Dominik Dijakovic

wrestler statunitense
T-Bar
Chris Dijak Axxess 2018 crop.jpg
Dominik Dijakovic nell'aprile del 2018
NomeChristophe James Dijak
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Luogo nascitaLeominster, Massachusetts
23 aprile 1987 (34 anni)
Ring nameChris Dijak
Christopher Dijak
Dijak
Donovan Dijak
Dominik Dijakovic
T-Bar
Altezza dichiarata201 cm
Peso dichiarato120 kg
AllenatoreBrian Fury
Debutto2013
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

Dominik Dijakovic, pseudonimo di Christopher James Dijak (Leominster, 23 aprile 1987), è un wrestler statunitense sotto contratto con la WWE, dove lotta nel roster di Raw con il ringname T-Bar.

StoriaModifica

Dijak è cresciuto a Lunenburg, nel Massachusetts, ed è stato un eccezionale atleta della Lunenburg High School. Dijak eccelleva nello specifico nel football, poiché era stato reclutato da molti dei migliori programmi di football del New England Area College. Dijak è stato nominato Atleta dell'anno 2005 della Sentinel & Enterprise Male Scholar, una selezione della Central Massachusett Shriners, ed è stato nominato capitano e selezionato come MVP della squadra durante la sua stagione da senior. Alla fine, Dijak ha accettato una borsa di studio per giocare a football del college per gli UMass Minutemen.

CarrieraModifica

Ring of Honor (2014–2017)Modifica

Dijak ha fatto il suo debutto in Ring of Honor il 27 luglio 2014 a Future of Honor 2, prima sconfiggendo Stokely Hathaway e poi sconfiggendo Moose. Dijak ha vinto il Top Prospect Tournament 2015, sconfiggendo Will Ferrara nella finale. Questa vittoria gli ha permesso di affrontare Jay Lethal per il ROH World Television Championship. Tuttavia, ha rifiutato di cogliere questa opportunità e si è unito a The House of Truth di Truth Martini. Il suo primo incontro come membro della House of Truth ha avuto luogo il 7 marzo, in coppia con J. Diesel e battendo i Brutal Burgers (Bob Evans e Cheeseburger). Il 19 giugno, al Best in the World 2015, ha lottato contro Mark Briscoe perdendo. È riuscito a vincere la sfida successiva in pay-per-view contro Takaaki Watanabe a Death Before Dishonor XIII. Il 19 dicembre (in onda il 13 gennaio 2016), è stato bandito dalla stabile di Truth Martini, che inizialmente ha cambiato volto. Alle registrazioni della ROH TV del 27 febbraio, Dijak uscì con Prince Nana e attaccò Truth Martini. Dijak ha annunciato di aver lasciato la ROH via Twitter il 12 febbraio 2017.

Chaotic Wrestling (2014–2015)Modifica

Dijak ha anche lottato nella Chaotic Wrestling, dove ha vinto il CW Heavyweight Championship sconfiggendo Mark Shurman nell'ottobre del 2014. Dopo un regno di 148 giorni, ha perso il titolo contro Chase Del Monte il 21 marzo 2015.

