Apri il menu principale
Domingo Polou
arcivescovo della Chiesa cattolica
Damiano Polou (arcivescovo 1727-1756).jpg
Scuola meridionale, 1750, Arcivescovo Damiano Polou, Cattedrale di Reggio Calabria, Aula Capitolare.
Template-Metropolitan Archbishop.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo metropolita di Reggio Calabria (1727-1756)
 
Nato6 luglio 1679 a Gandia
Ordinato presbitero13 giugno 1721
Nominato arcivescovo25 giugno 1727 da papa Benedetto XIII
Consacrato arcivescovo30 giugno 1727 da papa Benedetto XIII
Deceduto4 maggio 1756 (76 anni) a Reggio Calabria
 

Domingo Polou, italianizzato Damiano (Gandia, 6 luglio 1679Reggio Calabria, 4 maggio 1756) è stato un arcivescovo cattolico spagnolo.

BiografiaModifica

Dopo gli studi, conseguì la laurea in diritto civile e canonico e svolse diversi incarichi in Spagna: fu professore presso le università di Valencia e Salamanca.[1]

Ordinato sacerdote del 1721, nel 1727 fu nominato e consacrato arcivescovo metropolita di Reggio Calabria da papa Benedetto XIII. Riaprì il seminario diocesano che era rimasto chiuso dopo la morte di mons. Ibáñez y Villanueva. Ottenne per il capitolo della cattedrale che i canonici potessero usare mitra e cappa magna, come già avveniva per il capitolo di Messina. Curò le rendite dell'arcidiocesi, a cui diede floridezza economica e destinò al soccorso dei bisognosi parte delle entrate.[2]

Nel 1730 e nel 1751 celebrò il primo e il secondo sinodo diocesano per la Chiesa reggina, che diede alle stampe rispettivamente nel 1730 e nel 1755.[3][4]

Morì il 4 maggio 1756.

Genealogia episcopaleModifica

NoteModifica

  1. ^ Tommaso Vitriolo, Cenni storici sulla sacra effige di nostra Donna della Consolazione protettrice della città di Reggio dell'avvocato Tommaso Vitriolo, tipografia di Niccola Vanspandoch e c., 1840. URL consultato il 1º giugno 2019.
  2. ^ Domenico Spanò Bolani, Storia di Reggio Calabria, vol. II, Napoli, 1857, p. 249
  3. ^ (LA) Prima synodus dioecesana, Neapoli, 1730
  4. ^ (LA) Secunda synodus dioecesana, Neapoli, 1755

Collegamenti esterniModifica