Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Dobutamina
(±)-Dobutamine Enantiomers Struct. Formulae.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC18H23NO3
Massa molecolare (u)301.38 g/mol
Numero CAS34368-04-2
Codice ATCC01CA07
PubChem36811
DrugBankDB00841
SMILES
CC(CCC1=CC=C(C=C1)O)NCCC2=CC(=C(C=C2)O)O
Dati farmacocinetici
Emivita2 minuti
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante
attenzione
Frasi H302 - 312 - 332 - 361
Consigli P280 [1]

La dobutamina appartiene al gruppo terapeutico dei cardiovascolari analettici centrali.

La dobutamina è una catecolamina sintetica, β 1 agonista selettiva.[2] È un isomero della ractopamina, da cui differisce per la posizione di un gruppo ossidrile e per l'essere rapidamente metabolizzata dalla catecol-O-metiltrasferasi.

La dobutamina viene somministrata come miscela racemica costituita da entrambi (+) e (-) gli enantiomeri. L'isomero ottico (+) è un potente β 1 agonista e α 1 antagonista; mentre l'isomero (-) è un agonista α 1. La somministrazione del racemo (±) produce un complessivo β 1 agonismo responsabile della principale attività farmacologica. Il racemo di dobutamina ha anche lieve attività agonista β 2, che lo rende utile come vasodilatatore. [3]

Indice

IndicazioniModifica

È indicata nel supporto inotropo in svariate situazioni in cui vi sia un deficit di forza da parte del miocardio come nelle cardiomiopatie, nello shock settico e nello shock cardiogeno. Viene utilizzata nello shock anafilattico, scaturito dalla produzione di bradichinina e istamina, favorendo in questi casi la ripresa pressoria. Trova applicazione anche in anestesiologia, per prolungare la durata dell'anestesia locale riducendo l'assorbimento (e quindi l'allontanamento) dell'anestetico dalla zona di iniezione. La dobutamina può essere usata anche per il test di stress cardiaco, nei casi in cui il test di stress da sforzo non è fattibile.[4][5][6]

Proprietà farmacodinamicheModifica

È uno stimolante cardiaco con effetto simpatico mimetico inotropo, agisce legandosi ai recettori ß1 del muscolo cardiaco e aumentando la contrattilità, con scarsi effetti sulla frequenza.

Effetti indesideratiModifica

Tachicardia e aumento marcato della pressione arteriosa sistolica sono indice di sovradosaggio.

La dobutamina facilita la conduzione atrio ventricolare, rendendo i pazienti con fibrillazione atriale a rischio di marcati aumenti delle frequenze di risposta ventricolare; in questi casi si dovrebbe digitalizzare il soggetto prima della somministrazione.

Come per gli altri farmaci inotropi, può determinare un aumento della dimensione di un infarto miocardico a causa di una maggiore richiesta di ossigeno da parte del cuore.[6][5][4]

NoteModifica

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. dell'11.10.2012, riferita al cloridrato
  2. ^ Università di Ferrara: Agonisti e antagonisti noradrenergici (PDF), su unife.it.
  3. ^ (EN) Dobutamine, in Deranged Physiology, 17 giugno 2015. URL consultato il 3 giugno 2018.
  4. ^ a b Principio Attivo | Dobutamina | Banca Dati Farmaci dell'AIFA, su farmaci.agenziafarmaco.gov.it. URL consultato il 3 giugno 2018.
  5. ^ a b (EN) Dobutamine Hydrochloride Monograph for Professionals - Drugs.com, in Drugs.com. URL consultato il 3 giugno 2018.
  6. ^ a b (EN) Dobutamine Uses, Side Effects & Warnings - Drugs.com, in Drugs.com. URL consultato il 3 giugno 2018.

Altri progettiModifica