WWE (2017–presente)Modifica

NXT (2017–2020)Modifica

Nel gennaio del 2017, la WWE ha ritirato un'offerta di contratto da Dijak, a seguito di una minaccia legale della Ring of Honor, che lo aveva ancora sotto contratto. Il mese successivo, Dijak ha deciso di non firmare nuovamente con la ROH, mettendo essenzialmente in pausa la sua carriera, in attesa di un'altra offerta contrattuale dalla WWE. Il 20 luglio è stato riferito che Dijak stava finendo i suoi impegni nei circuiti indipendenti prima di unirsi alla WWE. Dijak ha poi iniziato ad allenarsi al WWE Performance Center il 21 agosto. La sua firma è stata annunciata dalla compagnia il 5 settembre. Dijak ha fatto il suo debutto nel territorio di sviluppo della WWE, NXT, il 23 settembre. Il suo debutto televisivo, sotto il nome di Chris Dijak, avvenne il 30 maggio 2018 perdendo contro Ricochet. Nel luglio del 2018 Dijak ha cambiato il suo ringname in Dominik Dijakovic, e dalla puntata di NXT del 12 dicembre sono state mandate in onda delle vignette circa il suo imminente debutto, che è avvenuto nella puntata del 19 dicembre sconfiggendo il jobber Aaron Mackey. Nella puntata di NXT del 13 febbraio 2019 Dijakovic ha sconfitto Shane Thorne. Nella puntata di NXT del 27 febbraio il match fra Dijakovic e Keith Lee è terminato in doppio count-out. Nella puntata di NXT del 17 aprile Dijakovic ha sconfitto il jobber Aaron Frye. Nella puntata di NXT del 1º maggio Dijakovic ha sconfitto Mansoor. Dopo un infortunio al ginocchio, Dijakovic è tornato nella puntata di NXT del 28 agosto dove ha sconfitto Keith Lee. Nella puntata di NXT del 25 settembre Dijakovic è stato sconfitto da Keith Lee. Nella puntata di NXT del 16 ottobre il terzo incontro tra Dijakovic e Keith Lee, valevole per determinare il contendente n°1 all'NXT North American Championship di Roderick Strong, è terminato in no-contest. Nella puntata di NXT del 23 ottobre Dijakovic ha partecipato ad un Triple Threat match per l'NXT North American Championship che comprendeva anche il campione Roderick Strong e Keith Lee ma il match è stato vinto da Strong. Nella puntata di NXT del 6 novembre Dijakovic ha sconfitto Isaiah "Swerve" Scott. Nella puntata di NXT del 20 novembre Dijakovic è stato sconfitto dall'NXT Champion Adam Cole in un Ladder match non titolato. Il 23 novembre, a NXT TakeOver: WarGames III, Dijakovic, Keith Lee, Tommaso Ciampa e Kevin Owens (appartenente al roster di Raw) hanno sconfitto l'Undisputed Era (Adam Cole, Bobby Fish, Kyle O'Reilly e Roderick Strong) in un WarGames match. Nella puntata di NXT del 27 novembre Dijakovic e Keith Lee hanno affrontato Kyle O'Reilly e Roderick Strong per l'NXT Tag Team Championship ma sono stati sconfitti. Nella puntata di NXT del 4 dicembre Dijakovic, Keith Lee e Tommaso Ciampa hanno sconfitto Adam Cole, Kyle O'Reilly e Roderick Strong dell'Undisputed Era. Nella puntata di NXT del 25 dicembre Dijakovic ha sconfitto Bronson Reed. Nella puntata di NXT dell'8 gennaio 2020 Dijakovic ha partecipato ad un Fatal 4-Way match per determinare il contendente n°1 all'NXT North American Championship di Roderick Strong che comprendeva anche Cameron Grimes, Damian Priest e Keith Lee ma il match è stato vinto da quest'ultimo. Nella puntata di NXT del 29 gennaio Dijakovic ha sconfitto Damian Priest. Nella puntata di NXT del 5 febbraio Dijakovic ha sconfitto Killian Dain. Il 16 febbraio, a NXT TakeOver: Portland, Dijakovic ha affrontato Keith Lee per l'NXT North American Championship ma è stato sconfitto. Nella puntata di NXT del 26 febbraio Dijakovic è stato sconfitto da Cameron Grimes. Nella puntata di NXT del 1º aprile Dijakovic ha partecipato ad un Triple Threat match per l'NXT North American Championship che comprendeva anche il campione Keith Lee e Damian Priest ma il match è stato vinto da Lee. Nella puntata di NXT del 6 maggio Dijakovic è stato sconfitto da Johnny Gargano. Nella puntata di NXT del 15 luglio Dijakovic ha affrontato Keith Lee sia per l'NXT Championship che per l'NXT North American Championship ma è stato sconfitto. Nella puntata di NXT del 22 luglio Dijakovic è stato sconfitto da Karrion Kross per TKO.

Retribution e tag team con Mace (2020–presente)Modifica

Nella puntata di Raw del 3 agosto, le luci nel Performance Center iniziarono a lampeggiare e un gruppo mascherato appiccò il fuoco ad un generatore. Nella puntata di SmackDown del 7 agosto tali individui misteriosi attaccarono gli annunciatori e poi andarono tra il pubblico per attaccare anche loro, usando poi una motosega per tagliare le corde del ring. Nella puntata di Raw del 10 agosto il gruppo, noto come Retribution, attaccò nuovamente il Performance Center rompendo un finestrino con un blocco di calcestruzzo e rovesciando un'auto.

Il 20 settembre venne rivelato che Dijakovic, ora noto come T-Bar, venne riconosciuto come uno dei membri di tale stable. Nella puntata di Raw del 21 settembre T-Bar, Mace e Slapjack vennero sconfitti dall'Hurt Business (Bobby Lashley, MVP e Shelton Benjamin) per squalifica. Il 21 marzo, nel Kick-off di Fastlane, la Retribution si sciolse dopo che Reckoning e Slapjack lasciarono il ring, mentre Mace e T-Bar attaccarono Mustafa Ali (leader del gruppo), dopo che questi aveva rimproverato nuovamente i suoi sottoposti, frustrato per aver perso nuovamente contro Riddle per lo United States Championship poco prima. In seguito, nonostante lo scioglimento della Retribution, T-Bar e Mace rimasero comunque uniti in tag team, smascherandosi successivamente. Nella puntata speciale WrestleMania SmackDown del 9 aprile T-Bar partecipò all'André the Giant Memorial Battle Royal ma venne eliminato da Mustafa Ali. Il 7 giugno, a Raw, Mace e T-Bar presero parte ad una Battle Royal per determinare i contendenti al Raw Tag Team Championship ma vennero eliminati dallo sforzo combinato degli altri partecipanti.

PersonaggioModifica

Mosse finaliModifica

Musiche d'ingressoModifica

  • Feast dei CFO$ (2019–2020)
  • Vengeance dei CFO$ (2020)
  • Shut 'Em Down di Def Rebel (WWE; 20 settembre 2020–presente; usata come membro della Retribution e in coppia con Mace)

Titoli e riconoscimentiModifica

 
Donovan Dijak con il CW Heavyweight Championship, titolo che ha vinto una volta
  • Lancaster Championship Wrestling
    • Keystone Cup (2015) – con J. Diesel
  • Pro Wrestling Resurgence
    • PWR Heavyweight Championship (1)
  • WrestleMerica
    • WrestleMerica Heavyweight Championship (1)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica