove allenerà per 2 stagioni, coprendo anche il ruolo di direttore generale del club. Dal 2009 allena per due stagioni il Kuzbass. Nel 2011 allena per una stagione Enisej-Dorožnik.

DirigenteModifica

Nel 2015 viene nominato direttore generale del Gubernija e, in seguito al fallimento di quest'ultimo, del neonato club dell'ASK.

PalmarèsModifica

Collegamenti esterniModifica