Apri il menu principale

Domenico Formato

attore italiano
Domenico Formato nei panni del dodicenne M.O.V.M. Gennarino Capuozzo nel film Le quattro giornate di Napoli di Nanni Loy del 1962

Domenico Formato (Apollosa, 16 agosto 1949) è un attore italiano, noto come attore bambino per la sua interpretazione nel film Le quattro giornate di Napoli (1962) di Nanni Loy.

BiografiaModifica

 
Domenico Formato, nei panni di Gennarino Capuozzo, lancia una bomba a mano contro i carri armati nazisti, pochi attimi prima di essere colpito a morte, nel film Le quattro giornate di Napoli.

Dopo essere rimasto orfano di padre all'età di 4 anni, Domenico Formato andò in convitto presso il Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni.

Durante una gita scolastica a Paestum, nella primavera del 1962, ci fu il primo incontro tra il tredicenne Domenico Formato e il regista Nanni Loy, che stava iniziando il casting per il suo film Le quattro giornate di Napoli. Il casting proseguì presso il Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, da 300 ragazzi rimasero solo in 3 per il ruolo che doveva impersonificare il dodicenne M.O.V.M.[1] Gennarino Capuozzo, protagonista del film e a cui il film era dedicato. La scelta ricadde su Domenico Formato, anche per i consigli dati al regista Nanni Loy da parte di Regina Bianchi, che doveva impersonificare Concetta Capuozzo, la mamma di Gennarino. Il contratto, per 65 milioni di Lire, tra Domenico Formato e la Casa di produzione cinematografica Titanus fu stipulato direttamente dal direttore del Villaggio dei Ragazzi, don Salvatore D'Angelo, senza interpellare la famiglia del ragazzo, che non ricevette nulla per il contratto e fu ricompensata poi direttamente da Nanni Loy con 15 milioni di Lire. Le riprese del film durarono sei mesi, dall'estate del 1962 all'inizio del 1963 e la "prima" fu presso il Teatro San Carlo di Napoli nel maggio 1963.

 
Fotogramma del cortometraggio "España", prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, della regista spagnola Helena Lumbreras, realizzato nel 1964. Il bambino di spalle vestito di chiaro sulla estrema sinistra è il protagonista del cortometraggio: Domenico Formato, che fu anche il protagonista, Gennaro Capuozzo, nel film "Le quattro giornate di Napoli" (1962) del regista Nanni Loy.

Finito quel periodo, nel 1964, Domenico Formato, partecipa come protagonista in un cortometraggio (della durata di 5 minuti) spagnolo, España[2],prodotto dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, della regista Helena Lumbreras (Cuenca, 1935 - Barcellona, 1995), pioniera del cinema documentario in Spagna, il cortometraggio fu realizzato come esame finale per la laurea specialistica in regia. Il cortometraggio è la storia di un bambino di una scuola rurale spagnola, che si ribella contro le falsità che sostengono i discorsi ufficiali e l'educazione franchisti; è composto da due parti: un discorso ufficiale di un maestro, che offre un ritratto di una Spagna di passato glorioso e futuro prospero e un discorso malinconico, che offre un ritratto scoraggiato di una Spagna avvilita dalla guerra e vista come perduta dall'esilio.

Domenico Formato, chiuse la sua carriera cinematografica, e ritornato a convitto consegue il diploma di elettrotecnico. Dopo piccoli lavori si arruola nella Marina Militare, dislocato tra le Basi Navali di La Spezia e Taranto, congedandosi dopo 6 anni col grado di Sergente. Agente di commercio nel settore edile prima, impiegato nell'Azienda di Stato per i Servizi Telefonici a Napoli poi, fino al dicembre 1993, da quella data Collaboratore Scolastico presso l'Istituto di Istruzione Superiore Secondaria "Galileo GalileiMario Vetrone" di Benevento[3] fino alla pensione nell'ottobre 2015[4][5].

Nel giugno 2015, Domenico Formato, viene ricontattato da Arnaldo Delehaye (Napoli, 1940), per entrare a far parte del cast del film Bruciate Napoli, presentato al P.A.N. – Palazzo delle Arti di Napoli il 30 settembre 2015, girato a dicembre 2015 e presentato in sala il 15 febbraio 2016, film sulla storia di una famiglia napoletana durante le Quattro giornate di Napoli. Domenico Formato ha il ruolo di un combattente di nome Cazzillo[6].

FilmografiaModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica