Apri il menu principale
Douglas Gordon

Douglas Gordon (Glasgow, 20 settembre 1966) è un artista scozzese, che si occupa di videoarte e fotografia.

Indice

BiografiaModifica

Gordon nacque a Glasgow, in Scozia, nel 1966. Crebbe a Dumbarton, dove tra il 1978 e il 1983 frequentò la Dumbarton Academy. Successivamente studiò arte alla Glasgow School of Art (1984-1988) e alla Slade School of Fine, presso la University College di Londra (1988-1990).

Nell'ambito della videoarte, ha realizzato numerosi video installazioni, film e documentari, tra cui 24 Hour Psycho (1993), uno dei film sperimentali più lunghi della storia, e Zidane: A 21st Century Portrait (2006), un documentario incentrato sullo stile di gioco dell'ex calciatore francese Zinédine Zidane, diretto assieme a Philippe Parréno.[1]

Nel 1996 vinse il Turner Prize[2], mentre l'anno successivo rappresentò la Gran Bretagna alla Biennale di Venezia.[3] Nel 1998 è stato premiato dal Solomon R. Guggenheim Museum di New York con il premio Hugo Boss.[4] Nel 2008, fu invece membro della giuria ufficiale della 65ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.[3]

Attualmente vive e lavora a Berlino, in Germania.

NoteModifica

  1. ^ (IT) La scheda di Douglas Gordon. Biografia e filmografia, Trovacinema, La Repubblica. URL consultato il 4 luglio 2015.
  2. ^ (EN) The art of Turner protests, BBC News, 31 ottobre 2002. URL consultato il 4 luglio 2015.
  3. ^ a b (EN) Collection/Douglas Gordon, Musée d'Art Moderne - Paris.fr. URL consultato il 4 luglio 2015.
  4. ^ (EN) Hugo Boss Prize, hugoboss.com. URL consultato il 4 luglio 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN59259156 · ISNI (EN0000 0000 8138 5870 · LCCN (ENnr99009281 · GND (DE120994011 · BNF (FRcb13614312m (data) · ULAN (EN500115974