Apri il menu principale

Domenico Quattrociocchi (Bagheria, 24 maggio 187218 aprile 1941) è stato un pittore italiano.

BiografiaModifica

Nasce a Bagheria (PA) nel 1872; si trasferisce a Roma nel secondo decennio del 900 e per vent'anni anni lavora nel suo studio fino alla morte che lo raggiunge il 18 aprile del 1941.

I suoi maestri sono stati i pittori siciliani Francesco Lojacono e Salvatore Marchesi.

Dopo il suo trasferimento a Roma nel 1905 espone all'Esposizione Internazionale di Palazzo delle Belle Arti di Roma.

Nel 1906 partecipa all'esposizione degli Artisti di Milano. Durante questo periodo il maestro incrementa la sua produzione di paesaggi, riferiti soprattutto alle vie e piazze di Roma per continuare la sua opera fino agli anni quaranta.

Nel 1908 un suo quadro la quiete viene acquistato dal Ministero della Pubblica Istruzione per poi essere sistemato nelle sale della Galleria d'Arte Moderna di Roma. Nel 1909 partecipa alla biennale di Venezia. Continua la sua opera artistica fino all'inizio della Seconda guerra mondiale. Una sua opera è conservata al Museo di Roma. Molti suoi bei quadri, in un'apposita saletta, sono visibili nella Villa Cattolica di Bagheria, donati dalla figliola Emma. Nel parco che circonda l'imponente e affascinante costruzione si trova l'arca che contiene le spoglie di Renato Guttuso, tutta in marmo azzurro chiaro.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN122757073 · ISNI (EN0000 0000 8506 0133 · BNF (FRcb16950596t (data) · WorldCat Identities (EN122757073